Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Cancello ed Arnone’ Category

venerdì
set 19,2014

2

di Mattia Branco

Dopo dodici anni dal riconoscimento di Gruppo di Preghiera S.Pio “S.Roberto Bellarmino” non mancano le iniziative per i prossimi quattro mesi che si susseguono ormai dal giorno della costituzione e anche da quando fu costruita la piazzetta P.Pio in via Settembrini circa due anni prima grazie ad un gruppo che volle fortemente questa statua. Pellegrinaggi, incontri davanti alla stessa statua recitando il santo Rosario a maggio, iniziative di solidarietà aiutando associazioni e fasce più deboli sempre in nome del Signore e del Santo di Pietrelcina che intercede per tutti quelli che lo invocano. Una devozione serena che ha fatto si che il gruppo durante questi anni si è distinto anche fuori dalle mura di Cancello ed Arnone. I prossimi impegni sono un Pellegrinaggio a piedi per il prossimo 20/9 con partenza da piazza S.Francesco davanti alla Chiesa Madre Regina di Tutti i Santi alle ore 15.30 .Il percorso seguirà Via P.Pagliuca, Via Centauro con a seguito tutta l’assistenza per i pellegrini, seguiti dalle forze dell’Ordine, dalla Protezione Civile, Associazione Carabinieri, dalla Autoambulanza messa a disposizione dall’Associazione Locale Croce Rossa D’Italia e da un pullman messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale. All’arrivo alla cappellina costruita dalla Fam. Del Prete loc. Mazzafarro, sarà celebrata la S.Messa dal parroco Don Rocco Noviello.Durante il percorso canti e preghiere animate dallo stesso gruppo. Il 23 Settembre festa di S.PIO Santa Messa celebrata nella Cappella M.SS. delle Grazie alle ore 18.30 celebrata dal Parroco Don Sabatino Sciorio.Il 12 ottobre incontro a Pompei dei Gruppi di S.Pio della Campania. Ritiro Spirituale per il giorno 26/27 Ottobre presso il Cenacolo S.Chiara in S.G. Rotondo.Visita alla Divina Misericordia a Caserta.Santa Messa Mensile e Rosario nelle varie zone del paese. Pacchi dono per famiglie bisognose durante il periodo natalizio.

giovedì
set 18,2014
 

All’ordine del giorno l’approvazzione del bilancio annuale di previsione 

Nella foto Emerito, Di Puorto e Ambrosca

(Nella foto Emerito, Di Puorto, Ambrosca)

 

CANCELLO ED ARNONE – La minoranza è praticamente obbligata, stavolta, ad andare in consiglio: se non sarà presente i suoi componenti, perché, a quanto ci risulta le precedenti assenze in assise non sono state giustificate, rischierebbero di decadere. L’assemblea è stata convocata dal presidente del consiglio, Maurizio Di Puorto, il prossimo primo ottobre. Disciplina dei servizi a domanda individuale per l’esonero totale o parziale di mensa e trasporto scolastico ed esonero totale dei servizi cimiteriali riferiti alle tumulazioni, approvazione del bilancio annuale di previsione esercizio finanziario 2014, bilancio pluriennale 2014/2016 e relativi allegati e conferimento cittadinanza onoraria al prof. Giancarlo Bove: questi i punti all’ordine del giorno. Vedremo se Amborsca e la sua squadra analizzeranno il bilancio, il parere dei revisori dei conti e chiederanno, laddove lo riterranno opportuno, chiarimenti alla maggioranza. Insomma attendiamo che l’opposizione torni in consiglio a fare l’opposizione. Anche perché stavolta l’orario scelto per l’assise è abbastanza decente: il consiglio si riunirà alle 18,00.

Giuseppe Tallino

mercoledì
set 10,2014

 1

  • 2

di Matilde Maisto

CANCELLO ED ARNONE - Nella gionata di ieri, 9 settembre 2014, il Sindaco Emerito, in qualità di primo cittadino, ha partecipato all’annuale celebrazione di commemorazione dei caduti del 9 settembre 1943. Alla presenza di autorità civili, politiche e religiose il Sindaco, dopo aver ringraziato tutti i presenti, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale e suo personale, ha ricordato gli eventi luttuosi che avvennero in quella fatidica mattinata del 9 settembre 1943. Siamo riuniti in questa giornata della memoria per glorificare i nostri martiri di una guerra ingiusta – egli ha detto. I bambini, le donne, gli uomini che impreziosirono, il 9 settembre 1943, con la loro fede operosa la città di Cancello ed Arnone. Dalla rassegna di testimonianze ho avuto la percezione degli accadimenti di quel giorno – Egli dice – Il piccolo centro rannodato attorno alla sua chiesa era in quella mattina in un clima di festa!!! Aleggiava un unico desiderio tra i nostri concittadini, condividere in preghiera un ringraziamento per la fine di una guerra tormentata e sanguinaria che tanto terrore aveva seminato. La comunità si raccolse verso le ore 10,30 di 71 anni fa nella Chiesa dedicata a Maria SS. delle Grazie, offrendo se stessa in olocausto, quasi ad espiazione di una resistenza passiva. Il ringraziamento fu funestato, da lì a poco, da un bombardamento anglo-americano, intervenuto in risposta di un attacco proferito da una contraerei tedesca. Le testimonianze raccontano di un tonfo assordante, una nuvola di fumo, e poi… Poi morte. Lo scenario desolante traspare in ogni ricordo, cumuli di macerie, distruzione di intere famiglie, di secolari sacrifici, di testimonianze dirette, di passati gloriosi e di memorie di vite vissute. Presumo, egli continua, che quei caduti immolati sull’altare sacrificale della comunità abbiano inciso con il loro sacrificio nelle coscienze di quanti si sono adoperati per la ricostruzione, stimolandone attivismo, solidarietà e laboriosità. Ancora oggi c’è chi piange i suoi affetti, l’amico tenuto per mano, la madre, il fratello complici nell’avvento alla salvezza, la lunga corsa verso la vita, spezzata, privata dall’amore domestico, aperta ad un futuro difficile di sofferenze, di paure e di ricordi indelebili. L’armistizio dell’8 settembre fu accolto con gli onori della festa della libertà, tuttavia lungi dall’essere la soluzione dei mali patiti, fino ad allora, per una guerra pretestuosa ed ingiusta, segnò l’inizio di efferatezze naziste nei confronti di una popolazione inerme accusata di tradimento. Io, figlio di una generazione che non ha conosciuto la guerra, non ha vissuto le ansie, le speranze, i tormenti, il rumore assordante delle bombe, raccolgo con onore il monito dei miei nonni e mi spingo affinchè il ricordo degli eventi bellici, sublimato dalla esperienza di questo popolo, costituisca vigile garanzia della dignità della persona umana. Mai più odio! Sì al progresso, alla giustizia, alla pace.

  • UNA PAGINA DI STORIA
  • 1

 

 

  • ALLE FRONDE DEI SALICI:  E come potevamo noi cantare con il piede straniero sopra il cuore, fra i morti abbandonati nelle piazze sull’erba dura di ghiaccio, al lamento d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero della madre che andava incontro al figlio crocifisso sul palo del telegrafo? Alle fronde dei salici, per voto, anche le nostre cetre erano appese, oscillavano lievi al triste vento.Salvatore Quasimodo

 

  • La lirica del 1946, tratta dalla raccolta “Giorno dopo giorno”, documenta l’incontro della poetica ermetica con i temi resistenziali ed il tentativo di Quasimodo di creare una poesia impegnata, aperta alle fortissime suggestioni morali ed emotive di avvenimenti tanto tragici. Lo spunto è offerto dal salmo biblico della cattività babilonese (<<Sospendemmo ai salici le nostre cetre.Come potremmo cantare il cantico del Signore in una terra straniera?>>), utilizzato per esprimere l’impossibilità della poesia (da qui ermetismo, ossia poesia chiusa ermeticamente) di fronte alle atrocità commesse dagli occupanti tedeschi durante la guerra. La lirica si risolve in un lungo interrogativo, nel quale sono rappresentate tali atrocità <<i morti abbandonati nelle piazze>>, il <<lamento d’agnello dei fanciulli>>, l'<<urlo nero della madre>>, e in una frase conclusiva, in cui compaiono a simboleggiare la poesia le <<antiche cetre>> appese ai salici, oscillanti al <<triste vento>> dell’angoscia di quei giorni. Il testo, molto suggestivo, può essere letto anche come dichiarazione di poetica: la sospensione della poesia durante gli anni dell’oppressione sembra significare la volontà di fare poesia diversa e nuova, ora che tale oppressione ha lasciato un’impronta incancellabile nella coscienza degli uomini. E’ stata qui ricordata la bellissima poesia di Salvatore Quasimodo perché in modo realistico fa rivivere le atrocità vissute a Cancello ed Arnone in occasione del bombardamento del 9 settembre 1943. Dunque la storia di un paese simile alla storia di una città, di una nazione, di un continente, del mondo!
  • E come potevamo noi cantare con il piede straniero sopra il cuore, fra i morti abbandonati nelle piazze sull’erba dura di ghiaccio, al lamento d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero della madre che andava incontro al figlio crocifisso sul palo del telegrafo? Alle fronde dei salici, per voto, anche le nostre cetre erano appese, oscillavano lievi al triste vento.

Foto scattate da Mattia Branco

venerdì
set 5,2014

madonna-web

4 bis

 

 

clicca sulla foto per ingrandire 

domenica
ago 10,2014

cicia-acancello-arnoner

  «Una serata bellissima, una vera cartolina del nostro oro bianco. Complimenti al sindaco Pasqualino Emerito». E’ entusiasta il giudizio del vicecapogruppo di Forza Italia al Comune di Caserta Lucrezia Cicia sulla festa della Mozzarella in programma a Cancello Arnone sino a domani sera, domenica 10 agosto. «Ho partecipato alla serata inaugurale della festa e sono rimasta sbalordita per l’organizzazione che è stata messa in campo, grazie alla quale si è saputo coniugare il momento dello spettacolo e dell’intrattenimento con quello della promozione del territorio e della mozzarella – ha sottolineato l’esponente azzurra – l’abilità del sindaco Emerito e di tutta la giunta di Cancello Arnone, infatti, è stata quella di riuscire a fare in modo che la festa della mozzarella fosse un evento sia per i produttori che per i cittadini. Da un lato, infatti, gli operatori del settore hanno potuto promozionare un alimento simbolo della nostra terra e, nel contempo, hanno avuto un luogo per confrontarsi sulle problematiche che il comparto ha, creando anche l’occasione di mettersi in rete. Dall’altra parte, c’è il momento della festa, dell’intrattenimento con spettacoli di altissimo livello, tutti completamente gratuiti che vengono gustati, è proprio il caso di dirlo, con della mozzarella letteralmente divina. Grazie al sindaco Emerito la festa della mozzarella è diventato un evento da cerchiare in rosso nel calendario degli appuntamenti dell’estate casertana e campana più in generale».   Caserta, 9 agosto

venerdì
ago 8,2014

4

  Cancello ed Arnone,li 8/8/2014   (di Mattia Branco)

Con il taglio del nastro da parte del Sindaco Emerito è iniziata la 37^ Edizione della Festa della Mozzarella. Tutti ne parlano di questo prodotto e di questa festa e il programma tutti i mezzi di comunicazione ne hanno dato ampio risalto. Tantissimi ospiti per tutte le tre serate allieteranno quanti verranno a gustare questo meraviglioso ed immortale prodotto. Noi vogliamo parlare invece di una sorpresa dell’ultima ora che sarà tra gli artisti della Kermesse:ELISA MERCADANTE. Una nostra giovane paesana che dopo essersi laureata in giurisprudenza con la tesi “La protezione dei diritti umani armati” ha voluto scegliere la via dell’arte perché come lei ci dice già da bambina sentiva questa predisposizione e questa strada è prevalsa su quella della professione di avvocato. Diplomata all’accademia P.SCHAROFF in Roma ha gia’ vinto molti premi ed ha recitato in molti teatri riscuotendo una positiva critica dagli esperti del settore. Elisa attraverso i suoi progetti si propone di insegnare un’attenta ed accurata recitazione teatrale e di trasmettere il fattore emozionale indispensabile in ogni interpretazione. Il suo intento è quello di aprire a settembre un laboratorio teatrale nel suo paese. Intanto in occasione della festa della Mozzarella, grazie anche alla volontà del Sindaco Emerito si esibirà domenica 10 dalle ore 21 alle 22 in piazza Municipio prima del concerto di Gigio d’Alessio. Il suo sarà un monologo”continuando a sperare”, dove promuoverà la difesa dei diritti umani  interpretando alcune poesie di Totò tratte dal libro “A Livella”. Elisa avrà come ospite un altro grande del cinema il regista attore FABIO MASSA che ha fatto parte del cast di Un Posto al Sole e La squadra. Ultimamente ha partecipato a Cannes con il suo cortometraggio “Vicolo Cieco”.Tra gli ultimi lavori ha scritto la trama del film “VacanzIERI OGGI & DOMANI scritto con Lucio Ciotola di cui è stato anche interprete insieme a Salvatore Misticone, Patrizio Rispo e  Carlo Croccolo.

Mattia Branco

giovedì
ago 7,2014

6 bis

Cancello ed Arnone – La Festa della Mozzarella di Bufala Campana è, ormai, imminente, mancano solo poche ore all’inizio della Kermesse.  Infatti Venerdì 8 agosto alle ore 9 si aprirà la fiera agricola in piazza, mentre alle ore 10 si terrà un convegno sulla filiera bufalina; in serata partirà la sagra con degustazione di prodotti bufalini e musica. Il 9 ci saranno dimostrazioni di filatura e mozzatura della cagliata, distribuzione gratuita della bufala, musica e cabaret in chiusura.

Il Comune di Cancello ed Arnone da 37 anni programma e realizza la Festa della Mozzarella di Bufala Campana, un evento che esalta i sapori della bufala campana DOP.

Quest’anno la manifestazione va a conclusione di una politica d’intervento, recupero e valorizzazione dell’eccellenza tipica locale, allo scopo di avviare un significativo intervento culturale ed economico su cui fondare una parte rilevante della politica di sviluppo locale in campo produttivo nel settore lattiero caseario.

Lo sviluppo del progetto prevede l’implementazione di una precisa strategia di valorizzazione d’area attraverso la realizzazione di un modello di gestione legato alla creazione di un “prodotto etico cancelloarnonese” individuando nella “geografia” il tematismo sulla base del quale ampliare la gestione della filiera bufalina.

Il sindaco, quale Presidente dei Comuni di Caserta Sud/Ovest, con grande determinazione nell’ambito di tale organismo propone l’attuazione di uno speciale “Marchio Qualità Sanitaria per latte e derivati” integrato dal progetto REAPT che interviene per la messa in sicurezza dei suoli da rinaturalizzare attraverso la piantagione di colture (non destinate ad uso alimentare) che accumulano gli inquinanti e vengono utilizzate per la produzione di energia.

Nonostante il Marchio di Qualità Sanitario Agro Alimentare sia già previsto dalla legge Regionale n. 5 del 6 maggio 2013, a tutt’oggi le procedure attuate per la difesa e la tutela dei sistemi produttivi agro alimentari del territorio casertano e campano, non hanno ancora raggiunto i risultati auspicati. Ecco perché il Comune di Cancello ed Arnone in sinergia con i diversi partner quali l’Asl Caserta, la Seconda Università di Napoli, le Associazioni Imprenditoriali e le Diocesi chiedono di implementare un sistema aggiuntivo a quello ordinario che sia in grado di seguire, mediante un processo di trasparenza interno ed esterno, il prodotto alimentare in tutte le fasi di produzione, trasformazione e distribuzione.

In tale sistema i caseifici del territorio si impegnano ad acquistare latte solo da allevatori che esibiscono certificato antimafia e certificato di qualità per il foraggio e per i terreni. Garantire qualità e sicurezza, recuperare il profitto nelle produzioni locali, aumentare la competitività in un’ottica di sviluppo sostenibile: questi gli imperativi del progetto del Comune di Cancello ed Arnone per conferire al risultato la connotazione “profitto etico” attraverso la sinergia di attività aventi come obiettivo primario la tutela della salute e del lavoro.

La Mozzarella di Bufala Campana è un formaggio facilmente digeribile, con un ridotto contenuto di lattosio e di colesterolo, è un’ottima fonte di proteine ad elevato valore biologico, a cui si accompagna un moderato apporto di grassi. Inoltre, il formaggio fornisce elevate quantità di Calcio e Fosforo, di vitamine idrosolubili quali la B1, B2, B6 e Niacina; è infine, una buona fonte anche di vitamina E e Zinco, sostanze che contribuiscono a contrastare l’azione negativa dei radicali liberi. L’apporto decisamente basso di sodio, la rende preferibile alle mozzarelle di vacca e a altri tipi di formaggio notoriamente ricchi di questo minerale, in tutte le situazioni patologiche che implicano la restrizione di questo minerale (ipertensione). Per tutti quelli che sono attenti alla dieta possiamo tranquillizzarli affermando che con circa 250 Kcal per ogni 100g di prodotto mangiato, la Mozzarella di Bufala Campana è molto più dietetica di molti altri derivati lattiero caseari. Consumare Mozzarella di Bufala Campana significa fornire energia per la crescita dei giovani e per il recupero degli sportivi. E’ in definitiva un prodotto di alta qualità.

Ma chi sono gli artisti che allieteranno la 37° Festa della Mozzarella?

1 tris

2 bis

Quest’anno la kermesse prevede la partecipazione straordinaria di grandi artisti. Cominceremo subito l’otto agosto con il grande sound dei Samuel Holkins e iParafunky! I due gruppi si esibiranno a partire dalle ore 21.00 nelle due piazze principali della città.

 

3

Il nove agosto alle ore 21.00 sul nostro palco gli attori di Made in Sud! Uno spettacolo esilarante, incalzante, coinvolgente e soprattutto realizzato da grandi professionisti dello spettacolo della nostra magnifica Campania.

Domenica 10 agosto alle ore 21,00, in P.zza Municipio si potrà assistere all’interessante monologo di Elisa Mercadante.

 

5

A seguire alle ore 22,00 in P.zza Mercato il gran concerto finale con Gigi D’Alessio! Il più grande artista napoletano, sul palco della Festa della Mozzarella, porterà tutti i suoi più grandi successi e ovviamente le new hits in uscita!

 

4

 

Quest’anno è stata scelta una testimonial d’eccezione per la Festa della Mozzarella di Bufala Campana, ossia la grande diva Marilyn Monroe.  Marilyn è capace di racchiudere in una sola persona l’essenza del nostro prodotto. Lei adorava il bianco. La sua vita era circondata dal bianco. I suoi vestiti nei film indimenticabili, la sua pelle candida e pura, la sua voce soave, bianca. E soprattutto Marylin è la regina. La vera diva. Colei che fa sognare. Che è adorata da tutti. Un simbolo. Ecco perché abbiamo scelto la Monroe per rappresentare al meglio il nostro prodotto. Perché la mozzarella di bufala campana è tutto ciò che Marylin Monroe era come donna!

 

marylin-immagine

Concludiamo augurando buon divertimento, ma soprattutto, buon appetito, a tutti i visitatori che in questi tre giorni verranno a Cancello ed Arnone.

CIAO… VI ASPETTIAMO!!!

 

domenica
ago 3,2014

2

Daniele Abbate

Daniele Abbate (Delegato Regionale PD), ha istituito un tavolo di discussione con gli esponenti del Partito Democratico al quale era presente la minoranza del PD locale, l’On.Camilla Sgambato e il neo presidente del Partito Democratico Campano Stefano Graziano.

Nel corso del confronto sono emersi vari temi, tra i quali appunto quello della condotta idrica, fatta in cemento/amianto, nociva per la salute della collettività, che da ormai un ventennio fa patire gli abitanti di questo paese ma si è trattato anche il tema dei rifiuti e della scuola.

Gli esponenti del Partito Democratico, faranno si che questa questione della condotta idrica sia esposta anche a livello nazionale e, aggiunge Abbate: “ come scritto in campagna elettorale, i miei cittadini non dovranno mai più sentirsi soli, abbandonati, per questo abbiamo istituito questo tavolo di confronto e discussione, che ci ha resi più forti nel portare avanti e discutere queste tematiche e spero che questo tavolo di discussione diventi permanente, perché può aiutare noi giovani e meno giovani a capire da vicino le disfunzioni o disservizi da dove provengono ed è da lì che dobbiamo ripartire, dalla conoscenza, affrontando questi temi facendocene carico. “

 

martedì
lug 29,2014

10532552_1481402555434643_8932572020157462111_n

10313489_1481402552101310_8877216407668819882_n

 

 

venerdì
lug 4,2014

 Pasqualino Emerito: “Sul territorio dove ha competenza la nostra polizia municipale c’era”

Il sindaco: “Oltre i confini comunali non spetta a noi svolgere il controllo stradale”

 2
 Nella foto Emerito, il municipio e Tessitore

CANCELLO ED ARNONE – Il percorso dei “battenti” che, nel giorno della Madonna delle Grazie, da Cancello ed Arnone, alle 5 del mattino, si dirigono fino alla chiesa di S.Andrea del Pizzone, ormai rappresenta un’usanza consolidata.  Dopo la vicenda tirocinio anche questa tradizione ha offerto, in paese, spunto per intavolare e mostrare disappunti. Stavolta a lamentarsi alcuni genitori dei bimbi “battenti” che hanno sfilato, di mattina presto, per arrivare nella frazione di Francolise, nelle zone periferiche, trafficate da mezzi agricoli, che congiungono i due comuni, senza controllo di vigili.

Preso atto del disappunto lo abbiamo rigirato al primo cittadino, anche perché scriverne e basta, senza cercare di capire, senza confrontare le tesi è del tutto infecondo.

“La polizia municipale, – ha spiegato il sindaco,- ha iniziato a lavorare di mattina presto proprio in occasione dell’evento. Logicamente i vigili urbani hanno controllato il percorso dei battenti all’interno del territorio di Cancello ed Arnone, dove hanno competenza. Oltre i confini comunali, – ha concluso Emerito, – non spetta a noi svolgere questa funzione”.

Il problema, a nostro avviso, si sarebbe potuto evitare con un contatto preventivo  tra i comandi di Francolise e quello del comune amministrato da Pasqualino Emerito per organizzare una staffetta di supervisione dei tratti stradali interessati.

Giuseppe Tallino (Caserta CE)

 

Categories