Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Giornalismo/Informazione’ Category

venerdì
Set 19,2014

trentarighe web

“Non sono più tollerabili questi attacchi continui alla stampa e alla nostra professionalità”. L’Associazione dei giornalisti casertani Trenta Righe prende posizione dura rispetto all’ennesimo attacco nei confronti della stampa locale avvenuto nel corso del consiglio comunale di Caserta ad opera del consigliere Luigi Cobianchi. “Pretendiamo rispetto per la nostra professionalità che non può essere mortificata ad ogni pie’ sospinto. Parlare di stampa marcia non è tollerabile neanche se si fa riferimento a “dovute eccezioni”. Lo scontro politico non può passare sulla pelle dei giornalisti. Se esistono profili penali, questi sono personali: quindi, fuori i nomi. Altrimenti attaccare genericamente la stampa o anche una testata per la quale lavorano tanti bravi colleghi sta diventando una consuetudine che condanniamo con forza. L’Associazione Trenta Righe chiama la politica locale al dovuto rispetto per chi lavora tutti i giorni, pur tra mille difficoltà, per garantire una informazione puntuale e corretta”.

 

Caserta, 18.09.2014

mercoledì
Set 17,2014

1

La libertà e l’informazione

L’informazione è tale se è obiettiva; è impossibile essere obiettivi in maniera assoluta ma, per avvicinarvisi, è necessario essere liberi. Per questa ragione se un giornalista è sul libro paga di qualcuno gode di un livello di credibilità parziale. Quasi tutti quelli che sono sul libro paga di qualcuno cercano di ammantarsi della più perfetta libertà ed indipendenza proprio per essere credibili. Intere testate scrivono sul proprio giornale la parola indipendente (anche se indipendenti non lo sono affatto essendo controllate da un potentato economico) proprio per rastrellare lettori che altrimenti non avrebbero.

Nonostante tutto questo, da un po’ di tempo e dopo decenni di quiete e convivenza pacifica tra “liberi” e “stipendiati”, questi ultimi cercano di distinguere tra le due categorie a danno dei primi cercando di statuire la estromissione dei “liberi” dall’Ordine. La stessa ammissione all’Ordine è possibile solo se sei pagato da qualcuno, impedendo così la stessa esistenza di media certamente liberi. In sostanza -per costoro- se non sei al soldo di qualcuno non puoi fare informazione se non con i mezzi “fai da te” offerti miracolosamente dalla tecnologia moderna.

Inoltre la filosofia ed impostazione liberale data dai Trattati alla stessa Unione Europea, ha portato a cercare la sempre maggiore  e perfetta concorrenza tra attori della nostra economia. L’idea di consentire a qualcuno di lavorare ed escludere altri è stata messa definitivamente fuori legge dalla Comunità proprio per favorire la massimizzazione della efficienza dell’intero sistema economico. Così camionisti bulgari o lituani fanno concorrenza ai loro colleghi francesi mentre dentisti cechi o polacchi cercano nuovi clienti con tariffe low cost in ogni parte d’Europa. Anche i farmacisti si sono dovuti arrendere alla nascita di parafarmacie inventate proprio per cercare di ridurre i prezzi di almeno qualche medicina. I giornalisti stipendiati invece no; rimangono avvinghiati al passato per difendere i loro compensi  con i quali i nostri media si assicurano la loro opera.

Da questa distinzione tra “liberi” e stipendiati ne escono falsate la concorrenza sul piano economico, la libera informazione su quello culturale, il rispetto degli ideali e della politica comunitari e lo stesso funzionamento del sistema democratico già fortemente danneggiato da centomila altre emergenze.

Infine se qualche giornalista o pubblicista perde il posto per gli effetti della crisi che stiamo vivendo (e ce ne sono tanti) e non lo ritrova subito, perde anche per il futuro la possibilità di lavorare perché appunto radiato dall’Ordine.

In periodi di assurdità di ogni tipo questo paradosso passa quasi inosservato; ma è di fondamentale importanza: dopo che la rappresentanza politica è stata azzoppata dalla mancanza di preferenze, che la prepotenza della grande impresa e delle lobby in genere ha occupato ogni spazio, che la dittatura della Pubblica Amministrazione si è fatta palese e perfetta,… se anche l’informazione libera cade nelle mani dei Poteri Forti lo scenario sarà completato.

 

Serve fermare questo progetto nell’interesse di tutti. Senza questo minimo segnale i tempi già bui che viviamo saranno ancora peggiori; e ancora peggiori delle dittature demenziali che ci hanno governato nel secolo appena concluso.

Per eventuali informazioni www.angpl.it – info@angpl.it

Canio Trione

giovedì
Ago 7,2014

00001635.jpg

 

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti aveva deciso di presentare un ricorso al Tar contro la delibera dell’equo compenso. Ieri è stato dato il via all’iter, con le notifiche ai controinteressati:

il governo, l’Inpgi, la Fnsi e la Fieg. 

Il ricorso fa riferimento alla violazione della legge e allo sviamento di potere. Nel testo si fa, inoltre, presente – con la relativa documentazione – che la delibera approvata il 19 giugno, con il voto favorevole del governo, dell’Inpgi, della Fnsi, della Fieg e con il solo voto contrario dell’Ordine dei giornalisti, è stata modificata dopo la votazione, introducendo la libera trattativa tra le parti, cioè tra editori e giornalisti, per gli articoli eccedenti i primi 288 (fonte odg).

ODGricorso.pdf (http://www.odg.it/files/ODG%20ricorso.pdf)

(fonte: www.odg.it)

Associazione Giornalisti Campania Valle del Sarno

Piazza Gangemi – Palazzo Calvanese
84083 Castel San Giorgio (SA)
giovedì
Lug 31,2014


assostamparidotto200 

 

ASSOSTAMPA CAMPANIA VALLE DEL SARNO

 

 

 

 

COMUNICAZIONI IMPORTANTI:

FORMAZIONE GIORNALISTI, TOLTO L’OBBLIGO DELLA PEC PER IL CORSO ON LINE DI DEONTOLOGIA

Tolto l’obbligo della Pec per il corso nazionale di deontologia on line. Il vincolo della Posta Elettronica Certificata era stato inserito inizialmente per fare in modo che i giornalisti si adeguassero alla normativa che vuole che tutti gli iscritti all’albo dispongano di un indirizzo di posta certificata. Successivamente, l’Ordine Nazionale dei Giornalisti ha inteso togliere anche questo piccolo impedimento che avrebbe potuto rappresentare un ostacolo per chi voleva seguire il corso ma non era dotato di Pec.

Per maggiori informazioni: http://www.adginforma.it/prima-pagina-mainmenu-14/giornalismomainmenu-47/4659-formazione-giornalisti-tolto-lobbligo-della-pec-per-il-corso-online-dideontologia. html

ODG CAMPANIA, PEC GRATUITA PER GLI ISCRITTI

Grazie a un accordo con la società Webloom, l’Ordine dei Giornalisti della Campania offre da oggi a tutti i suoi iscritti, gratis per dodici mesi, il servizio di Posta elettronica certificata. Per ottenere la Pec bisogna collegarsi al sito www.webloom.it, indicare numero di tesserino e codice fiscale seguendo le istruzioni. Per informazioni o assistenza Webloom è a disposizione via mail (segreteria@webloom.it) o al numero 06-78851272. Ricordiamo che la Pec, utilizzabile anche a fini personali, è obbligatoria per legge per tutti gli iscritti agli Ordini professionali. La casella di posta elettronica ha valore di raccomandata tradizionale. Al termine del primo anno ogni giornalistapotrà decidere liberamente di rinnovare per altri dodici mesi il servizio al costo di 2,50 euro + Iva.

L’ASSOSTAMPA VALLE DEL SARNO ADERISCE AL MOVIMENTO UNITARIO GIORNALISTI

La nostra Assostampa aderisce al Movimento Unitario Giornalisti, nuovo soggetto sindacale presentato a Napoli lo scorso 24 luglio. Il Movimento si propone come punto di aggregazione tra le realtà territoriali già esistenti e ha, tra l’altro, l’obiettivo di mettere a disposizione della categoria una serie di servizi (assistenza legale, fiscale, convenzioni con assicurazioni, medici, palestre…). Il presidente dell’Assostampa, Salvatore Campitiello, nel suo intervento, davanti ad una folta platea di colleghi, ha parlato, tra le altre cose, di “una ristrutturazione necessaria dalle fondamenta, in un momento storico in cui le umiliazioni per i giornalisti precari sono tante e in cui editori senza scrupoli hanno deciso di calpestare la nostra dignità”.

Per maggiori dettagli: www.assostampavallesarno.wordpress.com

ODG CAMPANIA, CHIUSURA UFFICI

Gli uffici dell’Ordine della Campania saranno chiusi per ferie dal 6 al 29 agosto 2014.

PROSSIMI CORSI DI FORMAZIONE GIORNALISTI PRESSO VILLA CALVANESE

I prossimi Corsi di Formazione Professionale per Giornalisti che si terranno presso la sededell’Assostampa Campania Valle del Sarno sita in Villa Calvanese di Castel San Giorgio (SA), sono stati programmati per lunedì 27 ottobre ore 16,30 e sabato 15 novembre 2014 ore 9,00.

Castel San Giorgio, 30/07/2014

Associazione Giornalisti Campania Valle del Sarno

Piazza Gangemi – Palazzo Calvanese

84083 Castel San Giorgio (SA)

www.assostampavallesarno.wordpress.com

assostampavallesarno@libero.it assostampavallesarno@gmail.com

 

mercoledì
Lug 30,2014

3

Addio all’Unità. “Fine della corsa. Dopo tre mesi di lotta, ci sono riusciti”. Il titolo in prima pagina riporta parte del Comunicato di redazione e denuncia le mancate intese che avrebbero potuto salvare il quotidiano fondato da Antonio Gramsci nel 1924.Nell’editoriale intitolato “E’ la terza volta che ci spengono, ma non ci fermiamo”, il direttore, Luca Landò, spiega la scelta per il penultimo numero (l’ultimo uscirà il 1 agosto): in prima una citazione del fondatore sull’identità che avrebbe dovuto avere il giornale e una vignetta di Staino, gli unici testi a pagina due e tre, con la cronaca della giornata nella quale i soci hanno deciso di sospendere le pubblicazioni, infine 16 pagine bianche.La direzione critica anche il Partito Democratico per non aver appoggiato il progetto (affitto e successivo acquisto del ramo d’azienda) di Matteo Fago, socio di maggioranza.Per Giovanni D’Agata, presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, ancora una volta un pezzo di storia del giornalismo italiano se ne va per sempre, nella totale indifferenza di chi avrebbe potuto fare qualcosa e non è intervenuto. Un fatto di gravità inaudita, che mette a rischio un’ottantina di posti di lavoro in un momento di grave crisi dell’editoria. Lo “Sportello dei Diritti”, che ha sempre posto al centro della propria azione politica i diritti dei più deboli e tra essi quelli dei consumatori, invita il Partito Democratico e gli azionisti, a rivedere questa decisione e si dichiara al fianco dei giornalisti dell’Unità, ai quali rivolge un messaggio di vicinanza e solidarietà.

Lecce,  30 luglio 2014

                                                                                                                                                                                      Giovanni D’AGATA

sabato
Feb 23,2013

 

Typewriter close up shot, concept of Online News

 

INFORMO I MIEI CARISSIMI LETTORI CHE E’ IN RETE IL MIO NUOVO

PORTALE:

 

www.sfogliando.it/notizie on line

 

CHE SOSTITUISCE CANCELLO ED ARNONE NEWS.

QUEST’ULTIMO RESTERA’, COMUNQUE, SEMPRE ATTIVO QUALE MEMORIA

STORICA DELLA MIA ATTIVITA’ GIORNALISTICA E POTRA’ SEMPRE ESSERE

VISIONATO DAI LETTORI CHE VORRANNO CONTINUARE A LEGGERLO.

CON AFFETTO, GRAZIE A TUTTI,

MATILDE MAISTO

 

Per contatti e invio articoli:

tilde.maisto@virgilio.it

redazione@sfogliando.it

 

mercoledì
Gen 9,2013

ANDROPOS IN THE WORLD – INVIO LINK – GIORNALE DI GENNAIO

http://www.andropos.eu/Antropos%20in%20the%20world%20gennaio%202013.pdf

 

ULTIMA VIDEOLIRICA – DA IL PROFUMO D’ERMIONE

http://youtu.be/7ZtnLfB_kfU

AFGHANISTAN IN REAL TIME

domenica
Gen 6,2013

KappaeLLe

Quindici giorni in Afghanistan, inclusi quelli festivi di Natale e Capodanno, raccontati in tempo reale da Katiuscia Laneri, al seguito degli alpini della brigata Taurinense.

 

GLI ARTICOLI:

Afghanistan in quarta fase missione ISAF: La transizione

Afghanistan: Natale in pattuglia notturna

Afghanistan:Gli auguri del Comandante di ISAF

 

 

Esercito in missione: E’ di Nola la squadra

di manutenzione gruppi elettrogeni

 

La voce di donna riecheggia ad Herat con Radio Shahrzad

 

Tornano le donne nell’esercito afghano

 

Esercito: Dopo l’Afghanistan, missione famiglia

 

Noi tifiamo Napoli, anche in Afghanistan, tié!

 

I VIDEO

rai, BUONGIORNO ITALIA (24’17”)

 

RAI TG Sardegna

rai tG CAMPANIA (13’32”)

rai tG CAMPANIA (12’25”)

 

LE FOTO: clicca qui

….to be continued!

sabato
Dic 29,2012

VENERDÌ 28 dicembre 2012

Dal 1 gennaio 2012 Ossigeno ha segnalato in Italia 147

intimidazioni e 315 giornalisti coinvolti.

Nel 2011 le intimidazioni sono state 95 ed i giornalisti coinvolti 324 –

Leggi i loro nomi, le loro storie, i loro articoli

 

 

Sardegna. Giornalisti picchiati a

Orosei e Alghero. Hanno riferito

fatti di cronaca

Leggi online

 

Magenta. Buon Natale con un

proiettile alla redazione di

Ester Castano

Leggi online

 

Ersilio Mattioni. Le minacce e i

conti che non tornano nei dintorni

di Milano

Leggi online

 

Stalking a Viareggio. Una

giornalista perseguitata per

notizia sul suo palazzo

Leggi online

 

Il sindaco di Marsala querela

un giornalista perché fa troppe

critiche

Leggi online

 

Diffamazione. Napolitano ha

concesso la grazia a Sallusti.

Solo pena pecuniaria

Leggi online

 

Come proteggere i giornalisti?

Scendono in campo le agenzie

delle Nazioni Unite

Leggi online

 

La Dichiarazione di Londra sulla

sicurezza dei giornalisti e la fine

dell’impunità

Leggi online

 

RIPRODUZIONE CONDIZIONATA – La riproduzione di questi

testi è consentita a condizione che sia mantenuta la

dizione “OSSIGENO” all’inizio e alla fine del testo

insieme alla firma e al link attivo al sito

www.ossigenoinformazione.it

Per saperne di più visita il sito www.ossigenoinformazione.it

e la pagina Ossigeno su Facebook

Ossigeno per l’Informazione

Osservatorio FNSI-OdG sui giornalisti minacciati

ossigeno@odg.it


venerdì
Dic 28,2012

COMUNICATO STAMPA 1/12

La start-up svizzera Newscron

lancia in Italia l’innovativo servizio

 

che aggrega le notizie da diverse riviste, quotidiani e agenzie di stampa

in un’unica App secondo le preferenze dei lettori.

 

 

Milano/Lugano, 27.12.2012 Con la continua diffusione delle versioni on-line di magazine, quotidiani e riviste diventa dispendioso per i lettori in termini di tempo visitare ciascun sito web per ricercare le notizie di proprio interesse. E’ da questa premessa che nasce il primo aggregatore semantico multilingua di notizie on-line sviluppato dalla start-up svizzera Newscron SA. Fondata dal giovane dottore Elia Palme, Newscron nasce come progetto di ricerca al Politecnico Federale di Zurigo per analizzare l’influenza della quantità delle informazioni sul comportamento dell’utente. Visto il successo del progetto (oltre 60’000 download) si è deciso di fondare la società per dare continuità al servizio. Newscron ha la sua sede presso l’incubatore d’azienda dell’Università della Svizzera Italiana a Lugano. Newscron è gratuita ed è disponibile da subito in versione web-desktop e App per iPhone e Android su http://www.newscron.com/vai.

 

Finanziata da un pool di Business Angel e dallo stesso fondatore, la società ha sviluppato un algoritmo semantico proprietario che estrapola l’argomento trattato dagli articoli, questo permette di raggruppare gli articoli in storie, senza proporre dei doppioni e facilitando la lettura.  Attualmente sono oltre 50 le testate nazionali aggregate. L’obiettivo del giovane team è quello di diventare l’i-tunes delle notizie.

 

“Puntiamo molto alla vicinanza con l’utente – ha sottolineato Roberto Prato, CTO di Newscron –  aggregando le notizie anche in base alle diverse aree linguistiche e culturali. E poi c’è la personalizzazione: chi predilige il gossip può ricevere quel tipo di notizie in particolare, oppure lo sport e via dicendo. Chi inizia a usare Newscron, in genere, continua a usarlo – ha aggiunto –  perché filtrando le notizie si riduce il cosiddetto information overloading, ovvero quel sovraccarico di informazioni che fa perdere molto  tempo ai lettori sul web”.

 

Categories