Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Cellole’ Category

venerdì
Set 5,2014

Cellole differenzia, logo

Positivo il bilancio della nuova campagna di comunicazione ambientale

 

  1. La campagna di comunicazione ambientale IL RIFIUTO È MIO, LO DIFFERENZIO IO, promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Consorzio Cite,gestore del servizio di raccolta differenziata locale, ha riscosso apprezzamenti dai turisti che hanno affollato Baia Domizia e Baia Felice nei mesi di luglio ed agosto.

Grazie all’egregio lavoro profuso dalle Guardie Ambientali, Angelo Verrengia, Antonino Benito, Claudio Verrico, Giuseppe Parmato, Ferdinando Delle Cave coordinati dal Responsabile di cantiere Renato Cuozzo, sono state allestite e quotidianamente curate mini isole ecologiche su tutte le spiagge libere, sono stati allestiti pannelli informativi e distribuiti  materiali di comunicazione, relativi alle modalità di raccolta differenziata, a tutti i gestori di lidi, hotel, attività commerciali e rappresentanti condominiali. Sono state realizzate, in collaborazione con l’Associazione Baia Felix, iniziative premianti con distribuzione di gadget vari (palloni, ventagli, cappelli, magliette, ecc.).

Inarrestabile anche l’attività del servizio ECOPOINT che grazie alla sig.ra Lucia Di Florio ha risposto alle centinaia di richieste giornaliere per la distribuzione di buste e la prenotazione del servizio di ritiro ingombranti.

L’attivazione del sito www.celloledifferenzia.it e del numero verde 800 901 399 ha consentito, infine, la diffusione capillare delle informazioni e l’intervento puntuale degli operatori continuamente sollecitati per diverse richieste e segnalazioni.

 

 

 

per info

Luisa D’Elia +39 346 08 85647

Consulente Comunicazione Cite

 

 

mercoledì
Gen 9,2013

Ten.Col. me. Pierpaolo Della Valle

Ten. Col. me. Pierpaolo Della Valle

Il Colonnello Della Valle del Rua ha soccorso un giovane rumeno
(Raffaele Raimondo) CELLOLE – Indubbiamente ha suscitato scalpore misto ad ammirazione il soccorso prestato dal col. Pierpaolo Della Valle al giovane rumeno vittima di un micidiale “investimento da Tir” sulla Domiziana prima dell’alba di lunedì 7 gennaio. Scalpore, perché altri automobilisti di passaggio, dopo il tremendo sinistro costato la vita alla giovane compagna del ferito grave, non avevano avuto il…tempo di fermarsi. Ammirazione, in quanto la solidarietà prontamente scattata nel cuore dell’ufficiale in forza al Raggruppamento unità addestrative (Rua) di Capua ha fatto sì che partissero le dovute e rapide operazioni di ricovero ospedaliero, con immediato intervento chirurgico presso l’ospedale di Sessa Aurunca. Pertanto, mentre si materializzava, nel giro di alcuni frenetici istanti, da un lato l’ennesima manifestazione del freddo egoismo dei più e dall’altro l’umanità fraterna dei pochi, veniva a configurarsi ancora una volta la contraddizione di fondo che caratterizza il vivere delle persone di qualunque longitudine e latitudine: male e bene, spietata violenza e spirito di servizio che s’incrociano, senza sosta, in ogni contrada del mondo. Oltre la secca cronaca dei fatti, va detto che l’uno e l’altro versante non si manifestano a caso o senza motivi. Se quanti hanno visto l’incidente ed il camionista fuggire e non si son fermati, meriterebbero denunce per omissioni di soccorso e rappresentano il peggio della civiltà contemporanea ubriaca di corse e di opportunismi, non si può nemmeno sottovalutare che il gesto “da buon samaritano” di Della Valle è venuto, per converso, da lontano, cioè da una “forma mentis” e da un costume che fanno il paio con il grado, l’attività professionale e la formazione di fondo del colonnello del Rua sl comando del generale di Divisione Antonio Zambuco. Basti dare un’occhiata volante al suo curriculum militare: “Arruolato il 25 settembre 1992, ha frequentato il 25° corso del N.E.A.S.M.I. in Firenze; ha frequentato dal 1998 al 2000 il reparto di Chirugia Plastica del Policlinico Militare “CELIO”; nel primo semestre 2000, il 69° CTA presso la Scuola di Sanità in Cecchignola; trasferito di autorità il 30 Luglio 2000 al 45° Btg “Vulture” di Nocera Inferiore ove ha ricoperto l’incarico di DSS fino al Settembre 2005; da settembre 2005 al febbraio 2006 ha frequentato il 121° corso di Stato Maggiore presso la Scuola di Applicazione di Torino; da marzo 2006 al novembre 2007 ha ricoperto l’incarico di Capo Sezione Logistica e Capo Gestione Materiale presso il 45° Btg “Vulture” di Nocera Inferiore da cui è trasferito al RUA di Capua dal 27.11.2007 ove ricopre l’incarico di Ufficiale Medico con il grado di Tenente Colonnello con anzianità 30.06.2010”. E, soprattutto, al curriculum professionale: “Laureato con il massimo dei voti nel 1998 in Medicina e Chirurgia ed abilitato all’esercizio della professione presso l’Università degli Studi di Firenze; specializzato con il massimo dei voti e lode nel 2003 in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica presso l’Università di Tor Vergata di Roma .
Perfezionato in “Chirurgia Plastica ed Estetica Generale”, “Trattamento dei grandi ustionati” presso il Policlinico Militare “Celio” di Roma per un periodo di cinque anni. Ha frequentato corsi specialistici presso la Clinica Chirurgica Estetica Planas di Barcellona nel 2000, il Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale “Percy” di Clamart (Parigi) nel 2001 ed il Centro Ustioni Pediatrico del Meyer di Firenze nel 2002, maturando competenze in Chirurgia Plastica ed Estetica, Medicina Estetica, utilizzo di Laser in Chirurgia Estetica e Medicina Estetica, trattamento dell’ustione e del paziente ustionato”. Di qui una domanda cocente: bisogna rintracciare persone che abbiano queste esperienze alle spalle per aspettarsi aiuto quando si resta moribondi su una strada d’Italia?

martedì
Dic 18,2012

 

CELLOLE – Sulla questione della Centrale Nucleare del Garigliano ed anche a seguito degli ultimi avvenimenti, come la riunione alla Regione, interviene ora la Segreteria Provinciale e zonale della Confederazione Cisas, con una nota del Segretario Regionale Cisas, Mario De Florio, che ha sempre seguito – sin dal suo inizio – le varie problematiche della Centrale, condividendo le battaglie dell’avv. Tibaldi. L’attuale dirigente della Cisas De Florio ebbe a seguire tutte le varie fasi, tenendo – come dirigente sindacale – assemblee aziendali e territoriali sin dal 1970. In seguito, anche da consigliere provinciale, presidente della Commissione Territorio, Agricoltura e Trasporti della Provincia di Caserta, partecipando anche alle tante manifestazioni unitamente al battagliero avv. Marcantonio Tibaldi, da anni scomparso. Il Dirigente della Cisas, Mario De Florio, in merito alla riunione di ieri in Regione, ritiene molto discutibili le assicurazioni tranquillizzanti, fornite dal Sindaco di Sessa Aurunca,mentre si associa alle ben valide preoccupazioni del Sindaco Izzo di Cellole. La Segreteria della Cisas sollecita maggiori controlli da parte dell’Arpac e del Noe nei riguardi della Società Sogein, che costa agli italiani miliardi senza avere ancora provveduto, dopo tanti anni, a sanare il territorio aurunco interessato, con grave danno all’Agricoltura ed al Turismo di cui la zona quasi esclusivamente vive. La Cisas è d’accordo sulla proposta del Sindaco Izzo a costituirsi parte lesa, a tutela dei cittadini del Comune di Cellole, come anche è d’accordo col Commissario del Consorzio Aurunco di Bonifica, Angelo Barretta, nell’intitolare una strada allo scomparso avv. Tibaldi, benemerito per le sue tante battaglie a favore di tutto il territorio aurunco.

martedì
Nov 6,2012

 

 CELLOLE – Opportuna e valida per la Confederazione Cisas la nuova iniziativa – questa volta rivolta alla Raccolta degli Indumenti – dell’Amministrazione Comunale di Cellole per quanto attiene la Raccolta Differenziata, anche col recupero ed il riciclaggio dei materiali recuperati. In parecchie zone del Comune di Cellole sono stati, infatti, messi a disposizione dei cittadini appositi cassonetti per la raccolta di indumenti ed accessori vari. Particolarmente contenti i residenti di Baia Domizia Sud, Baia Murena e Baia Felice, i quali potranno così depositare gli indumenti sinora mescolati con altri rifiuti o lasciati per strada, specialmente nei mesi cosiddetti balneari. A tale proposito, la Cisas – rendendosi portavoce di tanti utenti costretti a pagare una Tarsu elevata anche a causa dei numerosi utenti evasori – sollecita un controllo effettivo ed organizzato, al fine di recuperare le grosse fette di evasione Tarsu, sia al centro che nella vasta periferia. Inoltre, la Cisas chiede un controllo efficace, sempre relativamente alla Tarsu, anche nei riguardi delle migliaia di case cosiddette abusive, ma regolarmente abitate da chi produce tanti rifiuti, spesso abbandonati liberamente per le strade.

martedì
Ott 2,2012

 

Cellole,  28 Settembre 2012

La Segreteria della Confederazione Cisas di Caserta evidenzia la necessità agli Enti interessati che le varie rotonde sulla Nazionale Appia, tratto Sparanise-Garigliano, nel territorio di Sessa Aurunca e Cellole, abbiano finalmente ad essere sistemate al più presto, anche per evitare i numerosi disagi e pericoli agli automobilisti, che devono percorrere una strada a grande traffico.

La Cisas ritiene che l’Anas stia facendo un ottimo lavoro con le rotonde, inserite nelle varie strade nazionali della provincia di Caserta, ma che i lavori non possono essere effettuati con grande lentezza. I pericoli ed i disagi sono costanti, non solo per gli automobilisti ma anche per tutti gli altri utenti, specie i pedoni e le bici.

Urge anche – raccomanda la Cisas – una opportuna e ben visibile segnaletica, nonché la illuminazione delle stesse rotonde.

La Cisas rinnova la sua richiesta relativa alla sistemazione e la messa in sicurezza della strada provinciale per Cellole, tratto cavalcavia ferroviario all’ingresso del centro cittadino, in quanto tutti i guardrail – oltre ad essere di misura bassa – sono            rotti e creano una situazione di grande pericolo, già evidenziato all’Ente  Provincia, responsabile della strada, ed al Comune di Cellole.

Non a caso, pochi mesi orsono, è deceduta una ragazza di detto Comune, a seguito di incidente stradale proprio vicino al suddetto cavalcavia.

venerdì
Set 14,2012

 

 

CELLOLE – L’appello lanciato dalla Confederazione Cisas a prolungare la stagione balneare anche nel mese di Settembre, è stato accolto da parecchie associazioni ed operatori turistici, nonostante le giornate di pioggia, fortunatamente terminate. Stando alle richieste ed alle segnalazioni dei residenti, la Cisas evidenzia la necessità di potenziare il servizio di controllo del territorio di Baia Sud, visto l’aumento di furti, scippi nonché danni agli immobili, per cui rivolge un appello a tutte le forze di Polizia, anche quella privata per non demordere da un’attenta vigilanza. Sempre nel Comune di Cellole, tante le lamentele pervenute alla Cisas  per l’arrivo, proprio in questi giorni, delle nuove bollette di pagamento Tarsu 2012. A parte, la rilevanza delle somme da pagare, i contribuenti lamentano che tale richiesta è stata anticipata, nonché pervenuta solo dopo pochi mesi dalle richieste di pagamento Tarsu, anno 2011. Questo – considerato anche l’aumento continuo del costo della vita, il pagamento della 2^ rata IMU, scadente il 17 Settembre 2012, e l’acquisto dei libri scolastici –  comporta, tutto contemporaneamente, un aggravio notevole di spesa, che le famiglie non possono più sopportare, specie i lavoratori dipendenti ed i veri pensionati. A tale proposito ed al fine di ridurne il costo singolo, gli utenti in regola con la Tarsu chiedono all’Amministrazione Comunale che venga effettuato un controllo sui residenti non paganti, atteso che vi sono in tutto il territorio comunale circa 5 mila  utenze abusive, pur servite a danno dei paganti. Ovviamente, la Cisas ricorda anche che molti paganti la Tarsu sono ancora in attesa di poter ritirare i previsti kit.

mercoledì
Set 12,2012

 

Nunzio De Pinto

 

CELLOLE – E’ stato risolto a tempo di record il caso della sparizione della pubblica Cassetta Postale al Borgo Centore di Cellole, scomparsa da qualche tempo. A seguito dell’intervento preciso e puntuale delle Segreterie provinciali e zonale della Cisas, a cui erano pervenute alcune segnalazioni da parte degli abitanti del centro agricolo, si è scoperto cosa era effettivamente successo. La Cassetta Postale non era del tutto sparita ma solo oscurata, perché incorporata dal gestore di un bar-pub della zona, che aveva ritenuto di poter continuare ad allargare furtivamente i confini dello spazio a lui fittato dalla Regione Campania, proprietaria dello stesso Borgo Centore, ereditato dall’ex Ente Fondiario, senza effettuare alcun doveroso controllo sugli spazi effettivamente occupati dagli affittuari locali. La Segreteria della Cisas, a tale proposito, deve elogiare i responsabili dell’Ufficio Postale di Baia Domitia, cui fa capo il Borgo Centore, i quali tempestivamente – una volta appreso la notizia dal nostro quotidiano – si sono attivati dandone subito notizia, dopo immediato accertamento, ai dirigenti della Confederazione Cisas e del relativo Sportello del Cittadino, contattato in precedenza da vari utenti postali della zona. I dirigenti dell’Ufficio Postale di Baia Domitia, noti per il loro impegno e cortesia nei riguardi dei clienti postali, hanno anche assicurato che si stanno adoperando affinché la Cassetta Postale ritorni ad essere, come una volta, ben visibile e disponibile h24 a tutti i residenti e non solo del famoso ex Borgo agricolo. Intanto, continuano le lamentele da parte dei residenti di Baia Domitia Sud, che non sono ancora riusciti ad avere dal Comune di Cellole i kit per la Raccolta Differenziata, che essi vogliono migliorare, come nelle intenzioni degli Amministratori Comunali nell’interesse di tutta la zona mare, anche per la riduzione della gravosa Tarsu, i cui bollettini di pagamento anno 2012 stanno ora arrivando ai solo cittadini paganti.

venerdì
Set 7,2012

 

CELLOLE – Sparisce la Cassetta Postale al Borgo Centore, ma ha fatto un miracolo la Raccolta Differenziata in tutto il territorio cellolese, particolarmente nella zona di Baia Sud, dove – contrariamente al centro storico – era stata iniziata solo nel mese di Luglio. La Segreteria della Confederazione Cisas e quella locale di Cellole si complimentano vivamente con gli Amministratori Comunali per il grande sforzo attuato per rendere effettiva la Raccolta Differenziata dei Rifiuti. I lavoratori addetti si sono impegnati, ben guidati e diretti nel loro lavoro dal dirigente del Settore, pur essendo il loro numero del tutto ridotto rispetto alla massa dei turisti presenti. Non va taciuto l’impegno del sindaco e del vice sindaco, che dovrebbero fare in modo che i cittadini paganti la Tarsu abbiano a ricevere effettivamente i kit previsti. La Raccolta nella zona, sempre appoggiata e sollecitata dalla Confederazione Cisas, può ancora migliorare in questo ultimo periodo di Settembre, se i residenti della zona mare riusciranno a ricevere effettivamente il materiale previsto dal Comune. Non a caso, numerose sono le lamentele dei residenti di Baia Sud, che invano si sono recati molte volte agli Uffici comunali od ai vari recapiti indicati, presso il Cosida e Baia Nord, per avere quanto previsto e disposto onde effettuare una più compiuta raccolta. L’utilizzo dei kit sarebbe stato anche un modo per controllare i tanti evasori, che tra l’altro non effettuano nemmeno la differenziata. I residenti fortunati, dopo solleciti, sono riusciti a ricevere solo le buste di plastica. A tale proposito, anche nell’interesse degli utenti paganti, andrebbero adeguatamente, secondo la Cisas, effettuati i dovuti controlli per scovare i tanti evasori nel territorio cellolese. Intanto, essendo scomparsa da mesi la Cassetta Postale, sita al Borgo Centore, la Cisas si rivolge agli stessi Amministratori anche per accertare urgentemente che fine abbia fatto, visto che i residenti – comprese Parrocchia, Scuola e Cri – devono recarsi nella vicinissima Scauri, od a Cellole e Sessa per poter imbucare la loro corrispondenza, ricevendo altri disagi. A tale proposito, gli Uffici Postali di Cellole o di Baia Domitia, pur ben efficienti, nulla sanno della sparizione della Buca Postale, una volta ben vistosa dai borgatari e dai tanti utenti. Lo Sportello del Cittadino della Cisas attende di sapere per comunicarlo ai tanti interessati.

lunedì
Set 3,2012

 

CELLOLE – Le piogge di questi giorni hanno anticipato ma non fermato la stagione balneare di quest’anno sul litorale domitiano, che ha visto buon tempo, mare pulito ed affluenza di turisti – nonostante la vigente crisi economica, sempre in crescita. Un boom di presenze si è verificato in tutta Baia Domitia, nonostante  l’assenteismo completo degli Assessorati al Turismo ed all’Ambiente della Regione, della Provincia ed anche dai vari Assessorati Comunali, che non hanno fatto notare nemmeno la loro esistenza. I soli a rispondere, quest’anno, grazie anche alle sollecitazioni continue della Cisas di Mario De Florio e delle varie Associazioni locali, sono stati gli operatori economici, turistici e balneari, i quali tutti stanno cercando – tempo permettendo – di allungare la stagione balneare per tutto Settembre, magari organizzando anche qualche manifestazione seria e qualificata invece di quelle poche feste pacchiane solo per intrattenere qualche nonnino in compagnia di nipotini. Basti vedere la mancata pubblicità della famosa Sagra della Mozzarella, la cui 12^ edizione non è servita nemmeno a valorizzare l’agricolo Borgo Centore. A tale proposito, la Cisas lancia un nuovo appello in materia. In particolare, si rivolge ai vari Amministratori affinché si muovano seriamente a favore della zona balneare, invece di  “beccarsi”  fra di loro per stabilire chi di loro ha firmato prima o dopo, dimenticando che nessuno ha fatto niente per la zona od almeno si è fatto vedere in giro, come faceva Franco Compasso od Antimo Dodde, dinamico Sindaco di Cellole. Nessuno si è accorto che per riparare un pericolosissimo chiusino, specie di notte, sulla strada principale, nei pressi dell’Aurhotel, l’Ufficio competente ha impiegato oltre un mese, mentre quelli nelle strade interne sono ancora in attesa di essere riparati pur perdendo acqua. Nessun Ufficio Comunale od i Vigili hanno visto o sentito omettendo i dovuti interventi. Fortunatamente, la Raccolta Differenziata, partita male, sta dando i suoi frutti anche se tanti continuano a non osservare od a far osservare l’Ordinanza del Sindaco in materia, che va fatta rispettare anche perché danneggia i contribuenti seri per la rilevante Tarsu, tale anche per il numero degli evasori che andrebbero ricercati in tutto il territorio comunale di Cellole.

lunedì
Ago 20,2012

 

CELLOLE – Si è tenuta domenica sera, 19 agosto, la sagra della mozzarella nella piazza centrale di Borgo Centore. La manifestazione culinaria da diversi anni ormai si ripresenta per allietare i palati dei cittadini ma anche dei turisti che in questo periodo si trovano sul territorio cellolese. In occasione della sagra della mozzarella, inoltre sarà possibile degustare anche altri prodotti tipici del territorio. La manifestazione è stata organizzata dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Aldo Izzo, su interessamento del presidente del consiglio, Augusto Verrico, che molto tiene alla sua Centore, in cui è anche residente. Ad affiancare gli amministratori in questa iniziativa troviamo anche l’associazione “Borgo Centore Nuova” e la Coldiretti di Caserta. Intanto, sono previste anche per la prossima settimana altre manifestazioni nella cittadina di Cellole che l’amministrazione comunale ha messo in cantiere con l’associazione Pro loco di Cellole, presieduta da Franco Freda, come la seconda edizione del ‘Cellole Corto Film’, la cui direzione è stata affidata a Pino Leone, coadiuvato da altri componenti dell’associazione. Nell’occasione sono stati e saranno proiettati oltre una quarantina di cortometraggi. Per giovedì 23 agosto alle ore 21 è prevista una serata di liscio e domenica 26 agosto si esibirà l’orchestra di Franco Mantovanelli in ‘Napoli è na canzone’ con la partecipazione straordinaria dell’attore Lucio Bastolla.

Categories