Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Sport’ Category

sabato
Set 6,2014
1

 

Manca poco per la prima edizione degli “INVICTUS GAMES”, i giochi paralimpici militari organizzati dalla Royal Foundation voluta dal Principe Harry d’Inghilterra , che si terranno dal 10 al 14 settembre prossimo a Londra. L’Italia non mancherà a questo importante appuntamento, grazie anche all’impegno del Ministero della Difesa che ha firmato un protocollo d’intesa con il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e che da sempre crede all’importanza del binomio tra sport  disabilità, per facilitare la pratica sportiva a tutti i militari rimasti feriti in servizio.

La squadra italiana, in partenza per Londra domani 7 settembre, è stata ricevuta nei giorni scorsi dal Presidente della Repubblica GIORGIO NAPOLITANO e dal ministro della Difesa ROBERTA PINOTTI, che ha consegnato al capitano e alfiere della squadra, il TEN. COLONNELLO GIANFRANCO PAGLIA, la bandiera italiana. Al ricevimento del Tricolore, la Medaglia d’Oro al Valor Militare Gianfranco Paglia ha dichiarato: “gli Invictus Games rappresentano una nuova sfida e un nuovo modo per continuare a servire il Paese. Abbiamo dimostrato il massimo impegno sempre in tutte le occasioni in cui come soldati siamo stati chiamati ad intervenire e continueremo a farlo anche a Londra, sebbene in maniera diversa, per portare avanti una battaglia di impegno civile e sociale.

Come sempre, prima ancora del risultato, – afferma Gianfranco Paglia – quello che conta è la determinazione e volontà di dare tutto il possibile facendo il proprio dovere di uomini, soldati ed atleti”.

L’Italia sarà insieme ad altri quattordici paesi agli Invictus Games, che vedranno oltre 400 atleti provenienti da Afghanistan, Stati Uniti, Francia e Nuova Zelanda per citarne alcuni, sfidarsi in nove discipline paralimpiche: atletica, basket in carrozzina, ciclismo, sollevamento pesi, canottaggio coperto, tiro con l’arco, nuoto, pallavolo da seduti e rugby in carrozzina, presso il Queen Elisabeth Olympic Park e il Lee Valey Athletics Centre.

La squadra italiana in partenza per Londra oltre che dal tenente colonnello Gianfranco Paglia sarà composta dal tenente colonnello Alessandro Albamonte, tenente colonnello Roberto Punzo, tenente colonnello Marco Iannuzzi, maggiore Pasquale Barriera, tenente colonnello Fabio Tomasulo, maresciallo Bonaventura Bove, maresciallo Giovanni Dati, caporale maggiore scelto Moreno Marchetti, caporale maggiore scelto Monica Contrafatto, caporale maggiore scelto Andrea Tomasello, primo caporale maggiore Domenico Russo e l’ appuntato Loreto Di Loreto.

 

È stato realizzato un video che presenta la squadra italiana, in cui vip del mondo dello spettacolo, sport e giornalismo leggono la poesia Invictus di William Hernst.

http://youtu.be/WQIGvYMxAU4 

 

Livia Iervolino
Addetta Stampa Ten. Col.Gianfranco Paglia
sabato
Set 6,2014

                                                                                    

 1

 

(Luise Antonio) – Doppia seduta di allenamenti. Corsa, pesi, palestra, esercizi, addominali, tecnica, tattica, schemi. Hard work in casa rosanero. Qui si costruiscono le fondamenta per i successi del futuro. Sono giorni di grande sudore anche per Claudia Torchia. La talentuosa centrale calabrese, a quattro mesi dal delicato intervento ai legamenti del crociato, è tornata in gruppo ed è pronta a riprendersi ciò che il destino ha minacciato levargli.

 

“ Sto meglio, mi sento bene. Il peggio è passato. L’anno trascorso non è stato dei più semplici. Squadra e Scuola nuova.  In entrambe ci stavo benissimo. Poi il grave infortunio ha guastato tutto. Mi sono fermata proprio nel momento in cui cominciavo a girare a pieno regime. Le stampelle, l’operazione, la rieducazione e, nonostante il forte dolore al ginocchio, avevo lo studio da portare avanti, gli impacchi di ghiaccio e le terapie .Ho stretto i denti. Ho trascorso la prima parte dell’estate alternandomi tra i libri ed il centro di fisioterapia. Per fortuna sono riuscita ad ottenere il diploma ed oggi sono qui con le mie compagne ad allenarmi”.

 

Allora doppia festa  

 

“ Assolutamente. Nella vita tutto serve. Quello che ho passato mi è servito molto per una mia crescita personale.  Ora sono concentrata sulla nuova stagione che verrà e sugli allenamenti. Certo devo ancora fare attenzione per determinati movimenti ed in palestra non sovraccarico troppo il ginocchio, ma nel complesso faccio le stesse cose delle mie compagne e ciò è per me motivo di grande gioia”.

 

La prima settimana di lavoro volge al termine. Che sensazioni hai avuto?

 

“Senza dubbio buone. Devo dire che la società ha fatto un egregio lavoro. Sono arrivate giocatrici di straordinario talento. Alcune giovani, altre più esperte. Agli allenamenti si respira una bella aria. Ci impegniamo tutti con serietà e dedizione. Tra noi si è subito istaurato un buon feeling. Con tutte siamo riuscite a ritagliarci anche piacevoli momenti di svago e sono sicura che riusciremo anche in questa stagione a creare un solido gruppo. Del resto lo spogliatoio unito è sempre stato il valore aggiunto di questa squadra”.

 

Rispetto al campionato scorso sono arrivate sei giocatrici nuove, Monfreda ha solo l’imbarazzo della scelta su chi mandare in campo

 

“ Non è una frase fatta, ma avere tanta concorrenza è sicuramente una cosa positiva. Prima di tutti obbliga noi a dare sempre il massimo, poi ci da la possibilità di sostenere allenamenti ad alta intensità e poi, aspetto da non trascurare, avere l’opportunità di confrontarsi con atlete che hanno avuto già esperienza nella massima serie è cosa decisamente importante”.

 

Già, la serie A. Tra un paio di mesi anche per te ci sarà l’atteso e meritato esordio nel volley nazionale

 

“Vivo questa attesa con curiosità ed ansia. Come del resto per tutte le cose nuove. Certamente il gioco nella massima serie tecnicamente e fisicamente richiede un impegno maggiore. Il livello è più alto e per esserne all’altezza occorre tanto lavoro in palestra. Tutte noi siamo consapevoli delle difficoltà che ci attendono, ma parimenti sappiamo che con l’entusiasmo, la dedizione, l’impegno e l’unità di intenti, potremo raggiungere tutti i nostri obiettivi”.

 

In bocca al lupo Claudia, ben tornata. Affila le tue ali, rulla il tuo motore e vai, riprendi il tuo volo.

sabato
Set 6,2014

1

 

Il Club Scherma San Nicola aderisce all’iniziativa promozionale della Federazione Italiana Scherma, prevista per domenica 7 settembre 2014, quando le società affiliate in Italia, le Federazioni ed i club schermistici di tutto il mondo metteranno in scena il più grande flash-mob di scherma mai realizzato. A San Nicola la Strada l’evento avrà luogo a partire dalle 11,00 in piazza Municipio ed all’interno della Villa Comunale. “L’obiettivo dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di San Nicola La Strada, – ha spiegato il Maestro Mario Renzulli, presidente del Club Scherma San Nicola –  è  promuovere la scherma nel periodo dell’anno in cui ricomincia la stagione sportiva e far conoscere ai cittadini questo splendido sport. Invitiamo comunque appassionati e curiosi a recarsi anche presso la nostra palestra in viale Carlo III presso l’ex CIAPI, a San Nicola la Strada, per assistere ai nostri allenamenti quotidiani”.

Italia – Olanda: Notte da Record

  • Filed under: Sport
venerdì
Set 5,2014

2

 

di Elisa Cacciapuoti

 

Conte vince al debutto.

De Rossi realizza il 100esimo gol di un giallorosso con la maglia della nazionale italiana e suo 16esimo gol personale con la maglia azzurra

che gli consente di raggiungere Vialli e Toni nella graduatoria dei migliori marcatori azzurri di sempre.

 

Conte, buona la prima. Erano 16 anni che un allenatore italiano non vinceva al debutto; l’ultima vittoria risale alla partita Galles – Italia

vinta 2 a 0 dagli uomini di Zoff, allora allenatore della nazionale.

L’Italia  che ieri sera ha battuto l’Olanda porta già la firma del nuovo ct: decisa, aggressiva, veloce. Ricorda terribilmente la sua Juventus,

sia come stile di gioco che come mentalità.

Classico 3-5-2 con Ranocchia, Bonucci e Astori in difesa. De Rossi, Marchisio e Giaccherini a centrocampo con De Sciglio e Darmian sulle fasce.

In attacco coppia inedita Immobile – Zaza.

Al terzo minuto è subito gol; un lancio dalla difesa di Bonucci viene intercettato in maniera sublime da Immobile che insacca la palla alle spalle

del portiere Cillessen per l’ 1 a 0. Il raddoppio non tarda ad arrivare, al decimo minuto Zaza entra da solo in area di rigore e viene steso da Martins Indi:

espulsione e rigore che De Rossi trasforma in gol per il definitivo 2 a 0.

Come dichiarato da Conte in un’intervista “ho visto grande applicazione e volontà. Siamo un mix di giovani e ragazzi di 30 anni. La strada però è lunga”.

Ma come si dice, chi ben comincia è a metà dell’opera.

giovedì
Set 4,2014

4

 

di Elisa Cacciapuoti

 

Dopo Sara Errani anche Flavia Pennetta eliminata ai quarti di finale.

 

La 27enne romagnola, numero 14 del ranking e testa di serie n.13, sonoramente sconfitta 6-0;6-1 in un match durato 65 minuti, da Caroline Wozniacki.

La danese mette in ginocchio Sara con una lampante dimostrazione di superiorità, spinta probabilmente dalla batosta sentimentale che la vede protagonista insieme alla stella del golf Rory McIIory, colpevole di averla abbandonata poco prima di convolare a nozze.

Stessa sorte per l’altra italiana in gara Flavia Pennetta, n° 12 mondiale e testa di serie n° 11, sconfitta in due set 6-3; 6-2 dalla campionessa indiscussa Serena Williams che per il terzo anno consecutivo accede alla semifinale dello U.S. Open.

giovedì
Set 4,2014

1

AcquAria-Maratea step 36”

10-14 settembre 2014

Cinque giorni di musica, cultura, teatro, cinema ed il record subacqueo di Francesco Colletta

Dalla terra al mare. Dal mare alla terra per raccontare il territorio e promuoverlo.

AcquAria-Maratea step 36”: è la manifestazione che unisce sport, arte, natura e cultura.

E’ organizzata dalla giovane società di servizi turistici “Lucania Promotion” e si svolgerà dal 10 al 14 settembre 2014, tra la zona del porto e Maratea Superiore. E’ tra le iniziative estive promosse dal Comune di Maratea e sostenute dalla Regione Basilicata, in collaborazione con l’Apt e la Lucana Film Commission.

Quattro giorni in cui si alterneranno momenti di “sensibilizzazione ambientale” attraverso l’Operazione Fondali Puliti, a cura del Gruppo Amatoriale Subacqueo, con altri di promozione territoriale con l’apertura di un punto di informazione turistica nella zona del porto, ed inoltre performance artistiche e concerti in cui il tema prevalente è l’acqua.

Si svolgeranno inoltre due importanti convegni che rappresenteranno occasioni di confronto più tecnici e scientifici presso le sale del Pianeta Maratea. Il primo sul tema del Turismo Sostenibile e il secondo, nel quale interverranno ricercatori della Nasa, sugli sviluppi della ricerca scientifica nel campo dell’iperbarica e della subacquea.

Evento di punta e molto atteso di “AcquAria” è, dunque, il tentativo di un record molto speciale: il pugliese Francesco Colletta tenterà le 36 ore di immersione continuata in mare.

Infatti,dalla mattina del 12 settembre al pomeriggio del giorno successivo, Francesco Colletta, speleologo marino pugliese, già detentore del record mondiale di 32 ore, ottenuto per ben due volte sia alle isole Tremiti che nell’area marina protetta del Plemmiro in Sicilia, tenterà di superare questo record.

Dopo le 29 ore stabilite nelle isole Tremiti nel 2006 e le 32 del record mondiale del 2007, si potrà di nuovo assistere ad un’impresa difficilissima, sia dal punto di vista fisico che psichico. Una sfida ancora più emozionante perché avverrà nelle acque cristalline di Maratea, anche quest’anno Bandiera blu, considerate non soltanto tra le più spettacolari del Sud d’Italia ma anche tra le più ricche in termini di storia e patrimonio culturale.

Nello spazio del porto compreso tra i due grandi moli piegati ad angolo acuto verso la costa (in una sorta di abbraccio simbolico contemporaneamente verso la terra e il mare), lo speologo marino originario di San Giovanni Rotondo, tenterà, il 12 Settembre, di andare oltre i suoi limiti, aggiungendo, così, un nuovo step al progetto medico-scientifico di caratura mondiale “Endless Diving” che la Regione Basilicata, in concerto con il Comune di Maratea, l’Apt e la Lucana Film Commission, ha deciso di sostenere.

Trentasei ore: l’obiettivo a cui punta Coletta che ha fatto della sua passione per l’ambiente marino una vera e propria sfida con se stesso. Una prova davvero notevole se si pensa che il quarantunenne pugliese si immergerà con il solo ausilio di una muta semistagna, cioè con la pelle a contatto diretto con l’acqua di mare, ad una profondità media di 10 metri per risalire solo dopo esservi rimasto per un giorno e mezzo, sfidando le condizioni estreme di un ambiente diverso da quello quotidiano. Grazie alle rare e straordinarie capacità del suo corpo di termoregolarsi e contando sul controllo della mente sul proprio corpo, Francesco Colletta “vivrà” letteralmente, monitorato da apparecchiature progettate dalla Nasa – con l’intento di studiare gli effetti della disidratazione e le sue implicazioni dal punto di vista psico-fisico – in mezzo ad uno degli habitat marini più suggestivi della costa lucana.

Tutto avverrà a poca distanza dalle banchine del porto che sarà, nei giorni precedenti e durante il record, animato dalla manifestazione “AcquaAria. Tra le tante iniziative “collaterali” eppure fondamentali per la promozione territoriale, a partire dal 10 Settembre fino al 14, ci saranno l’apertura di uno sportello di promozione turistica nella zona portuale, performance di cross-mediale (interazione tra vari linguaggi) a tema, l’Operazione Fondali Puliti a cura del Gruppo Amatoriale Subacqueo (GAS) e i concerti di musica, tra cui quello finale con il gruppo lucano “Musica a Manovella”.

Tanti eventi in uno, dunque, in grado di appassionare e stimolare, creando un diverso approccio con il territorio marateota e, in particolare con il mare, quello che nei 35 km di costa lucana disegna, come affermava Indro Montanelli: “coste frastagliate di grotte, faraglioni, strapiombi e morbide spiagge davanti al più spettacoloso dei mari (il Mediterraneo, ndr) ora spalancato e aperto, ora chiuso in rade piccole come darsene”.

2

Programma AquAria-Maratea step 36

10-14 settembre 2014

Mercoledì 10 settembre:

17:00 Cerimonia apertura e presentazione evento a cura “Lucania Promotion” presso Hotel Pianeta Maratea

18:00_20:00 Convegno medico-scientico con interventi Ricercatori NASA presso Hotel Pianeta Maratea

21:00_22.30 Proiezione del docu-film “ Un altro mondo” di Thomas Torelli presso il porto di Maratea

Giovedì 11 settembre:

10:30 Apertura sportello di promozione turistica presso porto di Maratea

18:00_20:00 Convegno: Turismo Sostenibile e Sociale presso Hotel Pianeta Maratea

21:30_22:30 Concerto: “La musica del mare” nel centro storico di Maratea

Venerdì 12 settembre:

08:15 Inizio immersione per tentativo di record presso Porto di Maratea con diretta video documentaria

20:00_24:00 Installazioni audio-visive nel centro storico di Maratea

21:30_22:30 Performance di interazione tra linguaggi (cross-mediale) a cura “Domus DE JANA” presso Porto di Maratea

Sabato 13 settembre:

Monitoraggio ambientale nel porto di Maratea

20:15 Fine immersione per tentativo di record con servizio televisivo in diretta con TG 1 RAI

20:00_24:00 Installazioni audio-visive nel centro storico di Maratea

21:00_22:00 Performance musicale “Io-acqua” (cura “Domus DE JANA”) presso Porto di Maratea

22:30_24:00 Cerimonia di chiusura dell’evento (a cura di “Lucania Promotion”) presso porto di Maratea e concerto musicale del gruppo “Musica Manovella”

Domenica 14 settembre:

10:30_10:45 Conferenza stampa su Record immersione presso Hotel Pianeta Maratea

11:00_12:30 Conferenza stampa su chiusura evento a cura di Lucania Promotion presso Hotel Pianeta Maratea

AcquAria porta a Maratea performance uniche, in un connubio stretto tra arte, proiezioni multimediali e tanta musica: quella classica ispirata al mare e quella travolgente dei MusicaManovella.

Tanti “sguardi”, espressioni e sensibilità diverse per esaltare le bellezze ambientali e architettoniche della Perla del Tirreno.

AcquAria- Maratea step 36, la manifestazione organizzata dalla Lucania Promotion e sostenuta dalla Regione Basilicata in concerto con Apt e Lucana Film Commission, dal 10 al 14 settembre porterà nel Comune marateota il talento e la creatività di artisti eterogenei, lucani e non, che si sono lasciati ispirare dall’incanto del territorio per realizzare performance uniche nel loro genere. Rappresentazioni estremamente accattivanti perché “giocate” sull’ibridazione degli stili espressivi, consentiranno ai turisti e agli abitanti locali di assistere a prime d’eccezione e di entrare in simbiosi con l’elemento più caratteristico della Perla del Tirreno: l’acqua cristallina del suo mare, preziosa fonte di memoria, di sentimenti, di conoscenza, di storie, di arte e di economie. Così oltre al porto dove avverrà il tentativo di record di immersione continuata per 36 ore (che inizierà venerdì 12 alle ore 8.15 per concludersi sabato 13) da parte dello speleologo marino ed esperto sub pugliese, Francesco Colletta, il borgo di Maratea diventerà un palcoscenico a cielo aperto per una ricca serie di eventi.

CINEMA SOTTO LE STELLE: UN ALTRO MONDO AL PORTO DI MARATEA

Mercoledì 10 settembre, dopo la cerimonia d’apertura dell’evento alle ore 17 presso l’Hotel Pianeta Maratea a cura della Lucania Promotion e l’interessante convegno medico-scientifico nel quale interverranno i ricercatori della Nasa, il porto si trasformerà in un grande cinema sotto le stelle. Alle ore 21 sarà infatti proiettato il film documentario Un altro mondo, scritto e diretto dal regista romano, Thomas Torelli. Prodotto dalla Bluma Lab e Lotus Production, il lungometraggio, fresco di realizzazione, riporta nel presente lo studio condotto sui modi di vita di antiche civiltà come quelle dei Maya e dei nativi americani con l’intento di proporre un nuovo punto di partenza per la costruzione del prossimo futuro. “La scienza moderna e la fisica quantistica – ha spiegato il regista che si occuperà anche di documentare l’impresa dello speleologo marino, Francesco Colletta – hanno confermato che tutto nell’universo è energia e che non vi è separazione tra l’osservatore e l’osservato. Tutto è collegato, tutto è vivo e quindi tutto vibra: così anche l’acqua che, esposta a stimoli diversi, come le emozioni umane, le parole o anche la musica, si trasforma e comunica formando bellissimi cristalli (così spiegano le indagini condotte dal ricercatore giapponese Masaru Emoto, tra gli intervistati nel docu-film e autore di molti libri, tra cui il New York Times best-seller The Hidden Messages in Water, I Messaggi dell’Acqua)”. Il film, presentato al RIFF- Rome Indipendent Film Festival e al Phoenix FF – per citare solo alcuni dei più significativi- ha ricevuto lo speciale riconoscimento di Legambiente e del Clorofilla Film Festival per le sue immagini di rara intensità espressiva, rivelatrici di un’altra dimensione, quella più intima e vera che ha il sapore di un ritorno alla natura e all’essenza dell’esistenza.

LE PARTITURE DEL MARE: IL PORTO INONDATO DALLA MUSICA DEL GRUPPO LAERTE

Così, mentre il paese ai piedi dell’imponente statua del Redentore si colorerà di riverberi, il porto verrà, alle ore 22, pervaso dalle note del concerto per due voci recitanti e violoncello a cura della compagnia partenopea di esplorazione e ricerca teatrale Laerte. Il gruppo (che prende il nome dalla figura della mitologia greca, il padre di Ulisse e re di Itaca che partecipò alla spedizione dei 50 argonauti alla riconquista del vello d’oro nelle ostili terre della Colchide), è il risultato del sodalizio tra Luca Di Tommaso (voce recitante), Roberto Soldatini (violoncellista, docente presso il Conservatorio di musica “Gesualdo da Venosa” a Potenza e autore del libro, “La musica del mare”) e Monica Pinto (voce cantante).

Il nostro – spiegano gli artisti – non è uno spettacolo ordinario di musica ma un vero e proprio progetto di sperimentazione: il concerto La musica del mare è frutto di un’operazione di collage tra il ricco patrimonio musicale classico (che riprende in particolar modo le raffinate suite per violoncello di J.S.Bach e le arie di Doninzetti) e quello della letteratura del mare (Hamingway, Melville, Rod Heikell, autore de “Il Portolano”, il manuale a metà tra guida turistica per velisti e di istruzioni utilizzato per avvicinare i porti che fa da ispirazione alla composizione) con aggiunta di testi e canzoni inediti”. L’intreccio calcolato dove le voci intessono con la musica un flusso preciso e ripetibile, come quello delle onde del mare, costituirà per il trio un battesimo nel vero senso della parola: “Per noi quella di Maratea – concludono – sarà la prima esibizione a Sud di Napoli: un segno forte della sensibilità culturale che lega i luoghi di tradizione marinara”.

DAL MARE ALLA TERRA: LE INSTALLAZIONI AUDIO-VISIVE NEL BORGO DI MARATEA

Venerdì 12 e sabato 13 settembre il paese delle 44 chiese verrà “inondato” dall’estro dell’architetto pugliese, Vincenzo Russo. Grazie alla sua esperienza ultradecennale maturata nell’ambito della progettazione urbanistica e del design contemporaneo, realizzerà per il borgo di Maratea un vero e proprio percorso emozionale attraverso il quale i passanti potranno calarsi in una dimensione “altra”.

Submotionspiega l’architetto nativo di Cerignola è un’installazione audio-video che proverà a ricucire il controverso rapporto tra mare e città, tra uomo e natura mettendo in evidenza le due anime di Maratea: quella più ‘commerciale’ di piazza Santa Maria Maggiore e quella più segreta e più antica, fatta di viuzze poco praticate perché poco praticabili”. I suoni e le immagini dei fondali marini fondendosi con le voci e i rumori del Borgo antropizzato verranno come rimbalzati, attraverso le suggestioni acustiche e visive, sulle pareti di pietra dei palazzi che si trasformeranno in quinte cinematografiche e lungo i cunicoli delle strette strade che diventeranno casse armoniche. Restituendo, in tal modo, l’emozione e il movimento di un habitat come quello del mare in continuo dinamismo e foriero di fascino.

L’ACQUA, LA FONTE DELLA VITA: AL PORTO LE PERFORMANCE DI DOMUS DE JANA

Sempre Venerdì 12, ma alle ore 22, sarà la volta della performance cross-mediale dell’associazione culturale Domus De Jana che, dal 2010, opera tra Lazio, Umbria a Toscana nel campo dell’arte-terapia. “Al porto di Maratea – ha riferito lo psicologo Michele Fiori – realizzeremo un’installazione interattiva appositamente studiata per la Perla del Tirreno: ‘Mirroirs d’eau’, (Specchi d’acqua) che, attraverso uno schermo bianco collegato ad una piattaforma informatica Max Msp sarà in grado di riflettere il movimento del passante, traducendolo in immagini, suoni e parole d’acqua”. Musica, corporeità, video e luce nel loro reciproco influenzarsi saranno alla base anche della seconda performance multimediale per pianoforte, corpo scenico e video immagine Io, Acqua sempre a cura di Domus De Jana. Sabato sera, a conclusione del record di Francesco Colletta, Michele Fiori, Micheala Vignini, Fabio Brugnoli e Isabella Nardis tenteranno di restituire il concetto di fluidità dell’acqua come vero e proprio organismo vivente, dotato di una memoria, di un Io e, allo stesso tempo, contenitore e contenuto dell’esperienza, della nascita e della morte.

CHIUSURA TRAVOLGENTE CON I MUSICAMANOVELLA, PER LA PRIMA VOLTA A MARATEA

A concludere la quattro giorni di AcquAria, sabato 13, ci penserà il ritmo travolgente del gruppo lucano rivelazione che, nell’arco di un solo decennio e con oltre mille concerti all’attivo, ha saputo catturare i consensi di pubblico e critica: i MusicaManovella!

Nati artisticamente a Pignola nel 2004 sotto il segno di Capossella, la band composta da Rocco Spagnoletta (voce e chitarra acustica), Dario Vista (voce e basso), Antonio Gruosso (fisarmonica e back vocal), Mimmo Gruosso (keyboard e pc), Antonello Ruggiero (batteria), Rocco Azzarino (direttore dell’esecuzione) e il marateota Renato Pezzano (chitarre), accenderà la piazzetta del porto di Maratea, dalle 22.30, con i suoi pezzi più travolgenti. Dai brani sull’amore contemporaneo contenuti nel loro primo album L’amore è cieco o ci vede poco a quelli sul mondo globale che ritraggono la vita dei briganti lucani e quella degli immigrati africani del secondo lavoro discografico Te lo giuro su Vinicio Capossela. Opere originali che oltre al valore musicale (che mette insieme più stili e più culture, da quelle lucane a quelle del Nordafrica e della Jamaica), sono capaci di “parlare” senza peli sulla lingua e far riflettere con ironia. “È la prima volta – afferma la voce della band, Rocco Spagnoletta – che cantiamo a Maratea, un luogo che è da sempre legato ai nostri ricordi estivi dell’infanzia. In particolare ai miei: erano gli anni 80 quando con mio padre e la sua Alfetta 2000 salivamo al Cristo. Era quasi un’aria da film vedere passeggiare, poi, mia madre e mio padre, giovani e belli, fino alla piazzetta. E io che iniziavo a guardare con curiosità la bellezza. Crescendo i libri letti sulla spiaggia di Acquafredda: Narciso e Boccadoro o le poesie di Neruda che ben si sposavano con le montagne alle spalle di un mare cristallino”.

Il 13 settembre la memoria di questi tempi si rinnoverà tramutandosi in note e in ritmi che fluiscono nelle vene, trasformandosi in energia continua. A manovella.

giovedì
Set 4,2014
1

La squadra italiana che parteciperà alla prima edizione di Invictus Games, giochi paralimpici che si svolgeranno a Londra, è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dalla ministra Roberta Pinotti.
Nel corso della cerimonia, il Capo dello Stato ha consegnato la bandiera italiana nelle mani del capitano ed alfiere della squadra, la Medaglia d’Oro al Valor Militare, Ten. Col. Gianfranco Paglia.

Il Tricolore accompagnerà il team composto da militari disabili ai Giochi internazionali paralimpici organizzati dalla Royal Foundation – fondata dal Principe Harry, dal Duca e dalla Duchessa di Cambridge insieme al Ministero della Difesa britannico – in programma a Londra dal 10 al 14 settembre.

Il binomio sport e disabilità è un tema al quale la Difesa italiana da tempo guarda con molta attenzione. Per questo motivo a Roma è stato firmato un protocollo d’Intesa tra il CIP(Comitato italiano paralimpico) e il Ministero della Difesa per facilitare la pratica sportiva a tutti i militari rimasti feriti nell’esercizio del proprio dovere.  Ad ispirare l’interesse del dicastero, la certezza che la disabilità trova un alleato irrinunciabile nello sport.

2

Nel ricevere Il Tricolore il Ten. Col. Gianfranco Paglia ha dichiarato: “gli Invictus Games rappresentano una nuova sfida e un nuovo modo per continuare a servire il Paese. Abbiamo dimostrato il massimo impegno sempre in tutte le occasioni in cui come soldati siamo stati chiamati ad intervenire. Continueremo a farlo anche a Londra, sebbene in maniera diversa, per portare avanti una battaglia di impegno civile e sociale. Come sempre, prima ancora del risultato, quello che conta è la determinazione e volontà di dare tutto il possibile facendo il proprio dovere di uomini-soldati ed atleti.”

Agli Invictus Games parteciperanno oltre 400 atleti provenienti da 14 diversi Paesi – tra cui Afghanistan, USA, Regno Unito, Francia, Nuova Zelanda – che si sfideranno in 9 discipline paralimpiche presso il Queen Elizabeth Olympic Park e il Lee Valley Athletics Centre. 

Le discipline praticate sono: atletica, basket in carrozzina, ciclismo, sollevamento pesi, canottaggio coperto, tiro con l’arco, nuoto, pallavolo da seduti e rugby in carrozzina.

Livia Iervolino

Addetta Stampa

mercoledì
Set 3,2014

1

Il Tricolore sarà consegnato al capitano della squadra Gianfranco Paglia

E’ prevista per oggi, 3 settembre, alle ore 11.00 al Quirinale, la cerimonia della consegna della bandiera italiana agli atleti che parteciperanno agli Invictus Games di Londra da parte del Presidente della Repubblica, on. Giorgio Napolitano. Presenzierà all’incontro il Ministro della Difesa, la sen. Roberta Pinotti. Il Presidente e la Ministra saluteranno la delegazione italiana che partirà per Londra dove dal 10 al 14 settembre si svolgeranno i giochi paralimpici per i militari feriti, in via permanente, nell’adempimento del proprio dovere. Il tricolore verrà consegnato dal Presidente Napolitano, come è tradizione, nelle mani del capitano ed alfiere della squadra italiana, la Medaglia d’Oro al Valor Militare, Ten. Col. Gianfranco Paglia. Voluti dal principe Henry d’Inghilterra, gli Invictus Games rappresentano un forte momento di coesione per gli atleti delle quattordici nazioni partecipanti dimostrando che, sebbene le lesioni permanenti abbiano creato delle disabilità, è possibile continuare ad avere una piena vita sociale anche attraverso lo sport. Il Presidente Napolitano e la Ministra Pinotti hanno voluto salutare in via ufficiale i nostri atleti impegnati in questa prima edizione dei giochi ritenendo l’evento un grande momento di coesione sociale dall’altissimo valore umano.
 
Livia Iervolino
Addetta stampa Ten. Col. Gianfranco Paglia
mercoledì
Set 3,2014

1

 

Alla presenza del numero uno normanno, Sergio Di Meo, e della dirigenza tutta, nella serata di ieri, si è dato il via ai lavori per la nuova stagione. In un clima di contagioso entusiasmo, sostenuto da un numeroso gruppo di curiosi, dirigenti, giocatori e staff tecnico hanno cominciato a dare libero sfogo alla voglia di lavorare e far bene.

“Sono molto contento, le sensazioni positive che ho ricevuto stasera sono state tante. L’ arrivo di Mister Draganov ha moltiplicato il nostro entusiasmo nonché la convinzione che quest’anno possiamo fare bene”.

Queste le parole del Presidente Di Meo alla fine del primo allenamento che non ha esitato a ringraziare i dirigenti presenti e a fare un pubblico in bocca a lupo ai suoi ragazzi:

“Un grazie di cuore a Franco Liguori,  nuovo DG, a Fabio Francese, Giovanni De Paola, Antonio Abate, Vittorio Scaringia, Giorgio Diana, Raffaele e a mio nipote Andrea De Angelis che, oltre ad essere presenti stasera, sono certo che saranno ottimi compagni di viaggio in questa nuova avventura – continua –  Un caloroso in bocca al lupo ai miei

 

 

giocatori con la certezza che anche quest’ anno sarà una grande stagione per la Exton Aversa”.

Parole cariche di significato e dei migliori auspici che ben si riflettono in quelle di coach Draganov, protagonista della prima serata:

“Ho trovato un gruppo dirigenziale molto motivato e una squadra pronta a sudare, spero di essere in grado di ripagare le aspettative – continua l’allenatore dopo il suo primo giorno di lavoro – Ho scelto Aversa per la grinta che Sergio Di Meo ha saputo trasmettermi quando mi ha presentato il progetto e già dalle prime impressioni ho compreso che Aversa è una piazza da serie A, con la dovuta tranquillità e serenità che mi ha promesso il presidente, daremo il massimo per raggiungere quest’obbiettivo”.

Intanto i ragazzi da oggi saranno impegnati in allenamenti giornalieri suddivisi tra sala pesi e sedute tecniche della durata di tre ore e mezzo circa.

Dalle parole ai fatti … Il lavoro continuA !

 

 

 

mercoledì
Set 3,2014

1

Anno difficile per il volo libero in deltaplano e parapendio, causa il
brutto tempo che ha messo in serie difficoltà gli organizzatori delle
manifestazioni.

Nell’area di volo del Monte Cucco in Umbria si sono chiusi i campionati
italiani di deltaplano disputati su cinque prove tra i 75 ed i 115 km. Alla
competizione erano presenti settanta piloti. La vittoria è andata per
l’ennesima volta ad Alex Ploner (San Cassiano, Bolzano), pluricampione del
mondo, seguito da Christian Ciech, trentino trapiantato a Varese, e da Suan
Selenati di Arta Terme (Udine), protagonista lo scorso anno di un lungo
cross attraverso i Balcani, dal Friuli fino al monte Olimpo in Grecia. La
Icaro di Varese si conferma produttore di ali altamente competitive.

Da Kopaonik in Serbia la nazionale di parapendio è ritornata con una
medaglia di bronzo faticosamente guadagnata alle spalle di Svizzera e
Germania. Un Campionato Europeo sfortunato dal punto di vista meteo, con
poche prove valide disputate in condizioni non ottimali. Nelle classifiche
individuali vince il tedesco Torsten Siegel con Luca Donini di Molveno
(Trento) migliore degli italiani in settima posizione. In campo femminile ha
vinto la francese Seiko Fukuoka Naville. Gli altri componenti del team erano
Davide Cassetta (Torino), i trentini Christian Biasi e Nicola Donini, gli
altoatesini Franz Erlacher, Peter Gebhard e Joachim Oberhauser, Silvia Buzzi
Ferraris (Milano), Nicole Fedele (Gemona del Friuli) ed il CT Alberto
Castagna di Milano. Ventidue le nazioni in gara.

Sul Lago di Cavazzo (Udine) si è conclusa Acromax, tappa italiana della
Coppa del Mondo di acrobazia in parapendio, organizzata dal Volo Libero
Friuli nell’ambito degli eventi del progetto Gemona Città dello Sport e del
Benstare. Assoluto il dominio dei francesi, a cominciare dalla classifica
“solo”, cioè individuale, con Tim Alongi, seguito da Eliot Nochez e François
Ragolski, tutti transalpini. Per la categoria “syncro”, cioè a coppie, al
primo posto si collocano Raul Rodriguez (Spagna) e François Ragolski
(Francia), seguiti da Tim Alongi e Eliot Nochez,  francesi, ed al terzo
posto Rafael Goberna (Brasile) in coppia con Hernàn Pitocco (Argentina). Tra
le donne primo posto all’ungherese Alexandra Grillmayer dietro la francese
Leila Simonet e l’austiaca Nicole Schmidt.

Successo per il Trofeo Tre Pizzi, gara internazionale di parapendio
organizzata nelle Marche dal Volo Libero Monte Gemmo. In questa estate mai
sbocciata, gli organizzatori sono riusciti a pescare tre giorni di tempo
favorevole per permettere ai circa 50 partecipanti giunti dall’Italia e
dall’estero di affrontarsi in tre manches tra i 47 e gli 80 chilometri.
L’area di volo è stata la vallata tra Fabriano e Camerino lungo la dorsale
dell’Appennino Umbro-Marchigiano ed atterraggio ad Esanatoglia (Macerata)
dove era posta la sede logistica dell’organizzazione. Ha vinto il bolognese
Alberto Vitale, seguito da Davide Cassetta di Torino e Franz Erlacher di
Bolzano.

Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL (ASC – CONI) – il volo in deltaplano e parapendio
http://www.fivl.it – 335 5852431

Foto
http://www.gustavovitali.it/pagine/comfivl/varie-agosto-01-09-14.html

Per ulteriori informazioni sugli ITALIANI deltaplano contattare
Flavio Tebaldi – 339 3472910 – flavio.tebaldi (AT) alice.it
Sito ufficiale http://www.flafly.net/

Per ulteriori informazioni sugli EUROPEI di parapendio contattare
Alberto Castagna – 348 7375753 – castagna (AT) telemako.it
Sito ufficiale: http://airtribune.com/it/euro2014/

Per ulteriori informazioni su ACROMAX contattare
Mauro – 328 9563273 – info (AT) vololiberofriuli.it
Sito ufficiale: http://www.vololiberofriuli.it/

Per ulteriori informazioni sul TROFEO TRE PIZZI contattare
Stefano Azzolini – 327 9145721 – geom.stefanoazzolini (AT) libero.it
Sito ufficiale: http://www.trofeotrepizzi.com/

Tutti i comunicati stampa FIVL all’indirizzo:
http://www.fivl.it/index.php?option=com_content&view=category&id=77&Itemid=1
384

Categories