Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Spettacolo’ Category

lunedì
Set 8,2014

 1

 

 

APERITIV – VIN JAZZ:

SI CHIUDE IN BELLEZZA DOMENICA 14 SETTEMBRE ALLE 19.00

CON MARIO ROMANO QUARTIERI JAZZ ENSEMBLE TRA NEAPOLITAN GIPSY JAZZ E VINO DELLA TERRA DEGLI DEI

ALL’AZIENDA VITIVINICOLA MONTESPINA A POZZUOLI

 

Torna l’appuntamento con Malazè edizione 2014, che propone un gustoso gemellaggio tra enogastronomia ed eventi culturali, all’insegna della valorizzazione del territorio flegreo e delle sue tradizioni, con il recupero di antichi sapori e mestieri.

Proprio per questo non poteva mancare all’appello il sound di Mario Romano Quartieri Jazz nell’ambito della rassegna Aperitiv- Vin Jazz / Jazz In Vigna .

L’appuntamento è per domenica 14 settembre alle ore 19.00 con il concerto di Mario Romano Quartieri Jazz nella formazione dell’Ensemble (http://kimera6.wix.com/quartierijazz)  )con Mario Romano alla chitarra, Luigi Esposito al piano, Ciro Imperato al basso ed Emiliano Barrella alla batteria.

Il concerto, che chiude la rassegna di quest’anno, che coniuga Jazz and Wine, sarà preceduta dalla visita all’azienda vitivinicola Montespina dei Fratelli Iovino, in programma dalle 18.00 alle 19.00.

La rassegna Aperitiv- Vin Jazz / Jazz In Vigna  è nata dalla collaborazione tra l’Associazione Jazz & Conversation ed il Pozzuoli Jazz Festival e torna dopo il grande successo riportato nell’edizione 2012 (l’esordio giovedì 11 settembre con la visita alla struttura dei Fratelli Mirabella, situata nello splendido scenario del lago D’Averno).

La serata di domenica 14 settembre, secondo quanto ribadisce Antimo Civero dell’associazione Jazz & Conversation, si caratterizza per “l’incontro” tra la cultura enogastronomica e la musica.

Un mix di sicuro successo caratterizzato dalla visita al vigneto e all’azienda vitivinicola , la degustazione di prodotti tipici locali annaffiata da vino, falanghina e piedi rosso, e…” last but not least”.. la Musica! Si proprio quella vera, autentica, forte… con la M maiusola.

Il perché di questa scelta all’insegna dell’elevata qualità con una piccola quota di partecipazione (10 euro all inclusive: mangia bevi ed ascolta), è presto detto.

“Il connubio – spiega Civero – è stato studiato ad hoc e reso a portata di tutte le tasche perché dobbiamo farcela, non possiamo arrenderci e lo possiamo fare solo tutti insieme. Ci tocca risalire la china è lo strumento per farlo è l’autodifesa culturale. Poi c’è il versante edonistico, della ricerca di un piacere autentico, che coinvolga tutti i sensi: gusto, udito e vista. Stanno così bene insieme….enogastronomia e musica in scenari unici, meravigliosi”.

 

 

LA MUSICA

La serata in compagnia dei mario Romano Quartieri Jazz Ensemble, oltre ad alcuni brani tratti dal lavoro discografico ‘E strade che portano a mare, da Rum e Speranzella a Cerca ‘e me capì passando per Valzer alla Madonna e Mambo Italiano, sarà anche occasione per presentare 3 brani tratti dal nuovo disco “Le Quattro giornate di Napoli

Si tratta del brano che dà il titolo all’album, seguito dalla dolcezza di Cammen e dalla forza esplosiva di Vesuvia.

“Devo dire – sottolinea Mario Romano – che per il secondo disco avevo immaginato un lavoro più tranquillo dopo il primo pieno di rabbia, ma i tempi sono quelli che sono, e la rabbia cresce sempre di più purtroppo, e questo ovviamente suscita in noi di riflesso emozioni musicali della stessa portata del primo lavoro… Intendiamo raccontare ancora una volta quello che siamo, figli di Napoli che non si vogliono affatto abbattere per il clima quotidiano, anzi… La parola d’ordine è proprio resistere, da qui il titolo dell’album… Ne verremo fuori sicuramente”

LA LOCATION

L’azienda Vitivinicola Montespina dei Fratelli Iovino (partner della serata) si affaccia sul bellissimo Golfo di Pozzuoli. E’ circondata da 2,5 ettari di vigneti, dalle cui uve si ricava un profumato nettare degli dei: Piedirosso e Falanghina.

 

Per voi un po’ di suggestioni in musica per cominciare a far vibrare le corde dell’anima:

 

https://www.facebook.com/video.php?v=10202968236342736&fref=nf (Le quattro giornate di Napoli)

 

https://www.youtube.com/watch?v=Ka4-zCjSW6U&feature=youtu.be (Cammen)

 

https://www.youtube.com/watch?v=rgLZqan66ek&feature=youtu.be (Vesuvia)

 

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni: 3356684161, 3405258825, info@pozzuolijazzfestival.it

 

 

Ufficio Stampa di Mario Quartieri Jazz: Dr.ssa Tania Sabatino,

 

Mobile: 3205741842, e-mail: ufficiostampaquartierijazz@gmail.com,

lunedì
Set 8,2014

 1

 

Soddisfazione tra gli organizzatori. Laudando: “Ad ogni edizione lasciamo un segno positivo di valorizzazione di questa splendida zona”

2 bis

 

Nonostante la concomitanza con altri eventi e manifestazioni, sia in Valle Caudina che nel resto della provincia sannita, la rassegna “Riscopriamo il Borgo”, organizzata dalla Pro Loco di Airola, con la collaborazione degli abitanti-volontari del rione Borgo e del Comune di Airola, taglia il traguardo della quarta edizione forte di un successo notevole in termini di affluenza di visitatori. In circa quattromila, tra sabato 6 e domenica 7 settembre, hanno affollato vicoli e viuzze del centro storico di Airola (Benevento), tra mercatini del riciclo, mostre di pittura, giochi popolari, stand enogastronomici, musica folk, balli di gruppo e iniziativi per i più piccoli. Il momento di maggiore attesa, come da ormai tre anni a questa parte, è stato l’incendio del Ciuccio, antico rito propiziatorio della civiltà contadina airolana, a cui hanno assistito spettatori provenienti dall’intera Campania.

3

Siamo fieri di aver creduto in questo evento e posso fin d’ora affermare che la mia associazione investirà energie e risorse ulteriori negli anni a venire”, dichiara Ivo Visciano, presidente della Pro Loco airolana. “Arte, tradizioni, folclore, mestieri, gastronomia, ospitalità: come recita il tag dell’evento, sono queste le forze trainanti del territorio, sulle quali impostare un’idea di futuro”, conclude il numero uno del sodalizio caudino.

4

Siamo andati oltre ogni più rosea aspettativa, il che conferma che la strada intrapresa è quella giusta”, commenta a caldo Bartolomeo Laudando, ideatore e animatore della kermesse airolana. “La nostra manifestazione si caratterizza per due punti di forza che la differenziano da iniziative simili. In primo luogo, abbiamo scelto una direzione chiara, all’insegna del territorio e delle sue possibilità di valorizzazione, sulla base delle tipicità locali: arte, cultura, storia, tradizioni popolari, enogastromia a km 0; d’altro canto, Riscopriamo non è solo intrattenimento e festa, ma si fonda sull’obiettivo di restituire, in primis agli stessi abitanti del rione Borgo e quindi alla cittadinanza airolana e a tutti i caudini, un pezzo di questo paesaggio: così dopo la riapertura, a distanza di 60 anni, della Chiesa di San Lorenzo (2011), dopo la riscoperta del rito del ciuccio e la messa in sicurezza dell’area verde dei Giardini sopra San Michele a Portanova (2012), dopo l’apposizione dei lampioni in ghisa ai lati della Chiesa di San Lorenzo (2013), quest’anno abbiamo restaurato la storica fontanella di piazza Borgo. Un altro pezzo di territorio e di storia che ritorna ad Airola, auspicando che le istituzioni si impegnino maggiormente per fare delle nostre ricchezze artistiche, paesaggistiche e culturali si trasformino in volano di sviluppo economico”, conclude Laudando.

5

Da segnalare, in maniera ancor più intensa rispetto alle precedenti edizioni, la massiccia adesione degli abitanti del Borgo, molti dei quali hanno fornito tempo, impegno, lavoro e competenze professionali, in maniera volontaria e del tutto gratuita, per l’ottimale riuscita della manifestazione.

6 bis

Intanto gli organizzatori hanno già la testa alla quinta edizione, programmata per settembre 2015, in cui, agli eventi oramai consolidati, si affiancherà un ulteriore lavoro di riscoperta, restauro e valorizzazione di scorci e angoli nascosti del Borgo e dintorni.

8

7

lunedì
Set 8,2014

1

Trionfo finale per “Settembre al Borgo 2014”:

in 6 mila a Casertavecchia per Hevia e Avitabile

Areni lancia l’allarme: “Salviamo la nostra cultura”

 2 bis

Mille e più persone in piazza all’una di notte. Un piccolo miracolo ha concluso la 44 esima edizione di “Settembre al Borgo” domenica 7 settembre. Come un pifferaio di Hamelin, Hevia ha richiamato giovani e famiglie in piazza del Vescovado a Casertavecchia per il concerto notturno – e conclusivo – della manifestazione. Un successo nel successo di una giornata che ha ospitato 6 mila visitatori e ha visto avvicendarsi per le vie del Borgo, nel Duomo (stracolmo per l’Exeredati Mundi di Enzo Avitabile) e sul palcoscenico in piazza musicisti, attori, performer. La “Festa al borgo Pantagruel” ha regalato emozioni un po’ a tutti: i bambini hanno seguito l’itinerario fiabesco del gruppo “La mansarda”, gli amanti del ‘700 hanno ascoltato “La voce del barocco”. Poi i Taranterrae, Avitabile, la Banda Borbonica, King Naat Veliov and the Original Kocani Orkestar e la compagnia Gli Ipocriti con “Il Varietà” hanno guidato la festa fino a mezzanotte, quando sul palco sono apparsi Hevia e il suo trio.

3

I dati del festival sono importanti: tra il 29 agosto e il 7 settembre Casertavecchia è stata visitata da 15 mila persone circa, tra pubblico pagante e visitatori per gli spettacoli gratuiti. Un bilancio più che positivo per il direttore artistico Nunzio Areni che dice:

“Da Casertavecchia parte un grande grido: basta con le musiche in tournée. I festival sono un’altra cosa, non una macedonia di date acquistate tra il mucchio delle offerte da discount. Abbiamo offerto un altro progetto e abbiamo tutte le carte in regola per andare avanti se comprendiamo che dobbiamo salvaguardare la nostra cultura, promuovere i nostri luoghi e costruirvi intorno la possibilità di creare nuovo turismo e opportunità per i giovani”.

4

 Fa eco il Presidente della Provincia Domenico Zinzi: “La 44esima edizione del Settembre al Borgo si chiude con un bilancio molto positivo in termini di partecipazione e di interesse manifestato dal pubblico. La gente ha apprezzato il ritorno alle origini per quel che riguarda l’offerta culturale ed artistica proposta quest’anno e questo era uno dei nostri principali obiettivi. Va ancora sottolineato come in questa edizione residenti ed operatori del Borgo siano stati maggiormente coinvolti in tutte le numerose iniziative svoltesi in questi dieci giorni. “Settembre al Borgo” è Casertavecchia ed è il messaggio che, con la 44esima edizione della rassegna, è stato efficacemente lanciato e recepito. La‘Festa del Borgo’ che ha animato i vicoli del centro per l’intera giornata di domenica ne è stato l’esempio più lampante. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato con impegno al Festival, a partire dal direttore artistico, Nunzio Areni. Ora l’obiettivo di tutti deve essere quello di valorizzare e sfruttare le enormi potenzialità di Casertavecchia, non solo durante questa manifestazione ma organizzando momenti di promozione territoriale che consentano al Borgo di diventare un formidabile attrattore turistico.”

5

L’edizione 2014 del festival ha offerto spettacoli unici come l’omaggio di Giorgio Albertazzi a William Shakespeare, una produzione appositamente creata per Casertavecchia come “Eduardiana” che ha visto sul palco sei primedonne del teatro italiano (Lina Sastri, Alessandro Preziosi, Michele Placido, Mariangela D’Abbraccio, Serena Autieri e Albertazzi), le date uniche in Italia dei Les Trois Magnifiques e dei Los Vivancos. Senza dimenticare i “tutto esaurito” per Eduardo De Crescenzo e Renzo Arbore.

6 bis

 “Ho creduto in un progetto di rinascita di un luogo, in nome di quell’identità per cui tutti sono venuti e hanno dato il proprio contributo – afferma Areni -. Ogni artista si è sentito coinvolto e mi chiede quale sarà il prosieguo della rassegna. E’ la massima soddisfazione che potessi ottenere. Mentre erano sul palco gli attori di ‘Eduardiana’ erano increduli, non riuscivano a crederci, hanno capito che anche con poco tempo a disposizione era possibile stare insieme. Sono le cose che un direttore artistico vuole sentirsi dire”.

7

8

Livia Iervolino

Ufficio Comunicazione Nunzio Areni

 

 

 

 

 

 

 

sabato
Set 6,2014
2
10 ore di world music, folk e teatro a Casertavecchia

 

Dopo 10 giorni di musica, danza e teatro cala il sipario sulla 44 esima edizione di “Settembre al Borgo”. Il direttore artistico Nunzio Areni ha concepito l’ultimo giorno della rassegna come un enorme filo rosso che tiene in vita il borgo. Il fil rouge delle arti si intitola “Festa al borgo Pantagruel”. Si tratta di sette spettacoli che cominceranno alle 11.00 per terminare a notte fonda.

3

Il percorso inizierà in Piazza Duomo alle 11.00 con “La mansarda teatro ragazzi”, un itinerario fiabesco che coniuga natura e letteratura.

Un’ora dopo al Duomo ci sarà “La voce del barocco”, cantate e sonate del ‘700 italiano con Minni Diodati, Tommaso Rossi, Mario Ricciardi, Pierfrancesco Borrelli e Leonardo Massa.

4

Il pomeriggio si aprirà con i Taranterrae (“terre della tarantella e della tammurriata”) alle 17.30  in Piazza Duomo. I giovani musicisti casertani ripropongono lo spirito della tradizione orale dei canti di intere generazioni.

Enzo Avitabile sarà protagonista alle 18.00 al Duomo con “Exeredati Mundi”, un’opera sinfonica che prende le sembianze di cantata scenica per coro orchestra e voce recitante. “La mia opera – afferma il cantautore partenopeo – è un inno rap ai diseredati. Rispetta le grandi opere del passato ma si muove liberamente in quanto a forma e contenuti”.

5

Dalle 20.00 alle 20.30 nelle vie del borgo si esibiranno King Naat Veliov and the Original Kocani Orkestar, seguiti dalla Banda Borbonica che proporrà un itinerario di canti popolari del Regno delle due Sicilie.

La “Festa al borgo Pantegrul” si concluderà alle 24.00 in piazza Duomo con il “gaitero” Hevia. Josè Angel Hevia proporrà il repertorio dell’ultimo album “Obsession” in versione acustica. L’artista spagnolo darà spazio a inediti e interpretazioni con la classica cornamusa. In questo percorso in cui saranno rivisitate le tradizioni asturiane, Hevia, tra gli inventori della “gaita MIDI” (Musical Instrument Digital Interface), sarà accompagnato da Josuè Santos al piano acustico e dalla sorella Maria Josè Hevia alle percussioni tradizionali.

6

Livia Iervolino

Ufficio Comunicazione Nunzio Areni

366/3929601
sabato
Set 6,2014

  2

 

 

SABATO 13 SETTEMBRE 2014 A PARTIRE DALLE ORE 22.00 GRANDE SERATA IN MUSICA ALL’AQUA FRIENDS DI BRUSCIANO IN VIA G. AMENDOLA 19 CON GIULIANA PAGANO (SINGER) EMILIANO ACHITO (PIANO) DARIO GUIDOBALDI (DRUMS)    

Sabato 13 settembre a partire dalle ore 22.00 all’Aqa Friend di Brusciano (via G. Amendola, 19, 80031) è in programma una grande serata in musica.   Una sera all’insegna della musica di qualità coniugata al divertimento intenso.   L’evento, infatti, sarà animato dalla voce di Giuliana Pagano (www.giulianapagano.com ), dai giochi in note che si muovono sui tasti bianchi e neri del piano di Emiliano Achito, e dai virtuosismi  di Dario Guidobaldi alle percussioni.   La serata è organizzata in collaborazione con l’associazione Napoli Accoglie, presieduta da Rosa Vallefuoco, una realtà che si propone di valorizzare il territorio di Napoli e provincia e le strutture che su di esso operano, attraverso lo strumento dei vari volti della cultura e del divertimento “sano”.

Una serata, quindi, adatta a tutte le età, che saprà divertire i giovani in maniera trasversale e aiutare gli adulti a rilassarsi ed a staccare dal tran tran quotidiano.   L’ingresso alla serata è gratuito (free entry) .   Per chi volesse è poi possibile gustare uno speciale menu preparato dallo chef dell’Aqa Friend ed offerto ad uno special price di 16 euro in tre varianti: panino friends o stinco di maiale alla birra io straccetti di maiale con la polente. Tutti e tre i menu sono accompagnati da croccanti patatine e bibita a scelta.   Piccoli piaceri gastronomici accompagnati dalle note.   LA LOCATION   AQA FRIENDS nasce dall’idea di riscoprire il piacere del rincontrarsi e della convivialità, passando del tempo in un luogo accogliente.   Si tratta di un risto-bar situato all’interno del complesso AQAvion.

La struttura è completata da un complesso sportivo con vasche olimpioniche ed una beauty farm. Un rapporto imprescindibile con lo sport e l’acqua fonte di vita che si ritrova anche nelle architetture del locale, caratterizzate da linee pulite ed essenziali che trovano la loro più alta espressione nella controsoffittatura a fascioni di altezze differenti.   Il sistema di illuminazione, creato ad hoc, rende l’atmosfera soffusa e magica. Infatti, se da un lato le luci esaltano l’orizzontalità delle linee architettoniche e ne valorizzano la flessuosità, che ricorda un corpo che scivola tra le acque, dall’altro tingono la sala con toni morbidi e caldi. Il locale è stato ideato per creare momenti di relax adatti a scandire le varie fasi della giornata: dalla colazione al brunch, dall’aperitivo al dopo cena.

Un locale che lascia al cliente la piena scelta di come rilassarsi e di come gestire gli spazi. Tante, infatti, le possibilità offerte per accomodarsi: dai divanetti agli snack, passando per i tavoli e il bancone.   La parola d’ordine, quindi, è divertimento in libertà     BREVI BIOGRAFIE DEGLI ARTISTI   Giuliana Pagano   Cantante, è attualmente impegnata in “J. Napoleone”, un progetto elettronico che utilizza anche strumenti acustici ed elettrici come il pianoforte, il basso/contrabbasso, la chitarra classica, acustica o elettrica, archi, vari strumenti a fiato. Giuliana Pagano nel suo nuovo progetto, si presenta in veste di Singer– Dub Master-Remixer DJ. Il vasto repertorio riproduce il sound glamour e raffinato della musica Lounge, Chillout, R&B, Groove-Jazz, Soulful, remixato in tempo reale con l’ausilio dell’elettronica, regalando momenti di relax e di tendenza. “J. Napoleone” ospita i principali musicisti italiani ed internazionali.   Emiliano Achito   Giovane  e valente tastierista, da poco diplomatosi al conservatorio. Distintosi nella sua classe per la sua alchimia con la tastiera, sa trasportare l’ascoltatore in un mondo abitato da suoni magici e suadenti, dando vita, anima e sangue, ad un moderno canto delle sirene.   Dario Guidobaldi   Partenopeo, classe 1976, studia col maestro Umberto Guarino e Salvatore Tranchini. Segue con interesse seminari con Peter Erskine , Peppe Basile, Maurizio Dei Lazzaretti, Sonny Emory, Agostino Marangolo, Ettore Fioravanti, Agostino Mennella, Massimo Manzi e corsi di musica  d’insieme con Francesco Nastro, Francesco D’ Errico, Marco Sannini,  Piero De Asmundis, Dave Liebman, P.Leveratto, Furio di Castri, Paolo Birro, Stefano Battaglia, Gianluigi Trovesi. Si distingue in rassegne jazz e festival tra i quali  Campania jazz, Euromeet jazz festival, Sorrento Jazz, Auditorium Parco della Musica di Roma, Catanzaro Jazz Festival, Jazz in Puglia, Nick La Rocca jazz festival, Lioni Jazz, Pomigliano Jazz, Brass and Strings Jazz Festival, Piano City.   Per immergersi nelle atmosfere del loro sound frutto di un sapiente equilibrio di note :   https://www.youtube.com/watch?v=ayRX2PL7eb4#t=10 (Giuliana Pagano)   https://www.youtube.com/watch?v=F8WOlztdFqE (Dario Guidobaldi)     Per maggiori informazioni sull’evento musicale: Associazione Napoli Accoglie Cell: 3665058831, e-mail: napoliaccoglie@libero.it   Per prenotare: Aqa Friends, via G. Amendola 19, Brusciano Tel: 081-5199534, e-mail info@aquaavion.it   Ufficio Stampa Associazione Napoli Accoglie: Dr.ssa Tania Sabatino Ph. 3205741842 E-mail: ufficiostampanapoliaccoglie@gmail.com

sabato
Set 6,2014

1

 

Compagnia teatrale

“IE COMUNIETA'”

 

Sabato, 6 settembre, alle 20.30, nel parcheggio di via Roma. Regia di Di Maio

 

RECALE. I ragazzi della compagnia teatrale “IE COMUNIETA'”, della parrocchia del Santissimo Salvatore di Recale, in occasione dei festeggiamenti del Sacro Cuore, il 6 settembre, alle 20.30, nel parcheggio di via Roma, porteranno in scena la commedia di Eduardo Scarpetta “Duje marit mbrugliune”. La compagnia, quest’anno, è totalmente rinnovata: in scena ci saranno giovani e rampanti attori, di età compresa tra i 15 e i 20 anni; i ragazzi motivati che non vedono l’ora di farsi conoscere dalla comunità recalese. Grazie all’incoraggiamento dal parroco don Silvio Verdoliva, hanno accettato con entusiasmo la proposta di recitare da soli, senza i veterani della compagnia, anche se un pizzico di timore di non farcela o di non essere alla pari di chi in passato ha recitato, l’hanno manifestato. «Hanno lavorato sodo – assicura il regista Gabriele Di Maio – e alla fine sono riusciti a ottenere un discreto risultato; sono al loro esordio come gruppo, è una squadra nuova, e come tutte le squadre, usando una metafora calcistica, si deve ancora amalgamare. Come la vecchia compagnia, anche i giovani attori non reciteranno per avere risultato o per la gloria personale, ma sono ben consapevoli che il teatro per loro è momento di crescita e di divertimento nello stare insieme». L’opera che sarà presentata è una classica commedia degli equivoci scarpettiana, dove la gelosia la fa da padrone. «Felice – racconta Di Maio – giovane imprenditore di cotone, dedito al lavoro, ogni tanto si concede delle scappatelle amorose; la moglie Rosina, innamorata e sicura della fedeltà del marito, non osa pensare che il marito la possa tradire, fino a quando l’amica Lucia la convince a scrivere una lettera in cui gli dà un appuntamento a un veglione». Sul finale, colto in flagranza, Felice è costretto a chiedere perdono alla moglie Rosina. Commedia brillante ed elaborata, ma nello stesso tempo breve e non stancante.

 

Recale, 5 agosto 2014

 

 

Compagnia teatrale

“IE COMUNIETA'”

 

 

venerdì
Set 5,2014

2

 

 Arbore come Springsteen: chi ieri sera era a Casertavecchia ha assistito a una lunga maratona di musica dal vivo. In quasi tre ore e mezzo di spettacolo lo showman, accompagnato dall’Orchestra Italiana, ha presentato i grandi classici della canzone partenopea in un teatro della Torre stracolmo. Il concerto è terminato con l’esecuzione di un classico arboriano, “Cacao Meravigliao”.

Di successo in successo, domani, sabato 6 settembre, il teatro della Torre attende Eduardo De Crescenzo e le sue “Essenze Jazz”. Il concerto si terrà alle 20,45 nel teatro della Torre. Ancora disponibili pochi biglietti in vendita presso Ticketteria e al botteghino della rassegna nel borgo.

 

Casertavecchia si prepara all’ evento conclusivo proponendo una lunga giornata di eventi. Il direttore artistico Nunzio Areni come per3 l’apertura, ha scelto una chiusura dedicata interamente alla valorizzazione dell’antico borgo.

Ecco  il perché della “Festa al borgo Pantagruel”. Si tratta di sette spettacoli che cominceranno alle 11.00 per terminare a notte fonda.

Il percorso inizierà in Piazza Duomo alle 11.00 con “La mansarda teatro ragazzi”, un itinerario fiabesco che coniuga natura e letteratura.

Un’ora dopo al Duomo ci sarà “La voce del barocco”. Cantate e sonate del ‘700 italiano con Minni Diodati, Tommaso Rossi, Mario Ricciardi, Pierfrancesco Borrelli e Leonardo Massa.

Il pomeriggio si aprirà con i Taranterrae (“terre della tarantella e della tammurriata”) alle 17.30  in Piazza Duomo.  Giovani musicisti casertani, ripropongono lo spirito della tradizione orale dei canti di intere generazioni.

Enzo Avitabile sarà protagonista alle 18.00 al Duomo con “Exeredati Mundi”, un’opera sinfonica che prende le sembianze di  una cantata scenica per coro orchestra e voce recitante.

Dalle 20.00 alle 20.30 nelle vie del borgo si esibiranno King Naat Veliov and the Original Kocani Orkestar, seguiti dalla Banda Borbonico che proporrà un itinerario di canti popolari del Regno delle due Sicilie.

La “Festa al borgo Pantegrul” si concluderà alle 24.00 in piazza Duomo con il “gaitero” Hevia. Josè Angel Hevia proporrà il repertorio dell’ultimo album “Obsession” in versione acustica.

Livia Iervolino

Ufficio Comunicazione Nunzio Areni

366/3929601

venerdì
Set 5,2014

2

Torna Bellezza e Sicurezza il programma condotto dai giovani presentatori Elena Starace e Claudio Belardo. I due annunciano grandi novità, pur precisando che resterà invariata la formula di base che ha contribuito al successo delle passate edizioni. Il programma innovativo prevederà un concorso di bellezza in cui i primi classificati invece delle classiche corone vinceranno i caschi per le motociclette, sensibilizzandone l”utilizzo. Verrà riservato molto spazio all’informazione, fra gli ospiti del salotto ci sarà anche Alberto Negro comandante della Polizia Municipale di Caserta, ma non mancheranno momenti d’intrattenimento e gosspi con ospiti provenienti dalle trasmissioni più popolari di Canale 5, fra i quali Alessandro Marino del Grande Fratello e Roberta Festa di Uomini e Donne, la bionda napoletana tutto pepe.
Lo show sarà trasmesso dalla prossima settimana in due puntate dall’emittente Julie Italia (Canale 19 del digitale terrestre), a breve sarà comunicato il palinsesto. Vi mostriamo i conduttori Elena Starace e Claudio Belardo fotografati da Luca Cordua.

1

3

 

giovedì
Set 4,2014

1

E A “SETTEMBRE AL BORGO” ARRIVA IL CICLONE ARBORE

GRANDE ATTESA PER IL FLAMENCO ESTREMO DEI LOS VIVANCOS

 

“Questo borgo è bellissimo, mi ricorda quando c’era Spoleto:  con questa nuova idea di festival qui si respira la cultura, un qualcosa di vibrante che si sente nell’aria”. Così Giorgio Albertazzi nella sua lezione shakespeariana con la quale martedì 2 settembre ha inchiodato sulle sedie del Duomo di Casertavecchia gli spettatori.

Il grande Seduttore a 91 anni ha tenuto una recitatio magistralis con la sua rielaborazione del Grande Bardo. Il suo Amleto, la sua interpretazione del discorso di Marco Antonio dal “Giulio Cesare”, perfino le citazioni di Flaiano hanno stupito la platea. Poi – a sorpresa –  ha citato Mario Martone e il suo film in gara a Venezia, “Il Giovane favoloso” augurandogli successo al botteghino perché “anche il film precedente era interessante”. E qui l’omaggio al regista napoletano ha poi citato  Leopardi con una interpretazione toccante dell’ “Infinito”.

La corsa del festival diretto da Nunzio Areni non si ferma. Dopo due pezzi unici come “La grande notte shakespeariana” ed “Eduardiana”, il festival domani, giovedì 4 settembre, ospita al teatro della Torre il recital di Renzo Arbore e della sua Orchestra Italiana (costo del biglietto (20 euro più i diritti di prevendita). Lo spettacolo si preannuncia come un successo di pubblico oltre che una certezza artistica. In programma infatti c’è un repertorio di classici della canzone napoletana visti e rivisti con la sensibilità da ‘primo della classe’.

Conto alla rovescia anche per un’altra esclusiva del festival. I Los Vivancos affascineranno  il pubblico del teatro Torre di Casertavecchia venerdì 5 settembre alle ore 20.45 nella loro unica tappa italiana. “Aeternum” è il loro ultimo show che ha emozionato i teatri e i festival di tutto il mondo, Stati Uniti compresi. Una novità assoluta che non mancherà di trascinare e coinvolgere il pubblico campano. Lo spettacolo esplora i limiti del soprannaturale, fondendo flamenco, danza, arti marziali e magia.

Livia Iervolino

Ufficio Comunicazione Nunzio Areni

366/3929601

lunedì
Set 1,2014

1

 

 A causa dei temporali abbattutisi sulla Campania oggi e per venire anche  incontro alle numerose richieste dei fan di Eduardo De Crescenzo, la direzione di “Settembre Al Borgo” ha deciso di annullare il concerto “Essenze Jazz”, in programma questa sera alle 20,45 nel teatro della Torre (la struttura è all’aperto), e di rimandarlo a sabato 6 settembre alla stessa ora. Per rispondere alla pressante richiesta dei fan, infatti, sono stati aggiunti altri posti in platea. I biglietti sono in vendita presso Ticketteria (0823 – 35 33 36) e lo sbigliettamento posizionato al Teatro Torre. Quelli già acquistati saranno validi anche per la data di sabato.

Categories