Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Capua’ Category

sabato
Set 6,2014

3

di Daniele Palazzo

CAPUA-Terminerà il 12 settembre prossimo la visita di un gruppo di studenti del Liceo Scientifico “Pizzi”, di Capua, presso il centro operativo del quotidiano “La Nazione”, di Firenze. L’esperienza, che ha visto gli allievi partecipanti alle prese essenzialmente con la redazione centrale del noto e quotato organo di informazione toscano, sito in Via Giovine Italia, e con il centro stampa di Capalle, grazie ad un corso di giornalismo finanziato dall’Unione Europea. L’iniziativa, che va avanti da metà agosto, ha visto coinvolti, tra gli altri, gli alunni : Luigi Mauro Cantiello, Arianna Marra, Aldo Capoluongo, Paolo Coppola , Angela Rosa Coronella, Elisabetta D’Iglio, Alfonso Alabastro, Angela De Lise, Giulia Di Nuzzo, Maria Di Pasquale, Giovanna Fontana, Emanuela Maria Pellegrino, Daniele Iengo, Mariateresa Martino, Elisabetta Mormile e Mario Pianese.

sabato
Set 6,2014

2

EVENTI PALAZZO LANZA


L’eredità di Capitan Mattamoros parte IV
In ricordo del Prof. Franco Carmelo Greco

IL MITO DELLA COMMEDIA DELL’ARTE NEL TEATRO RUSSO DEL NOVECENTO

Direzione Artistica: Maurizio AZZURRO

Martedì 16 Settembre – Teatro Comunale di Caserta “Costantino Parravano”, ore 19:00
LA MASCHERA E LA RIVOLUZIONE: MEJERCHOL’D
E LA COMMEDIA DELL’ARTE PRIMA E DOPO IL 1917
Conferenza a cura del Prof. Fausto Malcovati
Università degli studi di Milano
Ingresso gratuito

da Martedì 16 a Giovedì 18 Settembre – Teatro Comunale di Caserta “Costantino Parravano”
Dalle 9,00 alle 14.00, 5 ore di lavoro al giorno
LA BIOMECCANICA TEATRALE DI MEJERCHOL’D
Workshop condotto dal Maestro Gennadi Nikolaevic Bogdanov

Giovedì 19 settembre – Cortile Palazzo Lanza, Capua
LA DANZA DEGLI ZANNI ovvero CANOVACCI E ZIBALDONI
Conversazione spettacolo sulla Commedia dell’Arte
Testi di repertorio messi in scena dagli attori della Compagnia Teatrale La Mansarda Teatro dell’Orco
Maschere di Maria Laura Buonocore
Ingresso 5 Euro

WORKSHOP SULLA BIOMECCANICA TEATRALE
con

Stage condotto dal Maestro Gennadi Bogdanov
e
Conferenza Aperta tenuta dal Prof. Fausto Malcovati

Dal 16 al 18 Settembre 2014

Stage di Formazione sulla Biomeccanica Teatrale nell’ambito della Sesta Edizione del Festival “Di Maschera In Maschera” organizzato dal Centro Studi per la promozione e la diffusione della Maschera Teatrale in collaborazione con la Compagnia La Mansarda – Teatro dell’Orco di Caserta.

Conoscere l’arte è comprendere a fondo le strutture che la regolano, avere la profonda coscienza di quello che si fa, per rendere il momento creativo un percorso non casuale ma frutto di un lungo processo consapevole.
La Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d, insegna a navigare nel processo teatrale, con tutti gli strumenti che il grande regista e pedagogo russo V.E. Mejerchol’d  ha  messo insieme nel corso di 25 anni di studi sull’educazione all’arte teatrale tra il 1905 e il 1930. Un complesso di principi pedagogici, derivanti dalla profonda conoscenza dei teatri tradizionali orientali ed occidentali che sono la struttura di un vero e proprio sistema pedagogico teatrale, tenuto ancora oggi come punto di riferimento dai più grandi artisti.
Il sistema è costituito da 44 punti pedagogici che riassumono tutte le regole necessarie per organizzare, orientarsi e sfruttare lo spazio, conoscere, sviluppare ed economizzare le proprie energie, dare coscienza, ritmo e forma ai propri movimenti. Solo quando l’attore avrà piena conoscenza dei propri mezzi di espressione, riuscirà ad organizzare se stesso, a relazionarsi con lo spazio e i propri partners e sarà libero e pronto per l’atto creativo.
«Solo quando il corpo riesce ad essere duttile come cera?l’attore potrà esprimere tutto se stesso».?Vsevolod Emil’evic Mejerchol’d

Programma Stage:

– Studio dei principi pedagogici della Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d
– Training fisco quotidiano
– Studio dei principi per la costruzione dell’azione
– Applicazione dei principi per la costruzione dell’azione.

Durata

Martedì 16 – giovedì 18 settembre: 5 ore di lavoro al giorno, dalle 9,00 alle 14,00
Martedì 16 settembre ore 19,00 : Conferenza “La maschera e la rivoluzione: Mejerchol’d e la commedia dell’arte prima e dopo il 1917”. A cura del prof. Fausto Malcovati. Ingresso gratuito.

Requisiti

Essere allievo attore o attore professionista italiano o straniero, con esperienza o predisposizione al teatro gestuale, danzatore, coreografo, studente universitario o di accademie.

Quota di partecipazione  € 150,00 comprensivo di Iva.

Lo Stage di Formazione avrà luogo presso il Teatro Comunale “Costantino Parravano” di Caserta, situato in Via Giuseppe Mazzini, n.71.

Per ulteriori informazioni scrivere a: lamansarda@lamansarda.com, o visitare i siti www.lamansarda.com, www.dimascherainmaschera.com, o telefonare ai numeri: + 39 0823343634 +39 3398085602. Iscrizioni entro il 31 agosto.

BIOGRAFIA GENNADI NIKOLAEVIC BOGDANOV

Gennadi Nikolaevic  Bogdanov si è laureato come attore al GITIS (Istituto Statale d’Arte Teatrale di Mosca). Nel 1972 entra come attore nella compagnia stabile del Teatro della Satira  (il cui direttore artistico Valentin Plucek è stato a sua volta attore di Mejerchol’d dal ’36 al ’38) dove vi rimarrà per 20 anni interpretando ruoli tratti dai testi di tutti i più grandi autori. All’interno dello stesso Teatro frequenta le lezioni di Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d con Nikolaj Kustov, attore ed istruttore di Biomeccanica Teatrale presso il Teatro Mejerchol’d fino al 1938.
Alla morte del suo maestro ne eredita la pedagogia, decidendo di dedicare la propria vita artistica totalmente alla divulgazione del sistema mejercholdiano.
Dal 1992 inizia la collaborazione con il GITIS, l’Accademia di Stato di Mosca, che lo porterà a divenire professore di ruolo. Nella stessa accademia, nel 1993 fonda e dirige l’International School of Theatrical Biomechanics.
Dal 1991 il M° Bogdanov comincia a divulgare la Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d. Ha lavorato in centri di ricerca teatrale e università in tutto il mondo (Austria, Australia, Brasile, Belgio, Canada, Croazia, Danimarca, Francia, Galles, Germania, Inghilterra, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Serbia, Singapore, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Usa), dirigendo dimostrazioni, conferenze e workshops.
Dal 1991 collabora stabilmente con il Mime Centrum e successivamente con la scuola d’arte drammatica Ernst Busch di Berlino.
È stato invitato in diverse edizioni dell’ISTA (International School Theatrical Antropology) diretta da Eugenio Barba (Copenaghen 1996 come ospite speciale e Wrozlav 2005).
È presente nel dizionario di Antropologia Teatrale “L’arte segreta dell’attore” edito in differenti lingue, come erede della Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d.
Dal 1979 al 1990 è stuntman e coreografo di azioni sceniche nelle più importanti case di produzione cinematografiche prima sovietiche e poi russe.
Come regista in teatro ha prodotto spettacoli in Italia, Germania, USA, Francia, Inghilterra, Russia.
In Italia ha tenuto corsi fin dal 1991 collaborando tra gli altri con l’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, il Teatro Tascabile di Bergamo, il Centro Universitario Teatrale di Milano e Perugia, l’Università “La Sapienza” di Roma, l’Università degli Studi di Siena/Arezzo e di Salerno e la Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone.
Dal 2004 collabora stabilmente con il Centro Internazionale Studi di Biomeccanica Teatrale di Perugia di cui è socio fondatore e direttore pedagogico.

giovedì
Gen 17,2013

 CAPUA Il gen A.ZAMBUCO premia la Compagnìa INSIEME E' POSSIBILE

Pasquale BRASILIO regista attore

COMUNICATO-STAMPA del 17 gennaio 2013

                             Mitraglia e maschera…per una serata

                          Il generale comandante Zambuco s’è congratulato con la brillante Compagnìa

CAPUA (Raffaele Raimondo) – Oltre 1.000 militari nel grande hangar in “versione teatro”. Alla loro testa, naturalmente, il generale di Divisione Antonio Zambuco, comandante del Raggruppamento unità addestrative (Rua) sempre intensamente attivo nel settore della prima decisiva formazione dei Volontari in ferma prefissata (Vfp). Accanto a lui gli stretti collaboratori, a partire dal vice, il colonnello Caimi – veneto e, dunque, almeno per una volta “spaesato” – dal comandante del 17° Rgt “Acqui”, colonnello Roma, e da altri alti ufficiali, con o senza signore. Sul palcoscenico una Compagnìa di prim’ordine da nome carico di speranza – “Insieme è possibile” – e di lungimirante invito al prezioso “spirito di squadra”. In scena ‘O scarfalietto, opera perennemente godibilissima del grande Eduardo Scarpetta. Applauditi interpreti lo stesso regista, Pasquale Brasilio, e F.Ascione, B.Naclerio, M.Brasilio, A.Totaro, S.Vitale, C.Riccio, P.Brasilio,, M.Di Martino, A.Parisi, A.Granato, P.Farina, F.Parisi, G.Esposito, G.Cataldo e S.Panariello (un cognome arcinoto nel mondo dello spettacolo e, per giunta, -pensate- nel personaggio di un “pubblico ministero”). Ma tutti, tutti bravi per interpretazioni calibrate e felicemente comiche, ancorché dense di umanità.
L’evento artistico in un ambito militare ordinariamente rigoroso si è snodato nella serata di mercoledì 15 gennaio, proponendosi -come ha dichiarato il comandante del 17°- come “occasione innanzitutto di piacere per tutti i ragazzi, per tutti gli intervenuti” -aggiungendo poi- “La Compagnìa è stata veramente speciale; in particolare, il terzo atto ha sfoderato una verve addirittura trascinante, suscitando un entusiasmo che si sentiva anche dal coro di applausi all’unisono di tutti noi”. Al generale-comandante Zambuco, per grado e competenza, la gioia di esternare piena approvazione all’iniziativa realizzata, non lesinando sincere congratulazioni e ringraziamenti agli artisti così abili nelle interpretazioni e agli ospiti che avevano appena condiviso la presenza allo spettacolo. Egli inoltre ha voluto evidenziare, con un breve discorso, il valore complementare della cultura in genere e dell’esperienza teatrale, in specie, a pausa ed a supporto dei compiti addestrativi assegnati al Rua. Per una serata, infatti,  l’enorme schiera di soldati in ordinaria divisa ha potuto godere lo svago di una rappresentazione che, in realtà, ha creato una valvola di divertimento a fertile intervallo del diuturno e gravoso impegno formativo. Certo – e lo ha ben posto in rilievo il generale – un hangar non è un teatro, ma la volontà supera ogni ostacolo, sicché, per merito dei tecnici (che, nel campo dello spettacolo, svolgono una funzione importante quanto sovente dimenticata) l’acustica è stata regolata nel miglior modo possibile. Non poteva avvenire diversamente, allorché sul palcoscenico si esibiva un valente gruppo di attori ed attrici chiamato appunto “Insieme è possibile”. Dunque, mitraglia (ogni giorno) e maschera (una tantum). Altrimenti detto, giovani che imparano ad usar le armi per …“difendere la pace”, in Italia e nel mondo, contenti di riavvicinarsi alla finzione scenica, alla maschera che tutto vorrebbe nascondere e che invece rappresenta lo specchio della vita, in una dimensione creativa che fa ridere e sorridere, comunque ammonendo. Il che fa prevedere, per il futuro, repliche dell’esperienza gioiosamente vissuta, “Zambuco benedicente”.

  RAFFAELE RAIMONDO

giovedì
Gen 10,2013

luciano lo casto

Luciano Lo Casto

Luciano Lo Casto in concerto

COMUNICATO STAMPA

Luciano Lo Casto in concerto all’ex Libris
sulle orme di Tom Waits e con brani inediti

Sabato 12 gennaio alle ore 22.00 a Palazzo Lanza a Capua

Una serata all’insegna della musica dal vivo quella in programma sabato 12 gennaio all’ex Libris di Capua. In concerto, a partire dalle ore 22, nei locali del noto ristorante, il cantautore Luciano Lo Casto, originario di Avellino e tra i partecipanti dell’edizione 2012 del Premio Tenco. Al suo fianco i musicisti Elia Neri (chitarra), Aldo Capasso (contrabbasso) e Biagio Falco (batteria). Il giovane artista, attesissimo a Palazzo Lanza dopo il successo dello scorso anno, porterà in scena tutto il suo repertorio (con brani tratti dal suo primo album dal titolo ‘Alla Spina’) e tanti inediti. Paragonato a Tom Waits per il suo timbro di voce, Luciano Lo Casto regalerà al pubblico di Capua nuove sonorità e nuove storie frutto del suo continuo vagabondare in giro per il mondo. Incline alla musica già dall’età di cinque anni, Luciano strimpella la chitarra, è affascinato dalle percussioni e suona il pianoforte con grande solerzia. Tredicenne viene ammesso al conservatorio. Inizia a scrivere canzoni. Ma appena maggiorenne lascia tutto e parte alla volta di Madrid. La Spagna lo forgia e lo ospita per un anno. Durante questo periodo riesce a penetrare nel mondo dei gitani. Impara a suonare la fisarmonica, i canti tradizionali, suona per strada, compone e si esibisce con un gruppo circense. Nel 2005 è nuovamente in Italia. Ma non ci resterà a lungo.A 22 anni è a Parigi. Vive e lavora in una stamberga (ex camerino degli attori) di un teatrino de “la Bastille” in cui compone musica per gli spettacoli di marionette. Il soggiorno parigino durerà fino a settembre del 2008 intramezzato da viaggi in Belgio, Inghilterra, Spagna. Nel 2009 conosce il rinomato pianista Teo Ciavarella. Questi, affascinato dalle composizioni del giovane cantautore, lo inviterà sempre più spesso a suonare durante le sue serate/concerto, facendolo fiancheggiare da artisti quali Ellade Bandini, Gianluca Bassi, Lele Barbieri e tanti altri.

Per informazioni e prenotazioni

Ex Libris – Palazzo Lanza
c.so Gran Priorato di Malta 25 Capua
info 0823622924 – 0823962097

EVENTI SETTIMANALI A PALAZZO LANZA

mercoledì
Gen 9,2013

Eventi gennaio 2013 Palazzo Lanza

Venerdì 11 gennaio ore 21.30 Ex Libris ristorante
LA CENA PER FARLI CONOSCERE

Un prodotto tipico, un personaggio, un’intervistatrice, un vino campano e il suo produttore saranno gli ospiti d’onore della cena del venerdì a Palazzo Lanza, divenendo il motivo, l’interesse, forse l’argomento di discussione della serata. Ogni venerdì, cenando tutti allegramente allo stesso tavolo, conosciamo prodotti, vini e persone. Un viaggio enogastronomico nella nostra Campania Felix protagonista assoluta della cena curata dallo staff dell’Ex Libris

Gli ospiti di questa sera:
La giornalista Mariamichela Formisano intervista la scrittrice Maria Rizzi autrice di Anime Graffiate. L’altro protagonista della serata il vino dell’aziendaVigne Chigi presentato dal produttore Giuseppe Chillemi che ci parlerà dei vini che berremo accompagnando la cena:

Pallagrello Bianco, Cretaccio, Casavecchia

menù
aperitivi e antipasto al buffet
fusilloni salsiccia e pomodori secchi
bocconcini di pollo allo zafferano
pure’ di patate e spinaci
strudel di mele

Cena completa € 25 info e prenotazioni 0823622924

Sabato 12 gennaio alle ore 18.30 Ex Libris libreria

Per il secondo anno riprendono gli appuntamenti culturali promossi dall’Istituto di ricerca Storica delle Due Sicilie.
“Il Sud e la Storia”

dicembre 2012 marzo 2013.
Incontri a cura di Giovanni Salemi

Presentazione del libro

Cronaca Civile e Militare delle Due Sicilie sotto la dinastia Borbonica di Monsignor D. Luigi Del Pozzo (Ripostes Editore)

Interverranno:

Giuseppe Catenacci (Past President Ass. Naz. Ex-allievi Nunziatella)

Maurizio di Giovane (Storico)

Vincenzo D’Amico (Editore)

Roberto della Rocca (Direttore Il Giornale del Sud)

Il libro
Opera enciclopedica che abbraccia tutta la cronologia del periodo borbonico, 1734-1861, nel Regno delle Due Sicilie.
Non si tratta di una “semplice ristampa anastatica”, dell’opera monumentale del Monsignor Del Pozzo, custodita in poche biblioteche al mondo, ma di un mosaico completo, definitivo, poichè gli insigni studiosi Catenacci e di Giovine l’hanno ripresa e ultimata, basandosi su fonti coeve, sino al 20 marzo del 1861, giorno della caduta di Civitella del Tronto, l’ultima fortezza delle Due Sicilie ad arrendersi.
L’opera è stata divisa, per comodità di consultazione, in tre tomi, arricchiti da tre splendide copertine e con sei volte di copertina a colori raffiguranti stampe inedite d’epoca, contenute in un cofanetto illustrato a colori. In allegato un dettagliatissimo albero geneaologico dei Borbone Due Sicilie.

Sabato 12 gennaio ore 22.00 ristorante Ex Libris

Torna con il nuovo anno la musica dal vivo all’Ex Libris

LUCIANO LO CASTO IN CONCERTO
con
ELIA NERI chitarra
ALDO CAPASSO contrabbasso
BIAGIO FALCO batteria

Bio Luciano Lo Casto:

PREMIO TENCO 2012, PREMIO DE ANDRE’, PREMIO CIAMPI… Compare sul sito ufficiale di Tom Waits, vincitore del music Fest 2010. Incline alla musica già dall’età di cinque anni suonacchia la chitarra e le percussioni, il pianoforte… Compiuti i 18 anni lascia tutto e parte alla volta di Madrid raggiungendo il suo caro amico Benicio. La Spagna lo forgia. Gravida di singolarità, bizzarria, eterodossia… ne subisce il fascino: ci resterà per quasi un anno. Riesce a penetrare nel mondo dei gitani… Impara da questi a suonare la fisarmonica, i canti tradizionali… suona per strada, conosce un gruppo circense, compone e suona con loro. Nel 2005 è nuovamente in Italia. A 22 anni è a Parigi – Benicio al seguito. Vita d’espedienti, al bivacco, per strada… Vive e lavora in una stamberga (ex camerino degli attori) di un teatrino de “la Bastille” in cui compone musica per gli spettacoli di marionette. Il soggiorno parigino durerà fino a settembre del 2008 – intramezzato da viaggi in Belgio, Inghilterra, Spagna. Maggio 2009 – conosce il rinomato pianista Teo Ciavarella. Questi, affascinato dalle composizioni del giovane cantautore, lo inviterà sempre più spesso a suonare durante le sue serate/concerto, facendolo fiancheggiare da artisti quali Ellade Bandini, Gianluca Bassi, Lele Barbieri e tanti altri.

info e prenotazione tavoli  0823622924

Ex Libris di Palazzo Lanza
ristorante, libreria, wine bar
c.so Gran Priorato di Malta 25 – Capua (Ce)

mercoledì
Gen 9,2013

Ten.Col. me.         Pierpaolo        Della Valle

Ten.Col.me. Pierpaolo Della Valle

Nunzio De Pinto

CAPUA – Bilancio tragico lunedì scorso sulla statale Domiziana: un morto e un ferito grave. È la conseguenza di un investimento avvenuto a Cellole da parte di un automezzo pesante. Vittima una coppia romena, falciata da un tir il cui conducente non si è fermato ed è ricercato dalla polstrada di Caserta. I due corpi sono rimasti sull’asfalto nell’indifferenza degli automobilisti di passaggio fino all’intervento di un ufficiale medico dell’Esercito, in servizio presso il R.U.A. sito nella Caserma “Oreste Salomone” di via Brezza, che ha allertato il 118. La donna, di soli 19 anni, è morta sul colpo mentre il compagno, di 20, si trova ricoverato in gravi condizioni. E’ possibile che il conducente del tir non si sia nemmeno accorto di averli investiti. Secondo una prima ricostruzione l’automezzo, per cause in corso di accertamento, avrebbe investito i pedoni sbalzandoli all’esterno della carreggiata ed ha proseguito senza fermarsi. Il Tenente Colonnello dell’Esercito, Pierpaolo Della Valle, che viaggiava, in compagnia di un collega di lavoro, non ci ha pensato due volte a soccorrere i due malcapitati mettendo a rischio la propria vita a causa della scarsa visibilità (buio) e dell’alta velocità con cui transitavano gli altri automezzi. L’Ufficiale medico, raggiunti i due pedoni, ha constatato che la ragazza non mostrava più segni vitali, al contrario il giovane di sesso maschile sebbene non fosse vigile respirava in modo irregolare ma spontaneamente, pertanto ha provveduto a posizionarlo in sicurezza in attesa dell’arrivo delle autorità preposte ai rilievi del sinistro e dei mezzi di soccorso. Sono intervenuti la Polizia Stradale di Cellole e uomini del comando provinciale di Caserta. Il cadavere della giovane deceduta è stata trasportato alla medicina legale dell’O.C. di Caserta, mentre l’altro  giovane gravemente ferito è stato invece accompagnato al nosocomio civile di Sessa Aurunca dove poi si è appreso essere stato prontamente sottoposto ad intervento chirurgico. L’intervento dell’Ufficiale è stato provvidenziale in quanto lo stesso svolge la professione di medico presso la Caserma “O. SALOMONE” sede del Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito in Capua.

giovedì
Dic 27,2012

Eventi Palazzo Lanza dicembre 2012

Sabato 29 dicembre dalle ore 21.30
LA MUSICA DAL VIVO A PALAZZO LANZA

The Huge all’EX LIBRIS
Presentazione del nuovo Album SONGS FOR THE PEOPLE in uscita il 22 GENNAIO 2013. Accompagnato dalla band storica, verranno eseguiti anche i brani più rappresentativi degli ultimi 15 anni. Enjoy.

Gianluca Plomitallo voce
Lello Petrarca piano
Gianluca Barberis chitarre
Silvio De Rosa basso
Fabio Giobbe chitarre

INGRESSO LIBERO.
info e prenotazioni tavoli 0823622924

Domenica 30 dicembre dalle ore 21.30
Raccontango a Palazzo Lanza
Come ogni ultima domenica al mese, da sette anni,  l’Ex Libris si trasforma in una Milonga sulle note del musicalizador resident Davide Russo per tutti i tangheri casertani e non.

Ex Libris Palazzo Lanza, ristorante, libreria, wine bar.
c.so Gran Priorato di Malta 25 Capua
info e prenotazioni 0823622924

mercoledì
Dic 19,2012

Eventi dicembre 2012 Natale
a Palazzo Lanza

Giovedì 20, venerdì 21, sabato 22 dicembre dalle ore 19.00
Mercatini Natalizi a Palazzo Lanza
Arte, artigianato, libri e enogastronomia

Giovedì 20 dicembre ore 19.00 Libreria Ex Libris Palazzo Lanza
Rosaria Capacchione
incontra
Raffaele Cantone autore di
Football clan. Perchè il calcio è diventato lo sport più amato dalle mafie (Rizzoli)
 
Il libro
Il calcio è un affare. E dove girano i soldi, le mafie allungano i tentacoli. Partite combinate e scommesse clandestine in combutta con le centrali asiatiche del gioco online, racket a bordo campo, merchandising tarocco, appalti sui nuovi stadi sono solo alcune voci di un bilancio miliardario. E molto sporco. Ma non è solo una questione di denaro: il football è anche potere. I clan acquistano squadre per comprare il consenso, per sedersi in tribuna e stringere mani importanti; attingono manovalanza dai vivai giovanili e usano gli ultras come massa di manovra per tenere le città sotto scacco. E intanto le arene si svuotano e nel cuore di molti tifosi la passione viene scalzata da delusione e disgusto. Dalla scalata dei casalesi per conquistare la Lazio alle foto di Maradona e Hamsik usati come testimonial abbracciati a padrini; dalla cordata di riciclatori che stava acquistando la Roma al giro delle pizzerie-lavanderia di capitali criminali che aveva tra i soci Cannavaro e altri campioni. Dalla gita a Scampia di Balotelli alle frequentazioni malavitose di Sculli, dalle promozioni in cambio di bazooka nella Locride al sistemone all inclusive della camorra stabiese, Cantone e Di Feo raccontano storie inquietanti e spesso inedite. Intrecciando in un’unica voce lo scrupolo del cronista e l’esperienza del magistrato, mettono a nudo i fatti ma anche le falle dei sistemi di controllo e di sanzione della giustizia sportiva (emanazione di un’associazione di privati ispirata a logiche di trattativa). E, soprattutto, avanzano proposte concrete per prevenire gli illeciti, rendere più efficienti i sistemi di indagine e meno indulgenti le punizioni. Perché il calcio è un bene comune e deve tornare a essere il gioco pulito che da sempre unisce gli italiani.
 
L’autore
Raffaele Cantone, magistrato napoletano, ha lavorato come p.m. alla Direzione distrettuale antimafia, dal 2007 è giudice presso l’Ufficio del massimario della Corte di Cassazione. È autore dell’inchiesta sull’unico tentativo, noto nel mondo occidentale, di scalata criminale a una squadra di serie A. Ha pubblicato Solo per giustizia (2008) e con Gianluca Di Feo I gattopardi (2010).
Intervento di
Cooperativa sociale EVA
Un pacco alla camorra

Giovedì 20 dicembre ore 21.00 Libreria Ex Libris Palazzo Lanza
Presentazione del cd
Riverrum degli Ar Meithal
Ar Meitheal è il noto gruppo del casertano, formatosi nel 2007 nella loro attuale formazione (Alessandro De Carolis, Flauto; Massimo De Vita, Percussioni; Augusto Ferraiuolo, Bodhran; Felice Imperato, Chitarra Acustica; Francesca Masciandaro, Flauto) presenteranno alcuni brani del lavoro discografico RIVERRUN

Venerdì 21 dicembre ore 21.00 Libreria Ex Libris Palazzo Lanza
Mariamichela Formisano
incontra
Maurizio de Giovanni autore di
Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi. (Einaudi)
a seguire Maurizio de Giovanni sarà ospite a

La cena per farli conoscere
per chiacchierare con Mariamichela Formisano sedendo tutti allo stesso tavolo, complice il vino dell’azienda ospite La Masserie presentato dal produttore Michele Vigliotti

menù
antipasto al buffet con Pallagrello Bianco
primo
zuppa di orzo, farro, lenticchie e porcini
secondo
cipollata di costine di maiale
con pisellini di stracciatella
dolce
Torta di pere e cioccolato
Olio, Pallarello bianco, Pallagrello nero e Casavecchia azienda La Masserie
info e prenotazioni per la cena € 25 Ex Libris 0823622924

Il libro
Una nuova primavera si affaccia, e tenta uomini e donne con i suoi profumi, ma anche il male è nell’aria. Manca una settimana a Pasqua nella Napoli del 1932. Al Paradiso, esclusiva casa di tolleranza nella centralissima via Chiaia, Vipera, la prostituta più famosa, è ritrovata morta, soffocata con un cuscino. L’ultimo cliente sostiene di averla lasciata ancora viva, il successivo di averla trovata già morta. Chi l’ha uccisa, e perché? Ricciardi deve districarsi in un groviglio di sentimenti e motivazioni. Avidità, frustrazione, invidia, bigottismo. Amore. La scoperta di passioni insospettabili si accompagna alla rivelazione di una città molto diversa da come appare. Sotto i nostri occhi prendono forma, vivissimi e veri, illuminati da dettagli sorprendenti, sorretti da una genuina vocazione narrativa, i mercati, i vicoli, le strade, i mestieri, la rete rigogliosa dei commerci vecchi e nuovi, accanto alla vigliaccheria e al coraggio, alle violenze arroganti di chi pensa già di essere impunito per sempre perché indossa una camicia nera. Tanto che uno dei compagni di Ricciardi, il dottor Modo, vecchio estimatore di Vipera, finisce per cacciarsi in un guaio molto serio… E il romanzo, come non mai, sembra costruirsi da solo, sotto le mani abili di chi sa dosare e mescolare gli ingredienti più diversi, come accade nelle vere ricette del periodo pasquale di cui è insaporita la storia.
L’autore
Maurizio de Giovanni è nato nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Ha iniziato a scrivere nel 2005 vincendo un concorso per giallisti esordienti, con un racconto avente per protagonista il commissario Ricciardi.
I romanzi con Ricciardi sono tradotti in Germania, Spagna, Francia e Inghilterra e sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti. Per Einaudi Stile Libero è uscito nel 2011 il quinto volume della serie, Per mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi.
Nel 2012 è uscito Il metodo del Coccodrillo, di ambientazione contemporanea, per Mondadori. Maurizio de Giovanni ha scritto racconti a tema calcistico sul Napoli, squadra della quale è visceralmente tifoso, e alcune opere teatrali.
Nel 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscita la uniform edition del ciclo del commissario Ricciardi – ambientato nella Napoli del fascismo e pubblicato da Fandango tra il 2007 e il 2010 -, composta da Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi, La condanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardi, Il posto di ognuno. L’estate del commissario Ricciardi, Il giorno dei morti. L’autunno del commissario Ricciardi. A fine 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscito Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi.

Sabato 22 dicembre ore 18.00
Ex LIBRIS & ANGOLO Onlus (Associazione Nazionale Guariti O Lungoviventi Oncologici) presentano
CONFESSIONI
personale di ANNA GIORDANO.
“Si in realtà con l’arte ci si confessa dolcemente in modo arrendevole e lasciandoci penetrare dagli occhi della gente”.
Opere dal 2009 al 2012.
INTERVERRANNO: Giuseppe Bellone – Marilena Bongiovanni ‘Presidente Associazione Angolo’ – CRO – Aviano (PN)
La mostra resterà aperta nei giorni:
Venerdi – Sabato – Domenica Pomeriggio
L’artista sarà presente al Vernissage e negli altri giorni per appuntamento.
Sabato 22 dicembre ore 20.30 Ex Libris ristorante
Skaramacay Art Factory presenta il Calendario 2013
Giunto alla sua terza edizione, quest’ anno Erminia Sticchi con Skaramacay Art Factory racconta la bella Italia, la nostra Patria, gli ultimi dieci anni della nostra storia. Immagini che richiamano ad una coscienza civile ormai sopita o addirittura scomparsa. Con l’armonia di corpi danzanti Skaramacay Art Factory pone ancora una volta l’arte al servizio di messaggi sociali che possano risvegliare gli animi e portare alla riflessione passando attraverso il corpo, con il punto di vista della Sticchi egli scatti di Alessandro Vitiello, uno sguardo sui fenomeni della nostra terra, tra tensioni sociali, calcio scommesse, veline in parlamento, sversamenti illeciti, bunga bunga, crisi, pensioni, tagli alla cultura, antipolitica, etc etc… affinché tutto questo non accada mai più…
Idea e soggetto di Erminia Sticchi
Fotografie Alessandro Vitiello
Grafica Nestor Aiello
Ufficio stampa Carmine Bonanni
con Skaramacay Art Factory
segue performance della compagnia

Sabato 22 dicembre ore 21.30 Ex Libris libreria
Accademia Palasciania presenta
Euristicon. Le nozze di Ragione e Fantasia
Dodici lezioni-spettacolo a ingresso gratuito
con Marco Palasciano
questa sera
De natura amoris et fine mundi. Come perdersi nell’altro per trovare sé stessi e fare di ogni giorno un rinascimento

Ex Libris Palazzo Lanza – Capua Corso Gran Priorato di Malta, 25 – 0823.622924

martedì
Dic 18,2012

COMUNICATO STAMPA

‘Il calcio e le mafie’, dibattito all’ex Libris
con Raffaele Cantone e Rosaria Capacchione

Giovedi 20 dicembre alle ore 19.00 a Palazzo Lanza a Capua

Dopo il successo editoriale di ‘Solo per giustizia’ e ‘I Gattopardi’, arriva all’ex Libris di Capua ‘Football clan. Perché il calcio è diventato lo sport più amato dalle mafie’, la nuova inchiesta del magistrato napoletano, Raffaele Cantone, che ancora una volta accende i riflettori su una piaga sociale, una ferita aperta nella nostra società dalle organizzazioni criminali. L’appuntamento è per giovedì 20 dicembre alle ore 19. Ad intervistare il magistrato, già Pm della Direzione Distrettuale Antimafia, sarà la giornalista de ‘Il Mattino’, Rosaria Capacchione. Attraverso questo libro il giudice Cantone racconta, insieme al cronista Gianluca Di Feo, il tentativo di scalata criminale alle squadre di serie A. Dal tentativo dei casalesi di conquistare la Lazio alle foto di Maradona e Hamsik, usati come testimonial, abbracciati a padrini; dalla cordata di riciclatori che stava acquistando la Roma al giro delle pizzerie-lavanderia di capitali criminali che aveva tra i soci Cannavaro e altri campioni. Cantone e Di Feo raccontano storie inquietanti e spesso inedite. Intrecciando in un’unica voce lo scrupolo del cronista e l’esperienza del magistrato, mettono a nudo i fatti ma anche le falle dei sistemi di controllo e di sanzione della giustizia sportiva (emanazione di un’associazione di privati ispirata a logiche di trattativa). E, soprattutto, avanzano proposte concrete per prevenire gli illeciti, rendere più efficienti i sistemi di indagine e meno indulgenti le punizioni. Perché il calcio è un bene comune e deve tornare a essere il gioco pulito che da sempre unisce gli italiani. All’evento di giovedì parteciperanno anche i rappresentanti della cooperativa sociale ‘Eva’, che da oltre dieci anni è attiva sul territorio provinciale e regionale, con alcuni centri antiviolenza, per tutelare le donne maltrattate.  Quattro le sedi attualmente gestite dalla cooperativa a Maddaloni, Santa Maria Capua Vetere, Napoli e in particolare a Casal di Principe dove la cooperativa si avvale di un bene sequestrato alla criminalità organizzata e riconvertito per scopi sociali. Qui è stato attivato, in collaborazione con la cooperativa Dedalus, un servizio di catering e produzione di marmellate, confetture, composte e dolci artigianali: le Ghiottonerie di Lorena.
‘La complessità connessa allo start-up di impresa – spiegano i gestori del centro – ha bisogno dell’aiuto di molteplici attori territoriali che, con un proprio piccolo personale impegno, possono accompagnare questa difficile sperimentazione di economia sociale in grado di sostenere concretamente l’indipendenza delle donne in uscita da contesti di violenza intrafamiliare e di rappresentare una nuova buona prassi casertana. Cene, eventi, feste, ordini dei nostri prodotti, raccolte fondi per l’acquisto di nuove attrezzature, tutto può contribuire in questo momento di grande crisi generale ad aiutarci’.

Per informazioni e prenotazioni

Ex Libris – Palazzo Lanza
c.so Gran Priorato di Malta 25 Capua
info 0823622924 – 0823962097

EVENTI SETTIMANALI A PALAZZO LANZA

martedì
Dic 18,2012

Eventi Palazzo Lanza dicembre 2012

 

 

Giovedì 20, venerdì 21, sabato 22 dicembre dalle ore 19.00

Mercatini Natalizi a Palazzo Lanza

Arte, artigianato, libri e enogastronomia

 

 

 

Giovedì 20 dicembre ore 19.00 Libreria Ex Libris Palazzo Lanza
Rosaria Capacchione
incontra
Raffaele Cantone
autore di
Football clan perchè il calcio è diventato lo sport più amato dalle mafie (Rizzoli)

Il libro
Il calcio è un affare. E dove girano i soldi, le mafie allungano i tentacoli. Partite combinate e scommesse clandestine in combutta con le centrali asiatiche del gioco online, racket a bordo campo, merchandising tarocco, appalti sui nuovi stadi sono solo alcune voci di un bilancio miliardario. E molto sporco. Ma non è solo una questione di denaro: il football è anche potere. I clan acquistano squadre per comprare il consenso, per sedersi in tribuna e stringere mani importanti; attingono manovalanza dai vivai giovanili e usano gli ultras come massa di manovra per tenere le città sotto scacco. E intanto le arene si svuotano e nel cuore di molti tifosi la passione viene scalzata da delusione e disgusto. Dalla scalata dei casalesi per conquistare la Lazio alle foto di Maradona e Hamsik usati come testimonial abbracciati a padrini; dalla cordata di riciclatori che stava acquistando la Roma al giro delle pizzerie-lavanderia di capitali criminali che aveva tra i soci Cannavaro e altri campioni. Dalla gita a Scampia di Balotelli alle frequentazioni malavitose di Sculli, dalle promozioni in cambio di bazooka nella Locride al sistemone all inclusive della camorra stabiese, Cantone e Di Feo raccontano storie inquietanti e spesso inedite. Intrecciando in un’unica voce lo scrupolo del cronista e l’esperienza del magistrato, mettono a nudo i fatti ma anche le falle dei sistemi di controllo e di sanzione della giustizia sportiva (emanazione di un’associazione di privati ispirata a logiche di trattativa). E, soprattutto, avanzano proposte concrete per prevenire gli illeciti, rendere più efficienti i sistemi di indagine e meno indulgenti le punizioni. Perché il calcio è un bene comune e deve tornare a essere il gioco pulito che da sempre unisce gli italiani.

L’autore

Raffaele Cantone, magistrato napoletano, ha lavorato come p.m. alla Direzione distrettuale antimafia, dal 2007 è giudice presso l’Ufficio del massimario della Corte di Cassazione. È autore dell’inchiesta sull’unico tentativo, noto nel mondo occidentale, di scalata criminale a una squadra di serie A. Ha pubblicato Solo per giustizia (2008) e con Gianluca Di Feo I gattopardi (2010).

Intervento di

Cooperativa sociale EVA

Un pacco alla camorra

 

 

Giovedì 20 dicembre ore 21.00 Libreria Ex Libris Palazzo Lanza

Presentazione del cd

Riverrum degli Ar Meithal

 

Ar Meitheal è il noto gruppo del casertano, formatosi nel 2007 nella loro attuale formazione (Alessandro De Carolis, Flauto; Massimo De Vita, Percussioni; Augusto Ferraiuolo, Bodhran; Felice Imperato, Chitarra Acustica; Francesca Masciandaro, Flauto) presenteranno alcuni brani del lavoro discografico RIVERRUN

 

 

 

Venerdì 21 dicembre ore 21.00 Libreria Ex Libris Palazzo Lanza
Mariamichela Formisano

incontra
Maurizio de Giovanni autore di
Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi. (Einaudi)

a seguire Maurizio de Giovanni sarà ospite a
La cena per farli conoscere per chiacchierare con Mariamichela Formisano sedendo tutti allo stesso tavolo, complice il vino dell’azienda ospite La Masserie presentato dal produttore Michele Vigliotti

info e prenotazioni per la cena Ex Libris 0823622924

Il libro
Una nuova primavera si affaccia, e tenta uomini e donne con i suoi profumi, ma anche il male è nell’aria. Manca una settimana a Pasqua nella Napoli del 1932. Al Paradiso, esclusiva casa di tolleranza nella centralissima via Chiaia, Vipera, la prostituta più famosa, è ritrovata morta, soffocata con un cuscino. L’ultimo cliente sostiene di averla lasciata ancora viva, il successivo di averla trovata già morta. Chi l’ha uccisa, e perché? Ricciardi deve districarsi in un groviglio di sentimenti e motivazioni. Avidità, frustrazione, invidia, bigottismo. Amore. La scoperta di passioni insospettabili si accompagna alla rivelazione di una città molto diversa da come appare. Sotto i nostri occhi prendono forma, vivissimi e veri, illuminati da dettagli sorprendenti, sorretti da una genuina vocazione narrativa, i mercati, i vicoli, le strade, i mestieri, la rete rigogliosa dei commerci vecchi e nuovi, accanto alla vigliaccheria e al coraggio, alle violenze arroganti di chi pensa già di essere impunito per sempre perché indossa una camicia nera. Tanto che uno dei compagni di Ricciardi, il dottor Modo, vecchio estimatore di Vipera, finisce per cacciarsi in un guaio molto serio… E il romanzo, come non mai, sembra costruirsi da solo, sotto le mani abili di chi sa dosare e mescolare gli ingredienti più diversi, come accade nelle vere ricette del periodo pasquale di cui è insaporita la storia.

L’autore
Maurizio de Giovanni è nato nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Ha iniziato a scrivere nel 2005 vincendo un concorso per giallisti esordienti, con un racconto avente per protagonista il commissario Ricciardi.
I romanzi con Ricciardi sono tradotti in Germania, Spagna, Francia e Inghilterra e sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti. Per Einaudi Stile Libero è uscito nel 2011 il quinto volume della serie, Per mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi.
Nel 2012 è uscito Il metodo del Coccodrillo, di ambientazione contemporanea, per Mondadori. Maurizio de Giovanni ha scritto racconti a tema calcistico sul Napoli, squadra della quale è visceralmente tifoso, e alcune opere teatrali.
Nel 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscita la uniform edition del ciclo del commissario Ricciardi – ambientato nella Napoli del fascismo e pubblicato da Fandango tra il 2007 e il 2010 -, composta da Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi, La condanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardi, Il posto di ognuno. L’estate del commissario Ricciardi, Il giorno dei morti. L’autunno del commissario Ricciardi. A fine 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscito Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi.

 

 

Ex Libris Palazzo Lanza – Capua Corso Gran Priorato di Malta, 25 – 0823.622924

Categories