Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘San Nicola La Strada’ Category

sabato
lug 28,2012

 

 

SAN NICOLA LA STRADA -La giunta va avanti con assessori privi di deleghe e senza il sostegno della maggioranza. San Nicola non merita questa paralisi”. Questo aveva scritto alcuni giorni orsono il PD che sottolineava che: “Durante l’ultima seduta consiliare, il Sindaco ed il Vice Sindaco D’Andrea sono stati nuovamente sfiduciati dai componenti la loro stessa maggioranza. Infatti, la seduta, avente all’ordine del giorno l’importante tema delle linee di indirizzo per il mutamento di destinazione d’uso a fini abitativi di edifici destinati ad uffici, non si è potuta svolgere per l’assenza di gran parte dei consiglieri del centro destra”. Il sindaco Pasquale Delli Paoli non ha esitato a rispondere, replicando così alle accuse: “Ho letto con grande stupore che sarei stato sfiduciato dalla maggioranza a seguito della mancanza di numero legale nel consiglio del 16 luglio. Mah!. È vero, è mancato il numero legale dovuto all’assenza di alcuni consiglieri, tra i quali alcuni del Pdl. Ma non era certamente questo il consiglio comunale per una verifica politica. Mi sembra che la vera verifica” – ha proseguito Delli Paoli – “già si sia fatta con l’approvazione del bilancio preventivo del 29 giugno, dove tutta la maggioranza si è espressa al fianco del sottoscritto. Giudicare in questo modo le assenze in un consiglio comunale è fantasia politica! Alcuni consiglieri erano già partiti per le vacanze. La convocazione del consiglio per il 16” – ha sottolineato la fascia tricolore – “era stata fatta nell’indecisione che la regione Campania non avesse prorogato i termini del Piano Casa. Essendo ciò avvenuto e non essendo impellente la sua approvazione, alcuni consiglieri non sono stati richiamati dai luoghi di villeggiatura. E’ successo semplicemente questo. Altre considerazioni sono fuori luogo. A breve è prevista un’altra riunione interpartitica di maggioranza per affrontare il discorso deleghe e la ripartenza politico-amministrativa. Così come da me affermato ad inizio di mandato e così come concordato con le forze politiche di maggioranza. Nel frattempo gli assessori, su mio input, continuano ad operare in attesa della ridefinizione delle materie di competenza. Sicuramente” – ha, infine, concluso Delli Paoli – “ci saranno rivisitazione di deleghe e di incarichi fiduciari. Tutto ciò nella prospettiva di un effettivo e concreto rilancio dell’azione di governo”.

sabato
lug 28,2012

 

 

SAN NICOLA LA STRADA – C’è voluta l’aggressione subita dal consigliere comunale di Caserta, Edgardo Ursomando, per smuovere i politici casertani. Infatti, il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, appena venuto a conoscenza dell’aggressione subita presso l’incrocio semaforico sito all’incrocio con Recale e San Nicola La Strada, si è immediatamente attivato per una soluzione del problema che, purtroppo, va avanti da una decina di anni senza che la Provincia ed i comuni interessati dalla spiacevole situazione (Caserta, Recale, San Nicola La Strada, Capodrise e San Marco Evangelista) si diano da fare concretamente e non solo a parole per eliminare gli incroci semaforici che sono come le “forche caudine” in cui caddero i romani. “Per un efficace sistema di sicurezza sul viale Carlo III” – si è subito affrettato ad affermare il primo cittadino della Città capoluogo, Pio De Gaudio – “serve una soluzione integrata. Lavoriamo insieme all’Amministrazione del sindaco Pasquale Delli Paoli ad ipotesi di intervento che prevedono la verifica di una mobilità più attenta ed adeguata ed a flussi ordinati e scorrevoli di traffico, anche mediante l’istituzione di rotonde, che, quanto prima, sottoporremo agli altri livelli di competenza sulla strada (vale a dire l’Amministrazione provinciale dell’On. Domenico Zinzi dell’Udc, che già da qualche anno aveva annunziato “urbi et orbi” che presto il Viale Carlo III^ sarebbe stato dotato di Rotonde). La sicurezza di viale Carlo III^” – ha aggiunto Del Gaudio – “è, insomma, non solo un problema di controllo del territorio, peraltro, all’attenzione del tavolo provinciale come gli altri del capoluogo da me evidenziati alla prefettura ed alle forze dell’ordine. Sicurezza dei cittadini e degli automobilisti in un’unica visione” – ha concluso – “a quel punto anche il disagio provocato dai lavavetri scomparirà”. Non dimentichiamo che nello stesso incrocio semaforico, alcuni mesi orsono, furono aggrediti e dovettero fare ricorso alle cure ospedaliere, anche due commissari di Pubblica Sicurezza che intervennero per aiutare una donna rimasta vittima di questi veri e propri delinquenti. Prendiamo le dichiarazioni del sindaco Pio Del Gaudio come una promessa e torneremo a ricordaglielo quando passa troppo tempo.  Nel frattempo, Del Gaudio ha annunciato, infine che gli Uffici Tecnici e Mobilità dei due Comuni, coordinati dagli ingegneri Giovanni Natale del Comune di Caserta e Lorenzo Vallone dell’amministrazione comunale di San Nicola La Strada, sono già all’opera per studiare le migliori soluzioni a quanto preordinato.

sabato
lug 28,2012

 

SAN NICOLA LA STRADA – C’era anche il sindaco di San Nicola La Strada, Pasquale Delli Paoli, alla Firema dove l’assessore regionale ai trasporti Sergio Vetrella ha annunciato i dettagli dell’accordo che dovrebbe salvare la società dalla chiusura. Regione Campania e Firema, società di progettazione, costruzione e manutenzione di materiale rotabile, hanno siglato, infatti, venerdì scorso, 28 luglio, l’accordo con cui l’ente di Palazzo Santa Lucia ha acquisito due contratti per la realizzazione di venti carrozze ferroviarie prima intestati alle sue aziende Metrocampania Nord-est e Sepsa, quasi sull’orlo del dissesto e non più in grado dar seguito alle commesse. Un accordo che apre nuove strade per la Firema anche in vista dell’acquisizione da parte di gruppi industriali. Sergio Vetrella, assessore regionale ai Trasporti ed alle Attività produttive, insieme con Ernesto Stajano, commissario straordinario dell’azienda in amministrazione controllata dal 2 agosto 2010, ha sottoscritto l’intesa nella sede aziendale in località Ponselice alla presenza dei sindaci dei comuni interessati Pio Del Gaudio (Caserta) e Delli Paoli (San Nicola la Strada), di lavoratori, sindacalisti. L’accordo sbloccherà oltre cinque milioni (5,7, ndr) che le due società di trasporti regionali avrebbero dovuto già versare alla Firema negli anni scorsi per lavori già effettuati e regolarmente fatturati. Soldi che per l’azienda, con 850 lavoratori in 4 stabilimenti sparsi in Italia (Caserta, Milano, Spello in provincia di Perugia e Tito nel Potentino) rappresentano linfa vitale: solo nello stabilimento casertano, su 400 dipendenti oltre 300 sono in cassa integrazione. Eppure la Firema ha ancora importanti clienti, come l’Ansaldo, che le ha subappaltato numerosi lavori, ad esempio per le ferrovie brasiliane, ma è anch’essa però in grave crisi, mentre quelli commissionati dalla Regione Lombardia sono stati ultimati. Dalla prossima settimana dall’assessorato regionale ai Trasporti partirà il decreto di liquidazione che andrà alla Ragioneria; auspichiamo che i tempi per il pagamento siano molto brevi. Per il futuro, Vetrella spiega che “i treni verranno pagati di volta in volta, e i soldi ci sono; in tutto circa 250 milioni di euro, ovvero 91 in seguito alla rinegoziazione dei contratti con lo Stato, oltre 100 di fondi Por e 46 per il revamping”.

sabato
lug 28,2012

 

 SAN NICOLA LA STRADA – Il caldo torrido e violento è oramai arrivato. Ora è il turno di Ulisse, l’anticiclone che ci terrà compagnia per i prossimi giorni. Ovviamente ciò che preoccupa maggiormente, a causa delle alte temperature, è la salvaguardia dei bambini e degli anziani, nonché di numerosi cittadini che anche con queste temperature continuano a fare jogging per le strade cittadine, basta dare un’occhiata alla zona Saint Gobain ed il Viale Carlo III^. “Con tempestività i volontari del Nucleo comunale di Protezione Civile di San Nicola La Strada, guidati dal coordinatore Ciro De Maio sono già all’opera dallo scorso mese di giugno”. Lo rende noto Pierluigi Schiavone, coordinatore cittadino di Grande Sud, dopo un incontro con il coordinatore del nucleo comunale Ciro De Maio sull’emergenza caldo. “La centrale operativa di Via Paul Harris” – ha spiegato Schiavone – “ha da tempo attivato il piano di emergenza comunale ed è attivo su tutto il territorio 24 ore su 24 il numero di emergenza; 0823-452242 cui tutti i cittadini sannicolesi si possono rivolgere per qualsiasi richiesta di aiuto. Inoltre” – ha proseguito l’esponente arancione – “sul territorio comunale è sempre presente un’autovettura della Protezione Civile per far fronte a qualsiasi emergenza dovuta al forte caldo ed in più si raccomanda di non esporsi al sole o praticare attività sportive nelle ore più calde. Particolare attenzione debbono prestare i cardiopatici, gli anziani, i cittadini con problemi di ipertensione, i bambini, ma, più in generale tutti i soggetti a rischio”. Schiavone ha anche portato a conoscenza che “…nei pressi dell’area pavimentata più grande della Villa Comunale “Santa Maria delle Grazie” sono in funzione i “nebulizzatori di freschezza”, sotto i quali sarà possibile rinfrescarsi mantenendo una temperatura corporea a livello di benessere. Per ottenere informazioni utili su come affrontare al meglio l’ondata di calore” – ha concluso Schiavone – “i suggerimenti ed i consigli sulle cose da non fare, è possibile consultare il sito del Nucleo di Protezione civile: http://www.protezionecivilesannicolalastrada.net/”.

venerdì
lug 27,2012

SAN NICOLA LA STRADA – Ieri pomeriggio, venerdì 27 luglio, alle 15.30, presso la sede di Firema S.p.A. (via Provinciale Appia, località Ponselice), l’assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania Sergio Vetrella, e il commissario straordinario della società Ernesto Stajano hanno illustrato alla stampa e ai lavoratori il nuovo accordo con il quale si porta definitivamente a soluzione la vicenda della realizzazione dei treni di Metrocampania Nord Est e Sepsa da parte della società casertana di progettazione, costruzione, revamping e manutenzione di materiale rotabile, attualmente in amministrazione straordinaria. “Con quest’accordo” – ha spiegato l’assessore Vetrella – “superiamo l’ultimo ostacolo che bloccava le commesse, dovuto alla difficile situazione finanziaria di Metrocampania Nord Est e Sepsa, confermando il nostro impegno per il rilancio di Firema e per il necessario ricambio della flotta dei treni del trasporto regionale con mezzi finalmente nuovi, moderni e più efficienti”.

giovedì
lug 26,2012

 

Nunzio De Pinto

 

SAN NICOLA LA STRADA – La cosiddetta “spending review” di Poste Italiane si è abbattuta anche sulla provincia di Caserta. Sono ben ventuno gli uffici sparsi sul territorio di Terra di Lavoro che rischiano la chiusura nelle prossime settimane. Dalla mannaia “ghigliottinatrice” di Poste Italiane si salverebbero i due uffici postali presenti sul territorio sannicolese, quello centrale di via Torino e quello “minuscolo” posto in via Santa Croce, a poche decine di metri dal palazzo municipale sannicolese. Quest’ultimo, a dire il vero, sembrava quello sicuramente più a rischio vista l’ubicazione, in una strada a senso unico dove sarebbe “vietato” sostare” senza causare intralci alla circolazione stradale cittadina; l’ampiezza limitata, al suo interno non possono entrare che due/tre utenti per volta; il numero degli impiegati (non esistono portalettere, questi ultimi fanno capo alla sede principale di via Torino), nell’ufficio sono presenti al massimo due dipendenti. Stando, invece, alle notizie che “furtivamente” filtrano da Poste Italiane (non si comprende bene se sono notizie diffuse ad arte per saggiare la risposta degli utenti, oppure sono notizie che qualche dipendente addentro a Poste Italiane fa uscire “di stramacchio”), potrebbero essere soppressi gli uffici di Baia e Latina, di Marcianise 3 al Tari, di Tuoro a Caserta, di Maiorano di Monte a Dragoni, di Squille a Castel Campagnano, di Messercola a Maddaloni, di Casi a Teano, di Furnolo a Teano, di Fontanelle a Teano, di Casamostra a Teano (solo a Teano sarebbe quattro gli uffici a rischio chiusura), di Ameglio a Marzano Appio, di Avezzano e Sorbello a Sessa Aurunca, di Camino a Rocca d’Evandro, di Campagnola a Marzano Appio, di Cave di Conca della Campania, di Cocuruzzo a Rocca d’Evandro. Rischiano ancora la chiusura gli uffici di Fontanaradina a Sessa Aurunca, di Gallo di Roccamonfina a Roccamonfina, di Piccilli a Tora e Piccilli, di San Martino di Sessa a Sessa Aurunca e di Vaglie a Galluccio.

mercoledì
lug 25,2012

Buon esempio di persona civile che raccoglie la cacca del proprio cane

 

Nunzio De Pinto

 

SAN NICOLA LA STRADA – A quanti di noi è capitato di camminare sui marciapiedi tenendo lo sguardo abbassato per evitare di finire con i piedi sulla “cacca” che i nostri amici a quattro zampe lasciano per strada e che i loro padroni (veri e propri maiali) non sentono la necessità di raccogliere con il kit che ciascuno di loro dovrebbe portare al seguito ? Sicuramente ogni qual volta bisogna scendere da casa per andare a fare la spesa. Eppure, sarebbe sufficiente solo la buona educazione ed il vivere da persona civile e non da “maiale”, con tutto il rispetto che si deve a quest’animale del quale non si butta via nulla. I rilevanti problemi di igiene ambientale e di potenziale pericolo determinati dalle deiezioni canine sui marciapiedi, aree verdi, parchi ed aree pubbliche in genere, nelle zone attrezzate per i bambini, nonché il grave pregiudizio al decoro della Città imputabile alle medesime, pone un serio problema all’Amministrazione comunale che si trova a combattere, con poche forze, contro l’inciviltà degli esseri umani, che, sicuramente di umano non hanno nulla. Il numero sempre crescente di cani da compagnia o da guardia posseduti dai cittadini e le reiterate segnalazioni pervenute in materia di abbandono di deiezioni canine su suolo pubblico cittadino, rende indifferibile determinare una giusta e più adeguata compatibilità tra il mantenimento dell’igiene del suolo pubblico e la detenzione di detti animali, considerato, altresì, che i cani vengono spesso lasciati in luoghi pubblici liberi e privi di custodia. I marciapiedi sono diventati preda delle deiezioni dei nostri amici a quattro zampe che vengono portati a spasso dai loro padroni. Eppure c’è una ordinanza sindacale che ordina ai proprietari dei cani di portare una palettina ed una bustina di plastica dove raccogliere il loro fisiologici bisognini. Eppure, l’area è piena di escrementi e la gente si lamenta. L’ordinanza prevede anche sanzioni pecuniarie, ma i controlli latitano. Sarebbe sufficiente disporre la presenza di controlli e, magari, multare qualche cittadino menefreghista per portare un pò di senso civico dei cittadini sannicolesi. “Usa la paletta, tieni pulito il marciapiede”, è il titolo di un’importante “campagna di sensibilizzazione nei confronti del problema delle deiezioni canine”. Allo scopo di tenere sempre più pulita la città, l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pasquale Delli Paoli, fa fatto affiggere il manifesto sui muri cittadini ed in cui si legge che “Lui è l’animale, Tu sei la bestia”. Più chiaro di così.

mercoledì
lug 25,2012

 Carmine Abblasio, Pasquale Cappiello, Stefano Cordua dopo la firma del contratto

 

SAN NICOLA LA STRADA – Dopo aver ceduto Antonio Vernillo (classe 1997) al Modena F.C., Paola Cuciniello (classe 1997) alla Cagiva Napoli Calcio Femminile A, il presidente Franco FEOLA della A.S.D. Polisportiva R. Sannicolese “Scuola Calcio “Alfonso Santucci” di San Nicola la Strada, continua la sua opera di valorizzazione dei giovani sannicolesi. L’A.S.D. Calcio giovanile, infatti, ha comunicato la chiusura di una trattativa per la cessione di tre dei suoi ragazzi. La trattativa riguarda l’attaccante Carmine Abblasio, il difensore Pasquale Cappiello ed il centrocampista Stefano Cordua, ceduti al Settore Giovanile dell’Aversa Normanna: tutti e tre classe ’98, pronti per il campionato Giovanissimi Nazionali. L’operazione è stata formalizzata lunedì scorso, 23 luglio, nella sede dell’Aversa Normanna. Erano presenti per la società professionistica, il Direttore del settore giovanile sig. Michele Orabona ed il segretario sig. Giuseppe Panico. La Pol. R. Sannicolese era rappresentata dal Presidente Franco Feola e dal segretario generale Carlo Iengo. In presenza dei genitori dei tre ragazzi, si è svolta l’operazione della cessione definitiva ai granata normanni. “Questo è un momento di grande contentezza” – ha affermato il presidente Feola – “per tutti noi della Pol. R. Sannicolese che vede alcuni dei suoi giovani atleti varcare la soglia del professionismo. Abblasio e Cordua li abbiamo visti crescere sin dai pulcini, mentre Cappiello per il primo anno ha partecipato assieme ai due suoi compagni di squadra al campionato Giovanissimi. La formazione di quest’anno è stata affidata alle cure di Adriano Grava, un tecnico molto conosciuto e stimato. Questa convocazione” – ha concluso Feola – “rappresenta per noi una grande soddisfazione per il lavoro svolto ed una gratificazione per l’impegno che ci mettiamo per la crescita dei giovani calciatori”.

martedì
lug 24,2012

Basile Francesco lista Intesa

Nunzio De Pinto

 

SAN NICOLA LA STRADA – “Il Coordinamento cittadino dei partiti di FLI, Grande Sud e la Lista Civica Intesa Democratica, esprimono viva soddisfazione per la risoluzione del problema del funzionamento dell’ascensore al 3 cappellone del civico cimitero”. È quanto hanno affermato in una nota i vertici dei tre partiti e movimenti. All’inizio del mese di luglio, venne protocollata presso gli uffici amministrativi del Comune di San Nicola la Strada, una richiesta, da parte dei direttivi dei partiti di FLI Grande Sud ed Associazione Civica “Intesa Democratica per San  Nicola”, di un intervento urgente dei tecnici per risolvere il problema del guasto all’ascensore del 3° cappellone del civico cimitero. Tale problema, si protrae ormai da vari mesi, senza che nessuno dell’Amministrazione senta il bisogno di eliminarlo, è assolutamente indispensabile per consentire ai cittadini anziani e disabili, di poter fare visita ai propri congiunti sepolti, specialmente durante questo periodo di gran caldo. “Il guasto di tale importante strumento” – hanno tenuto a sottolineare – “era stato da noi più volte segnalato alla amministrazione comunale ed, infine, con un esposto appello allo stesso sindaco. Prendiamo atto dell’intervento effettuato, che solleva i tanti Concittadini che si recano a far visita ai propri defunti, da un disagio notevole, in particolare gli anziani che erano praticamente impossibilitati a recarsi al cimitero. Prendiamo atto, altresì” – prosegue la nota – “che ancora una volta il sindaco e la sua amministrazione, hanno colpevolmente omesso di dare riscontro alle nostre sollecitazioni, evidentemente non ritenendoci interlocutori accreditati e credibili. È già successo in altra occasione, quando a fronte di una nostra richiesta ufficiale di documentazione inerente atti amministrativi pubblici, abbiamo ricevuto solo un assordante silenzio. Di tale mancanza eventualmente, chi di dovere potrà risponderne agli organi competenti quando chiamati. Di sicuro ne risponderanno agli elettori ed alle centinaia di Sannicolesi che rappresentiamo. Aspettiamo ancora di conoscere i motivi di tale lungo guasto, tre mesi circa” – hanno concluso i direttivi di Fli, Grande Sud e Intesa – “così come attendiamo risposte sui problemi segnalati alla pubblica illuminazione. Ma ciò che conta è risolvere i problemi dei Cittadini, come è nostro intendimento, che mettiamo sempre al primo posto della nostra azione politica. Non ci interessano le polemiche sterili, noi abbiamo a cuore le sorti della nostra Città.

martedì
lug 24,2012

 

 

Nunzio De Pinto

 

SAN NICOLA LA STRADA – A poco più di un mese dal versamento dell’acconto Imu si fanno i primi calcoli degli incassi. Il ministero dell’Economia ha pubblicato i dati dei versamenti della prima rata per singolo comune dopo aver diffuso quelli per ciascuna provincia. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha portato a conoscenza – con il comunicato stampa nr. 100 del 21 luglio 2012 – i dati dei versamenti IMU su base comunale aggiornati alle deleghe del 4 luglio 2012 disponibili sui siti www.mef.gov.it e www.finanze.gov.it. Per quanto riguarda il comune casertano, il Ministero ha comunicato che l’Imu del Comune di San Nicola La Strada relativa al primo acconto è la seguente: Importo di pertinenza del comune 1.347.043 euro; Importo che è andato allo Stato 927.487 euro, per un importo complessivo pari a 2.274.530 euro. In pratica, il 1.347.043 euro incassato dall’Amministrazione comunale sannicolese, a guida del sindaco Pasquale Delli Paoli, corrisponde alla quota che lo Stato avrebbe versato normalmente al Comune, né più né meno. Se si contano gli introiti in termini assoluti non ci sono grandi sorprese, guidano la classifica le metropoli: prima della lista Roma, unica che supera il miliardo di euro, seguita da Milano, con 680 milioni, Torino (428 milioni) e Napoli (317 milioni). Ma il peggio deve ancora venire perché il saldo potrebbe essere ben più alto dell’acconto. Com’è noto, infatti, la prima rata di giugno a San Nicola La Strada è stata pagata con le aliquote base del: 4 per mille sulla prima casa, 7,6 per mille sulle seconde case. L’amministrazione comunale ha tempo fino al 30 settembre per definire l’aliquota definitiva con un margine di oscillazione del +/- 0,2% per la prima casa e del +/- 0,3% per le seconde case. Questo significa che col saldo di dicembre, l’aliquota che il comune sannicolese potrebbe applicare raggiungerebbe il: 6 per mille sulla prima casa, e il 10,6 per mille sulle seconde case. Le nuove aliquote ovviamente andranno applicate non solo al saldo ma all’intero importo annuale dell’Imu, facendo lievitare l’importo da versare anche più del doppio dell’acconto. Come avete avuto modo di seguire dalle pagine del nostro quotidiano, il segretario generale del comune ha lanciato l’allarme per una serie di criticità riscontrate nel bilancio di previsione 2012, approvato lo scorso 29 giugno, ed ha in pratica chiesto al primo cittadino di correre ai ripari visto che il bilancio è stato sottostimato. Allora come fare per trovare i soldi che servono per mettere a posto i conti del comune ? Una soluzione sarebbe proprio quella di aumentare le aliquote base al 6 per mille e quelle sulle seconde cade al 10,6 per mille. Se ciò dovesse accadere, verrebbe meno l’impegno che il sindaco Delli Paoli aveva assunto con i cittadini sannicolesi: cioè di non aumentare le tasse. Sia per il sindaco che per moltissimi cittadini di San Nicola La Strada questa non è proprio una bella notizia. Infatti i contribuenti sannicolesi rischiamo di pagare un salasso a dicembre con il saldo dell’imposta immobiliare per cercare di compensare i loro errori. Insomma, un pasticcio che rischia di costare caro ai contribuenti che a dicembre saranno chiamati a versare il saldo per rimettere a posto le cose. I cittadini sono nel panico, a differenza dell’amministrazione comunale.

Categories