Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Napoli e Provincia’ Category

sabato
Set 6,2014

1

Week end conclusivo al Napoli Pizza Village

Gli organizzatori prevedono la massima affluenza di pubblico

 

Ai pizzaiuoli Massimo Staiano e Enzo Ferreri il premio “Acqua Lete”. Domenica sul palco

l’attore Frank Matano protagonista con Claudio Bisio nel film di Alessandro Genovesi

 

2

 

Napoli, 6 settembre 2014 – “Gli ultimi giorni sono il momento più impegnativo per l’organizzazione, sia per lo sforzo operativo sia per i numeri che potrebbero concederci di raggiungere le previsioni di presenze” afferma Sergio Miccù – presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani – alla vigilia delle ultime giornate della IV edizione del Napoli Pizza Village in svolgimento sul lungomare Caracciolo di Napoli.

Assegnato ieri il premio Acqua Lete – partner della manifestazione – ai pizzaioli di “Pizza Bra” di Napoli, per la migliore interpretazione del tema del concorso dedicato alla realizzazione di una pizza ispirata alla famiglia. Massimo Staiano e Enzo Ferreri hanno infatti realizzato un’opera che raffigurava con mozzarella, basilico, pomodoro, pancetta e purè di peperoni, la famiglia tipo con genitori e figlio. A consegnare il premio è stato il responsabile area marketing Italia della Lete Mario Barbato.

La pioggia, grande nemica degli eventi all’aperto, non ha inficiato di molto sino ad ora il numero delle presenze al Napoli Pizza Village tanto che il trend, rispetto all’anno scorso, è in linea. Saranno dunque le ultime due giornate a sancire il raggiungimento dell’obiettivo dei 500mila visitatori auspicato dagli organizzatori. Intanto gli eventi interni della manifestazione, oltre il numero di pizze sfornate, sono di buon auspicio per il risultato finale.

La scuola di pizza – dedicata agli apprendisti pizzaioli – ha nettamente superato le aspettative. Un successo annunciato, ma notevolmente superato nei numeri, quello dell’Area Family Village, dedicato agli adulti e bambini per imparate a fare la pizza. Sono stati oltre 300 gli apprendisti che in soli 4 giorni hanno seguito le indicazioni dei 12 maestri pizzaioli per realizzare una pizza napoletana in un comune forno di casa. Un successo che ha consentito di devolvere all’associazione Un cuore per amico onlus, del professore Carlo Vosa, le volontarie quote donate dai partecipanti. L’azione formativa proseguirà nel corso dell’anno grazie alla collaborazione di Rossopomodoro e Academy of Pizza con la dizione di Pizza school.

Week end conclusivo anche per l’intrattenimento sul palco del Napoli Pizza Village, gestito dalla radio ufficiale Kiss Kiss Network, con grandi ospiti: sabato toccherà al comico Sergio Friscia  (Mezzogiorno in Famiglia – Rai), mentre domenica l’attore Frank Matano  (Iene e fuga di cervelli) parlerà del suo prossimo film: Ma che bella sorpresa per il quale in questi giorni stanno girando alcune scene proprio a Napoli.

Il nuovo film di Alessandro Genovesi, che vede tra i protagonisti Claudio Bisio, Frank Matano, Valentina Lodovini, ma anche Ornella Vanoni e Renato Pozzetto, arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo febbraio. Matano, nato come filmaker su Youtube e poi approdato sul grande schermo, ha così definito la collaborazione con l’amico Claudio Bisio (oggi al Napoli Pizza Village):

 “Il destino mi ha fatto incrociare con Claudio, che bello a volte il destino, una delle persone che più stimo artisticamente e ora ancora di più di persona. Non vi dico altro, anzi, grazie davvero per l’affetto, senza i miei fans su Youtube non avrei mai potuto conoscere e ridere assieme ad una persona così speciale”.

 

KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

 

venerdì
Set 5,2014

2

Selfie-record dei giocatori del Calcio Napoli, Koulibaly e Ghoulam, al Napoli Pizza Village

Allo “Stadio della Pizza” il pizzaiolo napoletano Roberto Barone vince il premio

 “La pizza più veloce” in 36 secondi, ispirato al concorso Freccia Rossa di Trenitalia

 

Napoli, 5 settembre 2014 – Puntuali sul palco degli spettacoli del Napoli Pizza Village, così come sul campo di calcio al fischio d’inizio di una partita, sono arrivati ieri sera Kalidou Koulibaly e Fauzi Ghoulam. I difensori della squadra del Napoli, invitati dalla radio ufficiale dell’evento Kiss Kiss Network, hanno realizzato un selfie-record con il pubblico. Intanto, allo “Stadio della Pizza” il partenopeo Roberto Barone vinceva il premio per “la pizza più veloce” del concorso indetto dal partner della manifestazione Trenitalia.

1

            Blindati dall’addetto stampa del Calcio Napoli, Guido Baldari e accompagnati sul palco dal presentatore di Kiss Kiss Stefano Piccirillo, Ghoulam e Koulibaly hanno percepito subito il calore degli oltre 15mila spettatori che li hanno accolti con grande entusiasmo. Dopo le domande di rito, di rassicurazione per gli esiti futuri della squadra in campionato, i due calciatori si sono esibiti in un lungo palleggio prima di calciare il pallone, con i rispettivi autografi, tra il pubblico.

Una sorpresa ha però atteso Ghoulam e Koulibaly.: il pubblico del Napoli Pizza Village, adeguatamente orchestrato dalla regia di Kiss Kiss Network, ha lanciato sul palco, a sua volta, due palloni con numerosi autografi dei presenti in via Caracciolo. A quel punto non è mancata la “risposta” dei divertiti calciatori con un selfie gigante. Con l’aiuto delle telecamere della regia i due atleti hanno mostrato le spalle al pubblico fotografando con lo sfondo del pubblico. Immediata la risposta dei fans presenti che hanno imitato il gesto fotografico.

Intanto allo “Stadio della pizza” si sono esibiti i 15 pizzaiuoli in gara per il concorso premio: “La pizza più veloce” indetto dall’organizzazione in collaborazione con il partner Freccia Rossa. La gara prevedeva la realizzazione in velocità di una pizza in riferimento alla rapidità dei collegamenti di Treni Italia. A vincere l’agguerrita competizione è stato Roberto Barone, pizzaiolo della pizzeria Peppe A’Quaglia di Volla, che in soli 35 secondi ha terminato la sua pizza precedendo di un solo secondo il rivale Simone Fortunato della pizzeria Diaz di Portici (36”).

  Il premio vinto da Roberto Barone, consegnato dal responsabile marketing di Trenitalia Claudia di Renzi, consisteva in un buono per una maglietta ufficiale del Napoli autografata dai calciatori e due biglietti omaggio per l’accesso al San Paolo in occasione di ben tre gare interne del Calcio Napoli in campionato.

                     Oggi, venerdì ore 19, si svolgerà ancora un concorso a premi. Acqua Lete, premierà la migliore Pizza dedicata alla Famiglia. Ispirandosi a papà Olimpio, mamma Letizia e il figlio Teo, i personaggi del nuovo spot televisivo dello sponsor “La Famiglia Lete”, i pizzaiuoli dovranno interpretare la migliore pizza per le tre categorie: mamma, papa’, figlio o per tutta la famiglia.

KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

venerdì
Set 5,2014

 1

“Questa manifestazione entrerà a far parte degli eventi di promozione turistica scelti dalla Regione per il 2015”. Lo afferma l’assessore Sommese

 

La dichiarazione del rappresentate della Regione Campania  in occasione della premiazione

dei vincitori del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo svoltasi in mattinata al Napoli Pizza Village.

 

 

Napoli, 4 settembre 2014 – “Miriamo alla valorizzazione dei luoghi e dei prodotti della Campania, ecco perché riteniamo Napoli Pizza Village un evento che ha tutte le caratteristiche per la promozione turistica e gastronomica del territorio fuori dai confini regionali”. Ha esordito così l’assessore al Turismo della Regione Campania, Pasquale Sommese, confermando alla stampa, presente alla premiazione dei vincitori del 13° Campionato Mondiale del Pizzaiuolo, la volontà di supportare la manifestazione nel 2015.

Il nostro intento istituzionale è quello di promuovere il territorio e i suoi valori, la pizza è la regina della gastronomia locale e questa manifestazione ne esalta l’identità e il valore di questo prodotto nel mondo –ha proseguito Pasquale Sommese – ecco perché è stato inserito in un elenco di eventi che sosterremo grazie ai fondi POR 2014-2020. Ho identificato già da tempo in questa manifestazione, partecipando alla conferenza di presentazione alla stampa estera a Roma nel aprile scorso, i valori giusti e validi per promuovere nel mondo le bellezze paesaggistiche, naturali, architettoniche e museali della Campania”.

Partirà dunque già dai primi di gennaio la campagna di supporto regionale di Napoli Pizza Village, spetterà ora agli organizzatori trovare un valido progetto di promozione da presentare all’assessorato al Turismo regionale per ricevere l’adeguato supporto che prevede anche le fasi di avvicinamento come le fiere del turismo, eventi di promozione e persino l’identificazione di grandi artisti internazionali.

Non è il caso di Elton John, per il quale non fu riconosciuto il valore aggiunto per promuovere il territorio da parte della Commissione  Europea, ma in questo caso – ha sottolineato l’assessore Sommese – si potrebbero identificare degli artisti di spessore che mettano la loro professionalità al servizio della promozione turistica della Regione Campania”.

KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

 

giovedì
Set 4,2014

2

Mondiale del Pizzaiuolo: il campione STG è della provincia di Napoli, ma la migliore pizza classica la fa una giapponese

 

Tra i 500 pizzaiuoli molti giapponesi, ma gli italiani fanno incetta di premi. Il campione Mondiale ospite lunedì di Uno Mattina su RAI 1. Oggi il premio Trenitalia e domani il Trofeo Lete

3

 

Napoli, 4 settembre 2014 – Si chiama Valentino Libro ed ha 28 anni, il nuovo campione mondiale dei pizzaiuoli, vincitore del 13° Trofeo Caputo, incoronato a notte inoltrata sul lungomare di Napoli “Sognavo di vincere questo titolo da quando ho iniziato a fare il pizzaiuolo e oggi finalmente si è avverato”.

Valentino, nato a Marano, in provincia di Napoli ha iniziato a fare il pizzaiuolo 15 anni fa, a soli 13 anni e oggi lavora a Quarto, paese vicino a quello di casa sua, in una pizzeria che ha aperto da pochissimi mesi, KEVUO’, dove ora sarà esposta la gigantesca coppa del più bravo pizzaiuolo del mondo pizza (STG Specialità Tradizionale Garantita, margherita. Ma prima la coppa sarà portata in Rai, dove Valentino Libro sarà ospite della prima puntata di UNO Mattina, lunedì 8.

Resta in Campania, quindi, il titolo iridato che l’anno scorso era stato conquistato da Davide Civitiello, dopo varie edizioni vinte da pizzaiuoli stranieri. Un vero e proprio passaggio di consegne, una premiazione che ricorda il passaggio della corona di Miss Italia, solo che i due colleghi si sono passati la pala di maestro pizzaiolo.

A proposito di miss, nella categoria Pizza Classica (STG non margherita), la vincitrice è stata una bella ragazza e con gli occhi a mandorla, una delle poche pizzaiuole in gara, la giapponese Mayo Ota.

Solo un altro straniero è salito sul podio, il taiwanese Paul Muang che ha vinto, per il suo paese, il Trofeo delle Nazioni intercontinentale sconfiggendo i suoi colleghi-avversari del Portogallo, Brasile, Israele, Dubai e Giappone che hanno vinto le selezioni disputate nei rispettivi paesi.

            Un momento d’incontro tra i maestri internazionali dove si è tenuta un’altra piccola gara ufficiosa, quella del costo della pizza. Pare che si venda a Reikiavik (Islanda) la pizza più cara che costa il corrispondente di 17,50 euro. Ma anche in Francia non è proprio economica, visto che il prezzo medio si aggira intorno ai 14 euro. A sorpresa, invece, Dubai dove bastano 10 euro per mangiare una buona pizza, quasi come a Milano dove il costo si aggira tra gli 8 e i 10 euro.

            A Napoli, sicuramente costa molto meno e a Pizza Village, in particolare con 12 euro si pagano anche la bibita, il dolce e il caffè, fino a domenica 7 settembre sul Lungomare partenopeo.

Questa la classifica del Campionato:

Trofeo Caputo pizza STG  1° Valentino Libro            2° Vincenzo Capuano 3° Fabio Aragione

Pizza Classica             1° Mayo Ota               2° Enrico Massimo      3° Michele Leo

Pizza senza glutine       1° Pietro Russo          2° Roberto Barone      3° Vincenzo Madison

Pizza di stagione         1° Angelo Rumolo      2° Marco degli Schiavi           3° Luca Ioannone

Pizza in pala (a metro)           1° Salvatore Lionello 2° Giovanni Cauli       3° Roberto Luongo

Pizza in teglia              1°Antonio Trivento      2° Tain Mancuso         3° Domenico Sposato

Pizza acrobatica          1° Eros Segato (+larga cm 80.25) e (+veloce 34”42.) Ciro Urzielli (free style)

Pizzaiuolo junior         Giancarlo Giustiniani (15 anni)

Trofeo delle Nazioni   Taiwan (Paul Muang)

Premio Rossopomodoro, al miglior pizzaiulo della catena di ristorazione:

1° Vincenzo Capuano (Nizza) 2° Davide Salamone (Moncalieri-TO) 3°Antonio Faccetti (Milano Satz. Centrale)

Le ultime due competizioni in programma a Napoli Pizza Village quelle che assegnano (oggi) il premio Trenitalia e domani il Trofeo Lete. Questo, invece il programma degli spettacoli gratuiti al pubblico, la cui direzione artistica è affidata a Radio Kiss Kiss Network:

Venerdì 5 settembre   Demo Mura  (Zelig)

Sabato 6 settembre     Sergio Friscia  (Mezzogiorno in Famiglia – Rai)

Domenica 7 settembre    Frank Matano  (Iene e fuga di cervelli)

Recuperano nel week end( da definire)   Paolantoni e Stefano  Sarcinelli

KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

 

 

giovedì
Set 4,2014

1

Napoli – Ci eravamo illusi di poter contare sugli annunci e sulle “buone intenzioni” dell’Amministrazione Comunale di

voler cambiare, in chiave di accoglienza turistica, la mentalità ancora imperante circa la vocazione del

Centro Antico ma ci eravamo sbagliati! Piazzetta Nilo, dichiara Gabriele Casillo, Presidente dell’Associazione

Corpo di Napoli, una volta liberata dalle auto e dai motorini, si stava riconvertendo in un eccellente punto di

accoglienza e d’incontro dove l’arte, la cultura e la musica napoletana avevano finalmente ritrovato un degno

spazio insieme all’apprezzamento dei residenti e di tantissimi turisti. Avevamo avviato, già dalla Festa di San

Gennaro 2013, insieme alle piccole imprese di ristoro della zona, una serie di iniziative di alta qualità e di

ancora maggiore gradimento, come attestano i tanti video disponibili oltre che sul sito web anche sul nuovo

Canale YouTube dell’Associazione ed era in corso un gemellaggio artistico, storico e culturale con la più

famosa “Piazzetta di Capri” per valorizzare ulteriormente il patrimonio culturale materiale ed intangibile del

Centro Antico e ci ritroviamo oggi a vedere nuovamente occupata la storica piazzetta, da un

ingombrante parcheggio stabile di biciclette di proprietà privata!

 

2

La pur lodevole iniziativa della società che ha vinto la gara per il finanziamento pubblico finalizzata alla

creazione di una rete cittadina di “bike sharing”, cozza, con l’installazione proprio in questa Piazzetta, con la

necessità di investire nel turismo culturale ed anche con la tutela delle radici storiche quando subito a

ridosso della preziosa Cappella Brancaccio (custode di un famoso Donatello), già Sedile del Nilo, viene

impiantata una “stazione” composta di più stalli ed addirittura di un antiestetico palo metallico provvisto di

una ancora più antiestetica “scatolona” che interrompe il continuum architettonico della chiesa

rinascimentale!

Ci chiediamo come la Soprintendenza ai Beni Culturali, sempre solerte nell’impedire la collocazione nelle

piazze del Sito UNESCO, di pur rimovibili tavolini ed ombrelloni, abbia potuto rilasciare un’autorizzazione

all’occupazione di una così vasta area della storica Piazzetta Nilo, da parte di una struttura stabile, invasiva

e così aderente alla facciata della famosa chiesa di Sant’Angelo a Nilo!

Probabilmente la “modernizzazione” della Città antica rientra in un a noi incomprensibile progetto di

sradicamento e di “omologazione” con altre località con minor retaggio e forse per questo più gradite ad una

certa corrente di pensiero.

Con l’occupazione di gran parte dello spazio di Piazzetta Nilo, siamo costretti ad annunciare che tutte le

iniziative artistiche e musicali, basate sulle eccellenze “nostrane” già programmate per settembre, non

potranno più essere svolte nel Cuore del Centro Antico di Napoli; di questo ce ne scusiamo con quanti

attendevano speranzosi sulla prosecuzione di un serio progetto di rinascita e di sviluppo anche economico !

L’Ufficio Stampa

Per maggiori informazioni: www.corpodinapoli.it

giovedì
Set 4,2014
3
INVITO
Questa mattina, giovedì 4 settembre, alle ore 11.30
si svolgerà la cerimonia di premiazione del
Campionato Mondiale del Pizzaiuolo,
sul lungomare Caracciolo, alla Rotonda Diaz.
 L’assessore al Turismo della Regione Campania,
Pasquale Sommese,

premierà i vincitori delle otto categorie in gara e annuncerà
le iniziative di collaborazione tra la
Regione Campania e l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani
in vista dell’edizione del 2015 del Napoli Pizza Village

KÜHNKÜHNE 

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via FGiordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa  

skype: kuhneufficistampa

 

mercoledì
Set 3,2014

1

 

Egli  dichiara: “Mi piacerebbe farla anche a Bagnoli e San Giovanni”

 

Lanciata la petizione per chiedere all’Unesco di tutelare la pizza napoletana come bene dell’umanità. La proposta di Pecoraro Scanio sostenuta dal sottosegretario di Stato Castiglione

 

Napoli, 2 settembre 2014 – Inaugurata dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris, con il taglio di una pizza, la quarta edizione delNapoli Pizza Village. L’evento organizzato dall’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, in programma sino a domenica 7 sul lungomare partenopeo di via Caracciolo, ospita anche il campionato Mondiale del Pizzaiuolo Trofeo Caputo che termina mercoledì 3 settembre.

 

2

 

Abbiamo lavorato molto, unitamente all’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, per portare questa manifestazione a livelli internazionali – ha dichiarato il sindaco Luigi de Magistris durante l’inaugurazione – tanto che esporteremo all’estero l’evento a novembre negli Stati Uniti. Mi piacerebbe che questa manifestazione, magari già dal prossimo anno, si potesse disputare anche nei quartieri di Bagnoli e San Giovanni, ma senza lasciare il cuore della città che è rappresentato dal lungomare Caracciolo”.

 

Intanto parte da Napoli una petizione per chiedere all’Unesco di tutelare la pizza napoletana come bene dell’umanità. Nella giornata di apertura si è svolto il convengo dal titolo  “L’arte della pizza, patrimonio Unesco” – voluto dal presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio, al quale hanno partecipato tra gli altri il Sottosegretario di Stato On. Giuseppe Castiglione e l’inviato di Striscia la Notizia Jimmy Ghione. Ha preso vità così l’iniziativa che intende chiedere all’organizzazione delle Nazioni Unite di inserirla nella lista dei “beni immateriali”. La campagna  lanciata su Change.org, la più grande piattaforma di attivismo online. Per monitorare la petizione : www.change.org/p/la-pizza-come-patrimonio-unesco

 

Ora, con la petizione si chiede all’organizzazione delle Nazioni Unite di inserirla nella lista dei “beni immateriali”. Ad oggi in questo speciale elenco- che tutela tradizioni, saperi legati all’artigianato popolare o arti dello spettacolo – sono comprese novanta voci, di cui 5 sono italiane: la dieta mediterranea (dal 2013), le macchine a spalla delle feste religiose (sempre dal 2013), l’arte del violino a Cremona (dal 2012), il canto a tenore (dal 2008), l’opera dei pupi (dal 2008).

L’ideatore dell’iniziativa Pecoraro Scanio ha dichiarato: “Chiedo quindi che nei primi mesi del 2015, proprio alla vigilia dell’apertura dell’Expo di Milano, dedicata a Nutrire il Pianeta.Energia per la Vita, la commissione italiana per l’Unesco proponga l’inserimento dell’Arte della Pizza nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.

L’iniziativa è stata sostenuta anche dal Sottosegretario di Stato Giuseppe Castiglione che ha sottolineato: “Sarebbe un giusto riconoscimento per il valore aggiunto che rappresenta la pizza per la gastronomia italiana nel mondo”. Anche Jimmy Ghione sosterrà la campagna: “Noi di Striscia da anni combattiamo per le imitazioni e le frodi alimentari con questa iniziativa si possono recuperare quote di mercato e magari ridurre quei 60 miliardi di mancata vendita del prodotto italiano”.

Il Mondiale del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo, che assegnerà il titolo ad otto vincitori in altrettante categorie,  ha preso il via allo Stadio della Pizza in una grande cornice di pubblico che ha affollato le gradinate. Oltre  XXX i partecipanti al Mondiale, in rappresentanza di oltre 40 nazioni, che in due giornate si aggiudicheranno il titolo iridato, martedì alle 23 saranno proclamati i vincitori

 

Questo il programma degli spettacoli organizzati e gestiti, gratuiti al pubblico, dalla radio ufficiale della manifestazione  Kiss Kiss Network per le prossime due giornate:

Mercoledì 3 settembre                             Doppia Coppia  (Made in sud)

Giovedì 4 settembre                                Michele Caputo  (Zelig)KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

 

 

lunedì
Set 1,2014

2

 Ore 19, il sindaco Luigi de Magistris inaugura l’evento

 

Nella prima giornata il convegno “L’arte della pizza, patrimonio Unesco” con il sottosegretario di Stato On. Giuseppe Castiglione e il Presidente Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio.

 

 

Napoli, 1 settembre 2014 – Doppia apertura per l’evento Napoli Pizza Village, organizzato dalla Associazione Pizzaiuoli Napoletani, sul lungomare Caracciolo di Napoli. L’evento, in programma dal 2 al 7 settembre p.v., accoglierà il pubblico alle ore 18, mentre l’inaugurazione ufficiale avverrà con il taglio del nastro del sindaco di Napoli Luigi de Magistris alle ore 19 da piazza della Repubblica.

 

Ogni anno – ha dichiarato il sindaco Luigi de Magistris – la manifestazione è sempre più importante e ricca, un impegno nel quale siamo protagonisti sempre più e che punta a 500mila presenze per un evento internazionale di grande respiro. Queste iniziative non sono spot, ma sono realtà consolidate e, in questo caso, la pizza attraverso Napoli fa il giro del mondo e Napoli fa il giro del mondo attraverso la pizza“.

 

La quarta edizione del Caputo Napoli Pizza Village partirà con il convegno “L’arte della pizza, patrimonio Unesco” – alle ore 18 nell’area ospitalità – voluto dal presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio, al quale parteciperanno tra gli altri il Sottosegretario di Stato On. Giuseppe Castiglione e il Presidente Commissione Nazionale Italiana Unesco, Giovani Puglisi.

 

Punto focale, nei primi due giorni della kermesse, è il Campionato Mondiale del Pizzaiolo – Trofeo Caputo con oltre 500 concorrenti in gara che giungono da 40 Paesi di tutti i continenti. In palio ben 8 titoli, uno per ogni categoria, e anche il Trofeo delle Nazioni riservato ai 9 vincitori della tappe mondiali di qualificazione della Caputo Cup che si è svolta in Portogallo, Olanda, Russia, Australia, Giappone, Israele, Taiwan, Emirati Arabi e Usa. Gli spettatori potranno seguire sulle tribune dello “Stadio della Pizza” – posizionato alla Rotonda Diaz dalle ore 18 alle 24 – le gare e le esibizioni dei concorrenti.

 

Il palco allestito nel Napoli Pizza Village – posizionato altezza confluenza tra viale Dohrn e via Caracciolo – e gestito dal network nazionale Kiss Kiss, sarà invece il punto di riferimento per la musica e gli spettacoli. Ospiti d’eccezione della prima serata Francesco Paoloantoni e Stefano Sarcinelli che si esibiranno alle ore 22.30 (accesso gratuito).

 

Tra un appuntamento, un convengo e uno spettacolo largo alla Pizza. Un ticket, acquistabile nelle 24 casse del villaggio distribuite in tre punti, consentirà di poter degustare: una pizza, una bibita, un dolce o un gelato, un caffè. La pizzeria può essere scelta successivamente e quest’anno sono state affiancate ogni due pizzerie un punto distribuzione della bibite (acqua Lete, birra Nastro Azzurro e bevanda Pepsi e caffè Kenon) per ridurre i tempi di attesa.

KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

 

domenica
Ago 31,2014

6

 

 

Intanto in vista dell’edizione del 2015 i fondatori della kermesse lanciano una proposta per la gestione pubblico-privato di un piano traffico a loro carico

 

Napoli, 30 agosto 2014 – Mentre il villaggio che ospiterà la kermesse Napoli Pizza Village sul lungomare Caracciolo inizia ad assumere la sua forma finale, a solo tre giorni all’apertura, gli organizzatori presentano il piano dei servizi e lanciano una proposta per un piano traffico cittadino.

 

In vista dell’edizione del prossimo anno, quando ci sarà anche il gemellaggio con l’Oktoberfest di Monaco, i fondatori della manifestazione prevedono un’affluenza record a Napoli e propongono una soluzione pubblico-privato per i trasporti pubblici con costi a loro carico.

 

7

 

Napoli Pizza Village è in netta crescita, per affluenza di pubblico e interesse diffuso, e quanto seminato quest’anno durante la promozione in occasione di diverse fiere turistiche in giro per il mondo indica che non possiamo attendere troppo per prendere le misure giuste della kermesse – afferma il brand manager Claudio Sebillo -. Saremo pronti a investire nel 2015 fondi economici privati per poter sostenere il costo degli straordinari dei lavoratori delle funicolari, metropolitane e mezzi pubblici ANM (delle tratte zona Porto e Fuorigrotta, ndr) per prolungare gli orari notturni e così poter incidere in favore di un piano traffico che consenta a tutti di lasciare le auto a casa o nei parcheggi, senza intasare le strade della municipalità di Chiaja”.

 

Intanto si intensificano gli accordi con gli organizzatori tedeschi della festa della birra dell’Oktoberfest, per realizzare un gemellaggio tra le due manifestazioni con un interscambio reciproco di presenze degli operatori. Il tutto porterebbe quindi una folta presenza di pubblico teutonico all’ombra del Vesuvio, aumentando così i numeri delle presenze all’evento partenopeo.

 

Abbiamo già valutato con le singole società di gestione i costi dell’intervento sollevando così l’Amministrazione Municipale da eventuali carichi  – continua Claudio Sebillo -. Una cifra che si aggira intorno ai 50mila euro e che consentirebbe un notevole alleggerimento del piano traffico”.

 

Già pronto invece il piano servizi per la sicurezza e pulizia. Da un momento di confronto con il presidente della Municipalità di Chiaja, Fabio Chiosi, e un successivo incontro con il comandante del distretto della polizia municipale Frattini, nasce una massiccia presenza delle forze dell’ordine municipali nell’area, in particolare Viale Dorhn e intera zona evento. Mentre la sicurezza interna al Napoli Pizza Village sarà ulteriormente gestita da un servizio di sicurezza  – stewart e vigilanza armata – di circa 25 persone al quali si aggiungono le altre forze dell’ordine

 

Dopo il riconoscimento dello scorso anno ricevuto dall’Asia, per il virtuosismo nella raccolta differenziata, gli organizzatori hanno riconfermato il piano pulizia: l’accordo privato con azienda Ecodrin prevede la pulizia degli spazi pre-durante-post ogni giornata evento della manifestazione con lo smaltimento dei rifiuti – già differenziati – in accordo con Asia. In particolare 25 operatori, che affiancheranno i consumatori in corrispondenza dei 25 blocchi della pizzerie, aiuteranno i visitatori a realizzare la raccolta differenziata, mentre un compattatore dell’organizzazione “assimilerà” parte dei rifiuti mentre il resto sarà prelevato da Asia ma preventivamente diviso per materiali dai 30 operatori ecologici messi in campo dall’organizzazione.

KÜHNE & KÜHNE

       U  F F I C I   S T A M P A    P .  R         

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail:  kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

venerdì
Ago 29,2014

1

 

Stamattina il Pd  incontra l’assessore Nino Daniele

 

 

«Impegno concreto e puntuale quello dell’assessore alla Cultura e al turismo Nino Daniele perché piazza Mercato diventi la novella Montmartre», lo dichiarano Luisa Pezone e Gianfranco Wurzburger rispettivamente Responsabile Cultura e Segretario organizzativo del Pd Napoli, al termine dell’incontro avvenuto questa mattina a Palazzo San Giacomo con l’assessore competente.

Il Pd, infatti, ha ripreso e rilanciato la petizione dei pittori napoletani che chiedevano, nei giorni scorsi, a titolo gratuito, una strada o una piazza, dove poter esporre i loro lavori, ogni giorno, per 365 giorni l’anno. E l’assessore Nino Daniele ha apprezzato la proposta del Pd relativa a piazza Mercato e alle strutture adiacenti ritenuti quali uno dei luoghi per realizzare una vera e propria mostra sull’esempio del quartiere francese, considerata anche l’esposizione che li si svolge annualmente denominata l’Arte in vetrina. “Stimolare l’incontro tra artista e pubblico occasionale rappresenta una strategia che la città deve adottare per lasciare trasparire – commenta Pezone – il fermento culturale che la anima, per promuovere se stessa, per ridefinire il rapporto con il proprio patrimonio architettonico e storico artistico e favorire un approccio democratico che garantisca pari opportunità per tutti”. «L’esposizione in piazza – commenta Wurzburger – diventerà un’occasione per incrementare il turismo e le attività commerciali circostanti in un territorio che, fino a qualche tempo fa, era il fulcro del commercio e dell’artigianato e che ora va rilanciato».

Concorda l’assessore Daniele che si è impegnato con i responsabili del Pd a presentare quanto prima un progetto che tuteli la piazza e il suo patrimonio, valorizzi la realtà locale di artigianato e commercio e permetta a pittori ed artisti un’esposizione che possa divenire un richiamo per napoletani e turisti. Fermo restando che tale progetto dovrà essere sottoposto alla valutazione cultura del Consiglio Comunale e alle associazioni interessate.

Soddisfatti Pezone e Wurzburger che si impegneranno a diffondere l’iniziativa «convinti – dichiarano – che in tal modo si riesca a scuotere la coscienza civica dei napoletani e si possa coinvolgerli  in un progetto che possa appassionarli e renderli sempre più attenti alla tutela del loro quartiere e della loro  città».


Dr.ssa Luisa Pezone
Segretario Generale

Fondazione Mezzogiorno Europa ONLUS
c/o Palazzo Reale
Piazza del Plebiscito 1
80132 Napoli

www.mezzogiornoeuropa.it

 

Categories