Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Caserta/Casertavecchia/Provincia’ Category

martedì
Set 23,2014

http://www.cancelloedarnonenews.it/grande-successo-per-il-3-raduno-citta-di-caserta/

martedì
Set 23,2014

http://www.cancelloedarnonenews.it/campus-3s-e-a-caserta-martedi-alle-1000-in-comune-la-presentazione/

martedì
Set 23,2014

http://www.cancelloedarnonenews.it/ci-sara-anche-la-volalto-caserta-alla-terza-edizione-campana-del-campus3s/

lunedì
Set 22,2014

2

 

La Giunta approva il Bilancio di Previsione 2014, spesa corrente ridotta di 7 milioni di euro Caserta – La Giunta comunale ha approvato lo schema del Bilancio di Previsione per l’Esercizio 2014 ed il Pluriennale 2014/2016. Il documento finanziario prevede per il 2014 una spesa complessiva di oltre 420 milioni di euro, dei quali 78 milioni di spesa corrente, ridotta per questo esercizio di circa 7 milioni di euro. “Strade, pubblica Illuminazione e verde pubblico – afferma l’assessore alle Finanze Pasquale Napoletano -restano le nostre priorità. Ad esse si accompagna la salvaguardia necessaria delle politiche sociali a favore delle fasce deboli della nostra comunità. La maggioranza in tutte le sue rappresentanze, ovvero assessori e consiglieri, ha condiviso con senso di responsabilità il sacrificio imposto alla spesa. L’elaborazione del documento contabile considera altresì le prescrizioni previste dal Decreto Legge 66/2014 sulla spending review. Per completezza d’informazione si rende indispensabile chiarire, come precisato nella relazione illustrativa e proposta di deliberazione, che la nuova approvazione dello schema, già approvato nella seduta del 4/7/2014 (delibera n. 118), si è resa obbligatoria e necessaria – ha concluso l’assessore Napoletano- in ragione delle consistenti e significative modifiche apportate dal Governo relativamente ai trasferimenti erogati ai Comuni e trasmesse soltanto tra agosto e settembre”.

domenica
Set 21,2014

2

  (Antonio Luisè) – Ha fatto il suo ingresso in società ed ha già un gran numero di corteggiatori. Parliamo della Volalto car, uno splendido modello di Mini messo a disposizione dalla M Car di Gaetano Pascarella alla società rosanero. Bianca, griffata sugli sportelli con i loghi del club rosanero, ma anche di McLaren, Bmw e Power Gas, è stata data in consegna alla croata Percan. Da oggi,rigorosamente rispettando i limiti di velocità, la vedremo girare per le vie della nostra città. “ Ringrazio vivamente la famiglia Pascarella per la vicinanza dimostrata ancora una volta verso il club rosanero – le parole del presidente volaltino, Agostino Barone- La concessione dell’auto aziendale griffata Volalto e arricchita dai marchi McLaren, Bmw e Powergas è per noi motivo di grande soddisfazione e ci onora che aziende così importanti come le su citate abbiano avuto fiducia in noi. Il loro supporto- conclude Barone- è per noi linfa vitale. Ci da energia positiva nel proseguire il nostro progetto di crescita, ben consci di non essere soli, ma di avere tante persone dietro di noi pronte a sostenerci”.

sabato
Set 20,2014

1

 

CASERTA Non solo a Milano, sabato 25 ottobre prossimo, dalle ore 15 alle 17, si terrà anche a Caserta il Corteo nazionale per la vita contro l’aborto e l’abrogazione referendaria della legge 194. Un appuntamento, molto importante, organizzato dal comitato No194, guidato a livello nazionale dall’avv. Pietro Guerini e che presenta come coordinatore casertano il preside Paolo Mesolella. Un corteo per dire un forte SI alla Vita e un NO fermo alla legge 194, legge iniqua e assassina che ha causato dalla sua entrata in vigore ad oggi almeno 6 milioni di bambini soppressi con l’aborto nel grembo materno. Legge che ci rende complici di questi delitti in quanto commessi nei nostri ospedali e pagati con i soldi delle nostre tasse.

2

 

La manifestazione nazionale di sabato 25 ottobre prossimo a Milano partirà alle ore 15 da piazzale Cadorna mentre quella di Caserta partirà alla stessa ora da Piazza Vanvitelli ed arriverà in piazza Carlo III di fronte alla Reggia . Un’importante occasione di crescita e di visibilità per le associazioni pro life, e per l’associazione No194 che a Caserta già si è fatta conoscere per le “9 ore di preghiera per la vita” (che si tengono dalle ore 9 alle 18 il primo sabato dei mesi dispari all’esterno della clinica Sant’Anna), e per le ore di adorazione per la vita (che si tengono ogni primo sabato dei mesi pari all’interno della chiese Sant’Anna e Buon Pastore. “L’aborto e l’eutanasia – scrive papa Giovanni Paolo II nell’Evangelium Vitae – sono due crimini che nessuna legge umana può pretendere di legittimare. Leggi di questo tipo non solo non creano nessun obbligo per la coscienza ma sollevano piuttosto un grave e preciso obbligo di opporsi ad esse”.

 

3

Al corteo per la vita di Caserta parteciperanno sezioni provenienti anche da altre province d’Italia: oltre a quella casertana, infatti, ci saranno quelle di Napoli, Roma, Campobasso, Avellino, Salerno, Foggia, Bari e Catania. “L’appuntamento – spiega il preside Mesolella – è particolarmente significativo se si pensa ai 6 milioni di concepiti che non sono nati perché soppressi dall’entrata in vigore della legge 194. Un legge che d’altra parte non ha eliminato la piaga degli aborti clandestini che, solo in Italia, sono oltre 30 mila all’anno. A dimostrazione del fatto che la legalizzazione dell’aborto non ha per nulla sconfitto la piaga della clandestinità, ma ha aggiunto ad essa, un altro male legalizzato. L’aborto, del resto non è privo di oneri per lo stato se si pensa che è gratis per le donne che devono abortire, ma costa anche 5 mila euro per i contribuenti. Il movimento referendario “No194″(diventato anche Associazione con oltre 25 mila iscritti, oltre ad avere referenti in tutta Italia, ha un proprio portale on line all’indirizzo www.no194.org. “L’ iniziativa – conclude il preside Mesolella – non è finalizzata alla sola denuncia del fenomeno dell’aborto o della legge 194/1978 che lo disciplina nel nostro ordinamento, ma è diretta alla revisione della stessa legge per via referendaria”.

 

venerdì
Set 19,2014

1

    «Roby Facchinetti al Belvedere di San Leucio: un pezzo di storia della musica italiana e non solo con un monumento simbolo della nostra storia, un binomio fantastico per propagandare il nome di Caserta». Presenta così Lucrezia Cicia, vicecapogruppo di Forza Italia e madrina della serata, lo spettacolo Parsifal di domani sera sabato 20 settembre in programma presso il Real Sito. Sul palco con Faccinetti saliarà la Grande Orchestra di Udmurtia (Russia) diretta dal Maestro Leonardo Quadrini (docente titolare presso il Conservatorio di Napoli – San Pietro a Majella), supportata dal coro sinfonico rumeno “Carmina Nova”, dal Coro Hirpini Cantores,  dal trio In Cantus e dai Palasport, la band ufficiale dei Pooh. «Assieme all’amministrazione, abbiamo deciso di sostenere l’evento perché riteniamo che lo sviluppo del turismo a Caserta passi attraverso la valorizzazione delle sue opere e la creazione di eventi di portata nazionale ed internazionale che possano portare in città visitatori da ogni parte della Penisola pronti a spendere nei nostri negozi, nei nostri bar, nei nostri ristoranti, nei nostri alberghi – ha spiegato – per fare in modo che il turismo non si limiti ad un mero dato di presenze che non lascia indotto, bisogna creare le condizioni per movimentare l’economia, di modo che a raggiera, tutti possano beneficiare dei visitatori. Fare in modo che in un palazzo di grande suggestione come il Belvedere, ci siano presenze di livello assoluto come quella di Facchinetti è, sicuramente un atto che si muove in questa direzione».   Caserta, 19 settembre

venerdì
Set 19,2014

1

 

Personale di pittura di un’artista napoletana alla Reggia di Caserta, salone di rappresentanza della Pro Loco

 

Leonilde Fappiano e la sua realtà ingenua

 

Sabato 20 settembre, alle ore 17:00, nella Reggia di Caserta – salone di Rappresentanza della Pro Loco – avrà luogo l’inaugurazione della mostra personale di pittura dell’artista Leonilde Fappiano dal titolo “La realtà ingenua”; alla cerimonia di inaugurazione, presenziata dal Presidente della Pro Loco ing. Carlo Roberto Sciascia, parteciperà l’arch. Vega de Martini della Soprintndenza di Caserta.

Questa personale dell’artista Leonilde Fappiano – ha affermato il Presidente della Pro Loco di Caserta – apre, dopo la pausa estiva, le attività culturali della Pro Loco di Caserta, che con il suo contributo propositivo ed organizzativo prosegue in un’azione a tutto campo in grado di stimolare le potenzialità artistiche di Terra di Lavoro e di proporre eventi ed iniziative culturali a livello nazionale ed internazionale. La mostra in questione offre la possibilità di conoscere un’artista del territorio che riesce a coniugare la fresca delizatezza cromatica con un’espressività incisiva e coinvolgente”.

 

2

 

L’artista napoletana, dopo una lunga pausa durante la quale a proseguito nella sua accezione della realtà in continua evoluzione, si “rimette” in gioco con questa mostra, che ha quale prologo una citazione di Marcel Proust: «Questo fenomeno che voi chiamate pittura naive, non è altro che il sogno di un sogno, ricordatevelo. E allora perché non sognare».

E, a tal riguardo, l’arch. Vega De Martini, nella sua prosentazione della mostra, ha affermato: “Questa è l’opinione di Proust, quello di <La Recherche du temps perdu>, intellettuale dei più raffinati degli inizi del Novecento, in contatto con la migliore <intelighentia> parigina, amante della musica e dell’arte. Ed è proprio a Parigi, tra la fine del secolo XIX e gli inizi del secolo successivo, che nasce, con Henri Rousseau il Doganiere (1844-1910), il fenomeno dell’arte <naive> che si caratterizza per una primigenia spontaneità, ponendosi al di fuori di ogni movimento figurativo allora in auge, e per una visone della realtà, talora ingenua, talora disincantata, talora sognante, appunto. Data al 1884 – appena due anni prima di quel fatidico 1886 che vide in contemporanea l’ultima mostra degli impressionisti e la pubblicazione del manifesto simbolista – l’ingresso ufficiale nel mondo dell’arte di Rousseau che fino ad allora era stato impiegato, e per molti anni, presso l’Amministrazione Doganale. Il suo successo, sponsorizzato da intellettuali e critici del calibro di Alfred Jarry e soprattutto di Guillaume Apollinaire, fu immediato. Convergeranno nell’ammirazione per il pittore neofita, praticamente autodidatta, sia i neoimpressionisti (meglio definibili come postimpressionisti) ed i simbolisti come Gauguin, Signac, Redon, sia i rappresentanti delle avanguardie artistiche contemporanee come Kandinskij, Delaunay e Picasso. Di fatto l’opera naive (ingenua) del Doganiere conquistava i primi per la sua valenza postimpressionista, per la monumentalità, l’esotismo e la suggestione delle sue creazioni; interessava i secondi per la sua ingenuità, la sua goffaggine da arte popolare, il suo antiaccademismo. Tutti elementi proposti da Apollinaire quale manifesto della ribellione nei confronti dell’arte fatta ancora secondo canoni tradizionali. Dopo l’esordio di Rousseau il termine <naif> sviene attribuito comunemente dalla critica a quei pittori autodidatti, definiti di volta in volta neoprimitivi, pittori popolari della realtà, artigiani del sogno. Una definizione quest’ultima che si attaglia perfettamente alla personalità di Leonilde Fappiano”.

 

3

 

Ed infine Vega Martini conclude: “Ma non c’è dubbio che, anche per Leonilde, come per tutti i <naifs>, è il mondo interiore il soggetto dell’arte che è realtà più concreta del mondo reale: quasi tutto è fuori posto, fuori prospettiva ed in libertà nel suo coloratissimo, sognante ed ingenuo – ma nello stesso tempo emozionalmente intensissimo – cosmo da fiaba”.

Carlo Roberto Sciascia ha precisato: “Leonilde Fappiano rappresenta il mondo filtrato dalla sua visione della vita, si libera dai condizionamenti imposti dalla razionalità e interpreta la realtà mediante il linguaggio figurativo dei bambini, privo di ogni influenza sociale e/o ambientale; questa intima condizione atipica, sorretta dal sentimento e dalla sensibilità ingenua e sognante, le permette di accedere da un’espressività dal tocco delicato e fine, vista con un luminoso colorismo che impone alla chiarezza spaziale una soffusa e sottile bellezza. Sa conservare l’espressività integrale e l’originale dell’immagine e percepire l’essenza ed il carattere del mondo circostante, trasferito in un paesaggio spirituale dalla semplicità e dalla schiettezza rassicurante. Nelle sue opere fiori sgargianti ed animali, alberi dai rami rigogliosi o contorti ma volti verso l’alto, calmi corsi d’acqua si affiancano all’uomo ed al suo lavoro, mentre i residui dell’anima infantile fanno risaltare tutti gli elementi migliori, quelli più veri e schietti, seguendo il segreto “spiritus rector” delle azioni essenziali ed accogliendo nella memoria solo “cose” dai contorni ben precisi. Nella sua visuale psicologia del mondo la spontaneità e la grazia ingenua dell’istinto vitale offre la possibilità di far emergere il profondo supportato da una fantasia immaginosa, anche se viene proposta una realtà oggettiva. Solo così la visione dell’artista diventa un “pensiero astratto ma vero”, che va alla ricerca dei significati semplici ma esistenziali ai quali riferirsi … e tutto si ammanta di un sognante velo che non riesce a celare la bellezza della vita”.

La mostra proseguirà fino al 4 ottobre c.a., con il seguente orario: ogni giorno 9:30 – 12:30, martedì escluso o su appuntamento (Novelli A. 0834/27 74 28 – C. R. Sciascia 338/79 22 753)

 

 

venerdì
Set 19,2014

vesparaduno

 

DOMENICA IL 3° RADUNO VESPA CITTA’ DI CASERTA

 

Si svolgerà domenica prossima 21 settembre, con partenza in corso Trieste – lato Monumento ai Caduti, il 3° Raduno Vespa Città di Caserta, organizzato dal Vespa Club Caserta con il patrocinio dell’Amministrazione comunale del capoluogo.

L’appuntamento per gli appassionati della famosa due ruote è alle 8.30 per il ritrovo, l’apertura delle iscrizioni e l’esposizione dei mezzi. Alle 11,00 i vespisti, che giungeranno da ogni parte d’Italia comprese Sicilia e Sardegna, partiranno per la loro passeggiata tra Caserta e dintorni, con sosta e visita al Belvedere di San Leucio. L’arrivo è previsto alle 12,00 nuovamente sul corso Trieste dove la mattinata si concluderà con l’aperitivo per i partecipanti, la premiazione ed i saluti dei responsabili del Vespa Club Caserta.

“Il Vespa Club Caserta dà appuntamento a tutti gli appassionati– spiega il presidente Gaetano Biscardi – per domenica prossima sul centralissimo corso Trieste. Siamo certi di replicare, se non di superare, le presenze dello scorso anno quando a Caserta arrivarono quasi 400 vespisti dalla provincia, dalla regione e dal resto d’Italia.L’obiettivo dell’associazione è promuovere, diffondere l’attività vespistica nell’ambito turistico, culturale e ricreativo, organizzare eventi e manifestazioni al fine di far conoscere le storicità dei pezzi d’epoca alla città di Caserta e non solo”.

 

 

 

 

venerdì
Set 19,2014

1

Caserta – Sta per partire la Terza Edizione del Corso di Lingua e Cultura Italiana per Stranieri dal titolo “Integriamoci con l’Italiano”, organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Pietro”, in convenzione con l’Università per Stranieri di Perugia, e patrocinato dalla Regione Campania, dalla Provincia e dal Comune di Caserta, corso valido per l’ottenimento delle varie classi di certificazione CELI, certificato indispensabile sia per gli stranieri, al fine di ottenere il permesso per soggiornanti di lungo periodo (la vecchia carta di soggiorno), sia per chiunque necessiti di una attestazione riconosciuta della conoscenza dell’italiano.

Il corso prevede complessivamente 100 ore di lezione, divise e strutturate in due incontri settimanali di due ore ciascuno, e già lunedì 6 ottobre 2014, alle ore 17:30, ci sarà la prima prova per valutare la comprensione e la padronanza delle lingua degli studenti candidati, nonché la formazione delle classi di studio.

Per poter accedere al corso bisogna compilare una richiesta di iscrizione scaricabile dal sito dell’ISSR, www.scienzereligiosecaserta.com, dove è possibile consultare anche la brochure informativa di tutto il percorso, e consegnare, entro e non oltre il 3 ottobre 2014, la documentazione richiesta presso la segreteria dell’Istituto, al primo piano del Palazzo Vescovile, in Piazza Duomo, 11 – Caserta.

Per informazioni e chiarimenti, è possibile chiamare i numeri 0823 214573 e 0823 214557, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16 alle ore 19, oppure scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: segreteria@scienzereligiosecaserta.com.

 

 

Ufficio Comunicazioni

ISSR “S.Pietro” – Caserta

0823 214592 – 0823 214557

www.scienzereligiosecaserta.com

comunicazioni@scienzereligiosecaserta.com

 

Categories