di Nunzio De Pinto

SAN NICOLA LA STRADA
–  “E’ incredibile che per festeggiare i 150 anni dell’annessione coatta del Regno delle Due Sicilie, si mettano in mostra solamente i “quadretti” di casa Savoia. Siamo disgustati ed amareggiati. Il Regno delle Due Sicilie, stato sovrano che è stato depredato con la forza, ha capolavori sia a Napoli che a Palermo più belli di quelli dei savoiardi”. Ad affermarlo è il segretario nazionale dell’Associazione “Comitato delle Due Sicilie”, il sannicolese Fiore Marro, appena è venuto a conoscenza che una grande mostra con i capolavori della Galleria Sabauda di Torino sarà messa in vetrina a Bruxelles. Si tratta di novantuno opere “Da Van Dyck a Bellotto” – questo il suo titolo – per offrire all’Europa intera un assaggio di Italia 150, manifestazione che servirà per rinverdire i fasti dell’Unità d’Italia dimenticando la verità storica. C’é anche questa importante iniziativa culturale tra gli eventi che dal 18 al 20 febbraio prossimo presenteranno al Parlamento europeo di Bruxelles le manifestazioni per il Centocinquantenario dell’Unità d’Italia in programma nel 2011. Si tratta di un’importante occasione di promozione internazionale del nostro territorio e dell’evento che ospiterà tra due anni, ma che, ancora una volta, mortificherà il Sud d’Italia e la sua Storia. La mostra sarà allestita al Bozar, il palazzo delle Belle Arti della capitale europea che per i suoi 80 anni ha deciso di ospitare l’Italia per la prima volta. Per le manifestazione del 150° anniversario si presenteranno all’Europa anche con la mostra fotografica “Piemonte in scena” e con “Torino, Italian Spring”, un vero e proprio festival della cultura torinese e italiana.