gerardo-di-fiore-up-and-down-2004.jpg

gerardo-di-fiore-il-musicista-2005.jpg

Napoli – (Di Salvatore Candalino) – Spazio espositivo: Girulàrt – Via Vetriera a Chiaia 7/A – 80132 Napoli – tel 081425511
Titolo dell’evento: “Un mondo di gommapiuma”
Data di vernissage: venerdì 20 febbraio 2009
Data di chiusura: giovedì 5 marzo 2009
Orari di apertura: dal martedì al sabato dalle ore 12 alle 15 e dalle ore 20 alle 24
Ingresso: libero
Orario del vernissage: ore 19
Ufficio stampa: UfficiStampaRiuniti
Curatore: Enzo Battarra
Artista: Gerardo Di Fiore
Abstract di presentazione:
S’inaugurerà venerdì 20 febbraio alle ore 19 la mostra di sculture di Gerardo Di Fiore “Un mondo di gommapiuma” al Girulàrt di Napoli in via Vetriera a Chiaia 7/A, telefono 081425511. Curatore il critico d’arte Enzo Battarra.
Gerardo Di Fiore, un vero maestro dell’arte contemporanea, per anni titolare della cattedra di scultura all’Accademia di Belle Arti napoletana, ha curato personalmente l’allestimento di questa sua mostra personale al Girulàrt, tempio del gusto e della vita notturna partenopea.
Nel suo testo di presentazione “Prove di leggerezza, nuvole di libertà”, Enzo Battarra scrive: “La ricerca di Gerardo Di Fiore è tesa da decenni a indagare le potenzialità di una materia fatta soprattutto di aria, una materia immateriale. Eppure, la gommapiuma, da sostanza negletta, nascosta funzionalmente a fare da imbottitura, viscere per materassi, divani o altro, diviene corpo dell’arte, materia nobile, scultura.
È come scoprire una parte nascosta di sé, un qualcosa di impresentabile sfuggito al controllo, alle censure, ai veti. Ecco perché le soffici sculture in gommapiuma di Gerardo Di Fiore sono nuvole di libertà.
Queste prove di leggerezza si trovano a dover fare i conti con la pesantezza di una quotidianità fatta di utensili e di attrezzi, di paradossi e di rituali. È allora che la gommapiuma si riempie ancora di più dell’aria che porta dentro di sé e si appresta a volare in alto sottraendosi ai destini terreni.
Tanta tensione verso l’alto ma anche tanta voglia di contaminarsi con le cose della terra, di invadere gli spazi della vita, di trasformare il paesaggio. Un altro mondo è possibile, un mondo di pace, dove ognuno può lasciarsi cadere senza dolore, dove ogni oggetto è incapace di creare danno, dove i bambini possono giocare in libertà. Un mondo di gommapiuma è possibile. Gerardo Di Fiore ci sta lavorando da tempo!”.
La mostra, che sarà visitabile dal martedì al sabato dalle ore 12 alle 15 e dalle ore 20 alle 24, chiuderà giovedì 5 marzo.