Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Artigianato’ Category

martedì
Lug 19,2011

La CLAAI Caserta informa che, in seguito alla richiesta delle associazioni di categoria, è stata concessa in via eccezionale la riapertura dei termini di presentazione della domanda per la riduzione del 2,10 per cento dei premi assicurativi per l’anno 2011 agli artigiani virtuosi che non hanno registrato infortuni nel proprio laboratorio nell’anno 2008-2009, . Solo il 28 per cento degli aventi diritto aveva infatti presentato domanda per l’agevolazione fiscale concessa per il biennio 2010-2011. La riduzione del premio assicurativo è stata però concessa per il solo anno 2011.
Il tavolo di concertazione istituito il 23 giugno scorso ha stabilito che entro il 15 settembre l’Inail istituirà un apposito Punto Cliente per la presentazione delle richieste con la stessa certificazione prevista nel modello 1031. Le domande dovranno essere presentate dagli artigiani virtuosi entro il 30 settembre 2011. Acquisite le richieste e conteggiata la riduzione per l’anno 2011,  l’Inail predisporrà la relativa delibera per l’emanazione del DM.

Comunicato stampa
martedì 19 luglio 2011

venerdì
Lug 15,2011


Voiello è tornata ad incontrare Napoli e lo ha fatto ai primi di luglio a  Città del Gusto-Gambero Rosso per  il terzo appuntamento nazionale,  dedicato questa  volta alla cucina di mare.  Gli amanti della buona tavola partenopea, dove, peraltro, per la precisione a Torre Annunziata, è nata l’Azienda nel 1879, hanno potuto dire la loro, guidati da un  team di esperti che ha selezionato i tre piatti più interessanti tra quelli proposti sul sito internet dell’ azienda e gli autori di queste ricette hanno cucinato i loro piatti in compagnia dello chef, Marcello Zaccaria. Le ricette prescelte sono state: “Trenette al pesce spada e zucchine” di Anna Luisa e Fabio del blog Assaggi Di Viaggio;  “Spaghetti ciccio a mare” di Carmine e “Paccheri con cozze e funghi porcini” di Roberto del blog A cucina e mammà. La mattina sono state preparate le ricette degli chef in erba in cucina,  mentre la sera si sono potute assaggiare i piatti elaborati, sotto la vigile guida di Pepe Moder, responsabile digital marketing e animatore della serata. A lui abbiamo chiesto il perché della scelta di Voiello ad organizzare tali eventi che coinvolgono il pubblico finale. «Il progetto – egli ci ha chiarito – nasce dal fatto che il cibo deve essere mangiato ma anche raccontato. Quello che si è voluto realizzare in questi tre anni in giro per l’Italia è di rendere protagoniste le persone attraverso il racconto delle proprie ricette interpretando la pasta Voiello ».

venerdì
Lug 15,2011

di Nunzio De Pinto

SAN NICOLA LA STRADA – Sono terminati i due corsi di ceramica, organizzati dall’assessore Domenico Palumbo presso il Laboratorio Comunale di Ceramica, nei locali dell’ex Convitto Borbonico “Santa Maria delle Grazie”, sono stati fermati. I due corsi hanno visto impegnati 60 partecipanti, “Ma il numero delle richieste di partecipazioni era di molto superiore” – ci ha detto l’assessore Domenico Palumbo – “e, con grande dispiacere abbiamo dovuto operare dei tagli al fine di non compromettere la didattica”. “Tale attività” – ha aggiunto – “rientra nel progetto, di più ampio respiro, di sicurezza urbana integrata denominato “Una Città sicura, consapevole e partecipata” che parte dalla consapevolezza dell’importanza, nell’ambito delle politiche sulla sicurezza urbana, di un sistema di buone pratiche, attraverso l’organizzazione di una serie di attività ed azioni integrate, assicurando ai cittadini” – ha proseguito – “condizioni di maggior serenità e sicurezza, dando loro certezza della vicinanza delle istituzioni e allo stesso tempo intervenendo sul tessuto giovanile in generale. Tra queste attività rientra, appunto, il “Laboratorio di ceramica”, un’azione che ha visto l’allestimento di un laboratorio per la lavorazione e la produzione di oggetti in ceramica e la realizzazione di un corso specifico, aperto principalmente ai giovani come attività alternativa alla strada ed ai pericoli che questa può rappresentare. Tutto ciò” – ha tenuto a sottolineare Palumbo – “grazie all’associazione culturale “Il Convitto”, di cui è Presidente la professoressa Giovanna Tavarello, con la coordinatrice l’architetto Michela Smeragliuolo e l’insegnate d’arte ceramista Anna Ricciardi”. Come si ricorderà l’Amministrazione Comunale ha istituzionalizzato il “Laboratorio Comunale di Ceramica”, intitolando lo stesso a “Suor Giulia Salzano”, nata a Santa Maria C.V. il 13 ottobre 1846 e morta a Napoli il 1929, che da orfanella è stata formata spiritualmente e moralmente, proprio all’interno dell’orfanatrofio  “Santa Maria delle Grazie”. I due corsi hanno come obiettivo la progettazione e la realizzazione di oggetti artistici in ceramica, sia in forma “biscotto” che come prodotto finito e prevede la partecipazione di 30 corsiti per una durata complessiva del corso di 60 ore, distribuite in 20 incontri settimanali di tre ciascuno.

martedì
Lug 5,2011

Caserta – (Di Salvatore Candalino) – Nella sede di via Don Bosco si è tenuta la chiusura dell’anno Accademico 2010 – 2011. Nel corso della giornata, dedicata alla moda maschile e femminile, si sono svolti gli esami di maestro d’arte unisex. Gli allievi che hanno partecipato alla giornata sono: Vinciguerra Angela, Anna Cecere, Raffaella Varvo, Cristian De Pascale, Flavio Messina, Caterina Tagliaferro, Luisana Sacco, Ylenia Barecchia. La Commissione esaminatrice era composta dal Direttore nazionale Mimino Minerba, coadiuvato dai Direttori della scuola Fabio  Russo e Concetta Di Lillo, i maestri dell’accademia Michelangelo Galasso, Pino De Luca. Al termine, il Presidente UAAMI Vincenzo Renna , si è complimentato con gli allievi, i maestri e il presidente Gennaro De Lucia  per  l’alto livello raggiunto in pochissimo tempo, per la qualità dei lavori presentati e per l’eccellente l’organizzazione del campionato nazionale UAAMI del 5/ giugno scorso e si è congratulato con il campione del Mondo e campione d’Europa Antonio Messina per i risultati ottenuti. L’appuntamento a tutti i componenti dell’accademia è a settembre, per continuare con l’obiettivo di ottenere grandi successi, a partire dalla campionato mondiale individuale del 25/26 settembre a Milano.

venerdì
Giu 17,2011

Caserta – (Di Salvatore Candalino) – Presso  il centro congressi Pisani si è tenuto il Campionato Nazionale UAAMI, che ha visto una notevole presenza di pubblico. L’evento è stato promosso dal Comitato organizzatore del centro UAAMI Caserta,  rappresentato dal sig. Fabio Russo, Presidente della manifestazione e direttore del centro, in sinergia con il Presidente sig. Gennaro De Lucia. Un grosso e spettacolare risultato lo hanno ottenuto gli acconciatori casertani, che hanno conquistato numerose medaglie e coppe. Due le giornate di competizione. Oltre 150 i concorrenti, che si sono dati battaglia a suo di forbici e rasoi.
Sono stati premiati i  Campioni del mondo Mario Piccininno,  Franco Leo e Antonio Messina per lo strepitoso successo  nella coppa del mondo stravinta a Parigi e per la conferma degli stessi risultati nella coppa Europa di Dublino dello scorso maggio 2011. Una nota di rilievo va a Fabio Russo, direttore, e a Gennaro De Lucia Presidente per l’eccellente organizzazione dell’evento. Un grazie va a tutti i premiati dell’accademia: Anna Cecere, Michelangelo Galasso, Angela Vinciguerra, Cristian De Pascale, Flavio Messina, Federica Giaquinto, Francesco De Lucia, Sharon Lustress, Marianna Piscitelli, Ylenia Parecchia, Angela Morosan, Raffaella Varvo, Caterina Tagliaferro, Luisana Sacco.
Questo è risultato uno dei  momenti significativi per  i parrucchieri, che contano di attirare l’attenzione dei media, con prospettive di rilancio, di cui la categoria oggi ha tanto bisogno.

mercoledì
Giu 15,2011

Comunicato Stampa Comune Santa Maria a Vico.

Referente: Nicola De Lucia, presidente Asso Artigianati Imprese Caserta

presidenteassoartigiani@gmail.com
Una sintesi perfetta fra arte, storia e tradizione. Per cinque giorni Terra di Lavoro mette a nudo la sua anima a Santa Maria a Vico per promuovere le ricchezze artistiche e le risorse del proprio territorio. Stamattina sarà inaugurata la “Fiera dell’Arte, dei Sapori e dei Mestieri di Ieri e di Oggi”. Un evento di caratura internazionale che vedrà come eccellenti padrini il presidente del consiglio regionale Paolo Romano, il presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi, il corpo consolare di Napoli e tutti i rappresentanti istituzionale più illustri di Terra di Lavoro. Dopo la cerimonia di inaugurazione, prevista presso lo stadio comunale di Santa Maria a Vico, si entrerà nel vivo della kermesse con la Mostra d’Arte contemporanea “Io ed il Trascendente”, che vedrà esposti presso la Basilica Pontificia Minore di Maria SS. Assunta le opere d’arte dei pittori più famosi provenienti da tutt’Europa, per una pinacoteca curata e presentata dal noto critico d’arte Roberto Sciascia. Inoltre vi sarà l’esposizione: “La scuola incontra l’arte”, ossia una mostra itinerante in occasione dei 150 anni dell’Italia Unita. Dalle ore 20 alle 23, invece, saranno presentati e degustati i piatti tipici e della tradizione, un buffet a cura dello chef Carmine Pascarella del Ristorante Guardanapoli; domani invece i lavori della fiera saranno aperti alle 18 dal convegno “Lavoro e problematiche Giovanili” a cura dell’assessorato alle Politiche del lavoro della Provincia di Caserta, mentre alle 20 dalla scuola elementare Fruggieri di Santa Maria a Vico, partirà il corteo storico “I templari”, a cura dell’Associazione Culturale Borgo della Pescara di Maddaloni; Venerdì invece è previsto il convegno “Enogastronomia e territorio” (artigianato agro-alimentare: un’opportunità di crescita compatibile; quali le proposte per stimolarla” a cura dell’assessorato provinciale all’Agricoltura. In serata, presso la Basilica Maria SS. Assunta si terrà l’esibizione de Corpo Bandistico Fondazione Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore D’Angelo” Maddaloni; domenica, invece, s’inizierà con il raduno delle auto storiche, nello spazio antistante la fiera di via Torre, con il conseguente corteo che attraverserà i comuni di Bonea, Airola, Moiano, Sant’Agata dei Goti, Durazzano, Cervino con arrivo a Piazza Roma a Santa Maria a Vico; inoltre per tutta la mattinata sarà possibile assistere alla mostra amatoriale Canina allestita all’interno dello stadio comunale sammaritano. Intorno alle 19 si terrà il terzo convegno in programmazione, sul tema: “Programmazione economica e territoriale: quale futuro per i nostri territori. Infrastrutture: quali provvedimenti a breve” (dalle reti viarie a servizio del territorio a quelle ferroviarie, dalle aree produttive a quelle destinate ai servizi). L’ultimo giorno di fiera è previsto lunedì. I lavori iniziano con il convegno “Turismo e beni culturali”, a cura dell’assessorato alle Attività Produttive e Turismo della Provincia di Caserta. In serata, invece, intorno dalle 19 e 23, sarà riproposta la degustazione dei piatti tipici e della Tradizione a cura dei ristoranti Guardanapoli e Pellegrino. A conclusione della kermesse si terrà il concerto per il 150° dell’unità d’Italia a cura del direttore Antonio Barchetta. La fiera dell’Arte è un evento promosso dall’Asso Artigianati Imprese Caserta, del presidente Nicola De Lucia, con l’obiettivo di “promuovere il territorio e valorizzare le risorse che offre– ha spiegato – rilanciandole attraverso un percorso fieristico, che rappresenta solo una tappa della filiera turistico-economica finalizzata a presentare al grande pubblico tutte le eccellenze di Terra di Lavoro”. La manifestazione è stata realizzata con il sostegno del comune di Santa Maria a Vico ed il patrocinio della Regione Campania, Corpo Consolare di Napoli, Provincia di Caserta, Ente provinciale per il turismo di Caserta, Associazione temporanea di scopo (costituita di comune di Arienzo, Cervino, Durazzano, Sant’agata dei Goti, Santa Maria a Vico e Valle di Maddaloni), nonché i comuni di Airola, Arpaia, Bonea, Forchia, Maddaloni, Moiano e San Felice a Cancello.

sabato
Giu 11,2011



Caserta
– Grandi conferme per i parrucchieri casertani  all’“OMC Europe Cup 2011”, il Campionato Europeo dell’acconciatura svoltosi a Dublino ( Irlanda).
Le più prestigiose Accademie Mondiali di taglio e acconciature si sono impegnate in un’attenta e accurata selezione dei partecipanti, giungendo così alla scelta dei concorrenti, di nazioni diverse, che hanno avuto la possibilità di mettersi in gioco in una competizione sana e creativa dando prova di come con phon, forbice e spazzola possa prender forma una vera e propria arte.
A rappresentare l’Italia nella categoria Junior Ladies Fashion una squadra composta da due  Casertani Antonio Messina e Angelo Franca.
La squadra, preparata e accompagnata dal Trainer Nazionale e Best Trainers and Jury Organitation Mondial Coiffure Alessandro Iannaccone, ha conquistato la vittoria, dando prova  – ancora una volta – di come la nostra regione rappresenti una delle migliori scuole artigiane per estro e passione e contribuisca all’affermarsi della moda italiana nel mondo delle acconciature.
La maestria di ogni coiffeur, la precisione e la creatività sono stati gli ingredienti principali che hanno portato il gruppo alla conquista della medaglia d’oro con Antonio Messina  e d’argento con Angelo Frasca, nella prova “taglio e acconciatura” con una combinazione di taglio e colore che sfuma dal viola al glicine fino al bianco, e alla conquista di un bronzo con Antonio Messina e un 4° posto con Angelo Frasca, nella prova “acconciatura raccolta”.
“Dopo settimane di allenamento a Caserta e Roma con Alessandro Iannaccone, siamo riusciti nel nostro intento. Io e Angelo, abbiamo dato il massimo per riconfermare la nostra vittoria a Mondiale di Parigi 2010”. Così Antonio Messina commenta la vittoria della squadra, una vittoria che più che una conquista si configura come una vera e propria conferma.

mercoledì
Giu 8,2011

(Da sx  i Cantiello, il Massaro, il Parente e il D’Abrosca)

Prof. Raffaele Raimondo
cronista free lance
Via A.Diaz, 33
81046 GRAZZANISE (Caserta)
tel 0823-96.42.12 – 340-500.67.64
e-mail: raffaeleraimondo1@virgilio.it

COMUNICATO-STAMPA dell’8 giugno 2011

Col ritorno di “Ringo”, il decano degli elettricisti grazzanisani, e degl’imbianchini Cantiello…
Resta, tuttavia, una vasta penuria di lavoro per l’economia del
luogo ridotta al lumicino


GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – Col ritorno di “Ringo”, alias Raffaele Massaro, il decano degli elettricisti grazzanisani si è avuto un incontro “al vertice” dell’artigianato locale, un autentico appuntamento di festa, amicizia, collaborazione fattiva e nuova professionalità.

Location dell’evento un palazzo di Via Diaz, dove si sono concentrati i migliori “discendenti di Ringo”, fra i quali il valente Giovanni Parente coadiuvato dal fido Ludovico d’Abrosca, nonché la più tenace stirpe di imbianchini di Grazzanise capitanata dal saggio Mario Cantiello e dal di lui fratello Gerardo, conoscitore di uomini e cose, “maestro dei colori” e perfino avvertito osservatore dell’evoluzione politica del paese. Non lontano, anzi vicinissimo, l’abile barbitonsor Giuseppe Della Cioppa. Ed essi a rappresentare anche i palpiti e le speranze di falegnami e fabbri, meccanici e calzolai.

Revival dell’apprendistato “vecchia maniera” e delle prime “fatiche giovanili”, ricordi di comuni e già mature esperienze lavorative, nostalgie di un passato ormai lontano, prospettive per l’avvenire: insomma, di tutto e di più s’è discusso, in una serena atmosfera sociale, nel clima del gioioso ritrovarsi in una mattinata di giugno (porta spalancata sull’estate che torna, promettendo, in teoria, giornate assolate e dunque piene di intenso impegno occupazionale). Sì, in teoria, giacché è bastato un accenno per riaprire gli occhi su una realtà locale in cui è palese la vasta penuria di lavoro per un’economia attualmente ridotta al lumicino. E così le risate, le strette di mano e gli abbracci hanno fatto largo alla riflessione pragmatica, all’individuazione delle cause che da decenni tarpano lo sviluppo di Grazzanise e dell’intera pianura che va da Capua al mare. “Occorre un forte scatto in avanti di politici ed imprenditori finalizzato alla riscoperta delle risorse del posto! Soltanto così potrà essere incentivata la complessiva ripartenza economica” hanno detto, all’unisono, “mastri” ed operai. E’ vero: c’è bisogno appunto di rilancio della zootecnia (gli allevamenti bufalini sul territorio di Grazzanise sovrastano, per numero e consolidate tradizioni ora coniugate alla tecnologia, quelli esistenti in qualunque altro Comune della provincia di Caserta e l’<oro bianco> che vi si produce è trasformato e commercializzato, in grossa quantità, altrove, perfino in alcuni centri del napoletano), occorrono aree e piani industriali, studi di fattibilità, disinquinamento di un ambiente fortemente oltraggiato negli anni scorsi e tuttora, investimenti finanziari, conversione ad uno spirito cooperativistico. Solo con quest’articolata ri-progettazione potrà aumentare l’occupazione, crescere il reddito pro-capite e ri-diffondersi la ricchezza, il benessere individuale e delle 2.000 famiglie residenti. Famiglie che hanno dovuto e devono assistere all’emigrazione giovanile aumentata esponenzialmente nell’ultimo decennio. Fermare tale emorragia rappresenta compito prioritario per la classe politica che regge le sorti della municipalità e per il mondo economico grazzanisano: una società senza giovani è una società che non ha futuro! Approfondendo questa visione, i percorsi sono automaticamente tracciati e tutto diventa soltanto una questione di volontà, di lungimiranza, di responsabilità onorata.

lunedì
Mag 23,2011

COMUNICATO CLAAI

La presidente della CLAAI di Caserta Adelaide Tronco si scaglia contro gli artigiani del pane: “Con l’iniziativa “Autentico Pane Artigiano”, progetto che a Milano ha riscosso un enorme successo, abbiamo voluto proteggere i consumatori e gli stessi panificatori dagli abusi. Ma, come accade di frequente a Caserta, la nostra provincia non ha risposto come ci si sarebbe aspettati. Dopo un discreto successo della prima settimana – prosegue la presidente Claai – non abbiamo ricevuto altre richieste di partecipazione al convegno che si sarebbe dovuto tenere in questi giorni, ma che siamo stati costretti a rinviare. Non riesco a capire – ha aggiunto con amarezza Adelaide Tronco – quale  sia il motivo di tanta indifferenza verso un progetto gratuito, che difende il lavoro degli artigiani onesti ed attenti alla qualità del prodotto e della salute del consumatore.”

Per ottenere il diritto di esporre il logo del marchio di qualità è indispensabile che gli artigiani si uniformino al Disciplinare di produzione, un decalogo di norme rigorose  stilato da un team di esperti. “Abbiamo inviato 400 moduli di iscrizione, – ha aggiunto la responsabile provinciale della Claai – ho precisato non ci sarebbe stato alcun costo di iscrizione, né per ottenere il logo, ma ho ricevuto solo 26 adesioni. Non capisco come si possa essere così indifferenti verso il proprio lavoro ed i consumatori – ha sbottato la presidente Tronco – soprattutto dopo la notizia di panificatori abusivi che utilizzano farine scadenti e legna con vernici tossiche o addirittura provenienti da casse da morto. Non accetto che si dica che nessuno fa nulla in proposito! La CLAAI sta tentando di tutelare il pane fresco artigiano,  Nel nord Italia l’iniziativa è stata accolta con entusiasmo, ed ancora oggi, a distanza di un anno, ricevono ancora adesioni. Nella nostra provincia, invece, nell’indifferenza generale, sembra che siamo gli unici a preoccuparci perché venga salvaguardato il pane artigiano di qualità e la  salute di tutti noi.”

giovedì
Mag 12,2011

A Santa Maria Capua Vetere dalle ore 10,00 di Sabato 28 Maggio sino alle ore 21,00 di Domenica 29 Maggio 2011, ci sarà la 1^ edizione del mercatino artigianale del “Fatto a Mano”.

Numerose espositrici mostreranno a tutti le loro opere d’ingegno e creatività, il tutto in un luogo di gioia e di serenità, ossia presso il Centro Culturale Luigi Melorio in Corso Garibaldi.

Le opere esposte toccheranno varie arti creative, come ad esempio la ceramica, il fimo, l’uncinetto, il decoupage.

Si invitano i cittadini a partecipare numerosi.

Categories