Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Infrastrutture’ Category

domenica
Dic 30,2012

Crollo Impianto a Castel Morrone 

CASTEL MORRONE – E’ crollato l’impianto d’illuminazione del nuovo campo di pallavolo realizzato appena un anno fa. Fortunatamente in quel momento non passava nessuno, altrimenti sarebbe potuta accadere una tragedia. E’ accaduto alcuni giorni fa che due pali di sostegno si sono abbattuti al suolo trascinandosi a terra anche i cavi elettrici. Ancora oggi malgrado siano trascorsi diversi giorni dal crollo, il Comune non è ancora intervenuto per eliminare il pericolo e la messa in sicurezza, così i bambini continuano a giocare tra fili e i vetri rotti dei fari. Una situazione di vera emergenza per i residenti e per i bambini che ogni giorno sono costretti a passeggiare o a giocare tra le macerie del crollo. La villa comunale è totalmente abbandonata a se stessa, senza cura e manutenzione: bagni pubblici, da mesi non puliti, sono un letamaio inavvicinabile, cumuli di rifiuti sparsi ovunque, palme affette da punteruolo rosso marcescenti e a rischio crolli. A segnalare lo stato di pericolo e di abbandono della Villa comunale ci ha pensato il Consigliere Aniello Riello, con una nota indirizzata ai servizi competenti del Comune e dell’ASL. Auguriamoci che con l’occasione sia rifatto un adeguato impianto elettrico del campo di pallavolo, una pulizia generale della villa e la messa in sicurezza dei giochi per bimbi con l’istallazione di una pavimentazione antiurto.

sabato
Dic 29,2012

GRAZZANISE ben visibile base divorata dalla ruggine di un palo della pubblica illuminazione

GRAZZANISE Palo pericolante pubblica illuminazione Via Diaz

Pompieri in azione a Grazzanise

Prof. Raffaele Raimondo
cronista free lance
Via A.Diaz, 33
81046 GRAZZANISE (Caserta)
tel 0823-96.42.12 – 340-500.67.64
e-mail: raffaeleraimondo1@virgilio.it                                        COMUNICATO-STAMPA del 29 dicembre  2012

                          Un palo della pubblica illuminazione pronto a cadere sulla testa dei cittadini
GRAZZANISE: PERICOLO SCONGIURATO TEMPESTIVAMENTE  DAI POMPIERI
                  Conseguente black-out in tutta Via Lauro

GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – Chissà come è sfuggito ai numerosi attivisti di Senso Civico (ben più attenti, però, ad altre materie di taglio finanziario). Cosa? Un palo della pubblica illuminazione che sinistramente gracchiava alla base in Via Lauro, a meno di cento passi dalla sede politica del Pdl, in pieno centro urbano solitamente frequentatissimo. Per fortuna dei cittadini se n’è accorto il signor G.P. che ha subito telefonato al 115 nella tarda serata di venerdì 28. Prontamente intervenuti i pompieri del Comando provinciale guidato dall’ing. Falbo. Hanno messo in sicurezza l’area ed atteso i tecnici del Comune per opportune intese condivise. Ma ad un certo punto è scattata l’operazione di radicale eliminazione del pericolo incombente. Così l’alta asta metallica è stata segata proprio là giù in basso, dove la ruggine l’aveva più consumata, e deposta lungo il marciapiede. Un applauso dei curiosi astanti ha salutato la fine della buona impresa dei Vigili del Fuoco, costretti naturalmente a disattivare i collegamenti elettrici, sicché l’intera Via Lauro, dalle ore 23,30 in poi, è rimasta per tutta la notte al buio. Spettrali le sagome degli avventori che, lasciando i diversi bar del centro antico, facevano ritorno a casa comunque aiutati da una beffarda luna brillante nel cielo. Non è la prima volta che si verifica un fatto del genere: sì, in quanto, specialmente nel cuore cittadino, è assai vetusto l’impianto di pubblica illuminazione. Uno degli ultimi amministratori comunali adoperatosi per tamponare la situazione è stato, più di tre anni fa, il delegato alla manutenzione Pasquale Di Fruscia che si preoccupò di impegnare una modica spesa per ripassare una mano di vernice e preoccupandosi anche di farvi sovrapporre, sulla tratto urbano della S.P. 333, delle strisce bicolori catarifrangenti. Stampaggio che evidentemente rallentò i rischi, ma senza risolvere nel complesso i problemi della fragilità dei pali consumati dal’usura del tempo. Da allora poco o niente s’è fatto. E purtroppo ora va aggravandosi sempre più lo stato complessivo dei pericoli diffusori di luce notturna aggrediti da ruggine alimentata dalle frequenti piogge invernali. Può capitare, infatti, che ogni giorno una delle decine di antenne dell’illuminazione  pubblica minacci l’incolumità dei passanti.
Si deve dire che trattasi dell’ennesimo “regalo” della civica Amministrazione targata “Parente” e frantumatasi, per dimissioni a raffica, sul finire della scorsa brutta stagione. Checché dicano i vecchi sostenitori di una classe politica che ha aperto le porte della casa municipale ai commissari prefettizi che adesso reggono le sorti di un Comune che non ha avuto nemmeno la forza di provvedere al benché minimo addobbo natalizio. Alle già trionfali e trionfanti “perfomances” dell’ex sindaco Enrico Parente cui è succeduto, per un biennio (2010-2012), il figlio Pietro, il quale, malgrado il calo verticale di potere derivato dalle vicende giudiziarie a carico del padre, avrebbe dichiarato, giorni or sono, di volersi riproporre al giudizio delle urne appena dopo la fase, che sembra preannunciarsi lunga, della gestione straordinaria dell’Ente…Embè, ciascuno degli esponenti politici del luogo suppone che la “festa” non possa né debba finire mai, pure a costo di straimpiparsi di mettere a repentaglio l’incolumità della gente.

lunedì
Set 24,2012


          

  COMUNICATO STAMPA n. 158 /2012

Castel Morrone : “Il Comune di Castel Morrone, intende acquisire manifestazione d’interesse per procedere all’affidamento di lavori di importo pari o superiori ad euro 40 mila ed inferiori ad euro 200 mila, secondo le disposizioni dell’art. 125 comma 8 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. e del vigente regolamento comunale in materia di acquisizione di beni, servizi e lavori in economia” così recita l’avviso esplorativo per manifestazione di interesse pubblicato venerdì scorso 21 settembre all’albo pretorio on-line e sul portale internet del comune di Castel Morrone. Tramite questo avviso esplorativo, l’Amministrazione Comunale del Sindaco Pietro Riello, si appresta a realizzare dei lavori di rifacimento del manto stradale nel tratto di Via dei Sanniti, già Via Provinciale Finestre. L’avviso in questione, redatto dal responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale l’arch. Gaetano Auricchio è finalizzato, come si specifica negli atti pubblicati, esclusivamente a ricevere delle manifestazioni di interesse per favorire la partecipazione e la consultazione di operatori economici, in modo non vincolante per l’Ente Municipale, con l’unico scopo di comunicare la disponibilità ad essere invitati a presentare l’offerta. Gli interventi di manutenzione programmati dall’Ente su Via dei Sanniti consisteranno nella fresatura del vecchio tappetino di tutta la zona interessata, la risagomatura ed il livellamento dei tratti maggiorente avvallati, la stesura di un nuovo manto bituminoso dello spessore di cm. 4 ed infine la rimessa in quota dei tombini e delle caditoie nei tratti oggetto delle manutenzioni. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire al protocollo comunale entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 28 settembre redatte sull’apposito modello scaricabile dal sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.castelmorrone.ce.it

Il Portavoce del Sindaco
Giuseppe Di Fonzo   

venerdì
Ago 10,2012

 

di Nunzio De Pinto

 

SAN NICOLA LA STRADA – E’ noto a tutti che la rete idrica nazionale perde per strada circa il quaranta per cento del prezioso liquido che essa trasporta. Anche la rete idrica cittadina di San Nicola La Strada non fa eccezione alla regola. A San Nicola quando piove si gonfiano le fogne e si allagano strade, garage, abitazioni e negozi. È, purtroppo, l’amara realtà di quanto è successo dopo il violento nubifragio che si è abbattuto lo scorsa giugno. Si tratta di un problema strutturale dell’impianto idraulico-fognario che affligge alcune zone del territorio comunale e che sistematicamente si ripropone ogni qualvolta sulla città si abbatte una pioggia scrosciante anche solo per qualche ora.  A subire tale grave disservizio (igienico-strutturale) sono i residenti di via Cairoli, corso De Gasperi e via Appia (incrocio via le Taglie e via Paul Harris, zona Saint Gobain, e Via Grotta), che si vedono costretti ad affrontare in modo ciclico momenti di emergenza, di grande disagio e sconforto. Ma ancor più, quello che pesa maggiormente per i malcapitati è la mancanza di fiducia che oramai nutrono nei confronti dell’amministrazione comunale che, pur essendo già a conoscenza del problema, a distanza di un anno, non ha adottato alcuna soluzione, lasciando al proprio destino i malcapitati. Il problema è stato affrontato in seno alla IV^ Commissione LL.PP. che ha impegnato l’ufficio tecnico nella persona del dirigente Ing. Vallone ad uno studio di verifica idraulica-dimensionale nonchè funzionale ed, in particolare, per la zona di via Appia incrocio via Taglie e via Paul Harris. A studi e verifiche ultimate l’ufficio tecnico comunale ipotizzava, in virtù dei risultati ottenuti, un raddoppio del condotto fognario su via Appia (tratto compreso tra via Paul Harris che segna il confine con Caserta e la circumvallazione).  Di tutto questo ne era ben conscio anche l’ex sindaco pro-tempore, Angelo Antonio Pascariello, che presentò molti anni orsono alla Regione Campania una richiesta di finanziamento per poter procedere al potenziamento della rete idrica e fognaria. Poi, improvvisamente nel luglio 2008 la Giunta Regionale della Campania finanziò, con i fondi POR 2007-2013, il Comune di San Nicola la Strada, per un totale complessivo di circa 8 milioni e 330 mila euro ed era relativo al progetto di potenziamento sia della rete idrica che della rete fognaria. Il comune bandì la gara e venne vinta dal “Consorzio Stabile DPM” con sede in Via Barcellona a Casal di Principe che aveva offerto un ribasso pari al 6,66 sull’importo posto a base d’asta. Gli interventi vennero finanziati dalla Regione, a costo zero per il comune di San Nicola La Strada, con diverse tranche. Ora è giunta la quinta tranche di quel finanziamento, del valore di oltre 1.350.000 euro che dovrebbe essere utilizzata per riparare i collettori che, durante i temporali, collassano completamente. Quando divenne noto il finanziamento da parte della Regione, suscitò scalpore l’atto di accusa del Partito Democratico che, con l’allora capogruppo Pino Celiento, denunziò pubblicamente lo scandalo. “Non era forse meglio” – aveva detto Celiento che accusò direttamente l’Amministrazione comunale di miopia – “considerando che il primum movens di questa amministrazione è la cementificazione generalizzata del territorio, prevedere che con l’incremento sproporzionato del numero dei residenti in un breve lasso di tempo, avrebbe comportato sicuramente  uno squilibrio nella distribuzione generale dell’acqua? Non si è per niente tenuto anche conto né della vetustà del servizio idrico né del contemporaneo aumento delle acque reflue con tutte le relative conseguenze sul sistema fognario cittadino. Non era meglio prevedere l’investimento del denaro pubblico in una ristrutturazione delle reti idriche e fognarie al posto di impegnarlo in opere chissà quanto necessarie (leggi rifacimento delle piazze e dei marciapiedi)? Il compito di un buon amministratore non è sempre e solo quello di attendere finanziamenti, ma prevedere di ben impegnare in opere utili  le tasse imposte ai cittadini”. La miopia (quella politica), purtroppo, diventa un ostacolo insormontabile per il decollo di una intera comunità.

giovedì
Lug 26,2012

  

  

CITTA’ DI SPARANISE
                 Provincia di Caserta

                  UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE

                    Contatti: comdisparanise@virgilio.it; comunedisparanise@gmail.com;
Tel.: 0823 874032; Mob.: 339 3734374

Comunicato stampa del 26/07/2012

Completati i lavori di rifacimento del manto stradale delle arterie cittadine
Giramma:”Erano opere che non venivano realizzate da lustri”

Sparanise – Continua senza sosta l’attività di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade cittadine coordinata dall’assessore al ramo Armando Giramma. Ieri pomeriggio si sono conclusi i lavori di manutenzione e di rifacimento del manto stradale  del primo tratto di viale Giovanni Merola che va dall’incrocio con via Garibaldi fino all’incrocio con via De Gasperi, di tutta via Prati della Baronessa fino all’incrocio con via Catena, di via Stendardo e della seconda traversa di via Conte Aldemario.
“Si trattava di interventi già programmati che si sommano a quelli già realizzati per migliorare la fruibilità e viabilità sia pedonale che veicolare delle nostre strade – ha spiegato con soddisfazione l’assessore Armando Giramma – che, come nel caso di specie, non venivano asfaltate da lustri. Il nostro operato, in termini di realizzazione di opere pubbliche e di manutenzione del patrimonio comunale, sia ordinaria che straordinaria, è sotto gli occhi di tutti. E’ limpido, cristallino e viene quotidianamente svolto con la massima trasparenza possibile: è questo il nostro modo di amministrare la città”.
Pochi giorni fa, nell’ambito dell’attività di manutenzione, invece, sono stati completati i lavori di adeguamento alla rete fognaria di via Garibaldi, una delle strade a più alta criticità quando si manifestano precipitazioni particolarmente abbondanti, dove sono state realizzate ex novo ben 5 caditoie per la raccolta delle acqua piovane e risistemate le interconnessioni con i tombini interessati a precedenti lavori effettuati per riparare la rete idrica cittadina.

domenica
Lug 15,2012

Municipio San Nicola La Strada

 

Nunzio De Pinto

 

SAN NICOLA LA STRADA – La villetta comunale sita in via Perugia, intitolata a “Giorgio Perlasca”, da tempo risulta danneggiata e, nella fattispecie, la recinzione della stessa a causa dei continui atti vandalici. Per tale motivo l’Ufficio Tecnico Comunale, a seguito di apposito sopralluogo ha potuto constatare che i danni risultano essere principalmente nel deterioramento del cordolo in cls sul muretto e che i ripristino della ringhiera passa attraverso l’eliminazione della parte arrugginita per un migliore stabilità, e che tali danni sono assolutamente pregiudizievoli per l’incolumità pubblica e privata. Per procedere all’eliminazione dei danneggiamenti e consegnare la villetta “Perlasca” alla fruizione dei cittadini da parte della ditta Serino Costruzioni s.r.l., titolare di contratto di manutenzione degli immobili comunali, il sindaco Pasquale Delli Paoli, con Ordinanza nr. 44, ha ordinato la chiusura della villetta comunale per il periodo occorrente al ripristino della perfetta agibilità e fruibilità della villetta “Giorgio Perlasca”.

sabato
Lug 14,2012

Sindaco Cicala

 

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – La Società G.E.A. Servizi srl con sede in Via Monti a San Nicola La Strada ha vinto l’Appalto dei Lavori di “Realizzazione di un campo di basket in playground da titolo “STREEE BASKET FREE” che sarà costruito in Piazzetta Cantone. È quanto ha dichiarato il Responsabile del procedimento, Architetto Maurizio Cante, il quale ha reso noto che con determina di settore del 12 luglio scorso sono stati aggiudicati mediante procedura ristretta per l’aggiudicazione dei lavori di costruzione del campo di basket, con la procedura ristretta applicando il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 53, comma 2, lett. a; art. 55, comma 2; art. 83, del D.Lgs. 163/06 e s.m.i.. L’importo complessivo dell’appalto a base d’asta era di 24.410,49 euro, oltre IVA; di cui 24.147,77 euro oltre IVA soggetti a ribasso d’asta per lavori; e 262,72 euro oltre IVA non soggetti a ribasso per oneri della sicurezza sui lavori. Alla Gara d’Appalto si sono presentate 3 ditte, ma a vincere è stata la G.E.A. Servizi srl con il punteggio complessivo pari a 70,5 e un ribasso offerto sull’elenco prezzi posto a base di gara pari al 18%, per un totale complessivo pari a 20.063.89 euro. La costruzione del campo di basket è stato reso possibile grazie al finanziamento da parte della Regione Campania. Il tutto parte da una richiesta dell’Amministrazione comunale sammarchese nel 2010 che aveva chiesto alla Regione Campania, nell’ambito del decreto dirigenziale della Regione Campania n. 281 del 04/11/2009 – POR Campania FESR 2007/2013 Asse VI – Obiettivo Operativo 6.30 – relativo a: Città Solidali e Scuole Aperte, un contributo regionale.  Considerato che il predetto decreto regionale stabiliva che era possibile richiedere finanziamenti per ampliamento, recupero e/o ristrutturazione degli spazi educativi e dotazione sportive e/o laboratori ali, l’ente di via Foresta, con apposita deliberazione di Giunta comunale aveva formalmente proceduto a richiedere il finanziamento. Con deliberazione della Giunta comunale nr. 27 del 7 settembre 2011, è stato deliberato l’approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione lavori di realizzazione di un campo di basket in playground dal titolo “STREEE BASKET FREE” ubicato in Piazzetta Cantone, redatto dal geom. Angelo Amoroso.

giovedì
Giu 7,2012

CAIAZZO – Nella mattinata di mercoledì 6 giugno le prime prove di collaudo di quella che rappresenta la più importante opera realizzata negli ultimi anni a Caiazzo, anche e soprattutto sotto il profilo della tecnologia strutturale, dall’amministrazione comunale retta dal sindaco e consigliere provinciale Stefano Giaquinto. Il riferimento va ai lavori di realizzazione della rete idrica di adduzione nella frazione di San Giovanni e Paolo, un’opera strategica anche per il centro della città costruita anche grazie all’autorizzazione rilasciata nel 2007 dalla Regione Campania per il prelievo di acqua direttamente dalla Galleria di Monte Alifano (galleria che fornisce anche la Città di Napol, ndr.). Progetto, finanziamento e realizzazione archiviati: l’opera – così come verificato dal primo cittadino, accompagnato da tecnici e dal consigliere delegato Rosetta De Rosa – attinge in galleria ad una profondità di circa 30 metri, si tratta di un vero e proprio fiume di acqua. Si accede attraverso una scala di 120 gradini che il sindaco e ‘la consigliera’ hanno percorso per testare le opere sotterranee realizzate. “Consentirà di fornire la frazione e liberare così la fornitura del centro di Caiazzo e di contrada Bosco di Caiazzo, un’opera strategica per la fornitura idrica che da tempo era soltanto immaginata – dichiara soddisfatto il primo inquilino del palazzo municipale – il nostro è stato un impegno concreto, un lavoro costante, tradotto in fatti tangibili. Ringrazio la signora Rosetta De Rosa e tutti gli amministratori che hanno creduto con me nella possibilità di realizzare un impianto che ora entra di diritto nella storia caiatina, e quanti hanno lavorato negli anni 50 alla realizzazione della galleria. Ottenere dalla Regione l’autorizzazione e i finanziamenti era il sogno di molti, lo abbiamo realizzato anche per loro”. Le opere strutturali (nello specifico il serbatoio di accumulo) già collaudate dall’ingegnere Alfonso Ambrosini e dirette dal prof. Sciannimanica con la collaborazione del geometra De Marco, saranno consegnate al Comune appena l’Enel installerà il contatore per la fornitura elettrica.

venerdì
Gen 27,2012

Nunzio De Pinto

CELLOLE – “L’incidente stradale e mortale dei giorni scorsi in Cellole, nel corso del quale una giovane di Baia Domitia aveva perso la vita, con la sua auto al cavalcavia stradale nei pressi dell’ingresso a Cellole, ripropone nuovamente la necessità di una maggiore sicurezza in quel tratto di strada”. È quanto ha affermato Mario De Florio, segretario regionale della Cisas della Campania che ha ricordato, poi, come sia “… già stato prospettato più volte dalla Confederazione Cisas, che aveva chiesto di migliorare quel tratto del cavalcavia di accesso al centro comunale, per gli automezzi provenienti dal lato stradale del cimitero. Non a caso, più volte in passato” – ha aggiunto De Florio – “la Cisas aveva evidenziato la necessità, causa la pericolosità del cavalcavia di accesso al centro di Cellole, di metterlo in sicurezza sostituendo gli attuali vecchi e bassi guardrail, ormai quasi del tutto inutilizzabili, con altri più alti e robusti, maggiormente adeguati all’attuale volume di traffico, tra l’altro molto incrementato in particolar modo nel periodo estivo per un traffico maggiormente balneare. La Confederazione Cisas zonale di Cellole chiede agli Enti preposti alla sicurezza della predetta strada, cioè Provincia e Comune, di adoperarsi affinché, al più presto, venga rifatto e migliorato l’attuale tratto del cavalcavia di accesso al Comune di Cellole, anche per evitare, in futuro, altri incidenti. Ovviamente” – ha concluso De Florio – “tale sistemazione stradale va effettuata al più presto, tenuto conto dell’incremento notevole del traffico automobilistico in entrata ed uscita dal Comune, in occasione dell’imminente periodo estivo balneare”.

giovedì
Gen 5,2012

(Luciano Caiazza)

di  Nunzio De Pinto

SAN NICOLA LA STRADA – Le piogge che si sono abbattute nei giorni scorsi nel nord d’Italia, e che fra oggi e domani si abbatteranno anche al Sud, stanno creando situazioni di profondo disagio alle popolazioni locali. “Prima o poi, le piogge cadranno anche dalle nostre parti e dobbiamo fare di tutto per prevenire situazioni allarmanti come quelle che sono capitate nei mesi scorsi quando, a seguito di un’abbondante pioggia torrenziale che ha provocato numerosi allagamenti e sono dovuti intervenire i volontari della Protezione Civile sannicolese”. È quanto ha affermato Luciano Caiazza della lista San Nicola Futura che punta molto sulla prevenzione. “Per evitare che la pioggia provochi i disagi ai quali siamo abituati” – ha aggiunto – “bisogna fare in modo che le caditoie presenti lungo il margine delle strade rimangano sempre sgombre, di modo che l’acqua possa facilmente defluire nelle condotte fognarie. Sembra strano che una città senza corsi d’acqua, per un temporale estivo abbia potuto subire danni come Venezia con l’acqua alta. Eppure nella banale San Nicola La Strada il segreto delle inondazioni è in massima parte dovuta all’occlusione sistematica delle caditoie. Un fatto vecchio ma che l’amministrazione comunale dovrebbe prendere in seria considerazione. La pulizia delle caditoie presenti lungo il margine stradale” fa presente Caiazza – “venne sollecitata già l’anno scorso anche dal Prefetto di Caserta, con una nota inviata a tutti i comuni della provincia, in vista – riportava la nota – “delle preannunciate piogge che potrebbero cadere copiose sul nostro territorio”. Se non ricordo male” – sottolinea Caiazza – “l’ultima volta che l’amministrazione comunale fece indire un’apposita gara d’appalto per i lavori di pulizia e disinfestazione delle caditoie ricadenti sul territorio sannicolese, avvenne nel settembre del 2003. La gara, indetta mediante asta pubblica con procedura d’urgenza, venne vinta dalla ditta Espurghi San Nicola” – ha proseguito – “azienda molto nota in città ed in provincia. La spesa complessiva fu di 18.000 euro, ma durante tutto l’inverno non si è avuto più alcun problema con il deflusso delle acque piovane. Spero che tale intervento possa realizzarsi anche quest’anno, anche se le casse del Comune non navighino in acque floride. Al momento sono numerose le caditoie del tratto del viale Carlo III^, che interessa il tratto della città di San Nicola La Strada, che risultano otturate da carta, foglie e d’altro.

Categories