Cancello ed Arnone News

Di Matilde Maisto

Archive for the ‘Territorio/Eccellenze’ Category

domenica
Feb 19,2012


Associazione   “RIVIERA DOMITIA”
CASTEL VOLTURNO – CELLOLE – MONDRAGONE- SESSA AURUNCA
VOLONTARIATO – Decreto Regionale della Campania N° 1/2010
TUTELA e RILANCIO del TERRITORIO

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione RIVIERA DOMITIA ha unito un altro petalo alla sua corolla ONORIFICA il Sindaco Dott. Aldo IZZO, con una manifestazione svoltasi presso il Comune di CELLOLE e ripresa dalla Televisione Regionale NAPOLI 1.
Il Presidente Vincenzo BUFFARDI unitamente al Vice Presidente di Cellole Pasquale SANGIORGIO ed al Tesoriere Generale Isidoro PALMA hanno consegnato nelle mani del Sindaco IZZO la targa ONORIFICA che riporta le sue  eccelse qualità da consentirgli l’ambito riconoscimento.
Inoltre viene donato con ORGOGLIO e STIMA un quadro che riporta una composizione fotografica del  QUADRANGOLARE di CALCIO  (II° Edizione), svoltasi nel  COMUNE di  CELLOLE il  07 e 08 MAGGIO 2011, all’ ex Sindaco Antonio LEPORE (Socio Onorario), nonché attuale vice Sindaco, unitamente all’Ass.re allo Sport Giovanni GRECOLA, all’Ass.re Politiche Sociali Augusto VERRICO (Pioniere della I° Edizione), ai componenti del Consiglio Comunale, con una riconoscenza particolare alle quattro squadre di calcio, alle forze dell’ordine e alle Associazioni che hanno partecipato al corteo, coadiuvati dai dipendenti del Comune Pietro SELLITTO e Michele VERRENGIA che, con la loro presenza hanno testimoniato amore e rispetto al Comune di CELLOLE, contribuendo alla buona riuscita del TORNEO , rendendolo un evento straordinario e costituendo un esempio da condividere per lo stimolo all’aggregazione dei quattro Comuni, mirata alla rinascita del territorio della RIVIERA DOMITIA.
Inoltre viene conferito al Presidente del Consiglio di CELLOLE Augusto VERRICO, un grosso merito di stima e riconoscenza, per aver dimostrato grande amore per la sua terra nativa, sostenendo con la sua presenza istituzionale e contro tutte le avversità della I° Edizione, la buona riuscita del quadrangolare di calcio, svoltasi nella Città di Mondragone il 18 e 19 Luglio 2009.
All’uopo vi sono stati diversi interventi mirati, che hanno toccato interessi di problematiche riguardanti il territorio, rimaste inevase o dubbiose  nella soluzione sottolineati sia dal Sindaco IZZO che dal Pres. del Consiglio VERRICO che dal Presidente BUFFARDI, riguardando: ; L’Aeroporto di Grazzanise che rappresenta una ennesima presa in giro di tutto il comprensorio del basso Volturno della Provincia di Caserta che pur avendo attivato una manifestazione con il coinvolgimento di numerosi Sindaci, la Regione Campania resta indifferente alla sua realizzazione; la Bandiera Blu, con l’assegnazione della Regione Campania di 80.000.000,00 €, attraverso i Fondi Europei e che restano ancora una incognita da definire; lo smantellamento della Centrale Nucleare che lascia ancora molti dubbi; le TERME di Mondragone di cui il Comune ne chiede l’abbattimento, il Porto di Castel Volturno che lascia ancora tante incognite e la rivalutazione dell’ OASI dei VARICONI e dei laghetti, un luogo dalla bellezza naturalistica e paesaggistica straordinaria,abbandonata a se stessa e deturpata dai vandali di turno.
Di fronte a questi problemi che potrebbero veramente cambiare le sorti di una Provincia, ancora una volta questi rappresentanti istituzionali fanno finta di essere distratti da altri impegni istituzionali che riguardano i corposi emolumenti che percepiscono e attraverso un comunicato del Presidente del Consiglio promettono di ridurseli dalla prossima legislatura, che a sua volta rinvieranno alla successiva e così faranno di volta in volta, anzi vedrete che quanto prima con una scusa qualsiasi o silenziosa se li aumenteranno, ormai sono dei veri e propri maestri del raggiro e continueranno imperterriti a chiedere sacrifici immediati solamente alla povera gente.
Aspetteremo con pazienza le prossime elezioni per sentire tutte frottole che verranno a raccontarci.
Una cosa è certa vi è più dignità nei poveri che nei soggetti arricchiti …
La crisi che stiamo attraversando non ci farà paura se rimarremo UNITI nella lotta (evitando i protagonismi individuali) facciamo in modo che tutto diventi una sola cosa, questo ci darà una marcia in più e visto che teniamo un unico denominatore che è quello di  fare un turismo qualificato, con un buon programma  attireremo turisti da ogni parte e potremo creare posti di lavoro.
Tutto dipende da noi e dalla nostra volontà di riuscire e con una buona dose di fratellanza sociale e tanto amore e rispetto del territorio che è un bene primario da difendere e rilanciare con il coinvolgimento di tutti.
E’ in fase di programmazione  un convegno pubblico con le parti ISTITUZIONALI sensibili alle problematiche perennemente irrisolte o sospese dall’indifferenza individuale.

                                                                                                Presidente
Cav. Dr. Vincenzo BUFFARDI

lunedì
Feb 6,2012

 

CASERTA – “La Campania non è sempre teatro di degrado e di scene raccapriccianti: Caserta e dintorni è molto di più e a dimostrarcelo sono le associazioni culturali che si prodigano per il benessere comune”. Ad affermarlo è Anna Napolitano, poetessa romana residente a Caserta che ama la nostra Città. “A testimonianza di ciò” – ha aggiunto – “troviamo l’associazione L. Vanvitelli nel Presidente di Aldo Maria Pagella che organizza eventi in cui letterati e competenti del settore discutono di progetti per restituire dignità a questa meravigliosa città; ricordiamo l’intento del presidente dell’associazione di riportare le spoglie del grande architetto a Caserta. Un altro punto di ritrovo culturale è la caffetteria Raiano di via Patturelli, dove, oltre a gustare l’aromatico caffè al sambuchino, l’associazione Liberalibri, di cui è coordinatore Enzo de Rosa, organizza incontri letterari di successo. In collaborazione con Rita Esposito, vice presidente dell’ AUSER Caserta in via Verdi” – ha proseguito Napolitano – “si tengono tavole rotonde a cui partecipano letterati e poeti contemporanei. Vanna Corvese organizza un laboratorio di poesie “Spazi di…. versi” molto seguito ed apprezzato in cui vengono presi in esami autori delle nostre varie epoche storiche. Vi sono ancora le attività culturali dell’associazione la Ginestra, che, con appuntamenti periodici, si riunisce in via Colombo e approfondisce autori che hanno fatto grande la storia della letteratura. Nella vicina Casagiove apre le porte alla cultura lo scultore e poeta Giuseppe Rossi. Però” – ha sottolineato la poetessa romana – “non bisogna dimenticare il degrado di Carditello. Esistono degli spazi, edifici di pregio in decadenza nei dintorni di Caserta che obbligatoriamente devono essere rivalutati e quindi tutti noi dobbiamo riprenderci il nostro panorama culturale e la bellezza e il fascino che trasuda da questa terra. La reggia di Carditello” – ha concluso Anna Napolitano – “non può essere abbandonata allo sciacallaggio ed all’incuria dello Stato, pertanto, bisogna fare in modo che beni appartenenti all’umanità non vengano dimenticati sia dalle associazioni sia dai politici. Bisogna restituire dignità e benessere a questa bellissima città e i cittadini devono saperlo”.

venerdì
Gen 27,2012

martedì
Gen 17,2012


Costa Flegrea

Nunzio De Pinto

CELLOLE – Continua a migliorare il mare in tutta la fascia costiera domitiana della Provincia di Caserta. Stando agli ultimi dati, il mare è divenuto in tutta Baia Domitia, sia per la parte ricadente nel Comune di Cellole che di quello di Sessa Aurunca, del tutto balneabile. “Quasi dovunque è stato classificato come eccellente dagli organi regionali di controllo”. È quanto ha affermato Mario De Florio, segretario regionale della Campania della Confederazione sindacale Cisas. “I tanti turisti o proprietari di seconde case, nonostante il freddo, in questi giorni di sole hanno visitato la zona, trovando un mare splendido e completamente pulito. A parere della Cisas” – ha aggiunto l’esponente sindacale – “se i depuratori delle acque e la cura della zona funzioneranno, nel prossimo mese di maggio, allorquando saranno pubblicati i dati delle ultime rilevazioni di aprile, tutto il mare di Baia Domitia dovrebbe essere ritenuto eccellente. Si tornerebbe così” – si augura Mario De Florio – “ai tempi in cui Baia Domitia era considerata la perla del turismo europeo. A tale proposito, la Segreteria della Cisas ritiene opportuno un maggiore sforzo in proposito da parte degli amministratori di Cellole e di Sessa Aurunca, degli operatori turistici e balneari, delle varie Associazioni, nonché dei vari operatori commerciali della zona” – ha tenuto a sottolineare De Florio – “i quali possono attivarsi affinché la stagione balneare possa già iniziare sin dal mese di maggio, come avviene generalmente in tutte le altre stazioni balneari. La Cisas, anche per questo, sollecita la istituzione della Guardia Medica in Baia Domitia centro e l’entrata in funzione della Sezione di Polizia Stradale, al Borgo Centore, i cui locali sarebbero già pronti da tempo. A causa di furti o tentativi di furto, la Cisas” – ha, infine, concluso De Florio – “nel ringraziare vivamente tutte le Forze dell’Ordine e la Vigilanza Privata per quanto già fanno, chiede un rafforzamento della prevenzione nel territorio, anche al fine di evitare nuovi insediamenti abusivi ed illegali.

lunedì
Dic 26,2011

Alcuni comuni della provincia di Caserta hanno iniziato una collaborazione per promuovere un progetto originale: far conoscere i loro prodotti tipici come fattori di eccellenza per la cultura e l’identità di un territorio. Da questa comune volontà è nata l’idea di dare vita ad un percorso di collaborazione in rete, che si chiama emblematicamente “letture di gusto”. L’idea è nata nella piazza del sapere della Feltrinelli di Caserta con l’obiettivo di coniugare insieme vari saperi e competenze. Vi aderiscono alcuni comuni, con il Patrocinio della Provincia di Caserta e l’interesse della Camera di Commercio. I protagonisti sono le più importanti associazioni di volontariato, promozione sociale e culturale attive sul nostro territorio.
A partire dall’incontro tenuto a fine novembre sulla castagna di Roccamonfina (presentata dal sindaco Letizia Tari) e dalla presentazione del famoso libro “Si fa presto a dire cotto” del maggior antropologo italiano Marino Niola, a gennaio seguiranno l’incontro per presentare i prodotti tipici delle campagne di Parete e dell’aversano, come le fragole ed il vino asprino (presentati dal giovane sindaco Raffaele Vitale) e quello che vedrà protagonista la “pizza figliata” di Camigliano (uno dei dolci più ricchi ed antichi delle nostre tradizioni culinarie (con il sindaco Vincenzo Cenname, divenuto famoso per le sue lotte in difesa dell’ambiente e del territorio.
Con queste iniziative ci proponiamo due obiettivi di fondo. In primo luogo, far conoscere nella città di Caserta le eccellenze prodotte nelle varie realtà comunali e territoriali (che spesso sono ignorate dalla maggior parte dei cittadini). In secondo luogo, far “riconoscere” dal resto della provincia il ruolo del Capoluogo in Terra di Lavoro
Tra Natale Capodanno questa alleanza verrà sancita in modo solenne mercoledì 28 dicembre a Roccamonfina in occasione della presentazione del libro sulla lotta contro le mafie come narrazione collettiva. Sullo sfondo vi sarà l’idea ancora più ambiziosa di allargare gli orizzonti per attivare un progetto con un percorso di cooperazione istituzionale (un vero e proprio gemellaggio) con il comune della Toscana Greve in Chianti, sede del distretto di uno dei vini più apprezzati nel mondo e capofila dei comuni slow. Questa ipotesi di lavoro è stata già assunta dalla Giunta del comune dell’agro aversano – famoso per la produzione delle fragole – e ufficialmente è stata lanciata nell’ iniziativa tenuta nella casa del Popolo di  Greve in Chianti il 4 novembre con la partecipazione dei due sindaci (Raffaele Vitale e Alberto Bencistà).
I contenuti e le finalità di questa rete saranno i seguenti:
A)- Valorizzare i  le eccellenze delle due Regioni (Campania e Toscana) a partire dai prodotti tipici e di qualità : vino e salumi del distretto del Chianti – fragole  e vino asprinio – mele annurche ed altri prodotti di Teano –  castagne di Roccamonfina – pizza figliata di Camigliano
B) – Promuovere scambi culturali e di turismo sociale per far conoscere la storia e i beni culturali del territorio, a partire dalle scuole e dalle università.
C) – Percorsi di educazione alla cultura della cittadinanza attiva e della legalità democratica, a partire dalle buone pratiche avviate sull’uso sociale e produttivo dei beni confiscati alle mafie. Economia sociale e finanza etica.
D) – Costruire una rete di piazze del sapere come luoghi di scambio e di promozione culturale (attraverso libri, progetti ed altre idee), dei saperi  e di apprendimento permanente.
Su questa idea-progetto molto innovativa di scambio culturale e di promozione a livello nazionale e mondiale dei nostri prodotti tipici e di eccellenza, su proposta del sindaco di Parete Raffaele Vitale si terrà una prima manifestazione a  sostegno del  progetto nella primavera 2012, in cui verranno coinvolti   enti locali, istituzioni  e associazioni dei produttori.
•    Comune di Parete                    *Comune di Greve in Chianti
•    Comune di Roccamonfina                *Istituto alberghiero di Figline V.
•    Comune di Camigliano                    *Italiaxil mondo
•    Camera di Commercio di Caserta            *Distretto del Chianti + Museo del vino
•    Banca Etica                        *SMS L’Unione
•    Istituto Alberghiero di Aversa                *Librerie La Feltrinelli e  L’Arcobaleno
•    Cooperativa Sole                    *Libera Caserta e Toscana
•    Associazioni dei produttori
•    Aislo e Carta 48

A cura di Pasquale Iorio, VP Aislo
Caserta, 26 dicembre 2011

domenica
Dic 18,2011

 

Associazione   “RIVIERA DOMITIA”
CASTEL VOLTURNO – CELLOLE – MONDRAGONE- SESSA AURUNCA
VOLONTARIATO – Decreto Regionale della Campania N° 1/2010
TUTELA e RILANCIO del TERRITORIO

COMUNICATO STAMPA
Manifestazione ALBERO di NATALE, dono del Coordinamento delle Associazioni alla CITTA’ di MONDRAGONE.
Il Presidente Vincenzo BUFFARDI dell’Associazione RIVIERA DOMITIA, come da promessa fatta a mezzo Comunicato stampa del 04 Gennaio 2011, unitamente al Coordinamento delle  Associazioni di cui fa parte: ARTIGIANI, CICERONE, CATTOLICA DIOCESANA, QUINTA SCENA, DRAGO BOXE, La DIVA, L’INCONTRO, NUOVA MUSICA, QUARTIERE MARE, MARE NOSTRUM, CICLISTICA SINUESSA, NAUTICA SINUESSA, A.G.P.H. Onlus, CUORE, SCS DRAGONIS, REALTA’ PARALLELE, S.N. SALVAMENTO, OTROS AIRES, CARABINIERI, comunica che per motivi meteorologici, siamo stati costretti a sospendere la manifestazione dell’ 11 Dicembre 2011 e rinviarla al 18 Dicembre 2011, che per motivi di lavoro improcrastinabili del Commissario Prefettizio siamo stati costretti ad anticiparla al 15 Dicembre 2011 alle ore 18.00, con l’accensione delle luci all’albero di Natale e nel consegnarlo con orgoglio al COMMISSARIO PREFETTIZIO Dr. CAPOMACCHIA ha esposto anche il programma rivolto tutto alla rinascita del territorio.
Madre Teresa diceva: Tutto quello che facciamo, è una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo, quella goccia mancherebbe per sempre.
Una donazione significativa e che possa diventare per i cittadini di MONDRAGONE uno stimolo al risveglio oltre a rappresentare un buon auspicio di un futuro migliore.
Inoltre il Presidente Vincenzo BUFFARDI precisa: la predisposizione alla piantagione è stata fatta dal Comune su volontà del Commissario Prefettizio Dr. Comm. Michele CAPOMACCHIA e che l’abete precedentemente consegnato per  errore di spedizione, ha creato qualche critica giustificata, ma è stata subito spenta dalla Ditta fornitrice di D’Aprea Giacomo,  che per la sua serietà professionale ha provveduto a sostituirlo immediatamente e con le dovute scuse, regalando l’abete rimosso all’Associazione RIVIERA DOMITIA, che a sua volta lo ha donato alla Città e su consenso del Commissario Prefettizio Dr. CAPOMACCHIA è stato piantato nella Piazzetta San RUFINO di VIALE MARGHERITA.
In questa corsa contro il tempo, ci sentiamo in obbligo di  ringraziare tutti quelli che sono stati costretti a sopportarci nelle nostre continue richieste pur di conseguire un risultato positivo e  che oggi l’albero primeggia in Piazza FALCONE.
Iniziamo dallo staff dell’Ing. Vincenzo De LISE del Comune; alla Soc. CAT. di Clotilde PATALANO che ha realizzato l’opera a tempo di record, mentre gli addobbi sono stati curati ad arte da Fabio Del PRETE e dal suo personale ed infine dalla Soc. PAG di Luciano e Giovanni PAGLIARO per il completamento delle targhe personalizzate di ogni Associazione.
Un giorno indimenticabile che sicuramente lascerà un segno indelebile sul nostro territorio e sarà da esempio a tutti i nostri futuri Amministratori del Comune.
Il giorno 18 Dicembre 2011 alle ore 17.00 INVITIAMO tutta la cittadinanza in Piazza Falcone per formularci gli AUGURI di un BUON NATALE e felice anno nuovo.
Il Presidente Vincenzo BUFFARDI

Sede Legale: Via Fiumara,13- MONDRAGONE-CE-  C.F. 95009880618
E-mail: rivieradomitia@alice.it – Cell. 389/4271600

sabato
Nov 12,2011

ASSOCIAZIONE  “RIVIERA DOMITIA”
Castel Volturno – Cellole – Mondragone – Sessa Aurunca
VOLONTARIATO – Decreto Regionale della Campania N° 1/2010– C.F. 55009880618
TUTELA e RILANCIO del TERRITORIO – E.mail: rivieradomitia@alice.it

COMUNICATO ai SOCI e SIMPATIZZANTI

ASSOCIAZIONI UNITE per la RINASCITA di MONDRAGONE

Dopo l’ incontro avvenuto su iniziativa del Pres. Vincenzo BUFFARDI, presso la Sede dell’Associazione RIVIERA DOMITIA del 26 Settembre 2011, per sondare insieme ad altri Presidenti, la fattibilità di un movimento Associativo, e successivamente riunendoci: il 03 Ottobre 2011  presso la Sede dell’Associazione INCONTRO e del 19 Ottobre 2011 presso la sede del QUARTIERE MARE,  dove è sempre emerso amore, orgoglio di appartenenza al territorio, sofferenza e una grande volontà di riscatto, addivenendo alla volontà espressa palesemente di coinvolgere tutte le Associazioni della CITTA’ di MONDRAGONE ed
il giorno 04 Novembre 2011, ore 20,00
presso la sede dell’associazione ARTIGIANI di  Corso Umberto I° di Mondragone, dopo aver dato lettura del programma e la volontà espressa di unirsi  è nato un MOVIMENTO di MUTUO SOCCORSO delle ASSOCIAZIONI x la RINASCITA di MONDRAGONE e della RIVIERA DOMITIA, denominato:
ASSOCIAZIONI UNITE “ RINASCITA di MONDRAGONE”,
è stato nominato all’unanimità come coordinatore del  Movimento Associativo “ RINASCITA di MONDRAGONE “ il Pres. Quartiere Mare, nonché Vice  Presidente dell’Associazione RIVIERA DOMITIA, Prof. Pietro CIRIELLO.
Nel rispetto degli statuti di ogni Associazione e dei suoi programmi si costituirà un coordinamento centrale del MOVIMENTO composto dai Presidenti di Associazioni più disponibili, con la programmazione di nominare  un portavoce rapportato alle difficoltà da risolvere o da sostenere e che ci rappresenterà davanti ai nostri rappresentanti istituzionali. Inoltre si formeranno gruppi di lavoro secondo le proprie esperienze, attinenze e capacità, così suddivise:
Sport; Cultura;  Spettacolo; Turismo; Attività Imprenditoriali; Attività Produttive; Attività Artigianali; Attività  commerciali; Attività Sociali; ecc.
Ogni gruppo si eleggerà un proprio responsabile che li rappresenterà nel  coordinamento centrale.
Ogni Associazione aderente, può usufruire del logo che si andrà a formare, affiancandolo al suo e la possibilità di avvalersi di persone esperte o del settore.
Un vero e proprio parlamentino locale e autonomo che cercherà  coi fatti concreti di coinvolgere i cittadini e farli sperare in qualcosa di positivo, dando priorità assoluta al lavoro, famiglia e moralità, di certo avremo benefici  per tutti.
Sarà un Movimento Apartitico e senza scopo di Lucro,
perché uniti, possiamo essere ascoltati e rispettati dalle istituzioni che ci rappresentano ed insieme ad esse,  affrontare i  grossi  problemi che attanagliano la Citta’.
Ognuno di noi avrà un ruolo rappresentativo  e importante in questo movimento di rinascita, ed insieme riscopriremo quell’orgoglio di appartenenza al territorio, di esistere e di essere, ormai assopito dalla rassegnazione.
Inizieremo a riscattarci  e nel sentirci  noi stessi, utili e indispensabili alla comunità e con il buon esempio che daremo,   costituiremo un decalogo di comportamento rivolto a tutti i cittadini, in risposta del programma condiviso, che presenteremo ai rappresentanti istituzionali, per la rinascita di MONDRAGONE.
Il primo impegno che ci siamo assunti è di donare un albero di Natale da piantare in Piazza FALCONE e di prendere in esame un eventuale affidamento degli spazi verdi della CITTA’.
Il Presidente
Vincenzo BUFFARDI

Sede Legale: Via Fiumara,13- MONDRAGONE-CE- C.F. 95009880618
BANCA PROSSIMA- IBAN di RIVIERA DOMITIA:  IT 29L0335901600100000005 577
E-mail: rivieradomitia@alice.it – Cell. 389/4271600

giovedì
Nov 3,2011

Foto di gruppo Conferenza Stampa

(Maria Della Corte, Raffaele Della Corte, Pietro Di Sarno e Arturo Scotto)

Ambiente e territorio: dalla conferenza dell’Osservatorio Permanente Provinciale sulle problematiche Ambientali I vertici di Sinistra Ecologia e Libertà, riaffermano l’impegno sulla prioritaria messa in sicurezza dei siti  avvelenati e l’urgenza della bonifica.
Annunciando per lunedì 7 novembre, un’altra iniziativa con Grazia Francescato nei luoghi simbolo della vergogna e morte per l’intera provincia.

SABATO 29 OTTOBRE 2011
COMUNICATO STAMPA
CASAL DI PRINCIPE – Così come annunciata, si è svolto nella tarda mattinata di sabato 29 ottobre, presso la sede di “Sinistra ecologia e Libertà” “E. Berlinguer” a Casal di Principe, la prima conferenza stampa per l’Osservatorio Permanente Ambiente Provinciale, organismo nato, pochi gironi fa, grazie alla unione tra diversi circoli Sel del territorio casertano. Una “unione provinciale” di forze che passa attraverso un nuovo stile di far politica, che partendo da una questione comune, continuamente posta oltre ogni limite tra illegalità e sopravvivenza, prova a tracciare un nuovo futuro per una terra, che implora vita. Un’azione determinante che dall’emergenza, che da queste parti ormai da troppo, assume il  significato confuso e al tempo stesso fuso tra sofferenza e lacrime, dolore e morte, consumato nell’indifferenza delle istituzioni, di forza prova a perforare il muro dell’omertà, riponendo maggiore attenzione alle singole vertenze dai territori, per il territorio. Una spinta in contro corrente che incurante delle complessità geografiche si apre all’intera provincia, per la costruzione di una nuova provincia possibile, che per la prima volta in assoluto, statuisce sul tema dell’ambiente e territorio, una connessione tra diversità comuni, come quelle di Santa Maria Capua Vetere, Lusciano, Castel Volturno, Casal di Principe e Villa di Briano, messi in rete da un singolo obbiettivo l’assenza o latitanza di azioni mirate di bonifiche al territorio. Il percorso dibattimentale  ha rilevato il contributo di diversi esponenti Sel, aderenti all’iniziativa di carattere regionale, come quelle di Pietro Di Sarno e Arturo Scotto rispettivamente coordinatore Provinciale e Regionale, Enzo Falco esponente della commissione Ambiente e Agricoltura del partito regionale e Raffaele Della Corte Coordinatore Sel per l’agro aversano, ed e proprio quest’ultimo, che con tenacia da residente delle terre di don Peppe Diana rilancia in maniera forte e decisa un unico impegno che riaccenda i riflettori del mondo, sulla gravissima situazione ambientale: rifiuti tossici, omertà e politica, acqua e aria inquinata, silenzi e assenze, “cancro e camorra” come fiammella di speranza per una terra e il suo popolo ormai alla mercé di tutti che con disperazione invoca vita! L’apertura dei lavori, non a caso e stata sancita da una donna, figlia e madre di queste terre, la compagna Maria Della Corte, che nel tono di voce alla lettura del documento “Chi uccide avvelenando la terra, uccide più di un corpo vivo ma l’anima e la dignità di un intero popolo”, a firma dell’osservatorio ambiente, preservava ai presenti oltre il grado di paure una richiesta d’aiuto cosi come quello di madre terra.
Poi a seguire l’intervento del Coordinatore Provinciale Pietro Di Sarno, – Continua ancora Della Corte –  oltre a ufficializzare la costituzione dell’Osservatorio provinciale permanente Ambientale, organismo che nelle ultime ore si protende ad uscire dalle strutture dei circoli e ulteriormente a ordinare la propria azione con una chiara richiesta d’adesione rivolta a “singoli ed associati” per uno interscambio tra esperienze e idee delle realtà della provincia casertana.
Di Sarno “ha riaffermato l’impegno di Sinistra Ecologia e Libertà, sulla prioritaria messa in sicurezza di tutti i siti che contengono veleni tossici e sull’urgenza della bonifica, da molti anni attesa. Denunciando, a più riprese, nonostante l’obbligo che lo statuisce per legge, la mancanza di “un registro delle patologie tumorali “ e delle statistiche dei casi di decesso, da parte delle Asl, in difetto del quale i decessi per patologie tumorali da inquinamento non potranno mai avere un “nome” arrestando al tempo stesso ogni azione legale risarcitoria per chi ha commesso e chi ha consentito il crimine ambientale causa del male di questo territorio. Mentre per Enzo Falco della commissione Ambiente e Agricoltura veniva ribadito “C’e bisogno di una risposta vera e reale rivolta al recupero di tutto il territorio casertano, partendo dalla sollecitazione prioritaria della messa in sicurezza di tutti quei siti che contengono veleni tossici e radioattivi. Il silenzio dello stato sull’urgente bisogno di bonifica mette a serio pericolo l’intera filiera agricola”.
Su questa stessa lunghezza d’onda, anche Arturo Scotto, Coordinatore Regionale del Partito,
“che condividendo la preoccupazione dei cittadini della zona sul rischio della vita, solo per restare nella terra dove si è nati. Ha ribadito la centralità della questione ambientale per il nostro partito e l’attivazione di ulteriori pressanti iniziative, per ottenere l’inizio rapido dei cantieri delle bonifiche, con fondi certi!
La Campania, qui come in altre aree, ha affermato Scotto, è stata resa praticamente invivibile da una commistione tra criminali inquinatori e colletti bianchi collusi. La gravità alla quale siamo giunti, richiede l’impegno delle Istituzioni tutte, e la partecipazione sempre più consapevole dei cittadini.
Il coordinatore regionale ha invitato tutti i Circoli e i gruppi attivi di Sinistra Ecologia e Libertà, con il concorso delle Associazioni del territorio, a trovare forme di lotta democratica unitaria.
Mentre in chiusura è arrivata la conferma d’una iniziativa della Presidenza Nazionale, che per lunedì 7 novembre, segnala  per lo stato maggiore del partito di Sinistra Ecologia e Libertà, la visita dell’onorevole emerito Grazia Francescato nei luoghi simbolo della vergogna i siti dove recentemente dalle rivelazioni di collaboratori di giustizia, da parte delle forze dell’ordine è stata rilevata la presenza di rifiuti tossici pericolosissimi. Un ulteriore contributo d’idee e passione al dibattito e sopraggiunto da Paolo Cocchiaro, per il Circolo Sel Santa Maria Capua Vetere e Antonio Fontana, Sel Casal di Principe. Mentre tra la platea si evidenziava la presenza attenta ai lavori di Nunzia Nocerino per il Circolo Sel Santa Maria Capua Vetere; Luigi Scalzone, Bernardo Natale, Massimo e Fabio Cipriano Zippo, e Antonio Verazzo per il Circolo Sel Casal di Principe; Pasquale Cristiano per il Circolo Sel Lusciano; Ciro Scocca e Maurizio Fabiani per il Circolo Sel Castel Volturno; Maddalena Rennella, Pasquale ed Alessandro Conte per il circolo Sel Villa di Briano.

ciro.scocca@terna.it
paolococchiaro@libero.it
nunzia.nocerino@yahoo.it
pasquale_cristiano@libero.it
agenziacartom@tin.it
ascotto@selcampania.org
renanata@aliceposta.it

mercoledì
Nov 2,2011

Comunicato stampa del 02 novembre 2011

‘Storie di Uliveti&Pascoli’ propone una domenica dell’olio extravergine di oliva Ortice con visite in campagnia ed al frantoio ed abbinamenti a tavola

‘Storie di Uliveti&Pascoli’, la programmazione della Pro Loco Pontelandolfo dedicata alla promozione dell’olio extravergine di oliva ed al formaggio pecorino locale,  propone per la prima domenica di novembre una giornata sulle orme dell’oro verde. La Pro Loco, insieme al frantoio ‘Rinaldi’, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, della delegazione sannita dell’Associazione Italiana Sommelier e delle condotte Slow Food ‘Fortore Tammaro’ e ‘Benevento’ e con il supporto del ristorante ‘La Pignata’, propone per domenica 6 novembre ‘Le domeniche dell’olio’.
La giornata inizierà di buon mattino, alle ore 10, in uno scenario insolito, un uliveto della campagna pontelandolfese, dove gli ospiti potranno conoscere da vicino le caratteristiche agronomiche della cultivar Ortice. Si osserverà, poi, i contadini locali impegnati nella raccolta a mano delle olive, mentre si potrà anche assistere alla dimostrazione della raccolta con agevolatori ecocompatibili. A seguire ci si sposterà presso la struttura del frantoio ‘Rinaldi’, dove nasce l’extravergine di oliva ‘Vantera’ da cultivar Ortice. I visitatori seguiranno la varie fasi di lavorazione che vede trasformare le olive in ottimo e salutare olio extravergine. Nel piazzale antistante il frantoio si svolgerà un mercatino dei prodotti tipici mentre sarà allestito anche uno spazio dedicato all’artigianato.
Dopo la visita al frantoio la giornata proseguirà a tavola, presso il ristorante ‘La Pignata’. Appuntamento interessante sarà il momento degustativo condotto dalla giornalista Laura Gambacorta, esperta di olio extravergine di oliva, che guiderà i partecipanti in un gioco-degustazione con tre oli in passerella. Sarà poi la volta dell’abbinamento a tavola, con l’olio extravergine di oliva pontelandolfese protagonista dei piatti elaborati dallo chef Stefano Di Mella, che proporrà agli ospiti un menù tipicamente autunnale. In abbinamento saranno serviti vini delle aziende sannite Fontanavecchia, Terra di Briganti, Il Poggio e la Vinicola del Titerno, la cui degustazione sarà guidata dalla delegata Ais di Benevento Maria Grazia De Luca e dal docente Ais Michele Giordano.
Dopo il pranzo, chi desidera conoscere la storia e le tradizioni del paese potrà partecipare ad una visita guidata nel bel centro storico, ricca di spunti interessanti  sulle vicende relative agli episodi storici del 1861, e assistere al tradzionale gioco della Ruzzola del formaggio.
“Dopo il successo dell’anno scorso – dichiarano Nicola Diglio ed Antonio Lese, rispettivamente presidente della Pro Loco e responsabile dei vari eventi – ripresentiamo una domenica interamente dedicata all’olio extravergine di oliva Ortice. E’ importante far conoscere ai consumatori come nasce l’extravergine pontelandolfese, e farne apprezzare la  bontà con il menù proposto da un bravo ristoratore locale. Siamo convinti – concludono – che la sinergia produttori-ristoratori rappresenti la migliore forza di comunicazione per i nostri prodotti tipici, a cominciare dall’extravergine e dai formaggi pecorini”.
Info: 339.3066233 – 338.5369598

giovedì
Ott 27,2011


PIEDIMONTE MATESE. Grazie ad un progetto sperimentale le vecchie varietà di frutta dell’alto casertano saranno rivalutate con una azione di promozione. Si chiama “Frutta Antica del Matese” ed è un progetto di ricerca applicata e di azioni promozionali correlate avente come obiettivo il recupero e la valorizzazione di antiche varietà da frutto presenti nell’area del Matese. Il progetto prende spunto nel 2009 da un’iniziativa del Comune di San Potito Sannitico per il recupero di terreni agricoli in stato di abbandono, mediante la creazione di impianti frutticoli, con il duplice obiettivo di fornire un prodotto locale e di tutelare l’ambiente agrario a fini paesaggistici. Esso, in realtà, si concretizza nel 2010, attraverso la stipula di una convenzione tra la Regione Campania (Settori SIRCA e STAPA-CePICA di Caserta) e il CRA-Unità di Ricerca per la Frutticoltura  di Caserta. L’intervento trova i suoi punti di forza nell’integrità ambientale del territorio del Matese, nella ricca biodiversità frutticola ancora presente, nell’opportunità di poter generare integrazione al reddito per gli operatori del settore agricolo e nella possibilità di inserire la produzione frutticola autoctona sia presso le strutture ricettive turistiche locali (agriturismi soprattutto) che nei farmer’s market. All’iniziativa partecipano altri partner, quali: il Parco Regionale del Matese, i comuni delle province di Caserta e Benevento compresi nel territorio del Parco, l’Istituto Agrario “A. Scorciarini Coppola” di Piedimonte Matese e il GAL Alto Casertano. Anch e la Provincia di Caserta ha fatto richiesta di entrare nel partenariato.

Pietro Rossi

Categories