Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘San Marco Evangelista’ Category

venerdì
Dic 28,2012

ex sindaco Gabriele Zitiello

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – “Il sindaco Cicala non ha rinunciato a nessuna indennità al Comune di San Marco”. È quanto ha affermato l’ex primo cittadino, targato PD, Gabriele Zitiello, rispondendo al Sindaco Gabriele Cicala, che a proposito di chi gli chiedeva di rinunciare alle sue indennità invece di privare i cittadini di San Marco Evangelista delle “luminarie”. “La legge” – ha proseguito l’esponente democratico, defenestrato proprio dall’attuale sindaco quando con Zitiello ricopriva la carica di vice sindaco – “gli imponeva di scegliere: o l’indennità della Provincia o quella del Comune. Lui ha scelto quella della Provincia” – ha tenuto a sottolineare Zitiello – “forse economicamente più vantaggiosa: quindi non poteva ricevere anche quella del Comune. Comunque, anche quella della Provincia, per inciso, la pagano i contribuenti. Rinunciare, significa non ricevere alcunché, né dalla Provincia, né dal Comune. Nella precedente giunta gli assessori hanno rinunciato all’indennità piena (vuol dire che chi aveva diritto a prenderla per intero in quanto libero professionista, rinunciava alla metà). L’invito a rinunciare alle indennità” – ha aggiunto il capogruppo del Pd in Consiglio comunale – “non era rivolta solo al sindaco ma all’intera giunta che, a differenza di quella precedente, non ha rinunciato all’indennità piena. Oggi un assessore prende anche 1.000 euro al mese. Uno schiaffo per i tanti cassaintegrati e per i tanti giovani. La politica è un servizio, non una professione. Infine, tornando alla questione delle luminarie, il ragionamento è molto semplice: la solidarietà si fa con le tasche proprie, non con quelle dei cittadini” – rincara la dose Zitiello nei confronti del sindaco Cicala che aveva dichiarato di essere “un sindaco a costo zero per San Marco – “Il Natale è di tutti e proprio quando c’è così tanta crisi sarebbe stato importante non privare il paese dei simboli della tradizione e della cultura religiosa, anche come segno di speranza e di fiducia per il futuro. Così facendo, invece, la giunta ha tolto a tutti i sammarchesi per dare ad alcuni sammarchesi. Sia chiaro che riteniamo giusta la scelta del banco alimentare” – puntualizza Zitiello tanto perché nessuno possa strumentalizzare le sue parole – “Ma per aumentare i beneficiari di tale gesto di solidarietà sarebbe stato sufficiente che per un solo mese sindaco e giunta avessero donato le proprie indennità. Avrebbero così messo assieme 3-4.000 euro e noi come consiglieri di opposizione avremmo rinunciato anche ad un anno di gettone di presenza. La solidarietà, ribadisco, si fa con le proprie tasche, non con quelle dei cittadini”.

venerdì
Dic 28,2012

 

Gabriele Cicala

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – In tempi di crisi i Comuni sono costretti a stringere la cinghia e la scure si abbatte anche sulle decorazioni di Natale. E’ un periodo di crisi, in cui l’intervento pubblico non può essere più quello di prima. Ognuno sta facendo la propria parte: una parte la fa il Comune, una parte la fanno i cittadini. Così l’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Gabriele Cicala dell’Udc, ha ritenuto opportuno rinunciare alle consuete spese per gli addobbi natalizi e convogliare i fondi per le luminarie su iniziative di carattere sociale, come ad esempio, l’accordo sottoscritto con il Banco delle Opere di Carità e l’Associazione Centro di Solidarietà Giovanni Paolo II di Caserta, contribuendo con un sostegno economico dell’ammontare di 5.000 euro annui (2.500 euro per ciascuna delle due associazioni). Il sostegno alle famiglie sammarchesi bisognose sarà attuato, dalle due associazioni, mediante la consegna di 100 pacchi alimentari per sei mesi, ad altrettanti nuclei familiari, di derrate alimentari messe a disposizione dalle normali fonti di approvvigionamento quali l’industria, la distribuzione commerciale con prodotti in esubero o sovrapproduzione e destinati, altrimenti, alla distruzione. Ieri mattina, l’ex sindaco PD, Gabriele Zitiello, ha contestato a Cicala la soppressione delle luminarie che si sarebbero potuto fare se avesse rinunciato alle sue indennità. Puntuale, ed a stretto giro di posta, è giunta la precisazione, doverosa, del primo cittadino. “Il sottoscritto” – ha affermato la fascia tricolore – “purtroppo non può rinunciare ad alcuna indennità in quanto non la percepisco, sono un Sindaco a costo zero per il Comune di San Marco Evangelista. La giunta però di tasca propria” – ha tenuto a sottolineare il sindaco – “ha provveduto all’acquisto delle stelle di Natale davanti le due Chiese. Mi fa piacere che il consigliere Zitiello Gabriele sia animato da buoni propositi di rinunciare al suo gettone di presenza, il mio rammarico è che quando è stato Sindaco per due anni e mezzo ed assessore per otto anni non ha mai rinunciato ad un euro della sua cospicua indennità”. Il “j’accuse” di Cicala colpisce l’ex sindaco Zitiello come un “uppercut” che non lascia spazio alla replica. “La scelta di convogliare i fondi per gli addobbi sui servizi sociali” – ha concluso Cicala – “scaturisce dalla difficoltà del momento per tante famiglie di San Marco che versano in gravissime difficoltà economiche, e che dopo i 15 giorni di feste natalizie ritorneranno ai soliti gravi problemi di sempre ma almeno riceveranno un pacco alimentare ogni mese”.

sabato
Dic 22,2012

 

SAN MARCO EVANGELISTA – Stamattina, 23 dicembre 2012, con inizio alle ore 10.30, presso la palestra sita in via Leonardo da Vinci, l’amministrazione comunale di San Marco Evangelista, con in testa il Sindaco Gabriele Cicala, consegna una targa ricordo al giovane atleta Francesco Aiello, fresco vincitore della medaglia di bronzo ai campionati mondiali di Kick Boxing nella categoria allievi. “Abbiamo ritenuto di dovere premiare” – ha affermato soddisfatto il sindaco Cicala – “un giovane sanmarchese dalle enormi prospettive nel suo sport e che deve essere da esempio per tanti ragazzi che si avvicinano non solo a questa disciplina, ma allo sport in generale. Riteniamo che lo sport sia sempre il miglior deterrente ai mali della società contemporanea. Ben vengano nuove discipline sportive che almeno a San Marco sono ancora scarsamente diffuse”. Soddisfazione è stata espressa anche dall’Ing. Sparaco Domenico, delegato allo Sport. “Intendiamo sempre premiare i nostri concittadini che ottengono risultati rilevanti nelle varie discipline sportive” – ha affermato l’ing. Sparaco – “Per il nostro paese è un fatto molto importante che un giovane abbia ottenuto un simile risultato”. Al termine della cerimonia di premiazione ci sarà anche un’esibizione con esponenti di rilevanza nazionale.

martedì
Dic 18,2012

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – Nel corso dei giorni scorsi, “artificieri antisabotaggio” dell’Arma dei Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta sono stati presso l’istituto comprensivo “Raffaele Viviani” di San Marco Evangelista. Scopo della visita agli studenti è stata quella di sensibilizzare gli studenti sulla pericolosità dei fuochi d’artificio, problematica particolarmente avvertita in tutta la provincia. Nel corso della conferenza, gli artificieri dei Carabinieri hanno evidenziato i pericoli derivanti dall’utilizzo di manufatti pirotecnici nonché i rischi connessi alla presenza sul territorio nazionale di residuati bellici inesplosi. Al termine d’ogni incontro sono stati distribuiti agli studenti opuscoli contenenti utili notizie sui pericoli, sulla prevenzione e sulle conseguenze penali in tema di “pirotecnia”, con lo scopo di concretizzare obiettivi sulla interiorizzazione delle norme di comportamento; presa di coscienza, conoscenza, ricerca e soluzione del pericolo afferente l’utilizzo dei fuochi legali ed illegali. Gli artificieri dell’Arma hanno inoltre illustrato le varie tipologie di materiale pirotecnico attualmente in circolazione ed eseguito dimostrazioni pratiche con le attrezzature in dotazione, tra cui il “robot” per la rimozione di ordigni, proiezione di video riguardanti i principali incidenti che si possono verificare con l’utilizzo di fuochi illegali e legali. L’iniziativa intrapresa si è svolta in accordo con gli istituti scolastici interessati e raccoglie, con il passare del tempo, sempre maggiori adesioni ed ha suscitato l’interesse anche di altre Amministrazioni comunali e Centri parrocchiali.

martedì
Dic 18,2012

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – La raccolta differenziata in Città, anche se su base annua non ha raggiunto i livelli previsti dalla normativa vigente (entro il 31 dicembre 2012 la raccolta deve raggiungere il 65 per cento), sta sensibilmente migliorando e i dati danno ragione all’operato dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Gabriele Cicala. “Siamo estremamente soddisfatti dei risultati di raccolta differenziata che stiamo ottenendo dal nuovo corso di raccolta dei rifiuti iniziato ad agosto di quest’anno” – ha affermato il primo cittadino – “I risultati al momento ci danno ragione, la percentuale del mese di ottobre è stata del 56 per cento, a settembre ed agosto avevamo già superato il 47 per cento. Era da molti anni che non si varcava la soglia del 50 per cento” – ha sottolineato Cicala – “basti pensare che nel 2010 e 2011 la media annua è stata meno del 35 per cento. In questo, consentitemi, un ringraziamento particolare va agli operatori ecologici che si stanno adoperando strenuamente per una causa comune ossia elevare la percentuale di differenziata. Tale risultato” – ha concluso la fa fascia tricolore – “è sicuramente ottimo e di gran lunga migliore delle più rosee aspettative. Voglio anche evidenziare il lavoro eccezionale che sta svolgendo da vari mesi il delegato all’ecologia Giovanni Vagliviello, che con caparbietà e competenza sta affrontando la complessa problematica della raccolta di rifiuti”. “L’ottimo risultato conseguito ad ottobre” – ha affermato Giovanni Vagliviello, delegato del Sindaco all’Ecologia – “ma anche quello dei mesi precedenti, ossia agosto e luglio, non è certamente casuale o caduto dal cielo, ma deriva essenzialmente dalla scelta fatta dalla nostra amministrazione di ridurre ad un solo giorno la raccolta dell’indifferenziato ed avere iniziato contemporaneamente la raccolta del vetro porta a porta. Certamente non ci fermiamo ai dati degli ultimi tre mesi” – ha aggiunto – “che per noi sono solo un punto di partenza e non di arrivo, ma continueremo ad essere vigili sul nostro territorio per conseguire nel 2013 un importante obiettivo, ossia portare la differenziata ad una media annua superiore al 50 per cento, che è un risultato a mio avviso, con questo trend, ampiamente conseguibile”.

domenica
Dic 16,2012

Gabriele Cicala

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – Con la delibera di Giunta comunale nr. 96 del 1° dicembre scorso, l’esecutivo cittadino, diretto dal sindaco Gabriele Cicala, ha conferito all’avv. Luigi Adinolfi, con studio in Caserta, di difendere e rappresentare il Comune nel giudizio contro la sig.ra Caterina Guida, autorizzando, nel contempo, il legale di chiedere la trasposizione del ricorso in sede giurisdizionale presso il Consiglio di Stato in Roma. Con sentenza n. 1854 del 2012, il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania rigettava il ricorso avverso il comune di San Marco Evangelista presentato dalla Sig.ra Guida Caterina per l’annullamento del provvedimento intervenuto sub prot. 140 del 4 novembre 2010. Nel corso della seduta di primo grado il Comune di Via Foresta conferiva incarico all’Avv. Giuseppe Criscuolo per la difesa degli interessi del Comune. Successivamente, in data 26 novembre scorso, è pervenuto al protocollo dell’Ente la nota dell’Avv. Criscuolo avente ad oggetto: Vertenza Comune di San Marco Evangelista contro Guida Caterina –TAR Campania-Sezione VIII-Reg.n.522/11-Deliberazione di incarico della G.C. n. 6 del 19/01/2011Sentenza n. 1854/12-Comunicazione appello.” con la quale comunicava all’Amministrazione comunale il ricorso all’Ecc.mo Consiglio di Stato in Roma, effettuato dalla Sig. Guida Caterina avverso la sentenza del TAR della Campania n. 1854/2012. Visto che il ricorso riguarda la decisione della sentenza del TAR n. 1854/2012 che ha rigettato il ricorso presentato dalla controparte, il Comune sanmarchese ha ritenuto necessario ricorrere al Consiglio di Stato e per questi motivi si è affidato all’avv. Adinolfi, la cui parcella non potrà superare i 2.000 euro.

martedì
Dic 11,2012

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – Il Consorzio Unico di Bacino (C.U.B.) è in liquidazione e versa in un grave stato di disagio economico che non consentono allo stesso il regolare pagamento delle retribuzioni al personale dipendente presso i diversi comuni della provincia di Caserta, come è esplicitato dalle note del Commissario Liquidatore del CUB. Per questo motivo, il personale dipendente dal CUB ed operanti sul cantiere di San Marco Evangelista hanno nuovamente rappresentato all’Amministrazione comunale il grave stato di disagio dovuto al mancato pagamento degli emolumenti che sta compromettendo il soddisfacimento delle esigenze primarie delle rispettive famiglie, motivo per il quale hanno deciso di intraprendere lo stato di agitazione che, qualora sfociasse nell’interruzione del servizio arrecherebbe gravissimi disservizi al regolare funzionamento del servizio di raccolta dei rifiuti sul territorio casagiovese, riducendo le percentuali di raccolta differenziata da raggiungere nel corso del 2012. Infatti, in data 4 dicembre scorso, i dipendenti del CUB, del cantiere di San Marco Evangelista, si sono presentati presso la casa comunale per informare il Sindaco Cicala del grave stato di disagio che stanno attraversando e dovuto alla mancata corresponsione degli stipendi del mese di novembre 2012, nonché alcune indennità salariali pregresse, annunciando che avrebbero intrapreso lo stato di agitazione che avrebbe aggravato sicuramente la già precaria situazione dei rifiuti sul territorio sammarchese. Nel verbale d’incontro, il Sindaco ha concordato con gli operatori, che si impegnano a non intraprendere alcun stato di agitazione e ad assicurare sul territorio cittadino i necessari servizi, il pagamento di una anticipazione salariale di una somma variabile da 700 euro a 1700 euro secondo l’ammontare netto dello stipendio dei dipendenti e di una somma pro-capite di 1.000 euro da valere quale acconto sulla tredicesima mensilità, il tutto per un ammontare netto pari a 36.200 euro che verrà decurtata dall’importo del canone mensile che l’Amministrazione comunale versa al Consorzio Unico di Bacino.

mercoledì
Dic 5,2012

 Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – Scade il prossimo 11 dicembre il bando per I’assegnazione del beneficio del “Sostegno Alimentare” che prevede la corresponsione di circa 100 pacchi alimentari in quantità equa in rapporto al numero e tipologia del nucleo familiare.  A tale scopo, l’Ente Comune ha promosso un accordo, contribuendo con un sostegno economico dell’ammontare di 5.000 euro annui (2.500 euro per ciascuna delle due associazioni), con il Banco delle Opere di Carità e l’Associazione Centro di Solidarietà Giovanni Paolo II di Caserta. Il progetto: ”Programma lotta alla povertà” è teso a sostenere, con un aiuto in derrate alimentari, i nuclei familiari con una forte criticità dal punto di vista reddituale. Il sostegno alle famiglie sammarchesi bisognose sarà attuato, dalle due associazioni, mediante consegna di derrate alimentari messe a disposizione dalle normali fonti di approvvigionamento quali l’industria, la distribuzione commerciale con prodotti in esubero o sovrapproduzione e destinati, altrimenti, alla distruzione. Per quanto riguarda la concessione di “Sostegni alimentari” mensili in favore di nuclei familiari o singoli cittadini residenti nel territorio comunale che ne faranno espressa richiesta, il comune, ha indetto il bando pubblico per I’assegnazione del beneficio del “Sostegno Alimentare” che prevede la corresponsione di circa 100 pacchi alimentari in quantità equa in rapporto al numero e tipologia del nucleo familiare. Il beneficio consisterà nella consegna di un pacco al mese per ogni nucleo familiare per un periodo di tempo di numero massimo 6 mesi e il “sostegno Alimentare” conterrà “alimenti standard”, adeguati alle caratteristiche della composizione del nucleo familiare (il beneficiario non avrà facoltà di sceglierne il contenuto). Per inoltrare la richiesta, entro e non oltre il prossimo 11 dicembre 2012, i richiedenti dovranno avere la residenza nel Comune di San Marco Evangelista, essere cittadini italiani o di uno Stato aderente all’Unione Europea o di uno Stato non aderente all’Unione Europea ma con regolare permesso di soggiorno o carta di soggiorno; possedere un reddito – Modello ISEE anno 2012 (riferito al reddito 2011) non superiore a 2.000 euro.

martedì
Dic 4,2012

Gabriele Cicala

Nunzio De Pinto

 

SAN MARCO EVANGELISTA – Anche l’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Gabriele Cicala, he emesso un’ordinanza contro i lavavetri che agli incroci semaforici “pretendono” di lavare il parabrezza delle auto ferme a fronte di un “obolo”. Si tratta, e non temiamo in alcun modo di essere smentiti, di personaggi violenti, facili all’ira, e, come accertato, muniti di coltelli a serramanico che sono pronti a sfoderare ed a servirsene. Che sia contro uno di loro o contro un povero disgraziato di automobilista costretto a fermarsi al semaforo, poco importa. La gravità del gesto è inconcepibile, ma per i nostri politicanti (non usiamo la parola Politica perché è tutt’altra cosa ben più nobile) non importa nulla ed anche le forze dell’ordine (ridotti al lumicino per i famosi taglia al bilancio) possono ben poca cosa se rapportiamo il loro intervento rispetto al numero dei delitti che debbono fronteggiare quotidianamente. Ora con l’Ordinanza nr. 63 del 28 novembre scorso, il sindaco ha vietato l’offerta del servizio di pulizia vetri e similari, nonché di offerta di mercanzia varia su aree stradali ad uso pubblico nel territorio del comune di San Marco Evangelista. L’offerta di servizi di pulizia vetri o similari, nonché di mercanzia varia su sedi stradali ad uso pubblico è un fenomeno largamente diffuso sul territorio comunale, soprattutto in prossimità delle intersezioni stradali regolate da impianti semaforici e tali comportamenti, tendenti ad ottenere, in maniera più o meno palese, denaro dai conducenti dei veicoli, può ingenerare motivi di distrazione alla guida e tensione con gli utenti della strada. La sosta ovvero l’indugio di persone sulla sede stradale arreca pregiudizio al libero transito dei veicoli, tale da costituire pericolo per l’incolumità dei soggetti coinvolti. Il Sindaco, nella sua Ordinanza, ha sottolineato come esistano, in Città, apposite strutture debitamente autorizzate al lavaggio di automezzi, nonché esercizi commerciali che offrono in vendita le mercanzie proposte sulle richiamate sedi stradali ad uso pubblico. È per questi motivi che il primo cittadino ha ritenuto necessario adottare misure atte a prevenire e contrastare situazioni di pericolo per l’incolumità pubblica nonché a garantire adeguate e corrette condizioni di fruibilità della sede stradale e delle aree ad uso pubblico. L’inottemperanza all’ordine legittimamente dato da parte degli organi preposti al controllo di cessare immediatamente il comportamento illecito e di allontanarsi da tutte le strade e aree in cui vige il divieto indicato dalla presente ordinanza sarà sanzionato ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale, ferma restando l’eventuale applicazione delle sanzioni penali previste dalle leggi in vigore e di quelle amministrative previste dal codice della strada, per la violazione della presente ordinanza è stabilito l’importo del pagamento, in misura ridotta, di 50 euro, oltre al sequestro cautelare delle cose servite o destinate a commettere la violazione o che ne sono il prodotto.

martedì
Dic 4,2012

 

SAN MARCO EVANGELISTA – “Come combattiamo il lupo cattivo”. Questo il titolo dell’incontro pubblico in programma per questa mattina, mercoledì 5 dicembre, con inizio alle ore 11.00, presso la sala polivalente dell’Istituto Comprensivo “R. Viviani” di San Marco Evangelista dove interverranno fra gli altri, il Dirigente Scolastico, Professor Franco Santonastaso e il Direttore dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma ONLUS. Al centro del convegno, il Neuroblastoma, un tumore del sistema nervoso periferico che può svilupparsi con più frequenza nei bambini da zero a cinque anni di età. La malattia, la diagnosi e le cure, si parlerà di questo con il direttore dell’Associazione nata nel 1993 per iniziativa di alcuni genitori di bambini ammalati e di medici oncologi dell’Istituto “G. Gaslini” di Genova, con l’obiettivo di regalare speranza di vita ai piccoli affetti da questo tumore dell’età pediatrica e fornire sostegno alla ricerca scientifica.

Categories