Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘San Gregorio Matese’ Category

giovedì
Ago 9,2012
SAN GREGORIO MATESE.  Tutto pronto a San Gregorio Matese  per “Le notti dei briganti”  una tre giorni di cultura, gastronomia e musica che si svolgerà nel prossimo fine settimana nel ridente centro del Parco Regionale del Matese, nei luoghi dove più intenso fu il periodo del briganta ggio successivo all’unità d’Italia. Nel paese c’è l’antica Villa Luisa, un rigoglioso giardino botanico creato da Beniamino Caso, dove domenica pomeriggio si incontreranno quattro esperti di storia, comunicazione e scrittura, per discutere insieme su “Il ricordo del brigantaggio nella sua terra”. Una occasione unica di confronto culturale, quella voluta dagli organizzatori matesini, nella quale si cerca di superare il ricordo di episodi e gesta che a volte si ammantano di nostalgia, per ragionare sul senso ed il valore del fenomeno brigantaggio. Nella frescura pomeridiana della Villa sono chiamati a conversare Tiziana Di Monaco della Spartaco Edizioni, lo scrittore e psicologo Roberto Perrotti e Alberico Bojano, esperto del brigantaggio matesino, mentre il compito di coordinare gli interventi è affidato al giornalista Gianfrancesco D’Andrea. Come mai il brigantaggio è un argomento che riscuote tanto interesse? In che termini viene oggi affrontata quella tragica vicenda della storia meridionale?  Grazie alle specifiche competenze dei relatori, si parlerà delle diverse forme di scrittura utilizzabili per narrare la vicenda risorgimentale, affrontando il tema della produzione libraria di settore, la quale può stimolare aree diverse di cultori della materia. Non meno rilevante è l’approccio alla rilettura ed all’analisi storica delle fonti documentarie, oltre che una disamina dei meccanismi di divulgazione che a volte tralasciano la fedeltà storiografica, come accade in alcune fiction televisive. Durante l’incontro verrà anche presentato l’ultimo libro di Alberico Bojano dal titolo “Squarci di vita brigante”. Una raccolta di storie vere, imbastite in tram e dove la fantasia serve solo da collante per descrivere episodi in buona parte accaduti proprio in questa regione montuosa. La manifestazione si svolgerà a San Gregorio Matese domenica 12 agosto  nel parco comunale Villa Luisa con inizio alle ore 18,00. In serata l’incontro proseguirà attraverso un suggestivo itinerario gastronomico che animerà i vicoli del paese a cura dell’Associazione culturale Briganti del Matese con il gruppo di animazione popolare dei Pizzitrangula.
Pietro Rossi
SAN GREGORIO MATESE.  Tutto pronto a San Gregorio Matese  per “Le notti dei briganti”  una tre giorni di cultura, gastronomia e musica che si svolgerà nel prossimo fine settimana nel ridente centro del Parco Regionale del Matese, nei luoghi dove più intenso fu il periodo del briganta ggio successivo all’unità d’Italia. Nel paese c’è l’antica Villa Luisa, un rigoglioso giardino botanico creato da Beniamino Caso, dove domenica pomeriggio si incontreranno quattro esperti di storia, comunicazione e scrittura, per discutere insieme su “Il ricordo del brigantaggio nella sua terra”. Una occasione unica di confronto culturale, quella voluta dagli organizzatori matesini, nella quale si cerca di superare il ricordo di episodi e gesta che a volte si ammantano di nostalgia, per ragionare sul senso ed il valore del fenomeno brigantaggio. Nella frescura pomeridiana della Villa sono chiamati a conversare Tiziana Di Monaco della Spartaco Edizioni, lo scrittore e psicologo Roberto Perrotti e Alberico Bojano, esperto del brigantaggio matesino, mentre il compito di coordinare gli interventi è affidato al giornalista Gianfrancesco D’Andrea. Come mai il brigantaggio è un argomento che riscuote tanto interesse? In che termini viene oggi affrontata quella tragica vicenda della storia meridionale?  Grazie alle specifiche competenze dei relatori, si parlerà delle diverse forme di scrittura utilizzabili per narrare la vicenda risorgimentale, affrontando il tema della produzione libraria di settore, la quale può stimolare aree diverse di cultori della materia. Non meno rilevante è l’approccio alla rilettura ed all’analisi storica delle fonti documentarie, oltre che una disamina dei meccanismi di divulgazione che a volte tralasciano la fedeltà storiografica, come accade in alcune fiction televisive. Durante l’incontro verrà anche presentato l’ultimo libro di Alberico Bojano dal titolo “Squarci di vita brigante”. Una raccolta di storie vere, imbastite in tram e dove la fantasia serve solo da collante per descrivere episodi in buona parte accaduti proprio in questa regione montuosa. La manifestazione si svolgerà a San Gregorio Matese domenica 12 agosto  nel parco comunale Villa Luisa con inizio alle ore 18,00. In serata l’incontro proseguirà attraverso un suggestivo itinerario gastronomico che animerà i vicoli del paese a cura dell’Associazione culturale Briganti del Matese con il gruppo di animazione popolare dei Pizzitrangula.
Pietro Rossi
SAN GREGORIO MATESE.  Tutto pronto a San Gregorio Matese  per “Le notti dei briganti”  una tre giorni di cultura, gastronomia e musica che si svolgerà nel prossimo fine settimana nel ridente centro del Parco Regionale del Matese, nei luoghi dove più intenso fu il periodo del briganta ggio successivo all’unità d’Italia. Nel paese c’è l’antica Villa Luisa, un rigoglioso giardino botanico creato da Beniamino Caso, dove domenica pomeriggio si incontreranno quattro esperti di storia, comunicazione e scrittura, per discutere insieme su “Il ricordo del brigantaggio nella sua terra”. Una occasione unica di confronto culturale, quella voluta dagli organizzatori matesini, nella quale si cerca di superare il ricordo di episodi e gesta che a volte si ammantano di nostalgia, per ragionare sul senso ed il valore del fenomeno brigantaggio. Nella frescura pomeridiana della Villa sono chiamati a conversare Tiziana Di Monaco della Spartaco Edizioni, lo scrittore e psicologo Roberto Perrotti e Alberico Bojano, esperto del brigantaggio matesino, mentre il compito di coordinare gli interventi è affidato al giornalista Gianfrancesco D’Andrea. Come mai il brigantaggio è un argomento che riscuote tanto interesse? In che termini viene oggi affrontata quella tragica vicenda della storia meridionale?  Grazie alle specifiche competenze dei relatori, si parlerà delle diverse forme di scrittura utilizzabili per narrare la vicenda risorgimentale, affrontando il tema della produzione libraria di settore, la quale può stimolare aree diverse di cultori della materia. Non meno rilevante è l’approccio alla rilettura ed all’analisi storica delle fonti documentarie, oltre che una disamina dei meccanismi di divulgazione che a volte tralasciano la fedeltà storiografica, come accade in alcune fiction televisive. Durante l’incontro verrà anche presentato l’ultimo libro di Alberico Bojano dal titolo “Squarci di vita brigante”. Una raccolta di storie vere, imbastite in tram e dove la fantasia serve solo da collante per descrivere episodi in buona parte accaduti proprio in questa regione montuosa. La manifestazione si svolgerà a San Gregorio Matese domenica 12 agosto  nel parco comunale Villa Luisa con inizio alle ore 18,00. In serata l’incontro proseguirà attraverso un suggestivo itinerario gastronomico che animerà i vicoli del paese a cura dell’Associazione culturale Briganti del Matese con il gruppo di animazione popolare dei Pizzitrangula.
Pietro Rossi
giovedì
Nov 24,2011

Teodolinda Stocchetti – Sindaco di S.Gregorio Matese

SAN GREGORIO MATESE. Incrementare la qualità delle infrastrutture scolastiche, l’ecosostenibilità e la sicurezza degli edifici scolastici; potenziare le strutture per garantire la partecipazione delle persone diversamente abili e quelle finalizzate alla qualità della vita degli studenti è l’obiettivo che ha ispirato il Protocollo tra l’istituto Scolastico Comprensivo “G.Cittadino” e il Comune di San Gregorio Matese per la realizzazione dell’intervento PON – Ambienti per l’apprendimento FERS 2007/2013 – ASSE II “QUALITA’ DEGLI AMBIENTI SCOLASTICI OBIETTIVO C . Il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca (MIUR), ha emesso l’Avviso Congiunto Prot. AOODGAI/7667 del 15/06/2010 per la presentazione di piani di interventi finalizzati alla riqualificazione degli edifici scolastici pubblici in relazione all’efficienza energetica, alla messa a norma degli impianti, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla dotazione di impianti sportivi e al miglioramento dell’attrattività degli spazi scolastici negli istituti di istruzione statali del Primo e del Secondo Ciclo per il triennio 2010-201 3, rivolto alle istituzioni scolastiche ed agli enti locali proprietari degli edifici scolastici (Province e Comuni) delle Regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).In conformità a quanto previsto dall’Avviso del MIUR, l’Istituto Comprensivo “G.Cittadino” ha sottoposto al MIUR, congiuntamente al Comune di San Gregorio Matese, Proprietario dell’edificio scolastico un’istanza volta a proporre la candidatura per la richiesta  di finanziamento di un intervento relativo all’incremento della qualità delle strutture scolastiche della scuola “G.Cittadino” sita nel Comune di San Gregorio Matese. Con l’Accordo, stipulato ai sensi e per gli effetti dell’art. 15 della legge 241/1990, le Parti intendono perseguire congiuntamente il miglioramento dell’efficienza e dell’adeguatezza dell’Edificio Scolastico, stante il condiviso obiettivo di offrire agli utenti un servizio scolastico di qualità. L’Istituto Scolastico, svolgerà la funzione di stazione appaltante, in conformità alla normativa in materia di appalti pubblici, e gestirà i rapporti contrattuali con l’aggiudicatario della procedura di gara, con il supporto dell’Ente Locale in conformità a quanto previsto nell’Accordo. L’Ente Locale provvederà a svolgere la funzione di supporto giuridico-amministrativo all’Istituzione Scolastica nell’espletamento delle procedure di gara per l’acquisizione dei lavori e servizi e/o forniture funzionali alla realizzazione dell’Intervento.

Pietro Rossi

giovedì
Nov 24,2011


SAN GREGORIO MATESE. Il Comune di San Gregorio Matese in considerazione della circolare della Regione Campania prot. 1771 del 07.11.2011 avente ad oggetto: ”Dimensionamento Rete Scolastica”, con la delibera n.37 del 10 n ovembre scorso ha dichiarato la propria disponibilità a subire un ulteriore dimensionamento dell’Istituto Comprensivo “G.Cittadino”,  purché questo comporti annessioni di ulteriori plessi di comuni del Matese all’Istituto così come costituito oggi manifestando in subordine, la volontà di conservare lo stato delle cose, e quindi, un istituto Comprensivo con tre ordini di scuola (infanzia, Primaria e secondaria di primo grado) in deroga al numero degli alunni iscritti, trattandosi di comuni di montagna. Il Comune di San Gregorio Matese insieme a quello di Castello del Matese costituiscono l’Istituto Comprensivo “G.Cittadino” che ha già subito dimensionamento nell’anno scolastico 2000/2001 assumendo l’attuale fisionomia. Il provvedimento è stato necessario in quanto è opinione dell’amministrazione comunale di San Gregorio Matese   che la politica scolastica debba dare risposte adeguate alle esigenze dell’utenza ed allo stesso tempo essere parte integrante della politica di salvaguardia del territorio, di manutenzione del paesaggio, di valorizzazione delle identità culturali e considerando che per riuscire a portare la presidenza di un istituto a Castello del Matese è stata una conquista e cosa fortemente voluta soprattutto per evitare alla popolazione i disagi di dover raggiungere i centri della pianura per le iscrizioni, per le certificazioni e documentazioni varie.

Pietro Rossi

lunedì
Ago 29,2011

SAN GREGORIO MATESE. Grande successo ha riscosso la Mostra Fotografica di Daniele Bonino allestita presso l’Aula Consiliare del comune di San Gregorio Matese, sul tema: AFRICA E INDIA CON OCCHI VIANDANTI”. L’autore ha  ringraziato il Sindaco Avv. Teodolinda Stocchetti e l’Amministrazione Comunale di San Gregorio Matese per lo spazio espositivo gentilmente concesso per l’allestimento della mostra. Il Dott. Germanico Patrelli: motore trainante di inesauribile motivazione per la genesi e la realizzazione compiuta della mostra.

Il percorso proposto è stato articolato in due direttrici con L’AFR ICA SUBSAHARIANA tra Senegal, Mauritania, Mali e Guinea-Bissau e MALWA: IL CUORE DELL’INDIA da Delhi a Bombay attraverso il Madhya Pradesh, Agra, Sanchi, Mandu, Ajanta e Ellora. Le fotografie esposte hanno dato forma, luce e colore al viaggio. Viaggio inteso come scoperta di luoghi umani dove l’Altro è distante solo geograficamente. La macchina fotografica diventa così strumento di memoria e conoscenza dell’ Altro; riducendo le distanze che dovrebbero essere solo spazio-temporali. Daniele Bonino, nato a Borgomanero (NO) nel 1975, diplomato in Arti Grafiche, si orienta sensibilmente fin da giovane età verso lo studio e la realizzazione di arti figurative come la fotografia e la pittura. Privo di velleità artistiche, ma intensamente appassionato di arti e materie umanist iche che si legano indissolubilmente al proprio vivere, espone dopo alcune mostre collettive la sua prima personale.

Pietro Rossi

sabato
Lug 16,2011

Di Nunzio De Pinto

SAN GREGORIO MATESE
– Si terrà dal 18 al 20 luglio presso la struttura ricettiva di San Gregorio Matese, in località Miralago, il Campo-scuola per i ragazzi che hanno frequentato nell’anno scolastico appena concluso la I° e la II° Media. Organizzato dall’Ufficio per L’Educazione la Scuola e L’Università della Diocesi di Caserta, in collaborazione con il Comitato Zonale Provinciale di Caserta, il Campo-scuola è un’esperienza formativa ludico-ricreativa che coinvolge i ragazzi durante l’estate con attività educative per alcuni giorni. Hanno aderito al progetto educativo 36 ragazzi/e provenienti da diverse scuole e oratori della Diocesi di Caserta. Lo sport, l’animazione e momenti formativi allieteranno le giornate dei ragazzi. Anche i genitori parteciperanno fattivamente all’esperienza con un una loro visita prevista durante il campo. Intervistato don Valentino Picazio responsabile e Direttore del Campo scuola così ha dichiarato: “I campi scuola estivi organizzati dagli Oratori sono una grande esperienza educativa per tutti i ragazzi che frequentano le nostre Parrocchie. Ogni Parrocchia dovrebbe impegnarsi durante l’estate per educare anche attraverso il tempo libero i ragazzi a  stare insieme per un progetto formativo della persona. Investire in educazione è oggi ilo compito principale della Chiesa”.

martedì
Giu 7,2011

San Gregorio Matese.  Grande soddisfazione per l’elezione a Consigliere Comunale di San Gregorio Matese di  Peter De Lellis, locale commissario cittadino di Italia dei Valori, candidatosi nella lista capeggiata dall’avv. Linda Stocchetti, neo Sindaco della ridente cittadina matesina è stata espressa dal Coordinatore zonale dell’ IDV Dott. Emilio Iannotta (nella foto). De Lellis, risultato terzo tra gli eletti della propria lista, è stato nominato assessore da quest’ultima, divenendo in tal modo il primo asse ssore matesino di Italia dei Valori, e si è visto assegnare le deleghe alle politiche sociali, alle politiche giovanili, allo sport e all’istruzione. Sono certo, afferma il Dott. Iannotta,  che Peter onorerà al meglio gli impegni assunti con gli elettori e eserciterà il suo mandato con profitto e lungimiranza, mettendo a frutto la consolidata esperienza maturata in tanti anni di impegno civico sempre a fianco dei giovani, nel mondo della scuola e nello sport. Gli amici di Italia dei Valori del Matese e dell’Alto Casertano, conclude Iannotta, lo sosterranno nell’esercizio delle sue funzioni affinché sia chiaro ai cittadini che il voto riposto ai candidati di IDV è un voto speso bene perché affidato a persone competenti, affiatate e concrete.

Pietro Rossi

sabato
Giu 4,2011

SAN GREGORIO MATESE. Dopo il grande successo della prima edizione, domenica 19 giugno, AVAN MTB presenta l’evento in veste rinnovata, nuovo percorso, nuovi interventi da parte di esperti naturalisti e un’organizzazione ancora più meticolosa, grazie al patrocinio di molti enti.    il percorso è adatto anche ai neofiti, sia per la pendenza, di cui la media non supera il 5%, sia per il fondo stradale, che complessivamente rendono il percorso non impegnativo. Un percorso di 25 Km (2,1 chilometri totali in salita) che attraversa uno degli angoli più suggestivi del Parco Regionale del Matese , con dislivello di 508 metri (somma dei vari dislivelli parziali in salita). Necessario per partecipare una MTB revisionata, vestiario da MTB, casco obbligatorio e ricambio completo. Durante la passeggiata saranno previsti brevi momenti di sosta, durante i quali interverranno esperti naturalisti. Il punto di ritrovo è fissato alle Ore 9:00, presso la località Bocca della Selva.

Pietro Rossi

—-
sabato
Mag 7,2011


SAN GREGORIO MATESE. In vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale è stato presentato ufficialmente agli elettori il Programma Amministrativo della Lista “Alternativa” che presenta come candidato sindaco a San Gregorio Matese l’Avv. Giuseppe Mallardo (nella foto), già sindaco del paese negli anni ‘90. La redazione del nostro progetto politico-amministrativo, ha precisato l’Avv. Mallardo, ha come obiettivo primario la risposta a specifiche esigenze dei cittadini che derivano da maggiori aspettative in termini di qualità dei servizi offerti dal comune. E’ nostro intento intraprendere nuove modalità di allocazi one e gestione delle risorse pubbliche sia nella erogazione dei servizi, sia nel funzionamento generale della macchina amministrativa. La trasparenza e la partecipazione da parte della società civile alla vita politica ed alla gestione amministrativa del nostro comune saranno i punti cardini del nostro operare. Riguardo alla gestione economica finanziaria del Comune di San Gregorio Matese, l’Avv. Mallardo ha aggiunto, che il Bilancio comunale deve essere predisposto come uno strumento che consenta il dialogo e il confronto con i cittadini, spiegando e motivando le politiche e le attività dell’ente per riuscire a recepire informazioni, aspettative e bisogni. La Lista “Alternativa” si propone prioritariamente la salvaguardia e la tutela del territorio con adeguate iniziative e mira al potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti, cercando di realizzare un miglior conferimento degli stessi p er ottenere una riduzione dell’imposta.

Pietro Rossi

martedì
Apr 19,2011


PIEDIMONTE MATESE. Il dott. Emilio Iannotta (nella foto) Coordinatore zonale dell’ Italia dei Valori, ha comunicato che il suo partito parteciperà alla prossima tornata amministrativa con propri candidati nei comuni di Baia e Latina, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico ed Alife. A Baia e Latina è candidato il medico pediatra dott. Stefano De Cesare, già candidato alle elezioni provinciali del 2010, a sostegno della candidata Sindaco sig.ra Maria Riello, vicesindaco uscente. A San Gregorio Matese IDV candida il presidente della locale associazione di base sig. De Lellis Peter, collaboratore scolastico, a sostegno della candidata Sindaco avv. Linda Stocchetti. A San Potito Sannitico è candidata l’insegnante Della Paolera Antonella, consorte di Zerilli Massimo, figura storica del partito dipietrista a San Potito Sannitico, a sostegno dello stimatissimo prof. Filippo Cinotta. Infine ad Alife, centro più rappresentativo tra quelli dell’Alto Casertano che rinnovano le proprie Amministrazioni e che pertanto sarà preso a riferimento politico comprensoriale della prossime elezioni amministrative, Italia dei Valori, che per lungo tempo non aveva inteso partecipare ad alcun tavolo di trattative in considerazione dei tanti progetti poco limpidi e trasversali e delle tante aspirazioni personalistiche, ha inteso assicurare il proprio contributo al candidato Sindaco dott. Daniele Cirioli.

Pietro Rossi

domenica
Set 26,2010

SAN GREGIORIO MATESE – Mamme e papà costituiti in un comitato, chiedono immeiatamente l’intervento dei
politici di ogni livello per risolvere questa questione che sta divenendo annosa. La scuola è ancora occupata. Dal 15 Settembre di quest’anno, sulla base di un legge recente, si sta consumando, nel silenzio e nel disinteresse, il cosiddetto accorpamento delle classi del nostro Plesso Scolastico, ciò in nome della razionalizzazione e della lotta allo spreco che infierisce su una realtà già di per se disagiata. Non ci si vuole rendere conto, insomma, che nella soppressione di tante piccole scuole di montagna sono in gioco il destino di tante piccole comunità, la cultura e l’identità di luoghi come San Gregorio Matese. L’accorpamento, l’istituzione delle pluriclassi, strappano il bambino dalla sua cultura, distruggono la coscienza locale, tolgono libertà all’alunno, all’insegnante e all’ambiente. I genitori dei bambini, a seguito dell’occupazione del Plesso scolastico di San Gregorio Matese contrastano le decisioni riguardanti l’istituzione di due pluriclassi, ovvero: Prima e Seconda, Terza e Quarta, hanno fatto presente alle autorità competenti che il D.P.R. nr.81 del 20/03/2009, all’art.2 comma 6 recita testualmente: “I dirigenti dell’Amministrazione Scolastica e i Dirigenti Scolastici sono responsabili del rispetto dei criteri e dei parametri relativi alla formazione delle classi” e che l’art 8 del summenzionato D.P.R., dispone che:”Nelle scuole funzionanti nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle zone abitate da minoranze linguistiche, nelle aree a rischio di devianza minorile o caratterizzate dalla rilevante presenza di alunni con particolari difficoltà di apprendimento e scolarizzazione, possono essere costituite classi uniche per anno di corso e indirizzo di studi con numero di alunni inferiore a quello minimo e massimo stabilito dagli Art 10, 11 e 16″. Hanno evidenziato che l’applicazione dell’Art 8 consente, nel caso di specie, la possibilità di una deroga all’Art 10 comma 4 (Disposizioni relative alla Scuola primaria), con la quale viene disposto che le classi possono essere costituite con numero di alunni non inferiore a 10. Dal combinato disposto dei summenzionati articoli ne deriva quale logica conseguenza la possibilità di derogare al numero minimo di alunni e di costituire classi uniche per ciascuno anno di corso, evitando improponibili pluriclassi in un plesso scolastico già gravato da en ormi disagi. Pertanto, i genitori di San Gregorio Matese chiedono nelle more delle decisioni che le SS.LL. intendono adottare, continueremo ad oltranza l’occupazione del plesso scolastico di San Gregorio Matese. Inoltre, al fine di scuotere la sensibilità delle competenti autorità,si riservano di intraprendere altre forme di protesta e chiedono: l’intervento di tutte le autorità politiche, istituzionali e amministrative presenti sul territorio e deputate alla risoluzione della problematica emergente, con ogni modo e attuando tutte le strategie possibili, l’immediata applicazione del DPR n.81 del 20 marzo 2009, previa applicazione delle opportune deroghe; una maggiore autonomia dei circoli Didattici di montagna, con l’ubicazione della segreteria nel Plesso di San Gregorio Matese; Il reclutamento degli insegnanti in ambito provinciale, anzichè nazionale; l’obbligo per gli insegnanti delle scuole di montagna a rimanere in loco almeno tre anni e dei Programmi didattici che dedichino particolari attenzione agli aspetti socio-culturali del territorio.

Pietro Rossi

Categories