Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Sant’Angelo d’Alife’ Category

martedì
Nov 6,2012

Un nuovo comitato a sostegno di Matteo Renzi è nato ufficialmente anche a Sant’Angelo d’Alife, guidato oggi dal Commissario Prefetizio.

Il neonato gruppo coordinato da Patrizio Martone, volto nuovo alla politica santangiolese, sulla scia di quanto “predicato” dal Sindaco di Firenze, si sta adoperando affinché si possa creare una espressione forte – giovane e, fino ad oggi, lontana dagli scenari politici anche a Sant’Angelo d’Alife. In questo momento di crisi c’è bisogno che la partecipazione alla vita politica attiva avvenga soprattutto con i giovani. Pertanto il coordinatore Patrizio Martone, si pone a disposizione di chiunque voglia sostenere o solamente votare Renzi alle primarie. Per preregistrazioni e quant’altro c’è da sapere su come votare a giorni nascerà anche un gruppo sui social network (facebook e altri). Con il comitato di Sant’angelo d’Alife, insieme a quelli  di Alife,  San Potito Sannitico, Pignataro Maggiore e di altri che sono sorti o stanno nascendo a giorni, il Matese si pone in modo forte a sostegno del Sindaco di Firenze, e, vista la giovane età politica dei loro coordinatori, così come Matteo, il movimento vuole porre radici in previsioni future e partecipare già da oggi alla politica attiva, non snobbandola come nella maggior parte dei casi i giovani possono fare.

Se il partito democratico in queste elezioni primarie spacca in due il Matese non è difficile immaginare da che parte sia la vecchia politica.

I comitati del “Matese per Renzi”, guidati da Gianluca Pascarella e Giuseppe Santagata si incontrano martedì sera 6 Novembre a Caserta al Jolly Hotel alle ore 18 insieme agli altri coordinatori e simpatizzanti della provincia di Caserta.

 

Ecco i primi sette punti del “Nostro” Programma”:

 

1. Ritrovare la Democrazia e ridurre i costi della politica.

Dimezzare i parlamentari e i consiglieri regionali, consentire ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti, cancellare tutti i vitalizi,  abolire il finanziamento pubblico ai partiti e favorire quello privato con il 5 per mille e donazioni trasparenti. Rivedere il patto di stabilità per i Comuni e premiare quelli virtuosi.

 

2.L’Europa dal basso.

Meno tecnocrazia, più integrazione. Puntare all’elezione diretta del Presidente europeo. Vero potere legislativo al Parlamento europeo. Politica estera e difesa comuni. Programma di mobilità per far studiare all’estero il 25% degli studenti e servizio civile europeo. Rifinanziare il Fondo Sociale europeo.

 

3.Ridurre il debito pubblico.

Varare un programma di dismissioni del patrimonio statale: immobili, partecipazioni in aziende quotate e concessioni. Obiettivo: portare il debito al 107% del PIL entro 4 anni.

 

4. Una pubblica amministrazione efficiente e trasparente.

Riorganizzare la pubblica amministrazione premiando l’efficienza,  mettere in Rete tutti gli atti pubblici, tagliare 30-40 miliardi l’anno di spesa pubblica improduttiva operando su acquisti, trasferimenti alle imprese ed investimenti in grandi opere inutili.

 

5.Semplificare a 360 gradi.

Meno regole e più chiarezza in tutti i campi, dal fisco diritto di lavoro con il codice unico; una giustizia più’ rapida con meno riti e più giudici specializzati.

 

6.Combattere l’evasione e ridurre la pressione fiscale. 

Recuperare il 25 per cento dell’evasione fiscale certificata da Istat e destinare integralmente i 30 miliardi l’anno ricavati alla riduzione delle aliquote IRPEF e sul reddito di impresa.

 

7.Aumentare il potere di acquisto delle famiglie.

Detrazioni di imposta per 100 euro al mese, 1300 euro l’anno, a tutti i lavoratori dipendenti che guadagnano meno di 2000 euro netti al mese. Liberalizzare davvero per far scendere le tariffe.

 

Comitato Il “Matese per Renzi”

martedì
Apr 24,2012

Di Tommaso Crescenzo

Guida turistica Sant’Angelo D’Alife

Palazzo Windish Cre

Prodotti tipici

SANT’ANGELO D’ALIFE. Cultura e territorio sono stati il binomio vincente della settimana della cultura, promossa dal Ministero dei Beni Culturali, nel comune di S.Angelo D’Alife, luogo ideale per gli amanti della natura, dell’arte, dell’archeologia e della genuinità dei prodotti enogastronomici. Un folto gruppo di visitatori casertani giunti nel ridente paesino del Matese per l’occasione ha potuto visitare il Palazzo settecentesco dei Serra di Gerace, ora Windish-Graetz, la Chiesa di S.Maria della Valle che racchiude il capolavoro della Cappella di Sant’Antonio Abate che è stata inserita tr a le “1000 meraviglie italiane” in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia e il Castello e Borgo fortificato di Rupe Canina posto al confine tra i comuni di S.Angelo d’Alife e Raviscanina. La Settimana della Cultura è stata anche l’occasione propizia per la promozione delle bellezze e dei prodotti del territorio ai tanti turisti arrivati infatti presso i saloni della Scuola Media,  si è tenuto un convegno per presentare la Guida Turistica di Sant’Angelo d’Alife, realizzata grazie ai fondi della Misura 313 del PSR Campania 2007/2013, contenente tutte le informazioni relative al patrimonio storico-artistico ed enogastronomico del paese. Sono Intervenuti alla manifestazione la Dott.ssa Amalia Gioia della Soprintendenza per i beni culturali delle province di Caserta e Benevento e il Dott. Luigi Di Cosmo, professore di Archeologia medievale presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, che da quarant’anni studia e tutela i siti archeologici del posto. Il Sindaco  Crescenzo Di Tommaso, nel suo intervento, si è dichiarato orgoglioso che l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali abbia coinvolto anche il paese di S.Angelo d’Alife ed ha ringraziato vivamente la Dott.ssa Amalia Gioia per la particolare attenzione rivolta al patrimonio artistico e naturale presente a Sant’Angelo d’Alife. Il Vicesindaco e Assessore all’Agricoltura Michele Caporaso ha evidenziato l’importanza dell’agricoltura e le opportunità offerte dalle misure PSR Campania per lo sviluppo economico del territorio.  La serata per tutti i partecipanti si è conclusa con un ricco buffet a base di prodotti tipici locali accompagnati dall’ottimo vino “pallagrello” e dalla degustazione del rinomato olio d’oliva, strettamente biologico, delle colline santangiolesi.

Pietro Rossi


 

 

 

 

 

 

 


sabato
Apr 21,2012


Crescenzo Di Tommaso

SANT’ANGELO D’ALIFE. La settimana della cultura, promossa dal Ministero dei Beni Culturali, quest’anno coinvolge anche il comune di S.Angelo D’Alife, luogo ideale per gli amanti della natura, dell’arte, dell’archeologia e della genuinità dei prodotti enogastronomici. L’iniziativa, nata per trasmettere l’amore per l’arte e la conoscenza del grande patrimonio italiano custodito anche nei piccoli comuni, giunge quest’anno alla XIV edizione, e il caratteristico borgo matesino ci si inserisce in modo ottimale per i suoi vicoli pittoreschi, i panorami mozzafiato nel cuore del Parco Regionale del Matese e le bellissime residenze del XVIII secolo, oltre al castello normanno, circondato da pinete, che domina il paese e alla suggestiva grotta di S.Michele Arcangelo. Il 21 Aprile sarà inoltre possibile visitare il Palazzo settecentesco dei Serra di Gerace, ora Windish-Graetz, e la Chiesa di S.Maria della Valle che racchiude il capolavoro della Cappella di Sant’Antonio Abate che è stata inserita tra le “1000 meraviglie italiane” in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Alle ore 18.30, presso la Casa del Parco del Matese,  si terrà un convegno per presentare la guida turistica contenente tutte le informazioni relative al patrimonio storico-artistico ed enogastronomico del paese. Interverranno anche la Dott.ssa Amalia Gioia della Soprintendenza per i beni culturali delle province di Caserta e Benevento e il Dott. Luigi Di Cosmo, professore di Archeologia medievale presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, che da quarant’anni studia e tutela i siti archeologici del posto. Il Sindaco Avv.Crescenzo Di Tommaso, orgoglioso che l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali abbia coinvolto anche il paese di S.Angelo d’Alife, ha ringraziato vivamente la Dott.ssa Amalia Gioia per la particolare attenzione rivolta al patrimonio artistico e naturale presente a Sant’Angelo d’Alife.

sabato
Nov 26,2011


San’angelo d’Alife.Quelli che – Gruppo Folk Chigli rè nà vota” è una Associazione  finalizzata alla valorizzazione delle tradizioni popolari locali nella loro essenza storica e culturale, in perfetta sinergia con la promozione del proprio territorio. Tra le varie attività propone in particolare il Mercatino di Natale che è il luogo ideale per vivere un’atmosfera ricca di emozioni, sapori, colori e odori prenatalizi. In esso si propone, ai cittadini e agli ospiti, un ricco programma alla riscoperta delle tradizioni locali. Dopo una passeggiata tra le innumerevoli bancarelle di prodotti artigianali locali, si scopre il borgo antico, che richiama alla mente una storia millenaria e la poesia della semplicità, basata sui valori veri della vita. Sulla scia della rivalutazione delle tradizioni popolari si inserisce il Gruppo Folk, che si impegna nel ricercare, valorizzare e far conoscere, proponendo delle manifestazioni per diffondere la cultura del popolo santangiolese attraverso balli, canti, poesie e atti di vita quotidiana d’altri tempi. L’associazione si impegna a tutelare il patrimonio delle tradizioni popolari, le quali devono necessariamente essere salvaguardate affinche’ non muoiano, affinche’ le generazioni che verranno non dimentichino mai la propria origine e non confondano la propria identita’.

Pietro Rossi

mercoledì
Nov 9,2011

SANT’ANGELO D’ALIFE. Ferve dal nove ottobre scorso, data dell’inaugurazione ufficiale, l’attività della la sede di ARDEA – Onlus Presso la “Casa del Parco Regionale del Matese” sita in Sant’Angelo d’Alife. In questi primi 20 giorni sono stati compiuti alcuni passi importanti nelle direzione di un pieno utilizzo della struttura come un centro multifunzionale e multidisciplinare teso a supportare tutte le attività che favoriscano la conoscenza, la conservazione e la promozione del territorio inserito nel Parco Regionale del Matese. In tempi record 5 giorni, ha ricordato il Dott. Rosario Balestrieri referente del progetto, abbiamo allestito nella nostra stanza una mostra sulla fauna del Matese, con particolare riferimento alla classe degli Aves; sono stati costruiti tre tavoli informativi, in cui attraverso reperti, testi, strumentazione tecnica e video esplicativi sono state trattate le tematiche riferite al Bracconaggio e l’uccellagione, i protocolli di monitoraggio per lo studio della fauna e sulla bibliografia ornitologica Italiana. Tali percorsi informativi sono stati seg uiti con interesse dai numerosissimi ospiti intervenuti il giorno 16 ottobre per la Prima Mostra Mercato del Tartufo del Matese organizzata dall’Associazione micologica del Matese.
Il 20-21 ottobre 2011 il Parco Regionale del Matese ha ospitato l’escursione interdisciplinare con esercitazioni di campo, dei laureandi in Scienze della Natura dell’Università Federico II di Napoli. In questi due giorni, sono stati condotti numerosi sopralluoghi tesi a conoscere le caratteristiche geologiche, geomorfologiche, botaniche e zoologiche del Massiccio del Matese. I laureandi sono stati ospitati nella “Casa del Parco” dove hanno approfondito, attraverso carte geologiche e documentazione tecnica, le argomentazioni trattate in campo. Esaminate inoltre le tematiche legate all’avifauna del Matese, alle tecniche di censimento, e alle problematiche di conservazione legate al bracconaggio nell’ambito del percorso di reperti presenti nella sede dell’associazione ARDEA ONLUS. Di grande interesse è stato il confronto fra i laureandi e il Presidente del Parco Regionale del Matese Giuseppe Falco, il quale ha esposto le peculiarità e le bellezze dell’area protetta, invitando l’Università e i futuri tecnici del settore, a collaborare per l’obiettivo comune: “Conoscere per Conservare”.  Nel mese in corso avrà inizio un corso per conoscere e riconoscere l’avifauna del Matese.
Pietro Rossi

lunedì
Ott 10,2011

COMUNICATO STAMPA


Sagra dei Prodotti Tipici
con concorso fotografico  e di pittura estemporanea.
degustazioni, itinerari guidati
(14-15-16/10/2011)

Il Comune di Sant’ Angelo d’ Alife, con la partecipazione dell”Ente Parco del Matese organizza per i giorni 14-15 e 16 Ottobre 2011 la “Sagra dei Prodotti Tipici” con Concorso Fotografico e di Pittura Estemporanea.
La  Manifestazione rientra nell’ambito del progetto di realizzazione di Itinerari Turistici ed Eventi per il Comune di Sant’Angelo d’Alife, finanziato dal PSR Campania 2007/2013 Misura 313.
La “Sagra dei Prodotti Tipici” si svolgerà nella Villa Comunale. I prodotti sono selezionati dalle aziende del luogo con preferenza agli allevamenti bovini, bufalini e suini, la produzione di olio, ed il celebre Tarallo Gigante. Lo spettacolo folkloristico del gruppo locale “Chigli re’ na vota” darà una nota musicale all’evento con canti e balli di piazza. Nei  giorni della sagra di Sabato e Domenica i visitatori potranno usufruire della possibilità di una visita guidata lungo il percorso cittadino e sul Castello di Rupe Canina, attraverso un itinerario di sapori e cultura.

Itinerari da prenotare con mail a santangeloeventi@gmail.com  o presentarsi in Villa Comunale allo stand dedicato.

1)    Chiese aperte,da fare a piedi,
2)Visita ai siti archeologici -Grotta di San Michele – Castello – Criptoportico,  usufruendo di un pulmino messo a disposizione dall’amministrazione. ( appuntamento presso la villa comunale).
All’interno della Manifestazione si svolgeranno anche due concorsi: uno fotografico l’altro di pittura estemporanea.
IL Concorso Fotografico dal tema “I Volti,il lavoro, le mani della storia: Un paese da vivere” ed  Il Concorso di Pittura Estemporanea dal tema “Sant’Angelo d’Alife: paesaggio rurale, beni culturali”saranno un mezzo per far in modo che i partecipanti si possano soffermare sulle attività lavorative agricole ed artigianali presenti in paese, ritraendo in modo particolare volti e mani che lavorano e producono.
L’evento completa una weekend ricco di sapori a sant’Angelo d’Alife che vedrà anche lo svolgimento della Mostra/Mercato di Tartufi e di Cose di Tartufo, con la presenza di esperti tartufai che esaudiranno le mille curiosità su questo profumato mondo.

Di seguito il Programma completo della Manifestazione:

Venerdì

Svolgimento Concorsi

Ore 17,00
Allestimento Stand Gatronomici

Sabato

•    Ore 11 e Ore 17

Visita guidata presso il Castello di Rupecanina e altre emergenze monumentali di Sant’Angelo d’Alife;

•    Ore 17

Apertura stand;

•    Ore 21.30

Spettacolo folkloristico di “Chigli re na vota”.

Domenica

Allestimento foto e quadri in pannellatura espositiva in Villa;

•    Ore 11 e Ore 17
•    Visita guidata presso il Castello di Rupecanina e altre emergenze monumentali di Sant’Angelo d’Alife;

•    Ore 17

Apertura stand;

•    Ore 19

Verdetto delle giurie sui concorsi e premiazione.

Per maggiori Informazioni:
Mail : santangeloeventi@gmail.com
La Segreteria Organizzativa

giovedì
Ott 6,2011


SANT’ANGELO D’ALIFE. L’Associazione Ardea Onlus, Associazione per la Ricerca, la Divulgazione e l’Educazione Ambientale, inaugurerà il 9 ottobre  alle ore 18:00, presso la sede della Casa del Parco, in via Roma a Sant’Angelo d’Alife, una nuova sede dell’Ardea Onlus. Ardea Onlus opera nell’ambito della conservazione, della gestione del patrimonio naturale e culturale e della divulgazione naturalistica al fine di conoscere e conservare il territorio e i suoi equilibri. La sede sarà utilizzata come centro studi dell’avi-fauna ma tesina, come luogo di ricerca scientifica applicata alla conservazione della biodiversità e come punto di riferimento per  la gestione delle risorse naturali. La sede sarà inoltre luogo d’incontro nel quale organizzare corsi e percorsi formativi per le scuole del territorio al fine di accrescere la sensibilità e la comunicazione sulle tematiche ambientali che rendono il Parco Regionale del Matese un “forziere” della biodiversità.”

Pietro Rossi

martedì
Ott 4,2011

Il Matese ha finalmente il suo primo “Albero della Pace”. Svoltasi cerimonia di collocazione Targa d’intitolazione delmprimo Alibero della Pace nel Parco del Matese S.Angelo d’Alife(Ce)- Il Matese ha finalmente il suo primo “Albero della Pace“. Il 4 Ottobre Festa di S. Francesco D’Assisi patrono d’Italia, giornata per eccellenza dedicata alla Pace e all’ecologia, alla presenza di una folta rappresenzanza degli alunni dell’Istituto comprensivo, della dirigente scolastica dott.ssa Clotilde Riccitelli, del Sindaco di S. Angelo di Alife avv Crescenzo di Tommaso e amministrazione comunale, della rappresentante del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III ML” Agnese Ginocchio, del parroco don Mario Rega, del rappresentante di Legambiente Caserta dott. Nicola D’ Angerio e di Michele Vecchio rappresentante del gruppo organizzativo della scorsa Marcia per la Pace svoltasi nel Borgo Matesino, si é svolta con grande raccoglimento e profonda commozione da parte dei giovani e dei presenti la cerimonia di collocazione della targa d’intitolazione del primo “Albero della Pace” nel cuore verde del Parco regionale del Matese. Si tratta dell’albero di ulivo che fu donato dalla Comunità Montana del Matese retta da Fabrizio Pepe, che fu piantato proprio durante la Marcia per la Pace dello scorso 11 settembre in memoria dei caduti di tutte le guerre, del terrorismo e delle stragi nel mondo. La bellissima targa raffigurante la “Colomba della Pace” con il ramoscello di ulivo, é stata realizzata dall’architetto Angelo Rossolino. Gli alunni, sono stati i protagonisti della giornata, dopo il bellissimo ed inciviso messaggio educatico sull’ impegno per la Pace che va coltivata ogni giorno mediante le azioni, i comportamenti e l’abbattimento di muri intorno a noi, lanciato dalla Dirigente scolastica dott.ssa Riccitelli, hanno declamato dei bellissimi pensieri sulla Pace da loro scritti, poi a seguire dopo la benedizione della Targa da parte del parroco don Mario Rega, sempre presente e sensibile a questi eventi di Pace,  hanno deposto intorno all’albero dei sassi colorati formando una piccola aiuola di Pace.Il Sindaco crescenzo Di Tommaso nel portare i suoi saluti così si  espresso: ” Nel ringraziare tutti voi presenti, porgo un saluto particolare ad Agnese e alla preside che hanno mostrato grande sensibilità alla tematica dell’ecologia e della pace. Non poteva essere scelto giorno migliore di oggi 4 Ottobre. Infatti ricordiamo San Francesco quale testimone della salvaguardia del creato e pertanto paladino della pace. Tema, quello della pace, intimamente correlato a quello dell’ambiente perchè non si può vivere in un mondo pieno di pace se non c’è rispetto per l’ambiente. Colgo l’occasione per invitare gli alunni qui presenti, che sono il nostro futuro, a cominciare un percorso di salvaguardia dell’ambiente, in particolare qui nel nostro paese che fa parte del Parco regionale del Matese; parco che, per le sue caratteristiche, può essere considerato tra i più belli d’Italia.I nvito infine le famiglie e gli insegnanti a continuare il percorso educativo volto a far diventare le nuove generazioni dei “buoni cittadini” perchè si tratta non di “insegnare quello che si deve pensare” ma di “insegnare a pensare”. Grazie ancora a tutti, con la speranza di ritrovarci qui ogni anno a testimoniare i traguardi che raggiungeremo con l’impegno e la collaborazione di tutti. Perchè, ricordate!, solo l’unione e quindi la pace e la fratellanza, consentono il miglioramento delle condizioni di vita di una società”. Bellissima giornata all’insegna di un sole sfolgorante e di un cielo azzurrissimo, segno di benedizione del cielo per il dono della Pace che a tutti gli effetti ha  gettato il suo seme nel Matese e che ora deve crescere in sinergia di quell’ Albero piantato nel borgo matesino santangiolese, che dalla festa del santo poverello di Assisi diventa a tutti gli effetti portavoce e capostipite del messaggio di Pace e di salvaguardia del Creato da diffondere in tutto il Matese, “affinché anche la nostra terra- ha riferito la Testimonial della Pace Agnese Ginocchio-  possa trasformarsi presto in una Terra di Pace. Ma c’é bisogno di lavorare tanto perché ciò avvenga!”. La manifestazione é stata promossa dal “Movimento internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato-III ML” e patrocinata dal Comune di S. Angelo d’Alife. (Comunicato stampa)

mercoledì
Set 14,2011

Grandissima partecipazione e commozione alla Marcia per

la Pace e alla Piantumazione del primo albero per la Pace

nel Parco del Matese in memoria del 10 anniversario

dell’attentato alle Torri Gemelle.

S. Angelo d’Alife(Ce)- Nell’antico borgo matesino si é acceso un grande fuoco, il  “Fuoco della Pace”. Qualcuno di fronte a quello che si é visto ha esclamato di trovarsi di fronte ad un miracolo. Beh, un indubbio segnale dei tempi, un “miracolo” scaturito da un profondo desiderio di Pace nato in quella parte del popolo del Matese che si conserva ancora genuina e ricca di valori. Domenica 11 settembre nell’antico Borgo  matesino santangiolese che ha ospitato di recente le sacre reliquie del santo papa Celestino V, si é svolta la Marcia per la Pace nella memoria storica dell’attentato alle Torri gemelle -Twin Towers in  New York(USA), che costò circa 3000 vittime all’America, e che quest’anno ne é ricorso il decimo anniversario. L’evento, al quale é seguita la piantumazione del primo “Albero per la Pace” nel parco Regionale del Matese” é stato promosso dal “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato- III Millennio” in collaborazione con i giovani delle associazioni locali che hanno lavorato attivamente per la buona riuscita della manifestazione. L’evento che si é svolto é stato patrocinato dal Comune di S. Angelo d’Alife, dalla Comunità Montana del Matese e dall’ Ente Parco Regionale del Matese. Grandissima partecipazione della popolazione, famiglie intere, persone di tutte le età si sono viste scendere in piazza, in particolare si é vista la massiccia presenza dei giovani residenti dei vari rioni del borgo matesino. Centinaia e centinaia di persone sono scese in piazza nel piccolo Borgo di per manifestare la propria volontà di Pace. Un’ evento del genere, come già definito da molti, non ha avuto precedenti nella zona del Matese e segna l’inizio di un nuovo percorso: la volontà di Pace in tutti innata e ricercata, specie ora che i tempi e le notizie diramate dai media si fanno sempre più fitte e tenebrose. Ogni giorno infatti, continuano a moltiplicarsi fatti di violenza, di crisi, di guerre, di povertà e di indifferenza nel mondo che stanno completamente  lacerando l’umanità conducendo il mondo alla deriva. Ora  più che mai c’é  urgente bisogno di riportare un’ ondata di Pace generale! Per leggere la cronistoria con il video e le foto dell’ intera manifestazione (impossibile raccntare tutto in poche righe) collegarsi al sito del Movimento per la Pace: http://movimentopaceambasciatori.blogspot.com (da segreteria Movimento per la Pace)
martedì
Set 13,2011

Sant’angelo D’Alife. Bellissima la manifestazione per la Pace svoltasi nel borgo matesino di S. Angelo d’Alife , in occasione della commemorazione del 10° anniversario dell’ Attentato alle Torri gemelle. Massiccia partecipazione alla Marcia della PACE soprattutto da parte dei giovani , commovente la cerimonia di piantumazione dell’ Albero della PACE, l’accensione della fiaccola e del Cero della Pace, a seguire finale con Jam sessione per la Pace con tutti gli artisti che vi hanno aderito. Non si cono parole, ha commentato Agnese Ginocchio del Movimento per la Pace, per esprimere un profondo ringraziamento ai GIOVANI delle Associazioni che hanno aderito (nella foto )che si sono dati tanto da fare per la buona ruscita della MANIFESTAZIONE. I giovani santangiolesi si sono distinti, hanno preso seriamente e a cuore l’argomento, se ne sono fatti promotori portavoci in prima persona, si sono impegnati al massimo percché si potesse raggiungere il risultato che tutti abbiamo visto! Il tutto messo su in pochissime settimane, senza aiuti economici, ma mossi solo dallo spirito di Buona Volontà e di PACE che questi GIOVANI hanno dimostrato di possedere pienamente. Cari “Amici” per me é stato un “onore” avervi conosciuti, aver condiviso con voi questi momenti forti, che nella nostra zona del Matese non si sono mai svolti. Insieme abbiamo celebrato la storia, l’impegno, il lavoro per una più che giusta e nobile causa che si chiama “PACE” , un’ evento del genere nel Matese non ha precedenti. A voi il merito di esserne stati i protagonisti e i capostipiti. Voi giovani di Sant’angelo d’ Alife, ha ribadito  Ginocchio, siete stati e siete d’esempio per tutti i giovani del Matese. Rappresentate la parte più bella e più importante di tutti tutti noi, perché rappresentate il futuro. siete un’enorme risorsa di speranza e di Pace per tutti noi, siamo orgogliosi di avervi scoperti, grazie a voi potremo dare ragione al nostro credo, al nosttro impegno per la Pace senza se e senza ma…Quello di ieri é stato un’indubbio segno dei tempi che stanno cambiando, non lasciamocelo scappare, coltiviamolo così come quella bellissima piantina di ulivo, l’ulivo della Pace, che é stata piantata nella villetta comunale, in un punto strategico visibile a tutti i passanti. L’ Albero della Pace crescerà con le nostre azioni di bene, di tolleranza, di comunione, di informazione, di impegno e di attenzione per i problemi che ci circondano! A voi tutti con gratitudine, amicizia e stima, vada un sentito e profondo ringraziamento nel nome e nel segno della PACE, di cui vi siete fatti promotori! Grazie infinite per avere risposto “SI” ed esservi così impegnati a realizzare un piccolo e grande “Miracolo di Pace” nel nostro bellissimo e verde Parco del Matese! Un sentito ringraziamento anche ai Capirione che si sono a loro volta impegnati a coinvolgere e a far partecipare alla manifestazione la popolazione santangiolese, Indispensabile é stato l’ aiuto e la collaborazione di tutti per la buona riuscita dell’Evento. (By: Agnese Ginocchio- Movimento I. per la Pace e la Salvaguardia del Creato-III ML ” ) 12 Settembre 2011*** La Manifestazione é stata patrocinata dal: COMUNE di S. ANGELO d’ALIFE, dalla COMUNITA’ MONTANA del MATESE, dall’ Ente Parco del MATESE, ed é stata promossa dal “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del CREATO-III Millennio” della provincia. Hanno aderito e lavorato attivamente per la buona riuscita della Manifestazione le seguenti associazioni(nella foto in alto i rappresentanti) FORUM GIOVANI S. Angelo di Alife; Azione Cattolica S. Angelo d’Alife; Ass culturale sportiva A.V.A.N. MTB; CTA(Centro Turistico Acli) S. Angelo d’Alife; SEL ( S. Angelo d’Alife); Ass. A.C.S.C. (Ippovie, i cavalieri del Matese). Alla Marcia per la Pace e alla cerimonia commovente di piatumazione dell’ “Albero della PACE” benedetto dal parroco di S. Angelo d’Alife don Mario REGA,(che si ringrazia per la disponibilità) sono stati presenti e partecipato ufficialmente con le fasce istituzionali: Il Sindaco di S. Angelo d’Alife Crescenzo Di Tommaso, con l’amministrazione di S. Angelo d’Alife, il Sindaco di Alife Giuseppe Avecone, il Presidente del Parco Regionale del Matese Pino FALCO, il presidente della Comunità Montana del Matese Fabrizio PEPE; che ci ha offerto la piantina dell’ulivo della Pace, il primo Albero della Pace che é stato piantato nel Parco del Matese.

Categories