Il Matese ha finalmente il suo primo “Albero della Pace”. Svoltasi cerimonia di collocazione Targa d’intitolazione delmprimo Alibero della Pace nel Parco del Matese S.Angelo d’Alife(Ce)- Il Matese ha finalmente il suo primo “Albero della Pace“. Il 4 Ottobre Festa di S. Francesco D’Assisi patrono d’Italia, giornata per eccellenza dedicata alla Pace e all’ecologia, alla presenza di una folta rappresenzanza degli alunni dell’Istituto comprensivo, della dirigente scolastica dott.ssa Clotilde Riccitelli, del Sindaco di S. Angelo di Alife avv Crescenzo di Tommaso e amministrazione comunale, della rappresentante del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III ML” Agnese Ginocchio, del parroco don Mario Rega, del rappresentante di Legambiente Caserta dott. Nicola D’ Angerio e di Michele Vecchio rappresentante del gruppo organizzativo della scorsa Marcia per la Pace svoltasi nel Borgo Matesino, si é svolta con grande raccoglimento e profonda commozione da parte dei giovani e dei presenti la cerimonia di collocazione della targa d’intitolazione del primo “Albero della Pace” nel cuore verde del Parco regionale del Matese. Si tratta dell’albero di ulivo che fu donato dalla Comunità Montana del Matese retta da Fabrizio Pepe, che fu piantato proprio durante la Marcia per la Pace dello scorso 11 settembre in memoria dei caduti di tutte le guerre, del terrorismo e delle stragi nel mondo. La bellissima targa raffigurante la “Colomba della Pace” con il ramoscello di ulivo, é stata realizzata dall’architetto Angelo Rossolino. Gli alunni, sono stati i protagonisti della giornata, dopo il bellissimo ed inciviso messaggio educatico sull’ impegno per la Pace che va coltivata ogni giorno mediante le azioni, i comportamenti e l’abbattimento di muri intorno a noi, lanciato dalla Dirigente scolastica dott.ssa Riccitelli, hanno declamato dei bellissimi pensieri sulla Pace da loro scritti, poi a seguire dopo la benedizione della Targa da parte del parroco don Mario Rega, sempre presente e sensibile a questi eventi di Pace,  hanno deposto intorno all’albero dei sassi colorati formando una piccola aiuola di Pace.Il Sindaco crescenzo Di Tommaso nel portare i suoi saluti così si  espresso: ” Nel ringraziare tutti voi presenti, porgo un saluto particolare ad Agnese e alla preside che hanno mostrato grande sensibilità alla tematica dell’ecologia e della pace. Non poteva essere scelto giorno migliore di oggi 4 Ottobre. Infatti ricordiamo San Francesco quale testimone della salvaguardia del creato e pertanto paladino della pace. Tema, quello della pace, intimamente correlato a quello dell’ambiente perchè non si può vivere in un mondo pieno di pace se non c’è rispetto per l’ambiente. Colgo l’occasione per invitare gli alunni qui presenti, che sono il nostro futuro, a cominciare un percorso di salvaguardia dell’ambiente, in particolare qui nel nostro paese che fa parte del Parco regionale del Matese; parco che, per le sue caratteristiche, può essere considerato tra i più belli d’Italia.I nvito infine le famiglie e gli insegnanti a continuare il percorso educativo volto a far diventare le nuove generazioni dei “buoni cittadini” perchè si tratta non di “insegnare quello che si deve pensare” ma di “insegnare a pensare”. Grazie ancora a tutti, con la speranza di ritrovarci qui ogni anno a testimoniare i traguardi che raggiungeremo con l’impegno e la collaborazione di tutti. Perchè, ricordate!, solo l’unione e quindi la pace e la fratellanza, consentono il miglioramento delle condizioni di vita di una società”. Bellissima giornata all’insegna di un sole sfolgorante e di un cielo azzurrissimo, segno di benedizione del cielo per il dono della Pace che a tutti gli effetti ha  gettato il suo seme nel Matese e che ora deve crescere in sinergia di quell’ Albero piantato nel borgo matesino santangiolese, che dalla festa del santo poverello di Assisi diventa a tutti gli effetti portavoce e capostipite del messaggio di Pace e di salvaguardia del Creato da diffondere in tutto il Matese, “affinché anche la nostra terra- ha riferito la Testimonial della Pace Agnese Ginocchio-  possa trasformarsi presto in una Terra di Pace. Ma c’é bisogno di lavorare tanto perché ciò avvenga!”. La manifestazione é stata promossa dal “Movimento internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato-III ML” e patrocinata dal Comune di S. Angelo d’Alife. (Comunicato stampa)