Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Pignataro Maggiore’ Category

giovedì
Gen 3,2013

 

Traviata prima e Schiaccianoci poi, al San Carlo è di casa Pignataro Maggiore con il maestro Luigi Pettrone. Clarinettista affermato, talento puro, il nome del paesino casertano, pardon: Città della musica per eccellenza, ha in questi ultimi tempi una fama sempre maggiore grazie ai virtuosismi ed alla purezza di esecuzione del maestro Pettrone. E tanto per non stare senza musica, ieri sera si è esibito con l’orchestra  ‘Collegium Philarmonicum’ a Salerno per il ‘Gran Concerto di Capodanno’ a Salerno. Termina stasera la serie di rappresentazioni del balletto ‘Lo Schiaccianoci’ ma le note del clarinetto di Pettrone aleggeranno ancora a lungo tra i palchi del San Carlo. Insieme a ‘La Travaiata’, le due opere hanno dato modo al giovane maestro pignatarese di vivere esperienze interessantissime e costruttive accanto a grandi nomi attuali della musica. Ha sempre elogiato i colleghi ed i direttori che lo hanno guidato in questa serie di serate napoletane ma di sicuro il suo contributo al successo delle rappresentazioni è stato determinante. Dal 5 Dicembre, un mese, al San Carlo; il 21 Dicembre scorso a Pietravairano; il 23 e 26 Dicembre a Napoli in concerto a San Biagio dei Librai; il 6 Gennaio al Teatro di Corte della Reggia Vanvitelliana di Caserta ed 1°  Febbraio ‘Concerto in Trio di Fiati’ presso il Centri di Cultura Domusart, Chiesa S. Francesco delle Monache, via Santa Chiara, Napoli ore 19,00. Un periodo natalizio in cui hanno riecheggiato la bravura del maestro e la passione per la musica che lo ha reso uno dei più apprezzati e ricercati clarinettisti della zona ma anche a livello nazionale, la cui fama ha valicato le Alpi: in Svizzera, infatti, il suo nome è familiare agli amanti della musica ed a quanti sanno riconoscerne ottimi interpreti.

 

Giovanna Pezzera

domenica
Dic 23,2012

 

Tanti auguri di un sereno Natale da “La Città del Sole”.

Una nuova piccola ma importante tappa è andata a riempire il cartellone della campagna ‘Diamo una Casa alla Cultura’, portata avanti dall’Associazione Culturale “La Città del Sole”.
Venerdì scorso si è svolta nei locali dell’aeronautica in piazza Umberto I la tombolata di Natale, una ricetta già sperimentata lo scorso anno che già riscosse notevole successo. Tra giochi, animazione e musica le diverse decine di partecipanti hanno preso parte ad un piccolo momento di aggregazione particolarmente intergenerazionale, in cui giovani e meno giovani hanno dato vita ad una serata di puro divertimento, con lo sguardo alla finalità solidale e costruttiva di acquisto della struttura di via IV novembre a Pignataro Maggiore. Il solo marchio “Diamo una Casa alla Cultura” riesce infatti a trascinare sempre più cittadini di tutte le età ed estrazioni sociali, uniti dalla forte sensibilità per un progetto unicamente dedicato alla collettività.
Il bilancio della tombolata è stato più che positivo, con circa 150 euro netti raccolti, che saranno interamente versati nelle casse della campagna.
Questi giorni di festività sono inoltre gli ultimi in cui è possibile acquistare i biglietti dell’estrazione di fine anno e la risposta della comunità continua ad essere massiccia, nonostante la crisi economica che affligge tante famiglie del circondario. Proprio alla fine dell’estrazione natalizia, che si concluderà il 31 dicembre, verrà redatto e pubblicato il quarto bilancio trasparente della campagna “Diamo una Casa alla Cultura”, con importanti novità ed incrementi di fondi per il progetto.

Ufficio Stampa
“La Città del Sole”
via IV novembre 4, Pignataro Maggiore
www.lacittadelsole.eu

cell. 3407458021

giovedì
Dic 20,2012

tombolata scorso anno

 

L’Associazione Culturale “La Città del Sole” organizza, per venerdì 21 dicembre una Tombolata in occasione delle festività natalizie.
L’iniziativa si svolgerà presso la sede del Circolo Arma Aeronautica di Pignataro Maggiore in Piazza Umberto I a partire dalle ore 19:00 per tutta la serata.
L’evento rientra nel programma della campagna “Diamo una Casa alla Cultura”, con l’obiettivo di realizzare un polo socio-culturale per tutto il territorio. (La campagna interamente consultabile sul nostro sito www.lacittadelsole.eu)
La serata sarà animata da canzoni e giochi che si alterneranno alla classica tombola natalizi; dopo il successo dello scorso anno, “La Città del Sole” ha voluto riproporre una iniziativa tradizionale e popolare per condividere momenti di svago, scambiarsi gli auguri e contribuire alla instacabile campagna “Diamo una Casa alla Cultura”.

CS
Ufficio Stampa
“La Città del Sole”
www.lacittadelsole.eu
3407458021

lunedì
Dic 10,2012

Il Trio VENTICINQUE col Presidente Rotoli

Il sindaco R. Cuccaro consegna la chiave d’oro a Rosa De Stasio

Wanda Ruosi Venticinque 92enne al piano nel 2006

 

 

Prof. Raffaele Raimondo
cronista free lance
Via A.Diaz, 33
81046 GRAZZANISE (Caserta)
tel 0823-96.42.12 – 340-500.67.64
e-mail: raffaeleraimondo1@virgilio.it                                    

COMUNICATO-STAMPA del 10 dicembre 2012

                                                     
PIGNATARO MAGGIORE: 25 X 25: BERSAGLIO MERAVIGLIOSAMENTE CENTRATO!
                                                      Il sindaco Cuccaro alla nobildonna 98enne Wanda Ruosi Venticinque la chiave d’oro

PIGNATARO MAGGIORE (Raffaele Raimondo) – Se, a primo acchito, non apparisse dissacrante, potremmo dire: 25 x 25, bersaglio meravigliosamente centrato! Ma qui, stando alla “cabala pratica”, v’è l’“esperienza dell’essere” o, proprio volendo, di “aritmetica sacra” – giacché parliamo di “musica d’autore” e, per precisione, quella di Raffaele Sergio Venticinque (1910-1997) -, ma i numeri inflessibilmente son solo quelli corrispondenti al cognome del grande compositore pignatarese e del moltiplicativo con cui s’appella l’ottimo Ensemble Vendemia-Fiorillo-Pellecchia. Il resto, davvero, è “celeste saggezza” negli spartiti originari e nell’esecuzione raffinata dei brani che il Trio sa offrire all’udito attento ed all’animo ipersensibile degli Amici della Musica. Questo, puntualmente, è avvenuto nella serata di domenica 9 dicembre, presso l’auditorium del palazzo vescovile, per iniziativa del fertile sodalizio sorto nel 1976 a Pignataro Maggiore su prezioso impulso del prof Bartolo Fiorillo ed attualmente guidato con efficace maestria dal prof Peppe Rotoli. Serata fredda –climaticamente, sintende; calorosissima, invece, per le performances vissute e vedute.
Preambolo celebrativo tradottosi con la diramazione nella “casa madre” della cerimonia svoltasi al mattino in municipio per il conferimento della “cittadinanza onoraria” a Wanda Ruosi Venticinque, diletta sorella del maestro Raffaele Sergio e direttrice artistica dell’Associazione che brilla per intensa promozione di eventi musicali sempre d’alto profilo. Sicché il sindaco Raimondo Cuccaro, circondato da alcuni assessori e consiglieri comunali, ha reso omaggio alla 98enne valente pianista dedicandole una targa, nonché una pergamena, e sottolineandone i tratti distintivi di “nobildonna che nella sua vita ha onorato l’umana bontà e la cultura, seminando ovunque con impareggiabile generosità”. Indi, il primo cittadino ha voluto attribuirle un ulteriore segno di gratitudine, consegnando simbolicamente una splendida chiave d’oro alla nipote Rosa De Stasio giunta per la straordinaria circostanza nella “città della musica” che nientedimeno avrà, per già espressa volontà testamentaria della quasi centenaria signora, una “Casa della Musica”, ad incoragginte proiezione di una consolidata e prestigiosa memoria che rimane a lustro perenne, con notevoli e ricorrenti ricadute artistiche e professionali. Il che equivale ad “arte che sopravvive e si rinnova”, ma pure a gratificanti, oltre che numerosi, sbocchi occupazionali nell’attuale temperie da non sottovalutare affatto.
L’apice s’è poi raggiunto appunto con l’homage del Trio “R.S.Venticinque” al Maestro di cui porta l’illustre nome: Rossella Vendemia al piano, Nicola Fiorillo al flauto e Piero Pellecchia al clarinetto hanno brillantemente interpretato l’Allegro moderato, il Canto del pastorello Aci per la ninfa Galatea ed il Preludio Op.60: tre stupendi brani scelti del grande musicista che seppe sperimentare un “nuovo linguaggio” – come ha spiegato il presidente Rotoli  – al pari d’ogni intellettuale che anticipa le innovazioni comunicative che s’impongono alla vigilia di poderose svolte epocali. Simmetricamente, tre interpreti di talento – che giustamente si fregiano d’un curriculum di differente eppur convergente successo -, i quali hanno chiuso il loro bel concerto proponendo il delizioso “Waltz and Interlude” di C. Grundman e la briosa “Tarantella Op.6” di C. Saint-Saens. Scroscianti applausi, naturalmente e, facendo infine trionfare anche il gusto nell’antisala dell’auditorium, assaggi di dolcissimi “guanti” sapientemente lievitati per l’immancabile brindisi augurale.

mercoledì
Dic 5,2012

GIOVANE ITALIA
Piazza Umberto I – 81052 Pignataro Maggiore (CE)
e-mail: giovaneitalia.pignataro@alice.it

OGGETTO:Piazza Garibaldi

Domani finalmente i cittadini di Pignataro potranno nuovamente riprendere possesso di piazza Garibaldi, completamente ristrutturata e messa a nuovo grazie ai fondi della c.d. legge Mancia, attraverso la quale l’On.le Mario Landolfi ha fatto arrivare nelle casse del nostro Comune i 160.000 euro serviti alle operazioni di restyling. Soldi per i quali non é stato acceso alcun mutuo o altro. Piazza Garibaldi é stata rifatta senza che dalle tasche dei pignataresi uscisse un solo euro. Addirittura il sindaco Cuccaro, allora consigliere di opposizione, e i suoi sodali e tirapiedi, misero in dubbio la veridicitá della presenza di questi fondi e, quando non potettero fare a meno di prendere atto della loro esistenza, contestarono  l’uso di quei fondi arrampicandosi sugli specchi. Domani Cuccaro & Cuccaro (assessore e sindaco), inaugureranno la nuova opera voluta dalla giunta Magliocca e realizzata con i fondi che rientravano nelle disponibilitá dell’On.le Landolfi, senza preoccuparsi di invitare chi questi fondi li ha donati. L’ingratitudine non appartiene ai pignataresi, per cui  i ragazzi di Giovane Italia chiedono ufficialmente  all’assessore Cuccaro di invitare all’inaugurazione l’ex sindaco Giorgio Magliocca, l’ex assessore ai lavori pubblici Giovanni Magliocca e l’on. Mario Landolfi. Politici questi che hanno contribuito in prima persona alla realizzazione di Piazza Garibaldi. Speriamo vivamente che questo appello non cada nel vuoto e che non ci troveremo, domenica, a dover evidenziare come, per l’ennesima volta, il duo Cuccaro & Cuccaro siano andati a fare “i galli sulla mondezza”, attribuendosi meriti di altri, guarda caso, questa volta, in un posto di Pignataro che una volta i nostri padri chiamavano “aret o mennezzar” (dietro l’immondezzaio).

Pignataro Maggiore lì 05/12/12

Il Presidente della Giovane Italia
Mario Penna

giovedì
Nov 22,2012

 

Nunzio De Pinto

 

PIGNATARO MAGGIORE – Si terrà Lunedì, 3 Dicembre 2012, presso la sede del Comune di Pignataro Maggiore, la Conferenza dei Servizi, al fine di esaminare il progetto della società Antonio Pallante di Capodrise per la realizzazione di un nuovo Pastificio, in località San Girolamo del Comune di Pignataro Maggiore, interessante la strada statale Casilina. Un pastificio per la produzione della pasta che s estenderebbe su un’area di oltre 40.000 mq. Un insediamento più grande di quello che già i Pallante gestiscono sul territorio di Capodrise. Un opificio di circa venticinquemila metri quadrati che impiega cinquanta operai. A poca distanza dall’autostrada A1, questa società produce la pasta che finisce nei supermercati con i marchi “Pasta Reggia”, “Spighe di Campo” e “Nutri Bio”. Relazionerà l’ing. Girolamo Parente, responsabile del servizio tecnico del Comune. Alla Conferenza dei Servizi interverrà anche – in rappresentanza della Confederazione Cisas e su delega del Segretario Regionale, Mario De Florio – il dirigente del Dipartimento Viabilità e Trasporti della Confederazione, Luciano Caiazza. La Cisas evidenzia l’importanza dell’avvenimento, che – col nuovo opificio industriale della ditta Pallante – assumerà un particolare significato per la predetta area industriale, divenuta da anni il cimitero di aziende, una volta floride come le ex  Pozzi e  Vavid, che davano occupazione a centinaia di lavoratori. A tale proposito, il Segretario della Cisas De Florio formula i migliori auguri al sindaco di Pignataro Maggiore ed alla ditta  Pallante  per questa positiva iniziativa, che si augura possa essere imitata anche da altri industriali, in modo che la intera zona dell’Asi possa divenire nuovamente un centro occupazionale, come lo era alcuni decenni fa prima della crisi economica, che ha portato nel casertano la chiusura di tutte le grosse e medie aziende con la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro. I componenti della famiglia Pallante erano impegnati come mugnai in Irpinia già nel 1949 nel primo mulino a palmenti alimentato ad acqua con annesso pastificio ed una capacità produttiva di 25 q.li al giorno. Oggi lo stabilimento di Capodrise produce 2.900 q.li giornalieri selezionando ancora pregiate semole, processate nella miglior combinazione tra tradizione e tecnologia. La quarta generazione dei Pallante è attualmente impegnata nello stabilimento di Caserta. L’attuale pastificio è cresciuto nel tempo in modo esponenziale con investimenti importanti che lo rendono all’avanguardia sia nella produzione che nel Controllo Qualità del prodotto finito. Dal punto di vista commerciale il Pastificio Antonio Pallante si è trasformato da una realtà che soddisfaceva le esigenze del mercato locale ad un modello internazionale che esporta in molti paesi e che ha tra i suoi clienti importanti trader e catene a livello mondiale. L’alta tecnologia di produzione e la meccanizzazione dei processi permette di competere nei costi con prodotti di elevatissima qualità.

AMPLIAMENTO DEL CIMITERO

giovedì
Nov 22,2012

GIOVANE ITALIA

Piazza Umberto I – 81052 Pignataro Maggiore (CE)

e-mail: giovaneitalia.pignataro@alice.it

 

OGGETTO:Ampliamento del cimitero: scoperto il bluff di Cuccaro

Giovane Italia ritiene doveroso svelare alla cittadinanza e ai tanti cittadini interessati alla questione un ulteriore clamoroso retroscena sul giallo del “cimitero fantasma” a Pignataro. Non è il nuovo episodio di un telefilm horror, ma  una faccenda ormai tra il comico ed il grottesco!

Il Comune non si è presentato all’incontro con il proprietario e l’affittuario del terreno per definire i termini dell’acquisizione dello stesso.

L’appuntamento, già fissato da aprile, era previsto per lo scorso giovedì 15 novembre 2012 alle ore 9.00. Il rappresentante e il responsabile tecnico della Curia di Capua, proprietaria del terreno, e l’affittuario con l’agronomo inutilmente hanno aspettato l’Ing. Parente, l’Assessore Cesare Cuccaro ed il Sindaco Raimondo Cuccaro. Probabilmente anche questa volta qualcuno potrebbe dire, come affermo’ il Sindaco riferendosi al suo Consigliere Piernicola Palumbo in altra infelice circostanza, “il giovanotto ha preso sonno” … Ma noi non ci permettiamo!

In realtà c’è poco da scherzare, perché quest’ennesima mancanza dei nostri amministratori ha suscitato la comprensibile indignazione della Curia, ormai ostinata a voler seguire l’iter normale per l’alienazione dei terreni, fatto che comporta  un ulteriore allungamento dei tempi previsti .

Tutto questo mentre l’Assessore Cuccaro, solo qualche settimana fa, in prossimità delle festività del 2 novembre (è un caso?), con un comunicato stampa dai  toni trionfalistici rassicurava i numerosi cittadini, che hanno versato da oltre un anno diverse migliaia di euro a loculo, affermando che la pratica era in dirittura d’arrivo.

Se prima potevamo pensare che fosse l’ennesimo caso di incompetenza e di cattiva amministrazione, a questo punto sospettiamo che tale “giochetto” sul cimitero faccia parte di una precisa strategia,  tendente a conservare il denaro versato anzitempo dai cittadini il più possibile nel “bilancio” comunale per tenervi iscritte delle disponibilità finanziarie e garantirne artificiosamente l’equilibrio.

Giovane Italia, vista la gravità della situazione e il crescente allarme creatosi, si rende disponibile, attraverso il proprio staff legale, a supportare gratuitamente i cittadini in una eventuale azione legale collettiva volta a tutelare i loro interessi calpestati da Cuccaro e company.

 

Pignataro Maggiore lì 22/11/12

 

Il Presidente della Giovane Italia

                                                                                                                Mario Penna

 

sabato
Nov 17,2012

GIOVANE ITALIA

Piazza Umberto I – 81052 Pignataro Maggiore (CE)

e-mail: giovaneitalia.pignataro@alice.it

 

 

OGGETTO: Partono finalmente i lavori in via Vittorio Veneto

Partono finalmente i lavori di realizzazione di una piazzetta annessa alla sede del giudice di pace e di rifacimento del manto stradale di via Vittorio Veneto. Interventi programmati, progettati e finanziati dalla precedente amministrazione comunale guidata da Giorgio Magliocca e che, solo a causa delle gravi inadempienze ed incapacità degli attuali amministratori, hanno visto luce con così tanto ritardo. In tale senso rimaniamo estremamente perplessi per i ritardi che si stanno accumulando per l’inizio dei lavori relativi all’ammodernamento delle scuole medie e quelli relativi a Piazza garibaldi. Opere queste, è meglio ricordarlo, tutto sacco della precedente amministrazione Magliocca.

L’assessore ai lavori pubblici, Cesare Cuccaro, e l’intera amministrazione comunale ancora una volta cercano di confondere i cittadini appropiandosi di idee e di progetti nati da quella compagine amministrativa che tanto fu contestata dall’attuale sindaco proprio nelle scelte riguardanti le opere pubbliche. L’unica cosa certa è che chi ci amministra oggi ancora non ha messo in cantiere un’opera e cerca di salvare la loro incapacità amministrativa grazie al lavoro svolto con passione dagli uomini dell’amministrazione Magliocca.

 

Pignataro Maggiore lì 17/11/12

 

Il Presidente della Giovane Italia

                                                                                                                Mario Penna

mercoledì
Nov 7,2012

Serafino Ambrosio e Armando Cesaro

Comunicato Stampa

 

Il 9 novembre l’On. Nitto Palma a Terzigno

 

Convegno sul tema: “I giovani con Nitto Palma  per un nuovo Pdl:

Merito, Primarie, Giustizia, Preferenze e Rinnovamento  

 

Venerdì, 9 novembre 2012, alle ore 18:30, a Terzigno (Na), presso la sede della Giovane Italia (corso Leonardo da Vinci, 161), avrà luogo il convegno sul tema:         “I giovani con Nitto Palma per un nuovo Pdl: Merito, Primarie, Giustizia, Preferenze e Rinnovamento” .

 

Interverranno:

  • Serafino Ambrosio – Vice Coordinatore Provinciale Giovane Italia
  • Domenico Auricchio – Sindaco del Comune di Terzigno
  • Pietro Smarrazzo – Coordinatore Regionale Giovane Italia
  • Armando Cesaro – Vice Coordinatore Nazionale Giovane Italia

 

Conclusioni:

  • On. Francesco Nitto Palma – Commissario Regionale del Popolo della Libertà e già Ministro della Giustizia .

 

“Le ragioni di questo incontro – afferma Serafino Ambrosio, Organizzatore dell’evento e Vice Coordinatore Provinciale Giovane Italia – sono legate all’opportunità di segnalare al mondo della politica e delle istituzioni l’indispensabilità di un metodo nuovo, non legato alla contingenza e all’occasionalità, per affrontare e risolvere i gravissimi problemi che si stanno manifestando ormai da tempo, che bloccano la crescita e lo sviluppo del nostro Paese. Purtroppo    quelli che nell’educazione vengono chiamati difetti o “disvalori” in politica sono diventati pregi e valori. Parole come Merito, Giustizia, Rinnovamento, in politica diventano umoristiche se non ridicole. Ecco perché la barriera della dignità e della coerenza, oggi, si sta spostando sempre più in là, dove una volta esisteva la vergogna”.

 

Terzigno, 6 novembre 2012

“UNA CENA PER LA CULTURA”

giovedì
Ott 25,2012

Una cena sociale, per condividere nuovi momenti di aggregazione e divertimento, sempre con uno sguardo all’ambizioso progetto di uno spazio comune per tutto il territorio. ‘La Città del Sole’ organizza per sabato 27 ottobre l’iniziativa presso il centro polivalente ‘Paolo Borsellino’ in via Italia a Pastorano. Tutto il ricavato della cena sociale andrà a finanziare la campagna “Diamo una Casa alla Cultura” per l’acquisto della struttura in via IV novembre n.4 a Pignataro Maggiore.
Il contributo di solidarietà per partecipare è di 15 euro, un piccolo ma importante gesto per sostenere questo sogno.
Saranno offerti diversi prodotti tipici della cucina tradizionale locale e la serata sarà allietata da musica, giochi e balli. Lo staff de ‘La Città del Sole’ invita tutta la cittadinanza, pignatarese e limitrofa, a prendere parte ad una manifestazione diversa, originale e di condivisione.
A questo scopo, per comunicare la propria partecipazione alla Cena Sociale è necesassrio scrivere all’indirizzo mail dell’assciazione posta@lacittadelsole.eu oppure è possibile mettersi in contatto diretto con i referenti dell’associazione.

Categories