Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Aversa’ Category

lunedì
Giu 4,2012

Comunicato n°1 del 2012

 Gemellaggio tra la Cooperativa Sociale “Iride o.n.l.u.s” e l’Istituto Paritario “Avvenire Radioso”di Aversa

 Al via la seconda edizione dell’incontro “LA DIFFERENZA COME RICCHEZZA” tra disabilità e scuola prevista per il 10 Giugno 2012.

 

Anche quest’anno “AVVENIRE RADIOSO” e “IRIDE O.N.L.U.S” realizzano l’incontro denominato “La differenza come ricchezza”il quale ha lo scopo di favorire l’integrazione e la socializzazione e inoltre di far vivere ai partecipanti un’esperienza gratificante, offrendo loro tempo e spazio, aiutandoli a crescere e a completarsi senza barriere.

Per il secondo anno l’Istituto paritario “Avvenire Radioso”diretto dalla Prof.ssa Anna Buonpane mettera’  a disposizione l’intera struttura per condividere con i ragazzi della “Iride O.n.l.u.s.” una giornata di solidarieta’.

Quest’ anno oltre ai vari laboratori , balli e animazioni , la giornata sara’ arricchita  dalla musicoterapia con il progetto “canto , ballo e … suono col mio amico che frastuono!” curato dalla dott.ssa Marianna Esposito presidente dell’Accademia di Scienze Umane  “ Jean Piaget”  di Santa Maria Capua Vetere e della Societa’ Cooperativa Sociale “Isidemi”.

L’evento sara’ aperta dal sindaco Sagliocco e  da  Michele Galluccio. E’ stato invitato a presenziare, inoltre,  S.E. Mons.  Angelo Spinillo, vescovo della diocesi di Aversa.

Ringrazio  la direttrice di “ Avvenire Radioso”Anna Buonpane – dichiara il responsabile  della “ Iride Onlus”  Massimo Raimondo- per la sua totale disponibilita’ ad eventi come questi che servono per creare le basi per un futuro all’insegna della “normalita’ ”.

 

Isidemi Soocietà Cooperativa Sociale Onlus
V.le U. Boccioni, 31
81030 Castel Volturno (CE)
Cell. 334.19.18.534
info@isidemi.it
www.isidemi.it

 

lunedì
Giu 4,2012

C O M U N I C A T O          S T A M P A

Il pensiero e la riflessione di chiunque è di norma preceduto sul nostro sito dalla formula di cortesia “riceviamo e volentieri pubblichiamo” ma per la lettera che segue, scritta dagli alunni della Va A dell’Istituto Andreozzi di Aversa sentiamo di dover dire che “siamo sinceramente onorati di riceverla e pubblicarla”.
La lettera è stata scritta dagli alunni di un corso serale per studenti lavoratori per ringraziare la scuola e gli insegnanti (non dimenticando i collaboratori scolastici) di un rapporto proficuo sul piano scolastico ma evidentemente positivo anche sul piano umano. Il contenuto ed i toni della missiva sono così nobili e profondi, con un richiamo diretto ed intelligente allo spirito della nostra Carta fondamentale, da farci comprendere quanto dobbiamo – come cittadini – alla insostituibile funzione della scuola pubblica.
Va detto, per onestà di analisi, che risultati incoraggianti come quello ottenuto dall’ “Andreozzi” o da tante altre realtà scolastiche, vengono realizzati nella ben nota carenza di fondi e mezzi e con la costante mortificazione di un personale scolastico sempre sottopagato e spesso utilizzato in forme di precariato perenne vergognose per la pubblica amministrazione.
Nello specifico i corsi serali per lavoratori sono a rischio per ulteriori tagli di risorse ed accorpamento di sedi che rendono non solo disagevole ma  talvolta impossibile conciliare i tempi del lavoro con quelli della frequenza.
Queste “razionalizzazioni”, che ipocritamente mascherano solo “tagli” illogici e brutali, contraddicono non solo l’incipit dell’art. 34 della Costituzione ma svelano la tendenza degli ultimi governi, compreso l’attuale, a spostare le risorse da una scuola per tutti a quella per “elites”, apparentemente selezionate per merito ma in realtà emergenti per possibilità economiche, e da quella pubblica a quella privata.
Al Ministro Profumo che si accinge a licenziare una “riforma” che appare più di facciata che di sostanza, ricordiamo che nel nostro paese il dettato costituzionale in materia di diritto allo studio è tradito da una dispersione scolastica abnorme e che le condizioni economiche di tante fasce sociali rendono impossibile far studiare i figli, meritevoli o meno.
Il diritto allo studio non è infatti una gara tra campioni ma, come ci si è sforzati di perseguire nei primi decenni della vita repubblicana, un principio democratico per il quale ogni cittadino ha il diritto di ricevere adeguata istruzione  ed educazione per lo sviluppo della personalità e l’adempimento dei compiti sociali.
In questa cifra la lettera dei nostri concittadini-studenti dell’Istituto Andreozzi di Aversa non è gratificante solo per gli Insegnanti ed il Preside ma è incoraggiante per il nostro territorio ove il primo fattore di crescita della legalità e della democrazia è la cultura diffusa.

Associazione Provinciale   CARTA ‘ 48

Gli Alunni della V Sez. A corso Sirio Commerciale A. S. 2011/12
ai Professori: R. Conte , M. Ferrante, M. Pugliese, A. Izzo, M.P. Papa e a tutto L’Istituto Carlo Andreozzi ,
Al Dirigente scolastico, ai responsabili e al collaboratore scolastico Vincenzo.

Siamo ormai giunti alla fine di questo percorso, la stanchezza ci porta spesse volte a dire, che non vediamo l’ora che finisca, ma in realtà sappiamo bene che questi anni trascorsi assieme ci mancheranno, ci mancherà la nostra quotidianità, il saluto di Vincenzo che ci accoglie tutte le sere, ci mancheranno le litigate tra noi più giovani causate dai motivi più futili, ci mancherà la saggezza delle persone più adulte, ci mancherà il ridere per un niente, il sentirsi adolescenti anche se non lo si è più da un pezzo. Ma soprattutto ci mancherà quello che la scuola attraverso i professori ha saputo dare, si perché la scuola è un istituto d’istruzione dove s’impara la vita, studiando la letteratura non abbiamo altro che imparato il pensiero culturale espresso attraverso la scrittura di persone che ci hanno preceduto; la storia non è altro che la conseguenza di tale pensiero, che ha portato ad errori come la guerra, come il razzismo, come le crisi economiche, proprio come stiamo sbagliando noi o forse facendo bene, perché come dice un detto popolare,la storia siamo noi!! Il Diritto, che bello sapere che esiste una Costituzione che se messa in pratica è stupenda!! Economia aziendale, il ragionamento che facciamo ogni giorni per mandare avanti le nostre finanze, e che attuiamo in automatico senza rendercene conto!!
Grazie professori, un grazie dal nostro cuore va ad ognuno di voi per quello che ci avete saputo dare, chi da un anno, chi da più anni. Grazie per averci sopportato, grazie che non vi siete stancati di insistere con noi, lottando per trasmetterci qualcosa, avreste potuto ben dire che siamo alunni del serale ormai adulti e lasciar perdere, invece con amore avete compiuto il vostro mandato insegnandoci ognuno la vostra materia. Grazie perché non avete mai riso di noi e delle nostre lacune, grazie perché ci avete spesso incoraggiato, grazie a voi ora siamo più istruiti e siamo fieri di poter affermare che noi, il nostro diploma ce lo siamo guadagnato. Ognuno di voi ci ha dato tanto, ci mancherete!! La cosa bella è sapere che sarete sempre nei nostri ricordi e farete sempre parte della nostra vita, anche se passata. Vi vogliamo bene!!
E’ doveroso ringraziare anche L’istituto che ci ha dato questa opportunità, sembrava un cammino così lungo al primo anno, ora siamo giunti quasi alla meta, e chi se l’ aspettava!! Grazie al Dirigente scolastico che ci ha sempre trattati come gli alunni del mattino, dandoci gli stessi vantaggi e servizi. Grazie a Martinelli che ci ha coordinati e a Vincenzo che ci ha sopportati.
Con Amore, i vostri alluni della V “A”

giovedì
Mag 24,2012

Nunzio De Pinto

 

AVERSA – Lo scorso 24 aprile 2012, si è svolta nella splendida cornice di Serapo a Gaeta, in condizioni atmosferiche poco avverse, la Giornata Olimpica di Atletica leggera, organizzata dall’AIR Sport (Associazione Istituti Religiosi), che si è svolta presso lo stadio comunale di Gaeta “Calcio 1931”, con la partecipazione delle classi terza, quarta e quinta elementare dell’Istituto Paritario “Santa Caterina da Siena” di Aversa. Gli alunni sono partiti da Aversa con molto entusiasmo e con tanta voglia di trascorrere una giornata, come dei “veri atleti” visto che si sono allenati con molto impegno e costanza. Le gare, che hanno visto la partecipazione di numerosi alunni dei vari Istituti Associati, si sono protratte per tutto l’arco della giornata in diverse discipline. Nelle varie fasi della competizione si sono avuti i seguenti risultati: nel lancio del vortex i bambini  del S. Caterina di Aversa si sono così classificati: II posto per Michele P. e Sara C. della classe terza; III posto per Sara I. della classe quarta; III posto per Matteo B. e II posto per Rita B. della classe quinta. Nei 50 metri i bambini che hanno totalizzato buon punteggio sono stati: I posto per Michele P., Vittorio I., Marco S., e Luca D. per ogni batteria della classe terza; II posto per Giuseppe M. e Amalia R. per ogni batteria della classe quarta; I posto per Serena S. e Jennifer V. per ogni batteria della classe V. Nella staffetta 6×200 gli alunni della classe quarta si sono classificati al II posto. Sono stati accompagnati dalla Dirigente scolastica Suor Adele Tondi, dagli insegnanti Giannino Ornella, di Paolantonio Giustinella, Frappoli Raffaele, Frappoli Giovanna, Pugliese Valeria, Cinquegrano Luisa e da alcuni genitori.

domenica
Mag 20,2012

Se mi chiedono la provenienza, rispondo fiero: sono dell’agro aversano ! Si di quella TERRA resa famosa dal cartello mafioso più criminale e cruento che và sotto il nome di “clan dei casalesi”. Ma casalesi è il termine di un popolo che è stato rovinato e trasformato dai media e dalla pubblicità peggiore che se ne è potuta fare. Quello stesso clan ha distrutto la propria TERRA, proprio quella TERRA che li ha generati e li ha fatti crescere insieme a noi altri. Cioè insieme a chi, come me, con la camorra e la delinquenza non ha nulla a che fare. E come me è la vera maggioranza della popolazione dell’agro aversano. Ma tant’è, oggi ci teniamo il nome e pure i veleni, i tanti veleni che questi criminali hanno occultato nelle viscere della nostra TERRA. Avvelenata appunto.

Farò sempre un forte plauso all’attività della Magistratura e delle forze di Polizia per i sequestri, le indagini, gli arresti. Ma non basta. Ne abbiamo tanta di TERRA sequestrata perché inquinata da metalli pesanti e da altri rifiuti tossici e pericolosi.  Scorie pericolose che la TERRA ha ingoiato suo malgrado e che hanno ingoiato soprattutto i figli di questa TERRA. In altre parole è come se ognuno di noi avesse puntata alla testa una pistola che continua a sparare colpi a vuoto, fino a quando, quello mortale, non ti uccide con il cancro o con altre patologie ambientali fatali. Ne ho visti tanti morire così nella nostra TERRA di Gomorra. Alcuni hanno la malattia e li vedi camminare per strada come fossero dei morti che camminano, come i condannati a morte. Siamo questo nell’agro aversano. E’ inutile nascondere la verità per paura. Solo affrontando il problema si capirà quanto sia importante e prioritario ridare dignità a questa TERRA ed al popolo dell’agro aversano.

Purtroppo continuano le inquietanti “scoperte” nel territorio dell’agro aversano. Niente di nuovo purtroppo: l’ennesimo campo coltivato pieno zeppo di ogni sorta di veleno.

Siamo di fronte ad un disastro ambientale e sanitario di proporzioni enormi. Non a caso nel territorio dell’agro aversano e del giuglianese l’incidenza di malattie tumorali è salita alle stelle proprio ed in particolarmodo negli ultimi 10 anni.

La preoccupazione sale per la situazione ambientale  e sanitaria di questo territorio, anche perché le Istituzioni preposte poi alla bonifica del territorio sono molto lente nell’avviare processi di risanamento ambientale. Sono decenni che chiediamo, in tutte le forme civili, di iniziare queste attività di bonifiche, per avviare in questo modo una prima parziale ma incisiva estrazione dei metalli pesanti e di altri elementi chimici che hanno inquinato la TERRA.

Oggi chi pretende di fare Politica ad Aversa e nel suo agro deve porre al primo punto all’ordine del giorno della sua agenda di lavoro il risanamento della nostra TERRA.

Chi deve pagare per questi reati deve risarcire, almeno in parte, il nostro Popolo avvelenato. Chi ha commesso il fatto o i fatti ecomafiosi deve pagare.

Alessandro Gatto

Aversa, 20/05/2012

martedì
Mag 15,2012

Comunicato stampa

Caserta:  Su richiesta del Segretario del Coordinamento provinciale, Dario Abbate, l’Esecutivo del Partito di Terra di Lavoro ha espresso ad unanimità voto favorevole alla presentazione del ricorso amministrativo contro i risultati delle elezioni del 6-7 maggio scorso per i comuni di Mondragone ed Aversa.
E se per Aversa la necessità di presentare appello contro la conta dei voti è motivata da ragioni strettamente numeriche (per una manciata di voti non è stato riconosciuto al PD il secondo seggio in consiglio comunale), per Mondragone il discorso risulta più delicato: “Riteniamo si siano registrati in quei Comuni dei fenomeni ed errori tali da rendere fondato il sospetto di una alterazione della volontà popolare- dichiara Abbate- Per questo motivo è stato deciso che, se i dati pubblicati fossero confermati, il Coordinamento provinciale sosterrà in modo sostanziale i locali circoli ed i candidati nella presentazione di ricorsi ai competenti organismi di controllo e verifica, contribuendo con le risorse disponibili alle spese (anche legali) necessarie.”

Milena Taddia
Resp. Ufficio Stampa
PD prov. CASERTA
Mob.: 347 44 17 972
Email: ufficio.stampa@pdcaserta.it

LA SFIDA CON IL CUORE 2012

venerdì
Mag 11,2012

 

 

“LA SFIDA CON IL CUORE 2012 ” manifestazione volta a raccogliere fondi e
incentivare la Ricerca Scientifica sull’Atassia, è in programma sabato 12
MAGGIO alle ore 10:00, presso lo Stadio Comunale di Aversa “A. Bisceglia”.La
partita vede in campo “Attori e comici” VS “Speaker campani”, la prima squadra
è capitanata da Peppe Migliaccio (Duo “Migliaccio e Carrino), mentre la seconda
da  Luca Sepe (Radio Kiss Kiss Napoli).Nella squadra “Attori e Comici”,
troviamo anche l’attore emergente Vincenzo Della Corte, il trentenne ha da poco
vissuto un’esperienza romana in “I CESARONI 5” e si sta già mettendo a
disposizione per “il sociale” passando dalla mano che ha sempre dato all’AISA
“dietro le quinte” al passare sul campo mettendoci la faccia. – Per la sua
umiltà, siamo fieri di aver promosso Vincenzo Della Corte tra i “big! – Le
parole di uno dei referenti AISA.

L’evento vorrà avere anche un tema istruttivo nelle scuole, portare bambini e
ragazzi ad attività creative, scrivendo su striscioni di carta alcuni slogan:
INSIEME CONTRO L’ATASSIA, UNITI NELLA LOTTA CONTRO L’ATASSIA, TENDI LA MANO.
L’AISA chiede la disponibilità di tutti quanti possano ESSERE DI AIUTO con
qualsiasi mezzo, il coinvolgere le scolaresche, le associazioni, i disabili e
altri, affinché partecipino compatti all’evento donando un contributo per la
causa, l’ingresso è stato stabilito con contributo minimo di 2€,  per dare
sostegno alla lotta contro una malattia neuro-genetica, rara, gravemente
invalidante e poco conosciuta: l’ATASSIA (www.atassia.it).

La testimonial ufficiale dell’evento sarà la Cantante di successo napoletano
Ida Rendano, ci saranno anche tanti altri ospiti: le ragazze MISS CIMENA,
modelle, ed ancora, 300 piccoli  allievi del Cento Sportivo Carinaro
rappresentati dal Presidente: A.S.D Carinaro Sport (Vincenzo Iavarone), e dal
Presidente S.S.C Real Carinaro (Carmine Paciello). A presentare ci sarà il
conduttore ufficiale “AISA grandi eventi”, Alfredo Mariani accompagnato da
Erika Sito, prima del calcio d’inizio, ai microfoni il Dr Francesco Saccà,
Neurologo Ricercatore dell’Equipe del Prof. Alessandro Filla, proveniente dal
Dipartimento di ScienzeNeurologiche (Università degli Studi di Napoli “Federico
II°), farà il punto della ricerca sull’atassia.

A coordinare l’evento troviamo: alle foto Raffaele Esposito (fotografo
ufficiale calcio Napoli ed eventi musicali), Massimo Curzio (Cantautore di
musica Rock e autore insieme a Paolo Zengara dell’inno “LA VOGLIA NEL CUORE”).

Salutiamo cordialmente Info: Referente AISA Paolo Zengara cell 3463351669 e-
mail evento: sfidacuore12@tassia.org

UFFICIO STAMPA di VINCENZO DELLA
CORTE
Nicola Critico

domenica
Apr 15,2012

                   È lieta di invitarla alla mostra

 

“Le Edicole Votive, tra devozione ed architettura”

di Carlo De Cristofaro

Sabato 21 Aprile  2012 ore 19,30 presso Kouros arte contemporanea Via Magenta ,81 Aversa

 COMUNICATO STAMPA

AVERSA – Nuova esposizione per la mostra “Le edicole votive tra devozione ed architettura” ideata dal giovane designer Carlo De Cristofaro ed allestita per l’occasione nello spazio Kouros Arte Contemporanea di via Magenta ad Aversa dal 21 aprile al 18 maggio. Inaugurazione alle ore 19.30 e restante programmazione dal martedì al sabato dalle ore 18.00 – 21.00. Questa volta accanto il nucleo originario di sessanta fotografie scattate tra Aversa, Lusciano e Casaluce si affiancano contenuti multimediali ed un reading d’apertura per ribadire l’importanza dei soggetti ritratti.“Le immagini cristallizzano lo stato delle cose e costituiscono un archivio di informazioni per il futuro”. Molti dei soggetti ritratti sono sconosciuti ai più perché sono sempre meno le occasioni di conoscere il patrimonio culturale locale. L’intento di questa raccolta è di re-imparare a guardare ciò che ci circonda ripartendo dalla dimensione pedonale della città, di sollevare lo sguardo verso queste piccole testimonianze d’architettura, che sebbene molto spesso dirute           sono dei libri di pietra degli stili di un tempo.

venerdì
Mar 30,2012

Giovanni Granatina

La platea di stampa e autorità

Renato Carpentieri Galileo Galilei

Renato Carpentieri

AVERSA – Sono state un successo l’anteprima e la conferenza stampa di “A Spasso con la Storia” riservate ad autorità e giornalisti che hanno risposto numerosi all’invito rivolto dagli organizzatori. Per loro una versione straordinaria del percorso di “Attraversa il Mito” che ha fatto vivere uno spettacolo nello spettacolo iniziato con l’introduzione, affidata a Giovanni Granatina che ha narrato la storia del mito e condotto i presenti all’interno dell’antico Complesso Monumentale di San Francesco, proseguito con la scena di Renato Carpentieri, che ha interpretato, con il “Fulgenzio” Alessandro Errico, Galileo Galilei, e concluso con una conferenza stampa all’interno dello spettacolo stesso. In meno di un’ora tutti hanno potuto assaporare il clima di “A Spasso con la Storia” ed entrare in punta di piedi in questo mondo che ha lasciato stupito anche chi non era prima mai entrato in contatto.
Soddisfatto il presidente dell’Associazione Italiana Domenico Cimarosa, Enzo Maiorca, che ha ricordato ai presenti il cammino che la kermesse ha compiuto negli anni maturando sempre più e diventando uno degli eventi di riferimento del territorio al punto da riuscire a trovare quest’anno, per la sesta edizione – come ha poi aggiunto il responsabile marketing Giacomo Arpaia – tanti sponsor che hanno permesso alla kermesse di essere più forte e realizzare un evento di maggiore respiro con l’annessione del percorso enogastronomico.
A prendere la parola, poi, Gina Oliva, presidente di Golem Teatro e costumista di “A Spasso con la Storia”, Giovanni Granatina, ideatore, regista e direttore artistico dello spettacolo, e Giovanni Del Prete, autore e regista di “Attraversa il Mito”. Per loro anche evidente la soddisfazione per aver realizzato quest’anno uno spettacolo impegnativo ma in grado di stupire gli spettatori, esclusivamente con le  proprie forze ed i sacrifici condivisi con l’organizzazione.
Ed in ultimo, ma solo perché ospite straordinario, Renato Carpentieri: «Quando sono stato contatto per “A Spasso con la Storia” – ha dichiarato – sono stato subito affascinato dal progetto dello spettacolo ma anche dalla straordinaria location in cui si tiene. Per me interpretare il Galileo Galilei di Bertolt Brecht ha significato realizzare un sogno». «Uno spettacolo come “A Spasso con la Storia” – ha concluso il noto attore – credo che rappresenti il futuro del teatro. La cultura deve sempre andare avanti».

La conferenza stampa è stata chiusa dal saluto del Sindaco di Aversa, Domenico Ciaramella, che ha inteso premiare con le proprie parole “A Spasso con la Storia”, “un evento importante per la città che con la crescita ha evindenziato nel corso degli anni ha dimostrato di saper camminare sulle proprie gambe e far cultura”.
Ed allora, che inizino le danze. Il mondo di “A Spasso con la Storia” aspetta tutti coloro che vorranno conoscerlo. L’appuntamento è sabato, 31 marzo, e domenica, 1 aprile, presso il Complesso Monumentale di San Francesco, in piazzetta Don Diana ad Aversa, con dodici spettacoli al giorno, ogni venti minuti dalle 18, per un tuffo nella storia del mito, nella cultura e nella tradizione cui tutti sono intrinsecamente legati.

giovedì
Mar 29,2012


AVERSA – E’ finalmente arrivato il momento di andare “A Spasso con la Storia”. Dopo una settimana di mattinate dedicate alle scuole, con la presenza di migliaia di studenti, iniziano ufficialmente le giornate aperte al pubblico, in programma sabato 31 marzo e domenica 1 aprile 2012. Dalle 18 alle 21.40, saranno dodici gli spettacoli che si susseguiranno ogni venti minuti, con la possibilità di una replica alle ore 22 qualora gli altri spettacoli dovessero registrare il tutto esaurito. E dalle prenotazioni ricevute finora, all’info point di Piazzetta Don Diana ed attraverso il sito internet www.aspassoconlastoria.it, tutto sembra far presagire una grande affluenza di pubblico ed appassionati non solo locali ma provenienti dall’intera Campania.
“A Spasso con la Storia” attende, dunque, tutti coloro che vogliono far parte di una storia ritrovata ma anche rivisitata da trenta e più attori, tra cui spicca il nome di Renato Carpentieri, noto interprete televisivo, cinematografico e teatrale, che vestirà i panni di Galileo Galilei che cercherà di dipanare il dubbio del “gira o non gira”. Con Galileo Galiei saranno tanti altri i personaggi che animeranno gli spettacoli della sesta edizione di “A Spasso con la Storia” che ripercorrerà le orme dei miti con Omero ed Orfeo, ma anche con la Pizia e le leggendarie figure della millenaria tradizione campana fino ad arrivare a tempi più recenti. Per dirla parafrasando Carl Gustav Jung: “Questa intera creazione è essenzialmente soggettiva e il sogno è il teatro dove il sognatore è allo stesso tempo sia la scena, l’attore, il suggeritore, il direttore di scena, il manager, l’autore, il pubblico ed il critico”.
Sogno e realtà si mescoleranno in un’ora e trenta di spettacolo, intenso e particolarmente suggestivo, inserito nella secolare location del Complesso Monumentale di San Francesco che resterà aperto agli spettatori che potranno scoprire luoghi di esso finora sconosciuti percorrendoli attraverso dodici postazioni che corrispondono ad altrettante scene.
Al termine di ogni spettacolo, il cammino di “A Spasso con la Storia – Attraversa il Mito” lascerà spazio al percorso di riscoperta dei sapori enogastronomici di un tempo, dal tema “AttrAversa i Sapori”. Le radici affondate nella nostra terra verranno riportate a galla stimolando i sensi degli spettatori grazie alla collaborazione di aziende di rilievo del territorio tra cui Agrisviluppo, CRA, Caseificio Nonna Rosa, Cantine Caputo, L’Orto di San Lorenzo ed il Pacco alla Camorra. A rivivere nel Complesso Monumentale di San Francesco saranno anche i mestieri di una volta con la sapiente arte del Museo Camminante della Civiltà Contadina e Pastorizia del Sud Italia.

Intanto, domani, 30 marzo 2012, alle ore 15.30, presso la sala ex anagrafe del Comune di Aversa, in Piazzetta Don Diana, inizierà il viaggio d’anteprima di “A Spasso con la Storia” riservato a stampa ed autorità cui seguirà una conferenza stampa con Renato Carpentieri. All’evento parteciperanno gli organizzatori dell’Accademia Italiana Domenico Cimarosa e di Golem Teatro, il Sindaco di Aversa Domenico Ciaramella ed il Vescovo della Diocesi di Aversa, Sua Eccellenza Mons. Angelo Spinillo.

lunedì
Mar 26,2012

AVERSA – Ha preso ufficialmente il via oggi, 26 marzo 2012, la sesta edizione di “A Spasso con la Storia” nella versione matinée riservata alle scolaresche di tutto il territorio aversano e dell’agro circostante che come ogni anno hanno preso parte numerose alla kermesse. Tanti i ragazzi, adolescenti e non , che hanno trascorso una mattinata all’insegna della storia, della cultura e della tradizione in compagnia dei propri docenti che hanno riconosciuto all’evento una forte finalità didattica e culturale. I matinèe di “A Spasso con la Storia” proseguiranno fino a venerdì, 30 marzo 2012, ultimo giorno dedicato agli studenti che precederà la messa in scena per il pubblico del 31 marzo e 1 aprile 2012 con dodici spettacoli al giorno.
Tra le finalità che l’Accademia Italiana Domenico Cimarosa ha sempre posto in essere nell’organizzazione di “A Spasso con la Storia” c’è quella di creare per i giovani un approccio meno metodico alla “materia” coinvolgendoli in un percorso simbolico che possa dar loro la possibilità di entrare nella storia e viverla da protagonisti senza necessariamente dover essere tra i banchi di scuola.
Dire “A Spasso con la Storia”, però, significa parlare anche di un evento che tiene puntati i riflettori sul territorio aversano, culla di una kermesse che ha risvolti, inevitabilmente, anche sull’aspetto sociale. Per questo, l’Accademia Italiana Domenico Cimarosa, promotrice dell’evento con Golem Teatro, accoglierà giovedì, 29 marzo 2012, in uno degli spettacoli del matinée, otto ragazzi ospitati dalla comunità di alloggio “Adolescentia” di Aversa accompagnati dagli educatori e dalla responsabile Teresa La Vedova.
«Siamo lieti – commenta il presidente dell’Accademia Italiana Domenico Cimarosa, Vincenzo Maiorca – di poter avere con noi questi ragazzi ed i loro educatori. Quando ci è giunta la richiesta dalla professoressa La Vedova ci siamo immediatamente attivati per garantire loro la presenza ad uno degli spettacoli ed ospitare questi ragazzi che vivono situazioni difficili, donandogli una giornata serena ed una esperienza unica nel suo genere».
Tutto è nato grazie ad una e-mail inviata da Teresa La Vedova alla segreteria organizzativa di “A Spasso con la Storia” ed animata dalla voglia di arricchire il percorso formativo di questi otto adolescenti dell’area comunitaria, tutti  di età compresa tra i quattordici ed i diciotto anni, arrivati ad Aversa nello scorso maggio direttamente dal centro di accoglienza di Lampedusa.

«Avevo piacere – dice la responsabile della comunità Adolescentia – che questi ragazzi potessero vivere miti e leggende attraverso “A Spasso con la Storia” ed arricchire il proprio bagaglio culturale, apprendendo nozioni exstrascolastiche in grado di farli sentire parte del  territorio ed aiutarli, allo stesso tempo, nel percorso di studi che ognuno di loro sta compiendo (si preparano tutti per l’iscrizione alla scuola media superiore). Inoltre, per loro si propone l’occasione di visitare il Complesso Monumentale di San Francesco, una delle strutture storiche più belle e suggestive di una città che è la nostra ma che sta diventando sempre più anche la loro».

INVITO

Categories