epifania 2013 018
epifania 2013 054

Tutti in piazza contro il femminicidio a Mariglianella. Serata di grandi numeri per “Aspettando l’Epifania” contro la violenza sulle donne.  La manifestazione, giunta alla quinta edizione, ha toccato la massima commozione quando sono stati ricordati tutti i nomi delle vittime dalla furia omicida maschile e i cui carnefici sono in gran parte mariti, conviventi o ex compagni. Un vero e proprio bollettino di guerra con 100 vittime nel 2012, declamato a gran voce per non far calare il silenzio su una tematica così scottante. Tra le vittime commemorate anche Melania Rea e Vincenza Zullo, la mamma di Brusciano freddata con diversi colpi di pistola dal marito guardia giurata mente i figlioletti erano nell’altra stanza. C’era tutta la società civile in piazza per la manifestazione, organizzata dalla responsabile locale delle Federcasalinghe Donneuropee, Anna Monda. Una manifestazione, coordinata dall’operatore culturale Mario Capasso,   che nonostante la tematica affrontata, non ha ottenuto nessun patrocinio  “Non avremmo mai permesso che calasse il silenzio su questa manifestazione che l’anno precedente ha ricordato le vittime di mafia –afferma l’insegnante Anna Monda-  ora più che mai.  Ci siamo autofinanziati. Non possiamo consentire che l’universo femminile venga  imbavagliato”.  Centinaia le persone presenti che hanno sfidato il freddo,  tra cui, soprattutto mamme con i propri bambini al seguito. Ad omaggiare la giusta causa anche il parroco don Ginetto De Simone, sempre sensibile e vicino alle iniziative sociali. Testimonials della serata:  il brillante cantante pop,  star del programma di Rai 2 Social King, Myky Petillo e il cantante avellinese Armando Fusco, in arte Army.  Toccanti le parole del maestro di danza Gaetano Buonaurio, che con gli under 21 della New Generation Crazy Dance,  ha dedicato due balletti alle donne, sfidando anche l’infortunio subito che lo obbliga ad un periodo di fermo di circa 5 mesi.   “Agli uomini voglio dire che ognuno di noi è figlio di una donna – ha detto Buonaurio-  pertanto a loro deve andare tutto il nostro rispetto e la nostra commozione contro ogni forma di violenza e stalking”.  Sono seguiti scroscianti applausi. Il tutto sullo sfondo di diversi elaborati dedicati alle donne per fermare le croci rosa. Intanto a catturare il sorriso dei bambini è giunto mago Tony, che ha strabiliato grandi e piccini con le proprie magie e suggestioni tirando dal cilindro un bellissimo coniglio. E’ stato bello vedere tante donne e piccoli sorridenti e raggianti i quali  nella notte dell’Epifania  con il proprio calore  hanno irradiato di luce gli organizzatori. Per l’occasione è stato allestito anche un percorso di artigianato, arte e prodotti tipici locali con la preparazione della ricotta dal vivo, gli  stand del miele di Benevento e dell’olio e delle  conserve di Pietrelcina. In piazza anche l’associazionismo con  Focus Focolari, che ha promosso l’iniziativa benefica United Worl Project finalizzata a spingere l’Onu a costruire un laboratorio permanente sulla fraternità e la “Settimana Mondo Unito”; la casa di Pat che da sempre si occupa delle categorie più emarginate e meno abbietti con l’instancabile, Chiara Sena. A rendere suggestivo lo scenario dell’evento le splendide opere lignee di arte sacra del maestro, Salvatore Nardulli e la pittura ricca di colori e di giochi geometrici del maestro, Marco Fratiello.